Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Il vino bianco aumenta il rischio delle donne per la rosacea

Potrebbe quel bicchiere di Chardonnay influenzare le condizioni della tua pelle?

Forse, secondo una nuova ricerca, le donne con determinati modelli di alcol hanno avuto un rischio maggiore di sviluppare una rosacea, una condizione infiammatoria della pelle.

"Abbiamo scoperto che il vino bianco e il liquore erano significativamente associati a un più alto rischio di rosacea", ha affermato l'autore dello studio Wen-Qing Li. È un assistente professore di dermatologia ed epidemiologia alla Brown University.

La rosacea provoca arrossamento e arrossamento del viso e del collo. In alcune forme, si possono formare epidemie di tipo acinale e possono comparire vasi sanguigni visibili.

La genetica può avere un ruolo nello sviluppo della rosacea. In quelli con rosacea acuta, il loro sistema immunitario potrebbe reagire a un singolo batterio, secondo l'American Academy of Dermatology.

Mentre il vino rosso è spesso indicato come la bevanda che può scatenare il rossore, Li ha detto che tali informazioni tendono a venire da segnalazioni di pazienti che hanno già il disturbo.

La nuova ricerca si è concentrata sul ruolo dell'alcol nello sviluppo della rosacea. Il team di Li ha valutato quasi le donne 83,000 arruolate nello studio sulla salute degli infermieri II da 1991 a 2005.

I ricercatori hanno raccolto informazioni sull'assunzione di alcol ogni quattro anni durante un follow-up di anni 14. In quel periodo si verificarono quasi nuovi casi di rosacea di 5,000.

"Per il vino bianco, rispetto ai non bevitori, [chi ha bevuto] da una a tre bevande al mese aveva un aumento del rischio di rosacea pari al 14. Per cinque o più vini bianchi a settimana, il rischio aumenta del 49 per cento ", ha detto Li.

Per quanto riguarda i liquori, cinque o più bevande a settimana hanno aumentato il rischio di sviluppare una rosacea in percentuale 28, secondo lo studio.

Li non ha potuto dire se il collegamento fosse valido per gli uomini, poiché lo studio includeva solo donne. E sottolinea che "è solo un'associazione, non è una relazione causale".

Li non è sicuro del perché il vino bianco e il liquore sembrano aumentare il rischio di rosacea. Tuttavia, i ricercatori hanno ipotizzato che il vino bianco e il liquore possano indebolire il sistema immunitario e contribuire alla dilatazione dei vasi sanguigni.

Per ora, ha detto Li, il messaggio è di informare i medici e i consumatori del collegamento.

I ricercatori sospettano inoltre che ci siano diverse ragioni biologiche per cui il vino bianco e il liquore sembrano aumentare lo sviluppo di rosacea e perché il vino rosso sembra esacerbare la condizione. Ma non sanno ancora quali siano queste differenze, hanno detto gli autori dello studio.

Il dottor Carolyn Goh, un dermatologo del Centro medico dell'UCLA, ha detto che le nuove scoperte aggiungono alla conoscenza della rosacea.

"È interessante notare che hanno trovato una differenza tra diversi tipi di alcol", ha detto.

Uno dei punti di forza della ricerca è il gran numero di donne nello studio, ha detto Goh.

Nel frattempo, ha detto, è risaputo che bere alcolici può far esplodere la rosacea in quelli già diagnosticati. "In passato, la gente pensava che il vino rosso avrebbe causato più arrossamento del vino bianco", ha detto.

Oltre all'alcool, altri comuni inneschi in coloro che hanno già la rosacea includono la luce solare, la caffeina, cibi caldi e piccanti, ha detto Goh. Le persone con la condizione segnalano diversi trigger, ha detto, in modo che la lista non possa essere applicata a tutti i pazienti.

I trattamenti includono creme e unguenti d'attualità, ha detto Goh. Il trattamento laser può aiutare i vasi sanguigni che rimangono visibili dopo periodi di vampate. Per i pazienti che hanno brufoli associati alla rosacea, gli antibiotici orali possono aiutare, ha detto.

Lo studio è pubblicato online April 20 nel Ufficiale dell'American Academy of Dermatology.