Prenotazione online 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX

Smettila di soffrire!

  • Quick n' Easy Appuntamento online
  • Prenota un appuntamento 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX
  • Chiamaci 915-850-0900.
Lunedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Martedì9: 00 AM - 7: 00 PM
Mercoledì9: 00 AM - 7: 00 PM
Giovedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Venerdì9: 00 AM - 7: 00 PM
Sabato8: 30 AM - 1: 00 PM
DomenicaChiuso

Doctor Cell (Emergenze) 915-540-8444

PRENOTA ONLINE 24/7

Valutazione Functional Medicine®

🔴 Avviso: Come parte del nostro Trattamento per lesioni acute pratica, ora offriamo Integratore di medicina funzionale Valutazioni e trattamenti dentro il nostro ambito clinico per i disturbi degenerativi cronici.  Per prima cosa valutare la storia personale, l'alimentazione corrente, i comportamenti di attività, le esposizioni tossiche, i fattori psicologici ed emotivi, in tandem genetica.  Poi può offrire Trattamenti di Medicina Funzionale insieme ai nostri protocolli moderni.  Per saperne di più

Spiegazione della medicina funzionale

Cos'è l'ART Active Release Technique?

Share

Professionisti sanitari certificati appositamente utilizzano le tecniche di rilascio attivo, ART, per diagnosticare e curare le lesioni dei tessuti molli create da tessuto cicatriziale. In questo manuale, le mani sul trattamento dividono le aderenze che limitano il normale range di movimento causando affaticamento e sintomi dolorosi.

 

Che cos'è Active Release Technique (ART)?

 

Active Release Techniques (ART) è un trattamento guida gestito da professionisti sanitari addestrati a particolari strutture dei tessuti molli del corpo umano. Il processo di controllo dei tessuti molli ART si basa su prove scientifiche che muscoli, nervi, vasi sanguigni e tessuto connettivo sviluppano aderenze all'interno e tra di loro a seguito di varie lesioni che includono: lesioni acute o improvvise, lesioni cumulative o croniche e pressione a causa della cattiva postura. Queste aderenze causano il cambiamento del movimento delle articolazioni o dei muscoli, portando a una vasta gamma di segni e sintomi, tra cui affaticamento, dolore e ridotta gamma di movimento, nonché sensazioni di formicolio e intorpidimento.

 

Qual è la storia di ART?

 

Michael Leahy, DC, ora praticante a Colorado Springs, in Colorado, ha iniziato a sviluppare ART in 1984. Prima di dedicarsi alla cura chiropratica, il dott. Leahy era un ingegnere aeronautico con la US Air Force. Questo background tecnologico ha permesso al Dr. Leahy di definire le lesioni dei tessuti molli in una nuova prospettiva, trasformandosi nella tecnica di rilascio attivo. La Dott.ssa Leahy è ora ampiamente considerata una delle più importanti autorità per i tessuti molli negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

 

Come è il trattamento ART?

 

Dopo che una diagnosi è stata effettuata secondo una storia clinica e una valutazione, il trattamento può essere reso dal professionista sanitario appropriato con esperienza e certificazione nella tecnica di rilascio attivo, ART. Poiché le lesioni dei tessuti molli prodotte da tessuto cicatriziale non possono essere rilevate da una macchina, ad esempio la radiografia o la risonanza magnetica, o da qualsiasi test ortopedico, l'ART è di per sé uno strumento diagnostico. L'operatore sanitario può determinare dove sono le aderenze e anche quanto è intenso il danno ai tessuti molli, solo al tatto.

 

L'ART viene solitamente eseguita utilizzando il contatto diretto del medico con la pelle del paziente. Il praticante localizzerà l'area su cui lavorare e l'individuo muoverà attivamente una parte del corpo o passerà la parte del corpo per l'individuo passivamente.

 

La tecnica di rilascio attivo (ART) è un trattamento manuale in cui muscolo, fascia, legamento, tendine, nervo o capsula vengono mantenuti con pressione e tensione sul tessuto coinvolto (non sulla pelle) in una posizione accorciata, mentre la disposizione è allungato attraverso una gamma completa e confortevole di movimento attivo e la forza viene mantenuta per tutto il movimento. Non c'è tensione cutanea o scivolamento sull'epidermide.

 

La tecnica di rilascio attivo differisce da massaggio nell'uso del movimento dell'arto o della colonna vertebrale sotto pressione e tensione, insieme all'attenzione per i dettagli anatomici e le potenziali intrappolamenti nervosi nell'area. Invece di trattare una regione generale, un operatore sanitario con tecnica di rilascio attiva usa le mani per sentire tessuti danneggiati o anormali nei muscoli, nella fascia, nei tendini, nei legamenti o nei nervi. Le anomalie si presentano come aventi una sensazione diversa e influenzano il movimento e l'operazione in cui un paziente può eseguire.

 

Il contatto del professionista sanitario esperto e qualificato, associato al movimento del paziente, consente alle adesioni di separarsi. I protocolli terapeutici, che attualmente superano le mosse specifiche di 500, sono unici per l'ART o le tecniche di rilascio attivo. Consentono agli operatori sanitari di identificare e correggere i problemi di salute specifici che hanno un impatto su ciascun paziente.

 

Che cos'è Active Release Techniques (ART)? | video

 

 

L'ARTE fa male?

 

Le tecniche di rilascio attivo, o ART, vanno subito dopo l'adesione al fine di rompere i tessuti cicatriziali producendo sintomi dolorosi e malfunzionamento. Considerando che questi siti sono estremamente sensibili all'inizio, l'ARTE potrebbe causare un certo disagio descritto da molti pazienti come una "buona ferita". Tuttavia, la pressione o la tensione non vengono mai applicate oltre la tolleranza del paziente.

 

Quanto dura il trattamento ART?

 

La tecnica di rilascio attivo di ogni individuo è diversa. In media, tra le visite da 2 a 6, ciascuna della durata di circa 15 a 30 minuti, sono necessarie per la correzione dei problemi dei tessuti molli. I fattori che influenzano questa gamma comprendono l'intensità del problema di salute, la volontà individuale di prendere parte al trattamento e lo stato di salute generale del paziente. I pazienti devono avere una parte attiva nel loro recupero per ridurre le possibilità di ripetersi. Ciò può comportare il rafforzamento di un determinato tessuto o l'alterazione di determinate attività fisiche.

 

L'ART è considerata uno dei trattamenti migliori e di maggiore successo per le lesioni dei tessuti molli. Tuttavia, come qualsiasi altra terapia, ART non può aggiustare tutto. Se non si osservano miglioramenti significativi nel corso del trattamento, verranno prese in considerazione altre opzioni terapeutiche per risolvere completamente le lesioni o le condizioni dei pazienti. Gli operatori sanitari generalmente non incoraggeranno le sessioni in corso se non si osservano miglioramenti in un numero specifico di visite.

 

Chi può trarre beneficio dall'ARTE?

 

Chi soffre a causa di una lesione dei tessuti molli può trarre beneficio dalla tecnica di rilascio attivo. L'ARTE è utilizzata in ambito clinico su atleti professionisti e olimpionici, impiegati, manovali, casalinghe, giovani atleti, oltre a molti altri. Questi individui hanno in comune i loro modelli di movimento alterati, ma il loro meccanismo o innesco spesso differisce. L'ART guarisce efficacemente muscoli, tendini e legamenti in tutto il corpo che sono molto congestionati da tessuto cicatriziale, liberando la loro capacità di funzionare e quindi riducendo il dolore e altri sintomi dolorosi.

 

Le tecniche di rilascio attivo possono anche essere efficaci nel trattamento di intrappolamenti di nervi plantari in cui un nervo è impigliato da tessuto cicatriziale e ha esercitato pressione o tensione durante posizioni o movimenti specifici. Attraverso l'ampio addestramento di un operatore sanitario, viene insegnato dove i nervi sono probabilmente intrappolati e il modo migliore per ridurre le aderenze. Questo fornisce alle persone che soffrono di sciatica, sindrome del tunnel carpale e altre intrappolamenti dei nervi periferici una soluzione rapida e senza sforzo per i loro disturbi. Terapie palliative come la ART dovrebbero essere studiate prima che una persona abbia deciso che non possono essere adeguatamente trattate a causa della loro attuale salute e benessere. Se si tratta di una struttura dei tessuti molli che causa il tuo dolore, molto probabilmente potrebbe essere riparata.

 

 

 

In che modo l'ART aiuta?

 

La tecnica di rilascio attivo promuove la guarigione più rapida, il recupero della normale funzionalità tissutale e può anche prevenire lesioni future. Per l'atleta, renderà possibile allenarsi meglio e più frequentemente. Per il dipendente, può mantenerli senza lesioni, se usato come terapia preventiva.

 

Tessuti anormali o tessuto cicatriziale possono passare inosservati sia all'atleta che al dipendente dell'ufficio e possono manifestarsi in un infortunio. I sintomi del tessuto danneggiato comprendono il rafforzamento e l'accorciamento del muscolo. Quello che una volta era semplice potrebbe diventare un lavoro ingrato, ad esempio, una rotazione più rigida del golf swing o un combattimento per raggiungere la cintura di sicurezza. Una riduzione della mobilità, un limitato range di movimento, una scarsa biomeccanica, una sovracompensazione lungo altre parti del corpo e una perdita di forza potrebbero essere tutti identificati e regolati con ART. Molte volte, un paziente non capirà perché il tessuto cicatriziale si accumula fino a quando non è troppo tardi. Non è necessario alcun danno apparente perché ciò avvenga.

 

Forse un dolore alla banda IT può essere ricondotto ad un anca disfunzionale. Sensazioni di formicolio o intorpidimento nella mano possono essere da insulto costante al nervo da una cattiva configurazione della scrivania del computer insieme alla posizione della spalla, del collo e dell'avambraccio che fa sì che il nervo sia intrappolato nel braccio o nel collo; non ha nemmeno bisogno di svilupparsi nella tua mano.

 

In che modo l'ART migliora le prestazioni?

 

Le prestazioni di quasi tutte le attività, come golf, dattilografia, deambulazione o corsa potrebbero essere notevolmente migliorate con la tecnica di rilascio attivo, o ART, ripristinando la corretta funzione e movimento muscolare per consentire all'intero corpo di raggiungere il livello più efficiente. Le aderenze creano resistenza e tensione che richiede ulteriore energia e sforzo per realizzare un movimento desiderato. I tempi di reazione possono anche essere migliorati con il miglioramento della funzione muscolare.

 

Chi può fornire la tecnica di rilascio attivo?

 

Solo professionisti sanitari certificati in tecniche di rilascio attivo, come chiropratici o terapisti fisici, possono rendere efficace il trattamento. Purtroppo, ci sono un certo numero di persone che sostengono di fornire ART ma non ottengono realmente la vera formazione necessaria per fornire una terapia sicura ed efficiente. È essenziale trovare un operatore sanitario qualificato e con esperienza nell'ARTE.

 

Insight di Dr. Alex Jimenez

La tecnica di rilascio attivo è un tipo di terapia dei tessuti molli che aiuta ad alleviare i muscoli tesi e i punti di innesco del nervo, riducendo enormemente lo stress articolare e i dolori muscolari. Alleviare rigidità muscolare e punti trigger può fare una grande differenza per migliorare la salute e il benessere generale. Inoltre, la tecnica di rilascio attivo, o ART, può aiutare a attivare i muscoli che possono essere stati disattivati ​​a causa di un trauma da una ferita o una condizione aggravata. L'ART viene principalmente utilizzata per trattare problemi di salute che interessano muscoli, fascia, tendini, legamenti e persino nervi, che contribuiscono alla formazione di tessuto cicatriziale, stiramenti e distorsioni nonché dolore e infiammazione.

 

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

 

A cura di Dr. Alex Jimenez

 

 

Argomenti aggiuntivi: Sciatica

Sciatica viene indicato come una raccolta di sintomi, piuttosto che una singola lesione e / o condizione. I sintomi del dolore del nervo sciatico, o della sciatica, possono variare in frequenza e intensità, tuttavia, è più comunemente descritto come un dolore improvviso, affilato (simile a coltello) o elettrico che si irradia dalla bassa schiena ai glutei, fianchi, cosce e gambe nel piede. Altri sintomi di sciatica possono includere, formicolio o bruciore sensazioni, intorpidimento e debolezza lungo la lunghezza del nervo sciatico. La sciatica colpisce più frequentemente individui di età compresa tra 30 e 50. Può spesso svilupparsi a causa della degenerazione della colonna vertebrale a causa dell'età, tuttavia, la compressione e l'irritazione del nervo sciatico causate da un rigonfiamento o Disco erniato, tra gli altri problemi di salute spinale, può anche causare dolore al nervo sciatico.

 

 

 

 

Post Recenti

Permeabilità intestinale e malattia

L'aumento della permeabilità intestinale è la porta verso le malattie autoimmuni. È diventato noto che intestinale ... Leggi di più

27 Novembre 2020

Test per la sensibilità al grano

Le malattie legate al glutine sono un fenomeno globale. I numeri sono eccezionali; 10% del globale ... Leggi di più

27 Novembre 2020

Tecnologia di screening negli squilibri intestinali

Il nostro tratto gastrointestinale ospita più di 1000 specie di batteri che lavorano in simbiosi con noi ... Leggi di più

25 Novembre 2020

Neuro-diagnostica

Abbiamo parlato della neuroinfiammazione e delle sue cause e di come gli effetti della neuroinfiammazione influiscono sul nostro ... Leggi di più

25 Novembre 2020

La scienza della neuroinfiammazione

Cos'è la neuroinfiammazione? La neuroinfiammazione è una risposta infiammatoria che coinvolge le cellule cerebrali come i neuroni ... Leggi di più

24 Novembre 2020

Gestione nutrizionale: reazioni avverse al cibo

Come paziente, andrai (e devi) vedere un medico se mai ti presenti ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘