Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Carte da parati di castagne Sick Building Tossine: Studio

Wallpaper può contribuire alla sindrome di malattia, suggerisce un nuovo studio.

Le tossine provenienti da funghi che crescono sulla carta da parati possono facilmente diventare aerospaziali e rappresentano un rischio sanitario indoor, hanno detto i ricercatori.

In test di laboratorio, "abbiamo dimostrato che le micotossine potrebbero essere trasferite da un materiale ammuffito all'aria, in condizioni che si possono incontrare negli edifici", ha detto l'autore corrispondente dello studio, il dott. Jean-Denis Bailly.

"Pertanto, le micotossine possono essere inalate e dovrebbero essere studiate come parametri della qualità dell'aria interna, specialmente nelle case con contaminazione fungina visibile", ha aggiunto Bailly, professore di igiene alimentare presso la Scuola nazionale di veterinaria di Tolosa, in Francia.

La sindrome da edilizia malata è il termine usato quando gli occupanti iniziano a sentirsi malati legati al tempo trascorso in un particolare edificio. Di solito, nessuna causa specifica di malattia può essere identificata, secondo gli istituti nazionali di salute degli Stati Uniti.

Per lo studio, i ricercatori hanno simulato il flusso d'aria su un pezzo di carta da parati contaminato da tre specie di funghi spesso presenti all'interno.

"È probabile che la maggior parte delle tossine disperse nell'aria si trovi su spore fungine, ma abbiamo anche dimostrato che parte del carico tossico è stato trovato su particelle molto piccole - polvere o minuscoli frammenti di carta da parati, che potrebbero essere facilmente inalati", ha detto Bailly.

Le micotossine sono meglio conosciute per la loro presenza negli alimenti. Ma "la presenza di micotossine in ambienti chiusi dovrebbe essere presa in considerazione come un parametro importante della qualità dell'aria", ha detto.

Lo studio è stato pubblicato in Microbiologia applicata e ambientale, un giornale della American Society for Microbiology.

La creazione di una casa sempre più efficiente dal punto di vista energetico può aggravare il problema, ha detto Bailly ei suoi colleghi.

Tali case "sono fortemente isolate dall'esterno per risparmiare energia", ma vari apparecchi che consumano acqua come le caffettiere "potrebbero portare a condizioni favorevoli per la crescita dei funghi", ha spiegato Bailly in un comunicato stampa della società.