Condividi

Ti senti:

  • I problemi digestivi si placano con il riposo e il rilassamento?
  • Eccessivo eruttazione, eruttazione o gonfiore?
  • Un senso generale di gonfiore?
  • Infiammazione alle ossa o alle articolazioni?
  • Che le viscere non si svuotano completamente?

Se si verifica una di queste situazioni, è possibile che si verifichino intestino e tessuti ossei nel corpo a causa di una carenza di vitamina D.

C'è un'epidemia globale che è stata collegata a molte malattie autoimmuni che hanno colpito il corpo umano. La carenza di vitamina D è stata collegata a molte malattie croniche come il diabete di tipo 1 all'IBD (malattia infiammatoria intestinale) e può influenzare il microbioma intestinale. Con nuovi studi di ricerca dando un'occhiata a come alte dosi di supplementazione di vitamina D possono aiutare il microbioma intestinale, è affascinante vedere quali i nuovi risultati mostrano come la vitamina D sia un fattore essenziale per fornire un supporto ottimale a un corpo e un intestino sani.

Vitamina D e suoi benefici

La vitamina D è una vitamina essenziale in quanto può essere prodotta dal corpo umano attraverso l'esposizione al sole e può aumentare ulteriormente l'assunzione di vitamina D attraverso determinati tipi di alimenti e integratori. La vitamina ha molte proprietà benefiche come mantenere la salute delle ossa e dei denti sani proteggendo il corpo da malattie e condizioni che possono danneggiare il corpo. Ci sono più benefici che la vitamina D ha così come i molti ruoli multipli che sono fantastici per il corpo; alcuni includono:

  • Sostenere ossa e denti sani
  • Fornire supporto per il sistema immunitario, cerebrale e nervoso sano
  • Aiuta a regolare i livelli di insulina e aiuta a gestire il diabete
  • Fornire supporto per un sano sistema cardiovascolare e una sana funzione polmonare
  • Può influenzare l'espressione genica coinvolta nello sviluppo del cancro

La vitamina D può anche essere sotto forma di esposizione al sole e ha aiutato il corpo a ottenere il supplemento necessario in se stesso. Anche se tutti dovrebbero almeno uscire all'esterno per ottenere almeno un po 'di luce solare nel loro corpo, anche se gli operatori sanitari consigliano che un'esposizione prolungata dei raggi del sole può causare danni alla pelle e altre malattie croniche.

Studi hanno dimostrato che la luce UV del sole può essere collegata ai microbiomi intestinali del corpo. Quando c'è carenza di vitamina D nel corpo, c'è un rischio maggiore di sviluppare malattie come l'IBD (malattia infiammatoria intestinale) e la sclerosi multipla. Ci sono ancora più studi su come la vitamina D può anche influenzare varie malattie autoimmuni e fornire effetti anti-infiammatori sull'intestino. La ricerca mostra che la vitamina D può aiutare a regolare l'infiammazione gastrointestinale, in particolare la malattia di Crohn.

I diversi studi sulla vitamina D e sull'intestino

C'era un altro studio su come la vitamina D può non solo migliorare la flora intestinale nel corpo, ma anche dare speranza alle persone che hanno la sindrome metabolica. Lo studio ha dimostrato che in caso di insufficiente apporto di vitamina D si può aggravare la flora intestinale, causando uno squilibrio, contribuendo anche a un fegato grasso su larga scala e alla sindrome metabolica. Lo studio di ricerca ha anche affermato che la carenza di vitamina D potrebbe ridurre la produzione di defensine, che sono molecole antimicrobiche che sono essenziali per mantenere una flora intestinale sana.

Sorprendentemente, però, uno studio ha trovato che l'attività ormonale della vitamina D si trova nelle cellule del corpo umano. Può fornire effetti benefici non solo all'omeostasi intestinale e alla sua immunità, ma anche fornire effetti benefici a reni, muscoli e organi diversi; ciò che sorprende, tuttavia, è la ricerca limitata su come la vitamina D influenza la flora intestinale. Uno studio mostra come ci sono prove sugli effetti extraskeletal di vitamina D che si stanno accumulando ed essendo parzialmente mediati attraverso il microbioma gastrointestinale, pur essendo collegati. Mentre un altro studio ha mostrato quanto alte dosi di vitamina D possano influenzare la composizione del microbioma intestinale di una ragazza adolescente. La ricerca mostra come l'integrazione ad alte dosi di vitamina D possa alterare la composizione del microbioma intestinale dell'adolescente e persino smorzare gli effetti della malattia infiammatoria intestinale nell'intestino. La vitamina D sta guadagnando un seguito come uno studio ha dimostrato che la vitamina D può aiutare i livelli ematici del corpo che sono 60-80 ng / ml e aiutare la persona ad avere un modello di sonno sano, perfetto per chiunque possa soffrire di insonnia.

Conclusione

La vitamina D è essenziale per il corpo poiché non solo promuove denti sani e ossa sane, ma può anche aiutare a promuovere la salute dell'intestino. Sebbene vi siano ricerche limitate su come la vitamina D possa promuovere un intestino sano, gli studi sono ancora in corso e la ricerca mostrerà come sono collegati il ​​microbioma intestinale e la vitamina D. Mangiando cibi ricchi di vitamina D può aiutare non solo l'intestino ma l'intero corpo. Quando il corpo ha una carenza di vitamina D, può causare problemi significativi al corpo a causa dell'infiammazione e sviluppare malattie croniche che possono danneggiare anche l'intestino. Alcuni prodotti può fornire supporto al sistema gastrointestinale e assicurarsi che contenga proteine ​​di collagene, cofattori enzimatici, nutrienti ipoallergenici, precursori metabolici e fitonutrienti per sostenere un intestino sano.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.


Riferimenti:

Ware, Megan. "Vitamina D: benefici, carenza, fonti e dosaggio." Medical News Today, MediLexicon International, 24 agosto 2009, www.medicalnewstoday.com/articles/161618.

Bashir, Mina, et al. "Gli effetti di alte dosi di vitamina D3 sul microbioma intestinale associato alla mucosa variano tra le regioni del tratto gastrointestinale umano." Giornale europeo della nutrizione, Springer Berlin Heidelberg, giugno 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26130323.

Gominak, S C. “La carenza di vitamina D modifica il microbioma intestinale riducendo la produzione di vitamina B nell'intestino. La conseguente mancanza di acido pantotenico influisce negativamente sul sistema immunitario, producendo uno stato "pro-infiammatorio" associato ad aterosclerosi e autoimmunità ". Ipotesi mediche, US National Library of Medicine, settembre 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27515213.

Hewings-Martin, Yella. "La luce solare cambia il nostro microbioma intestinale?" MedicalNewsToday, 26 ottobre 2019, www.medicalnewstoday.com/articles/326782.

Jurgelewicz, Michael. "Nuovo studio indaga l'effetto della vitamina D ad alte dosi sul microbioma intestinale." Disegni per la salute, 14 febbraio 2020, blog.designsforhealth.com/node/1201.

Lynch, et al. "La vitamina D e il microbioma intestinale: una revisione sistematica degli studi in vivo". Giornale europeo della nutrizione, Springer Berlin Heidelberg, 1 gennaio 1970, link.springer.com/article/10.1007/s00394-018-1842-7.

Tabatabaeizadeh, Seyed-Amir, et al. "Gli effetti delle alte dosi di vitamina D sulla composizione del microbioma intestinale delle ragazze adolescenti." Nutrizione clinica ESPEN, US National Library of Medicine, febbraio 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31987101.

Tabatabaeizadeh, Seyed-Amir, et al. "Vitamina D, il microbioma intestinale e la malattia infiammatoria intestinale." Journal of Research in Medical Sciences: la Gazzetta ufficiale dell'Università di Scienze mediche di Isfahan, Medknow Publications & Media Pvt Ltd, 23 agosto 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6116667/.

Team, Frontiers. "La vitamina D migliora la flora intestinale e la sindrome metabolica." ScienceDaily, ScienceDaily, 21 dicembre 2016, www.sciencedaily.com/releases/2016/12/161221125439.htm.


Benessere integrativo moderno Esse quam videri

L'Università offre una vasta gamma di professioni mediche per la medicina funzionale e integrativa. Il loro obiettivo è quello di informare le persone che vogliono fare la differenza nei campi medici funzionali con informazioni consapevoli che possono fornire.

 

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Vitamina D e The Gut Connection" non intende sostituire un rapporto individuale con un professionista sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è una consulenza medica. Ti incoraggiamo a prendere decisioni sanitarie basate sulla tua ricerca e collaborazione con un professionista sanitario qualificato.

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di varie discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito di pratica professionale e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, soggetti e approfondimenti trattano questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito di pratica clinica.*

Il nostro ufficio ha ragionevolmente tentato di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dott. Alex Jimenez, DC, o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, Marina Militare*, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza come Dottore in Chiropratica (DC) in Texas & Nuovo Messico*
Licenza Texas DC n. TX5807, Licenza DC del New Mexico n. NM-DC2182

Licenza come infermiere registrato (RN *) in Florida
Licenza Florida N. licenza RN RN9617241 (controllo n. 3558029)
Attualmente immatricolato: ICHS: MSN* FNP (Programma per infermiere di famiglia)

Dott. Alex Jimenez DC, MSACP, RN* CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Comprendere la spondilite anchilosante: l'impatto sulla postura

La spondilite anchilosante è un'artrite infiammatoria che causa cambiamenti nella postura che si verificano nel tempo.… Leggi Ora

25 settembre 2023

Qual è l'approccio migliore alle tecniche di distrazione del mal di schiena lombare?

Negli individui con mal di schiena lombare, gli specialisti del dolore possono utilizzare tecniche di distrazione per ridurre i muscoli... Leggi Ora

25 settembre 2023

Lesioni muscolari del tendine del ginocchio: tipi, trattamento e prevenzione

Gli infortuni ai muscoli posteriori della coscia sono comuni, soprattutto negli atleti e nelle persone con lavori fisicamente impegnativi. È… Leggi Ora

22 settembre 2023

Le migliori strategie di trattamento per i disturbi degenerativi lombari dolorosi

Come può la decompressione spinale ridurre il dolore ripristinando la flessibilità spinale in molti individui con lombare... Leggi Ora

22 settembre 2023

Nutrizione del pomodoro: benefici per la salute, poche calorie e pochi grassi

I pomodori sono a basso contenuto calorico e ricchi di nutrienti, quali benefici per la salute possono ottenere le persone dal loro consumo? Pomodoro… Leggi Ora

21 settembre 2023

Sperimentazioni cliniche sulla decompressione spinale non chirurgica per il dolore

Gli operatori sanitari possono aiutare le persone con dolore spinale incorporando la decompressione spinale non chirurgica per ripristinare... Leggi Ora

21 settembre 2023