Lassità traumatica del legamento della colonna vertebrale e lesioni associate | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Laosità del legamento traumatico della colonna vertebrale e delle lesioni associate

Astratto

Questo articolo esplora la relazione tra la lassità del legamento traumatico della colonna vertebrale e la conseguente instabilità che può verificarsi. All'interno vi è una discussione sulle varie strutture ligamentose spinali che possono essere influenzate sia da eventi macro e micro traumatici, sia dagli effetti neurologici e muscolo-scheletrici dell'instabilità. Vi è una discussione dettagliata della diagnosi, della quantificazione e della documentazione.

Le lesioni cervicali e le lombare del tessuto molle sono le lesioni più comuni nelle collisioni del veicolo, con 28% a 53% delle vittime di collisione che sostengono questo tipo di lesioni (Galasko et al., 1993; Quinlan et al., 2000). I costi sociali annuali di queste lesioni negli Stati Uniti sono stimati tra 4.5 e 8 miliardi di dollari (Kleinberger et al., 2000; Zuby et al., 2010). Le lesioni del tessuto molle della colonna vertebrale diventano spesso croniche, con lo sviluppo di sintomi a lungo termine che possono inevitabilmente influenzare negativamente la qualità della vita della vittima. La ricerca ha indicato che 24% delle vittime di collisione di veicoli a motore hanno sintomi 1 anno dopo un incidente e 18% dopo 2 anni (Quinlan et al., 2004). Inoltre, si è scoperto che tra 38% e 52% dei casi di collisione veicoli a motore hanno coinvolto scenari di retrovisione

È noto che la principale causa di dolore cronico dovuta a queste ferite è direttamente correlata alla lassità delle strutture legamentose spinali (Ivancic, et al., 2008). Bisogna comprendere appieno la struttura e la funzione dei legamenti per realizzare gli effetti della lassità traumatica del legamento. I legamenti sono fasce fibrose o fogli di tessuto connettivo che legano due o più ossa, cartilagini o strutture insieme. Sappiamo che uno o più legamenti forniscono la stabilità di un giunto durante il riposo e il movimento. I movimenti eccessivi quali l'iper-estensione o l'iper-flessione, che si verificano durante un evento traumatico come una collisione di veicoli a motore, possono essere limitati dai legamenti, a meno che queste forze non superino la resistenza alla trazione di queste strutture; questo sarà discusso più avanti in questo documento.

Legame Laxity Spina Di Pregiudizio Sfondo

Tre dei legamenti più importanti nella colonna vertebrale sono il ligamentum flavum, il legamento longitudinale anteriore e il legamento longitudinale posteriore (Gray's Anatomy, 40th Edition). Il ligamentum flavum forma una copertura sulla dura mater, che è uno strato di tessuto che protegge il midollo spinale. Questo legamento si connette sotto le giunture facciali per creare una piccola tenda, per così dire, sulle aperture posteriori tra le vertebre (Anatomia di Gray, 40th edizione). Il legamento longitudinale anteriore si attacca alla parte anteriore di ogni vertebra e corre verticalmente o longitudinale (Anatomia di Gray, 40th edizione). Il legamento longitudinale posteriore corre anche verticalmente o longitudinalmente dietro (posteriore) della colonna vertebrale e all'interno del canale spinale (Anatomia grigia, 40th Edition). I legamenti aggiuntivi includono legamenti capsulari, legamenti interspinosi, legamenti soppraspinosi e legamenti intertransversali. I sudamenti dei legamenti limitano la flessione e l'estensione, ad eccezione del legamento, che limita la flessione laterale. Il ligamentum nuchae, che è una membrana fibrosa, limita la flessione della colonna cervicale (Gray's Anatomy, 40th Edition). I quattro legamenti dei giunti sacroiliacici:

(iliolumbar, sacroiliac, sacrospinus, sacrotuberous), forniscono stabilità e qualche movimento. La colonna cervicale superiore ha le proprie strutture ligamentose o sistemi; il complesso del legamento occipitoatlantale, il complesso del legamento occipitoaxial, il complesso del legamento atlantoaxial e il complesso del legamento crociato (Anatomia di Gray, 40th Edition). Il sistema del legamento cervicale superiore è particolarmente importante per stabilizzare la colonna cervicale superiore dal cranio a C2 (asse) (Stanley Hoppenfeld, 1976). È importante notare che, sebbene le vertebre cervicali siano le più piccole, il collo ha la più ampia gamma di movimenti.

Cause di lesioni del legamento Laxity nella colonna vertebrale

La lassità del legamento può avvenire a causa di un "trauma macro", come ad esempio una collisione di veicoli a motore, o può generare lavoro straordinario a seguito di lesioni di uso ripetitivo o lesioni correlate al lavoro. La causa di questa lassità si sviluppa attraverso meccanismi simili, che provocano un eccessivo movimento delle articolazioni del viso e causeranno diversi gradi di compromissione fisica. Quando la lassità del legamento si sviluppa nel tempo, si definisce "creep" e si riferisce all'allungamento di un legamento sotto uno stress costante o ripetitivo (Frank CB, 2004). Le lesioni del legamento a basso livello o quelle in cui i legamenti sono semplicemente allungati rappresentano la stragrande maggioranza dei casi e possono potenzialmente incapacitare un paziente a causa del dolore inattivo, della vertigine, dell'acufene, ecc. Purtroppo, questi tipi di ceppi possono progredire in sub- la rottura delle lacrime delle fibre del legamento, che porterà ad una instabilità a livello dei giunti del facet (Chen HB et al., 2009). Le cause traumatiche o ripetitive della lassità del legamento producono in ultima analisi un movimento anomalo e una funzione tra le vertebre in normali carichi fisiologiche, inducendo irritazione ai nervi, possibili deformazioni strutturali e / o dolore incapacitante.

I pazienti che hanno sofferto una collisione di veicoli a motore o forse una lesione legata al lavoro spesso hanno sindromi di dolore cronico a causa della lassità del legamento. I legamenti che circondano le articolazioni delle facce della colonna vertebrale, noto come legamenti capsulari, sono terminazioni nervose liberamente innervate meccanoreceptive e nociceptive. Pertanto, l'articolazione delle facce è considerata come la principale fonte di dolore spinale cronico (Boswell MV et al., 2007; Barnsley L et al., 1995). Quando i meccanoreceptori ei nociceptori sono feriti o semplicemente irritati, la funzionalità complessiva dei giunti delle facce viene alterata (McLain RF, 1993).

Bisogna capire che l'instabilità non è simile all'iper-mobilità. L'instabilità, nel contesto clinico, implica una condizione patologica con sintomatologia associata, mentre l'ipermobilità congiunta da solo, non lo fa. La lassità del legamento che produce l'instabilità si riferisce ad una perdita di "rigidità di movimento", per così dire, in un particolare segmento spinale quando si applica una forza a questo segmento, che produce un maggiore spostamento rispetto a quello osservato in un normale movimento. Quando l'instabilità è presente, il dolore e lo spasmo muscolare possono essere vissuti all'interno del campo di movimento del paziente e non solo all'estremità del giunto. In chiropratica, capiamo che esiste un "meccanismo di guardia", che viene innescato dopo un infortunio, che è lo spasmo muscolare. Questi spasmi muscolari possono causare dolore intenso e sono la risposta del corpo all'instabilità, in quanto le strutture spinali di spinale, le strutture legamentose, fungono da organi sensoriali che iniziano un riflesso legamentoso-muscolare. Questo riflesso è un "riflesso protettivo" o un "meccanismo di guardia" prodotto dai meccanoreceptori della capsula articolare e questi impulsi nervosi vengono infine trasmessi ai muscoli. L'attivazione della muscolatura o della protezione circostante contribuirà a mantenere o preservare la stabilità del legame, direttamente dai muscoli che attraversano il giunto o indirettamente da muscoli che non attraversano il giunto, ma limitano il movimento congiunto (Hauser RA et al., 2013). Questo riflesso è fondamentale per la comprensione delle lesioni traumatiche.

Questo riflesso è stato progettato per prevenire ulteriori lesioni. Tuttavia, il continuo feedback e il rafforzamento del dolore e dello spasmo muscolare, ritarderà il processo di guarigione. Il "ciclo perpetuo" può continuare per un lungo periodo di tempo, rendendo più lesione più probabile a causa della contrazione muscolare. Il disordine di questo ciclo di dolore e infiammazione è la chiave per la risoluzione.

Quando la lassità del legamento traumatico produce un'instabilità articolare, con compromissione neurologica, si intende che il giunto ha subito un notevole danno alle sue strutture stabilizzanti, che potrebbero includere anche le vertebre. Tuttavia, la ricerca indica che i giunti che sono ipermobili dimostrano una maggiore mobilità segmentale, ma sono comunque in grado di mantenere la loro stabilità e di funzionare normalmente sotto carichi fisiologici (Bergmann TF et al., 1993).

Diagnosi clinica

I clinici classificano l'instabilità in categorie 3, lievi, moderate e severe. L'instabilità grave è associata a un infortunio catastrofico, come ad esempio un collasso automobilistico. L'instabilità clinica lieve o moderata è solitamente senza lesioni neurologiche e è più frequentemente dovuta a micro-traumi cumulativi, come quelli associati a lesioni ripetitive d'uso; seduta prolungata, piedi, posizioni flessuose, ecc.

In una collisione di veicoli a motore, fino a 10 volte più forza viene assorbita nei legamenti capsulari rispetto al disco intervertebrale (Ivancic PC et al., 2007). Questo è vero, perché a differenza del disco, l'articolazione delle facce ha una zona molto più piccola per disperdere questa forza. Infine, come già discusso, i legamenti capsulari diventano allungati, con conseguente movimento anomalo nei segmenti spinali affetti (Ivancic PC et al., 2007; Tominaga Y et al., 2006). Questa sequenza è stata chiaramente documentata con studi sia in vitro sia in vivo di caratteristiche di movimento segmentale dopo carichi torsionali e degenerazione del disco risultante (Stokes IA et al., 1987; Veres SP et al., 2010). La ferita alle articolazioni del viso e ai legamenti capsulari è stata ulteriormente confermata durante i traumi simulati di colpo di frusta (Winkelstein BA et al., 2000).

I ceppi di legamento massimo si verificano durante le forze di taglio, ad esempio quando viene applicata una forza durante la rotazione della testa (rotazione assiale). Mentre la lesione del legamento capsulare nella regione superiore della colonna cervicale superiore può verificarsi solo da forze di compressione, l'esercitazione da una combinazione di forze di taglio, compressione e flessione è più probabile e in genere coinvolge carichi molto inferiori a causare lesioni (Siegmund GP et al., 2001). Se la testa viene girata durante il trauma con il colpo di frusta, il picco di picco sui giunti cervicali e sui legamenti capsulari può aumentare di 34% (Siegmund GP et al., 2008). Uno studio di ricerca ha riportato che durante una simulazione di retro-impatto automobilistico, la grandezza del ceppo della capsula articolare era 47% a 196% superiore in casi in cui la testa è stata ruotata di gradi 60 durante l'impatto rispetto a quelli quando la testa è in avanti (Storvik SG et al., 2011). La rotazione della testa in gradi 60 è simile a un individuo che fa la sua testa da un lato mentre controlla il traffico in arrivo e improvvisamente esplode una collisione posteriore. L'impatto è stato maggiore nelle articolazioni ipsilaterali del facet, in modo tale che la rotazione della testa a sinistra ha causato una maggiore tensione del legamento nella capsula articolare sinistra.

Altre ricerche hanno dimostrato che il trauma di collisione di veicoli a motore ha dimostrato di ridurre la forza del legamento (cioè la forza di guasto e la capacità di assorbimento di energia media) rispetto ai controlli o ai modelli computazionali (Ivancic PC e altri, 2007, Tominaga Y e altri, 2006) . Sappiamo che questo è particolarmente vero nel caso dei legamenti capsulari, poiché questo tipo di trauma provoca la lassità del legamento capsulare. È interessante notare che uno studio di ricerca ha dimostrato conclusivamente che la lesione del colpo di frusta nei legamenti capsulari ha portato ad un aumento di 85% a 275% dell'allungamento del legamento (lassità) rispetto a quello dei controlli (Ivancic PC et al., 2007).

Lo studio ha anche riportato prove che la tensione dei legamenti capsulari a causa del trauma, necessaria per produrre dolore dal giunto sfaccettato. Le lesioni a colpo di frusta causano lesioni alla compressione alla cartilagine posteriore. Questa ferita provoca anche traumi alle pieghe sinoviali, sanguinamento, infiammazione e naturalmente dolore. Semplicemente affermato, questa lesione di stretching ai legamenti capsulari del facet che si tradurrà in una lassità e un'instabilità congiunta.

La lassità del legamento traumatico che determina l'instabilità è una diagnosi fondata principalmente sulla storia del paziente (sintomi) e sull'esame fisico. I risultati soggettivi sono le lamentele del paziente nelle proprie parole, o la loro percezione del dolore, dei cambiamenti sensoriali, dei cambiamenti motori o di variazione di movimento. Dopo che il paziente presenta le proprie denunce soggettive al medico, questi risultati soggettivi devono essere correlati e confermati attraverso un esame fisico adeguato e completo, compreso l'utilizzo della diagnostica dell'immagine che spiega obiettivamente un particolare sintomo, schema o area di reclamo. Senza alcune prove concrete che spiegano la condizione di un paziente, abbiamo solo sintomi senza prove forensi. La documentazione è fondamentale, oltre a quantificare oggettivamente le lesioni del paziente.

Al fine di quantificare adeguatamente la presenza di instabilità a causa della lassità del legamento, il clinico potrebbe utilizzare tomografia computerizzata funzionale, scansioni di risonanza magnetica funzionale, nonché radiografie a movimento digitale (Radcliff K et al., 2012; Hino H et al. , 1999). Studi con la CT funzionale per la diagnosi di lesioni legamentose hanno dimostrato la capacità di questa tecnica di trascinare l'eccesso di movimento durante la rotazione assiale della colonna cervicale (Dvorak J et al., 1988; Antinnes J et al., 1994).

Questo è importante per capire quando i pazienti hanno i segni e i sintomi di instabilità, ma hanno le normali risonanze magnetiche nella posizione neutrale. La tecnologia di imaging funzionale, in contrapposizione ai film standard statici, è necessaria per un'adeguata rappresentazione radiologica dell'instabilità perché fornisce immagini dinamiche durante il movimento e sono estremamente utili per valutare la presenza e il grado di instabilità.

Anche se l'imaging funzionale, forse la radiografia a pellicola superiore, è ancora un potente strumento diagnostico per la valutazione dell'instabilità dovuto alla lassità del legamento. Quando un paziente presenta una collisione di veicoli a motore post-stato, è pratica comune eseguire una "serie Davis" della colonna cervicale. Questa serie di raggi X è costituita da viste 7: bocca aperta anteriore-posteriore, viste anteriori-posteriori, laterali, oblique e viste di flessione. La colonna vertebrale lombare è trattata in modo simile. Le viste a raggi X comprendono: viste anteriori-posteriori, laterali, oblique e viste di flessione. Le viste di estensione della flessione sono chiave nella diagnosi di instabilità. È ben noto che il movimento dominante della spina cervicale e lombare, dove si verificano i cambiamenti patologici, è l'estensione della flessione. La traduzione di un segmento vertebrale rispetto a quello sopra e / o inferiore sarà più evidente su queste visioni. La traduzione è il movimento totale anteriore-posteriore dei segmenti vertebrali. Dopo aver preso le viste appropriate, le immagini possono essere valutate usando CRMA o Analisi Radiografica Mensura Calcolata. Queste misurazioni sono prese per determinare la presenza di lassità del legamento. Nella colonna cervicale una traduzione 3.5mm o superiore di una vertebra sull'altro è una ricerca anormale e ratable, indicativa di instabilità (Guide AMA per la valutazione dell'impairimento permanente, 6th Edition).

L'alterazione dell'integrità del segmento di movimento (AOMSI) è estremamente cruciale per quanto riguarda la lassità del legamento. Le guide AMA per la valutazione dell'impairment permanente 6th Edition, riconoscono le visualizzazioni lineari di stress delle radiografie, come la migliore forma di diagnosi di George's Line (Yochum & Rowe's Essentials of Radiology, pagina 149), che afferma che se c'è una pausa in George's Line su una radiografia, questo potrebbe essere un segnale radiografico dell'instabilità dovuto alla lassità del legamento.

Discussione

La nostra discussione sulla lassità e l'instabilità del legamento continua con i "Criteri per l'impairment dovuto a disturbi cervicali e lombari", come descritto nelle guide AMA per la valutazione dell'impairment permanente, 6th Edition. Secondo le linee guida, una categoria di cervice IV di DRE (Diagnostic Related Estimate) è considerata una riduzione di 25% a 28% di tutta la persona. La categoria IV è descritta come "alterazione dell'integrità del segmento di movimento o radiculopatia bilaterale o multilivello; l'alterazione dell'integrità del segmento di movimento è definita da radiografie di flessione e di estensione, come almeno 3.5mm di traslazione di una vertebra su un altro, o movimento angolare di più di 11 gradi superiore a ad ogni livello adiacente; in alternativa, l'individuo può avere una perdita di movimento di un segmento di movimento a causa di una fusione di sviluppo o di un successo o di un tentativo fallimentare di artrodesi chirurgica; la radicolopatia come definita nella Categoria III Cervicale non deve essere presente se vi è alterazione dell'integrità del segmento di movimento; o fratture: (1) più della compressione di 50% di un corpo vertebrale senza un compromesso neurale residuo. Si può confrontare una riduzione della cervice 25% a 28% dell'intera persona alla riduzione della danno totale di 22% a 23% dovuta ad un'amputazione al livello del pollice presso o vicino al comune carpometacarpal o al terzo distale del primo metacarpale.

Inoltre, secondo le linee guida, una categoria di lombalizzazione DRE (Diagnostic Related Estimate) è considerata una riduzione di 20% a 23% di tutta la persona. La categoria IV è descritta come "la perdita di integrità del segmento di movimento definita dalle radiografie di flessione e di estensione come almeno 4.5mm di traduzione di una vertebra su un altro movimento o angolare superiore a 15 gradi a L1-2, L2-3 e L3-4, superiore a 20 gradi a L4-5 e superiore a 25 gradi a L5-S1; può avere una completa o quasi completa perdita di movimento di un segmento di movimento dovuto alla fusione dello sviluppo o un tentativo di successo o di fallimento di artrodesi o di fratture chirurgiche: (1) maggiore della compressione di 50% di un corpo vertebrale senza compromesso residuo neurologico. Si può confrontare un 20% a 23% Lumbar Impairment di tutta la persona alla perdita di peso totale di 20% a causa di un'amputazione del primo osso metatarsale.

Conclusioni

Dopo un'interpretazione accurata delle Guide AMA alla valutazione dell'impairimento permanente, 6th Edition, per quanto riguarda la perdita di tutte le persone a causa della lassità / instabilità del legamento della colonna cervicale e lombare, si può sicuramente vedere la gravità e il grado di disabilità che si verifica. Una volta che la legatura del legamento è correttamente diagnosticata, oggettivamente quantificerà la lesione spinale di un paziente, indipendentemente dai sintomi, dalle lesioni del disco, dalla gamma di movimenti, dai riflessi, ecc. Quando quantifica la presenza della lassità del legamento, forniamo anche un elemento cruciale per dimostrare instabilità in una regione specifica. In generale, la chiarificazione e la quantificazione della lassità traumatica del legamento aiutano il paziente legalmente, obiettivamente e soprattutto clinicamente.

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 . Verde-Call-Ora-Button-24H-150x150-2.png

Referenze

Le guide AMA alla valutazione dell'impairimento permanente, 6th Edition

Antinnes J, Dvorak J, Hayek J, Panjabi MM, Grob D. Il valore della tomografia computerizzata funzionale nella valutazione della lesione del tessuto molle nella colonna cervicale superiore. Eur Spine J. 1994; 98-101. [PubMed]

Barnsley L, Lord SM, Wallis BJ, Bogduk N. La prevalenza del dolore articolare zygapophaseal cervicale dopo il colpo di frusta. Spina dorsale (Phila Pa 1976). 1995; 20: 20-5. [PubMed]

Bergmann TF, Peterson DH. Principi e procedure della tecnica di chiropratica, 3rd ed. New York Mobby Inc. 1993

Boswell MV, Colson JD, Sehgal N, Dunbar EE, Epter R. Una revisione sistematica degli interventi terapeutici congiunti di facce nel dolore spinale cronico. Medico di dolore. 2007; 10 (1): 229-53. [PubMed]

Chen HB, Yang KH, Wang ZG. Biomeccanica della lesione del colpo di frusta. Chin J Traumatol.2009; 12 (5): 305-14. [PubMed]

Dvorak J, Penning L, Hayek J, Panjabi MM, Grob D, Zehnder R. Diagnostica funzionale della colonna cervicale mediante tomografia computerizzata. Neuroradiologia. 1988; 30: 132-7. [PubMed]

Esame della colonna vertebrale e delle estremità, Stanley Hoppenfeld, 1976

Frank CB. Struttura del legamento, fisiologia e funzione. J Interazione neuronale muscoloscheletrica. 2004; 4 (2): 199-201. [PubMed]

Galasko, CS, PM Murray, M. Pitcher, H. Chanter, S. Mansfield, M. Madden, et. al Colpo dopo l'incidente stradale: una epidemia moderna. Infortunio 24 (3): 155-157, 1993

American Medical Association. (2009). Guide alla valutazione della disabilità permanente,

6th edizione. Chicago, IL: AMA

Antinnes, J., Dvorak, J., Hayek, J., Panjabi, MM, & grob, D. (1994). Il valore funzionale

Tomografia computerizzata nella valutazione della lesione dei tessuti molli nel cervicale superiore

colonna vertebrale. European Spine Journal, 98-101.

Barnsley, L., Lord, SM, Wallis, BJ, & Bogduk, N. (1995). La prevalenza del zygaphaseal cervicale

dolore alle articolazioni dopo il colpo di frusta. Spina dorsale, 20, 20-25.

Bergmann, TF, & Peterson, DH (1993). Principi e procedure della tecnica di chiropratica,

Edizione 3rd. New York: Mobby Inc.

Boswell, MV, Colson, JD, Sehgal, N., Dunbar, EE, & Epter, R. (2007). Una revisione sintomatica

di interventi articolari terapeutici congiunti in dolore spinale cronico. Medico di dolore, 10 (1),

229-253.

Chen, HB, Yang, KH e Wang, ZG (2009). Biomeccanica della lesione del colpo di frusta. Giornale cinese

Traumatolo, 12 (5), 305-314.

Dvorak, J., Penning, L., Hayek, J., Panjabi, MM, Grob, D., & Zehnder, R. (1988). Funzionale

diagnostica della colonna vertebrale cervicale mediante tomografia computerizzata. Neuroradiologia, 30, 132-

137.

Frank, CB (2004). Struttura del legamento, fisiologia e funzione. Neurone muscoloscheletrico

Interazione, 4, 199-201.

Galasko, CS, Murray, PM, Pitcher, M., Chantar, S., & Mansfield, M. (1993). Dopo le spirazioni del collo

incidenti stradali: un'epidemia moderna. Lesioni, 24 (3), 155-157.

Grigio, H. (2008). Anatomia di Gray. Londra: Churchill Livingstone / Elsevier.

Hoppenfeld, S. (1976). Esame fisico della colonna vertebrale e delle estremità. East Norwalk, CT:

Appleton-Century-Crofts.

Ivancic, PC, Coe, MP, & Ndu, AB (2007). Proprietà meccaniche dinamiche di umano intatto

legamenti cervicali. Giornale della spina, 7 (6), 659-665.

Ivancic, PC, Ito, S., Tominaga, Y., Rubin, W., Coe, MP, Ndu, AB, et al. (2008). Causale frusta

Aumento della lassità del legamento capsulare cervicale. Biomeccanica clinica (Bristol Avon).

Kleinberger, M. (2000). Frontiere nel trauma di colpo di frusta. Amsterdam: ISO Press.

Siegmund, GP, Davis, MB, & Quinn, KP (2008). Le posture rivolte alla testa aumentano il rischio di

cervicale facciale capsula lesione durante colpo di frusta. Spina, 33 (15), 1643-1649.

Siegmund, GP, Meyers, BS, Davis, MB, Bohnet, HF e Winkelstein, BA (2001). Meccanico

prova di lesioni della capsula del fascio cervicale durante il colpo di frusta, uno studio cadaverico che utilizza

combinazione di taglio, compressione e caricamento dell'estensione. Spina, 26 (19), 2095-2101.

Stokes, IA, & Frymoyer, JW (1987). Moto segmentale e instabilità. Spina dorsale, 7, 688-691.

Storvik, SG, & Stemper, BD (2011). La rotazione della testa assiale aumenta il legamento capsulare articolato

ceppi nell'impatto posteriore automobilistico. Medical Bioengineering Comput., 49 (2), 153-161.

Tominaga, Y., Ndu, AB, & Coe, MP (2006). La forza del legamento del collo è diminuita successivamente

trauma di frusta. Disturbi muscoloscheletrici BMC, 7, 103.

Veres, SP, Robertson, PA, & scopa, ND (2010). L'influenza della torsione sulla herniation del disco

quando combinato con la flessione. European Spine Journal, 19, 1468-1478.

Winkelstein, BA, Nightingale, RW, Richardson, WJ e Myers, BS (2000). Il cervicale

capsule del facet e suo ruolo nella lesione del colpo di frusta: un'indagine biomeccanica. Colonna vertebrale,

25 (10), 1238-1246.

Argomenti aggiuntivi: Prevenzione della degenerazione spinale

La degenerazione spinale può verificarsi naturalmente nel tempo a causa dell'età e della costante usura delle vertebre e di altre complesse strutture della colonna vertebrale, in genere sviluppate in persone di età superiore a 40. In alcuni casi, la degenerazione spinale può verificarsi anche a causa di danni spinali o lesioni che possono causare ulteriori complicazioni se non trattate. La cura chiropratica può contribuire a rafforzare le strutture della colonna vertebrale, contribuendo a prevenire la degenerazione spinale.

.video-container {posizione: relativa; imbottitura inferiore: 63%; imbottitura: 35px; altezza: 0; overflow: nascosto;}. video contenitore iframe {posizione: assoluto; top: 0; a sinistra: 0; larghezza: 100%; altezza: 100%; confine: nessuno; max-width: 100% importante;}!

foto di blog di cartone animato grande notizie

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>