La scienza dietro il digiuno intermittente | Specialista di nutrizione

Condividi

Sebbene la verità abbia una tendenza ad ottenere distorta dal tempo, la dieta e le tendenze di esercizio hanno origine nella scienza. I vantaggi sono esagerati. I rischi sono diminuiti. Nel frattempo la scienza assume un posto dietro al marketing.

Un individuo non ha bisogno di guardare più lontano della tendenza emergente del digiuno intermittente per una prima illustrazione. Promuove per interrompere il consumo, fino a 24 ore alla settimana, come un metodo sicuro e efficace per migliorare la salute e il benessere. Quel messaggio sta raggiungendo sempre più orecchie da tardi.

"In questo momento, siamo in un momento cruciale per il digiuno", afferma Brad Pilon, esperto di digiuno occasionale e autore del romanzo Eat Stop Eat. "Sta diventando estremamente popolare."

Il digiuno intermittente: conoscere i fatti

Tale può diventare così popolare, infatti, che si sta muovendo in territorio di tendenza, indica Pilon. E se qualcosa diventa una moda, solo per un breve periodo anche se intensamente popolare, si verificano normalmente diversi problemi. Per uno, afferma, esperti nutrizionisti e molti medici hanno la tendenza a scartare le mode dalla mano. Quindi i clienti e i loro pazienti, pur essendo al riparo dalle affermazioni di evangelisti a dieta che sono troppo zelanti, possono perdere i vantaggi del digiuno giusto.

Ancora un'altra preoccupazione è che i promotori del digiuno intermittente, forse involontariamente, incoraggeranno comportamenti estremi, come l'abbuffata. Ciò si riflette nelle foto che accompagnano molti recenti nuovi articoli su "la dieta veloce" o anche la "5: 2 dieta". Spesso, ritraggono persone che consumano un sacco di cibi ipercalorici e grassi come hamburger, patatine fritte e torta. L'implicazione è che se digiuni due giorni alla settimana, sei in grado di consumare molto durante i restanti cinque giorni.

Non è così, diciamo più moderati sostenitori del digiuno. La loro assunzione di digiuno intermittente: mangiare la maggior parte del tempo, mangiare per un periodo prolungato di tanto in tanto, gratificarsi solo occasionalmente (forse una volta alla settimana, dichiarare, in un "cheat day" predeterminato). C'è studio, affermano, per sostenere saggiamente i benefici per la salute.

Vi è in effetti un ampio corpo di ricerca per sostenere i benefici per la salute del digiuno, sebbene la maggior parte sia stata condotta su animali, non su esseri umani. Tuttavia, i risultati sono stati promettenti. Il digiuno ha dimostrato di migliorare i biomarcatori della malattia, diminuire lo stress e preservare la memoria e la funzione di apprendimento, sulla base di Mark Mattson, ricercatore senior presso il National Institute on Aging, parte del National Institutes of Health degli Stati Uniti. Mattson ha studiato i vantaggi per la salute del digiuno intermittente sul sistema cardiovascolare e del cervello nei roditori, inoltre ha conosciuto per "studi umani ben controllati" nelle persone "attraverso un assortimento di indici di massa corporea" (J Nutr Biochem 2005; 16: 129- 37).

Ci sono diverse teorie sul perché il digiuno offre vantaggi fisiologici, dice Mattson. "Quello su cui abbiamo studiato molto e abbiamo progettato degli esperimenti da esaminare, è l'ipotesi che durante il periodo di digiuno le cellule siano sottoposte a un leggero sforzo", afferma. "E rispondono allo stress in modo adattivo migliorando la loro capacità di affrontare ulteriori fattori di stress e, possibilmente, di resistere alle malattie."

Anche se il termine "stress" è spesso usato in senso negativo, tassare il corpo e la mente ha dei benefici. Considera l'esercizio fisico, che sottolinea in particolare i muscoli e il sistema cardiovascolare. Finché dai al tuo corpo il tempo di riprendersi, diventerà più forte. "Esiste una notevole somiglianza tra il modo in cui le cellule reagiscono alla pressione dell'esercizio e il modo in cui le cellule reagiscono al digiuno intermittente", afferma Mattson.

Ricerca aggiuntiva: digiuno intermittente

Mattson ha contribuito a numerose ricerche aggiuntive sul digiuno intermittente e sulla restrizione calorica. In uno, gli adulti obesi con asma moderata hanno consumato solo 20% del loro apporto calorico normale in giorni alternativi (Radical Bio Med 2007; 42: 665-74). I partecipanti che si sono attenuti alla dieta hanno perso la percentuale di 8 del loro peso corporeo iniziale in otto mesi. Hanno anche riscontrato una diminuzione dei marcatori dello stress ossidativo e dell'infiammazione e il miglioramento di numerosi indicatori e sintomi correlati all'asma.

In un altro studio, Mattson e colleghi hanno studiato gli effetti della limitazione intermittente e continua dell'energia sulla perdita di peso e vari biomarcatori (come cancro al seno, diabete e malattie cardiovascolari) tra le giovani donne obese (artrite reumatoide intestinale 2011; 35: 714- 27). Scoprirono per migliorare la perdita di peso, la sensibilità all'insulina e altri biomarcatori del benessere che la restrizione era efficace quanto la restrizione continua.

Mattson ha anche studiato i benefici protettivi del digiuno ai neuroni. Se non mangi per 10 - 16 ore, allora il tuo corpo andrà a prendere energia, e gli acidi grassi chiamati chetoni verranno probabilmente rilasciati nel sangue. È stato dimostrato che protegge la memoria e l'apprendimento dice che i processi patologici nella mente, così come Mattson.

Ma forse non è tanto che il digiuno che crea benefici per la salute, di per sé, perché la conseguente riduzione generale dell'apporto calorico (se, in altre parole, non si mangia troppo nei giorni non duraturi, che potrebbe causare un surplus calorico piuttosto di un deficit). Questo sembra, almeno, essere vero nel rallentare malattie come il cancro nei topi, secondo il dottor Stephen Freedland, professore associato di urologia e patologia presso il Duke University Medical Center di Durham, nel North Carolina.

"La restrizione calorica, la sottonutrizione senza malnutrizione, è l'unico approccio sperimentale costantemente dimostrato per prolungare la sopravvivenza in modelli animali", Freedland e colleghi hanno dichiarato in uno studio sugli effetti del digiuno intermittente sulla crescita del cancro alla prostata nei topi (Prostate Cancer Prostatic Dis 2010; 13 : 350-5). Dallo studio, i topi hanno digiunato due volte alla settimana per le ore 24, ma erano altrimenti autorizzati a mangiare in libertà. Durante i giorni, i topi esagerano. Non hanno perso peso. Il digiuno intermittente con eccesso di cibo compensatorio "non ha migliorato il successo del topo né ha ritardato la crescita del tumore prostrato", ha concluso lo studio.

Per migliorare la salute, l'obiettivo dovrebbe essere quello di perdere peso riducendo l'intera quantità di calorie consumate, indica Freedland, piuttosto che concentrarsi su se quelle calorie sono consumate. "Se non [mangi] due giorni ogni settimana e limiti ciò che mangi altri cinque giorni, perderai peso. È un approccio per perdere peso ", dice. "Non sono sicuro che funzioni meglio di ridurre in modo marginale sette giorni alla settimana".

La gente dovrebbe anche essere scettica nei confronti dei libri scritti per un vasto pubblico che descrivono la scienza che sta dietro al digiuno o ad un'altra tendenza sanitaria ", dice. Uno degli scopi di scrivere un romanzo per il mercato dei consumatori, dopo tutto, sarebbe quello di vendere quante più copie possibile. Gli autori tendono a presentare prove, ignorando i fatti e il loro impatto. "Ha un sacco di effetti quando componi un libro."

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Dott. Alex Jimenez

Ulteriori argomenti: Benessere

La salute generale e il benessere sono essenziali per mantenere il giusto equilibrio mentale e fisico nel corpo. Dando una nutrizione equilibrata, esercitando e partecipando alle attività fisiche, a dormire regolarmente una sana quantità di tempo, seguendo i migliori suggerimenti per la salute e il benessere può in ultima analisi contribuire a mantenere il benessere complessivo. Mangiare un sacco di frutta e verdura può andare un lungo cammino per aiutare le persone a diventare sane.

.video-container {position: relative; imbottitura inferiore: 63%; imbottitura: 35px; altezza: 0; overflow: nascosto;}. video-container iframe {posizione: assoluto; top: 0; sinistra: 0; larghezza: 100%; altezza: 90%; border = none; max-width: 100%;}

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘