Test per reazioni immunologiche | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Le allergie e le sensibilità alimentari sono più frequenti e rappresentano un problema che i medici stanno iniziando a esaminare più seriamente. Quasi il 20% delle persone ha reazioni alimentari, il 4% di queste è una risposta immunomediata. Queste sensibilità alimentari possono causare sintomi immediatamente o giorni dopo l'ingestione. I sintomi riportati frequentemente includono infiammazione, mal di testa, dolori articolari, orticaria, affaticamento e altro ancora.

Reazioni immunologiche

Le reazioni immunologiche sono immediate o ritardate e possono essere ulteriormente suddivise e classificate in 4 categorie separate. Tipo 1, Tipo 2, Tipo 3 e Tipo 4.

Tipo 1: una reazione mediata da anticorpi IgE. Questa è una reazione di ipersensibilità immediata che si verifica 2 ore o meno una volta esposta all'antigene. Esempio: mangiare fragole e scoppiare negli alveari. Gli antigeni si legano agli anticorpi IgE e rilasciano mediatori chimici come l'istamina.

Tipo 2: Ipersensibilità citotossica. Questa è una risposta mediata da anticorpi a IgG e IgM. Questa reazione è ritardata, dopo 2 ore o diversi giorni dall'esposizione. Ciò si verifica quando gli anticorpi si legano agli autoantigeni o agli anticorpi estranei, portando all'attività delle cellule killer.

Tipo 3: Reazione mediata dal complesso immunitario. Questa è anche un'ipersensibilità ritardata e si verifica fino a settimane dopo l'esposizione. In questo caso, il sistema immunitario crea troppi anticorpi IgG per un alimento specifico.

Tipo 4: Questa è la forma mediata dalle cellule di ipersensibilità ritardata. Questo può essere il più grave e causare la stimolazione delle cellule T da parte delle citochine. Più tardi, queste citochine attivano e inducono una formazione del complesso immunitario.

Test per sensibilità

Esistono diversi modi per testare la sensibilità ritardata e immediata. Uno dei più comuni e di cui si parla spesso è il Prick Test. Questo test è comunemente usato dagli allergologi e viene eseguito sulla schiena o sull'avambraccio del paziente. Viene fatto un piccolo graffio e viene inserito un allergene. Se il punto ha una reazione, questo si traduce in una sensibilità.

Un test intradermico è simile al test di puntura ma invece di inserire l'allergene in un graffio, una piccola quantità viene iniettata sotto la pelle.

La dieta di eliminazione è un ottimo punto di partenza per determinare se un paziente ha una sensibilità alimentare. Eliminano il cibo che pensano stia causando una reazione e registrano i loro sintomi per un periodo di 90 giorni senza ingerire quel cibo specifico.

Un test RAST viene eseguito tramite siero, che è un modo sicuro per testare gli anticorpi IgE in coloro che potrebbero avere una reazione troppo grave a una puntura o un test intradermico.

Di seguito è riportato un esempio di test di sensibilità alimentare che utilizziamo per gli anticorpi IgG e IgA con l'opzione di test per un allergene IgE:

Si consiglia di registrare un diario alimentare dettagliato insieme ai sintomi prima di eseguire un test di sensibilità. Ciò consentirà al professionista di vedere quale test è meglio per te e fare un piano specifico. Inoltre, un test di anticorpi IgG fornisce anche informazioni al medico se le persone potrebbero soffrire intestinale perdente.

Riferimenti:

Grisanti, Ronald. "Interpretazione e trattamento di allergie alimentari / test di sensibilità / intolleranza." Università di medicina funzionale. 11 maggio 2020, www. funzionalemedicineuniversity.com/members/ 465. cfm.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.