Categorie: Chiropratica

Prendere Ibuprofen per la settimana 1 aumenta il rischio di attacco cardiaco da 50%

Condividi

Metti giù questi antidolorifici, perché una nuova ricerca di esperti medici avverte che alcuni comuni farmaci anti-infiammatori, tra cui il tipo di ibuprofene, possono aumentare il rischio di arresto cardiaco di una persona di circa 50% dopo appena una settimana di prenderli.

Nuova ricerca pubblicata nella BMJ dimostra che i farmaci antinfiammatori non steroidei (noti come NSAIDS) possono causare un maggiore rischio di infarto, segnalazioni Il guardiano. Si pensa che le persone che assumono gli antidolorifici per una settimana o più avranno tra 20% e 50% più probabilità di un arresto cardiaco rispetto a quelli che non hanno consumato i farmaci.

La ricerca ha analizzato le cartelle cliniche di persone 446,000 provenienti da Canada, Finlandia e Regno Unito - 61,460 di cui aveva sofferto un attacco di cuore - e la correlazione di cui sopra divenne innegabilmente chiara.

E questo segue gli avvertimenti di Copenhagen University Hospital Gentofte a marzo di quest'anno, la cui ricerca ha anche rivelato che i FANS hanno causato una maggiore probabilità di infarto. Questi FANS comprendono ibuprofene, aspirina e naprossene; tuttavia lo studio ha rivelato che l'ibuprofene individualmente ha causato un aumento del rischio di 50%.

Ora sto sicuramente ripensando a tutte le volte in cui ho assunto Ibuprofen per un mal di testa patetico e sto provando piuttosto dispiaciuto ora.

E indicando che forse questo davvero is consiglio di prestare attenzione a il NHS includeva anche le informazioni sulla sua pagina di notizie.

Il professor Gunnar Gislason, un professore di cardiologia presso l'Hosptial dell'Università di Copenaghen, dove hanno avuto luogo alcune ricerche, ha emesso un parere in cui si afferma che le persone dovrebbero assumere questo tipo di antidolorifici solo se assolutamente necessario. Dice che le persone che hanno una storia di problemi cardiaci dovrebbero evitare del tutto il farmaco.

Ci sono anche richieste di ibuprofen per non essere più vendute nei supermercati o nelle stazioni di servizio. "Il messaggio corrente che viene inviato al pubblico sui FANS è sbagliato. Se riesci ad acquistare questi farmaci in un minimarket, probabilmente pensi "devono essere sicuri per me", ha affermato il professor Gislason.

Ha aggiunto: "Consentire a questi farmaci di essere acquistati senza prescrizione medica e senza alcun consiglio o restrizione, invia un messaggio al pubblico che deve essere sicuro."

Quindi ci atteniamo tutti al paracetamolo d'ora in poi, si?

Fonte:

Cosmopolitan

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘