I colpi di steroidi non offrono alcun rilievo a lungo termine per il dolore al basso

Condividi

(HealthDay News) - Dolore cronico della schiena inferiore influisce milioni di americani. Molti provano iniezioni di steroidi per alleviare il loro disagio, ma i ricercatori ora dicono che questo rimedio fornisce solo sollievo a breve termine.

Nel loro studio, i ricercatori provenienti dalla Francia si sono concentrati sui pazienti 135 con dolori alla schiena apparentemente causati da infiammazione tra i dischi e le ossa (vertebre) nella parte inferiore della colonna vertebrale.

Uomo con colonna spinale maggiore, vista posteriore (Composito digitale)

I ricercatori hanno scoperto che un singolo iniezione di steroidi ha facilitato il dolore per un mese. Dopo di che, tuttavia, l'efficacia diminuì. Praticamente nessuna differenza è stata osservata un anno dopo il trattamento tra i pazienti che hanno fatto o non hanno ottenuto l'iniezione.

"I nostri risultati non supportano l'ampio utilizzo di una iniezione di glucocorticoidi per alleviare i sintomi a lungo termine in questa condizione", ha dichiarato il ricercatore Dr. Christelle Nguyen.

I risultati sono coerenti con studi precedenti, ha affermato Nguyen, un assistente di medicina fisica e riabilitazione presso l'Università Descartes di Parigi.

Nguyen ha detto che lei ei suoi colleghi avevano sperato che il targeting dell'infiammazione del disco locale con uno steroide anti-infiammatorio contribuirebbe a alleviare il dolore a lungo termine.

Per testare la loro teoria, hanno selezionato pazienti con dolore cronico della schiena inferiore e segni di infiammazione del disco su una MRI. In media, i partecipanti hanno sofferto di mal di schiena per sei anni. La metà è stata assegnata ad un singolo colpo dello steroide; l'altra metà non ha avuto iniezione.

I pazienti hanno valutato la gravità del dolore prima dell'iniezione e ancora uno, tre, sei e 12 mesi dopo il trattamento.

Un mese dopo il trattamento, 55 per cento di coloro che hanno ricevuto l'iniezione di steroidi hanno avuto meno dolore alla schiena, rispetto al 33 per cento di quelli che non sono stati trattati.

"Tuttavia, i gruppi non sono differiti per i risultati esaminati 12 mesi dopo l'iniezione", ha detto Nguyen.

Ad esempio, i pazienti che hanno fatto o non hanno ricevuto un'iniezione di steroidi sono finiti in circostanze simili, con la stessa incidenza di infiammazione dei dischi, minore qualità della vita, maggiore ansia e depressione e continuo utilizzo di pillole di dolore non narcotico.

Nel complesso, la maggior parte dei pazienti ha trovato tollerabile le iniezioni di steroidi e avrebbe accettato di avere un secondo se necessario, ha detto Nguyen. "Non abbiamo avuto problemi di sicurezza specifici e non abbiamo trovato casi di infezione, distruzione o calcificazione del disco 12 mesi dopo l'iniezione", ha aggiunto.

I risultati sono stati pubblicati marzo 20 nel Annals of Internal Medicine.

Il dottor Byron Schneider, della scuola di medicina di Vanderbilt di Nashville, ha osservato che esistono molte cause diverse di dolori alla schiena.

In questo studio, i pazienti soffrono di mal di schiena cronico, ha sottolineato. "I pazienti con mal di schiena cronica probabilmente hanno più di una causa del loro dolore, forse perché i buoni risultati che hanno trovato in un mese non erano lì un anno dopo", ha detto Schneider, un professore ordinario di medicina fisica e riabilitazione.

I risultati dello studio non significano che le iniezioni di steroidi dovrebbero essere evitate totalmente, ha osservato.

I pazienti con un improvviso episodio di dolore alla schiena - il cosiddetto dolore acuto - probabilmente non hanno bisogno di un'iniezione di steroidi, ha detto.

La cura chiropratica aumenta l'evasione della chirurgia

"Ma se non stanno migliorando dopo un mese o due il modo in cui ci si aspetterebbe, a quel punto sarebbe ragionevole discutere i vantaggi e minus di un'iniezione di steroidi", ha detto Schneider, coautore di un accompagnatore giornale editoriale.

Il dolore cronico (a lungo termine) è una situazione diversa, ha detto. La cura del dolore cronico indica il trattamento del dolore stesso, ma anche la terapia comportamentale cognitiva e la "psicologia del dolore" per aiutare i pazienti ad affrontare il dolore, ha affermato.

"Per i dolori cronici, i medici devono affrontare i motivi muscolo-scheletrici che causano la ferita, ma anche altri motivi per cui i pazienti possono soffrire di dolore", ha detto Schneider.

Secondo l'editoriale, la sofferenza psicologica, la paura del dolore e persino i bassi livelli di istruzione possono influenzare i livelli di dolore.

Maggiori informazioni

Per ulteriori informazioni sul dolore alla schiena, visitare il sito web Istituto Nazionale degli Stati Uniti di Disturbi Neurologici e Stroke.

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘