Regolazioni spinali nella presenza di dischi erniati

Share

Titolo: le regolazioni spinali sono sicure nella presenza di ernia del disco con l'assenza della compressione del cordone ombelicale

Astratto: L'obiettivo era di esplorare l'uso della risonanza magnetica per aumentare l'efficacia e la sicurezza della regolazione del rachide cervicale in presenza di un'ernia del disco quando non ci sono prove di compressione del cordone sulla risonanza magnetica.

Introduzione: Un paziente di sesso maschile di 30 anni si è presentato in ufficio il 1/8/14 con lesioni dovute a un incidente automobilistico. L'incidente automobilistico era avvenuto 3 settimane prima della sua prima visita. Il paziente era il passeggero trattenuto sul sedile anteriore. L'auto con cui viaggiava ha urtato un'altra macchina e l'auto del paziente è stata ribaltata sul tetto. Mentre l'auto è rimasta sul tetto, il paziente è riuscito a strisciare fuori e ha atteso cure mediche. Il paziente è stato portato in ambulanza all'ospedale dove è stato visitato e gli è stato ordinato il test. Il paziente ha eseguito più scansioni TC della testa e radiografie del tratto cervicale e lombare. La TC della testa ha rivelato una frattura nasale e il paziente ha subito un intervento chirurgico immediato per riparare il naso rotto.

Studio di aggiustamento chiropratico sicuro ed efficace

Il paziente ha presentato tre settimane dopo l'incidente con cefalea occipitale cronica persistente e progressiva, dolore al collo nelle spalle bilateralmente, dolore lombare e lombalgia che si irradia nelle gambe e giù nei piedi bilateralmente. Ha gonfiore al ginocchio anteriore sinistro e bende intorno al gomito destro e due occhi neri.

Il paziente afferma di avere difficoltà con le normali attività della vita quotidiana, tra cui camminare per più di 15-20 minuti, lunghi periodi in piedi, più di un'ora di seduta, qualsiasi piegamento o sollevamento e qualsiasi normale faccenda quotidiana. Il paziente afferma inoltre che aveva difficoltà a dormire una notte riposante a causa del dolore. Il punteggio della scala analogica visiva del paziente era 10 su 10.

Storia: Il paziente ha negato qualsiasi precedente storia di dolore al collo o alla schiena. Nessun infortunio o trauma precedente riportato.

Risultati oggettivi:  Un esame è stato eseguito e ha rivelato quanto segue:

Gamma di movimento: 

Studi sul movimento cervicale:

Flessione: normale = 60 esame-25 con dolore con spasmo

Estensione: normale = 50 esami- 20 con dolore con spasmo

Rotazione sinistra: normale = 80 esame 35 con dolore con spasmo

Rotazione destra: Normale = 80 Esame- 35 con dolore con spasmo

Lat. Sinistra Flex: Norma = -40 Esame- 15 con dolore con spasmo

Lat a destra. Flex: Normale = 40 esame-15 con dolore con spasmo

Studi sul movimento dorsale-lombare:

Flessione: normale = 90 esame- 35 con dolore con spasmo

Estensione: normale = 30 esami- 10 con dolore con spasmo

Rotazione a sinistra: Normale = 30 Esame- 10 con dolore con spasmo

Rotazione destra: normale = 30 esame-5 con dolore con spasmo

Lat. Sinistra Flessione: normale = 20 esame-5 con dolore con spasmo

Lat a destra. Flessione: normale = 20 esame-5 con dolore con spasmo

Test ortopedici

Il test ortopedico ha rivelato i seguenti test ortopedici positivi nel rachide cervicale: Valsalva indica la presenza di un disco in L4-S1 e nella regione cervicale inferiore, compressione foraminale che indica dolore radicolare nella regione cervicale inferiore, compressione di Jackson, abbassamento della spalla e distrazione cervicale tutto indica dolore nella regione cervicale inferiore. Il test lombare ha rivelato un Soto-Hall positivo con dolore a livello L4-S1, Kemps positivo con dolore da L4-S1, Alzata gamba tesa con dolore a 60 gradi, Milgram con dolore a livello L5-S1, Lewin con dolore a L5-S1 e Nachlas che provocano dolore nella regione L5-S1.

Test neurologici

L'esame neurologico ha rivelato formicolio e intorpidimento bilaterale degli arti superiori nella spalla a sinistra e lungo il braccio destro nella mano. L'estremità inferiore ha rivelato formicolio e intorpidimento nel gluteo bilaterale con dolore radicolare del lato sinistro alla gamba nel piede sinistro. La girandola ha rivelato ipoestesia a livello bilaterale C7 e dermatomo bilaterale L5. Il paziente non è stato in grado di eseguire la camminata tacco-punta

La palpazione del movimento chiropratica e l'esame della palpazione statica hanno rivelato risultati a C 1,2, 5, 6, 7 e T 2,3,4,9, 10 e L 3,4,5 così come il sacro.

Studio dei risultati dei raggi X

L'ospedale ha avuto raggi x cervicali e una TC della testa il giorno dell'incidente. Sono stati necessari studi toracici e lombari a seguito dei test positivi e della storia e dei reclami dei pazienti Gli studi a raggi X hanno rivelato una curva cervicale inversa e un disallineamento del C1,2,5,6,7 e gli studi lombari hanno rivelato una lieve invasione di IVF a L5-S1 con rotazioni a L3,4,5.

I risultati dell'esame sono stati esaminati. Il test ortopedico positivo del paziente, i deficit neurologici associati alla ridotta gamma di movimento e al movimento chiropratico positivo e alla palpazione statica hanno indicato la necessità di ordinare sia cervicale[1]e lombare[2]  MRI4.

Risultati MRI

Le immagini MRI sono state riviste personalmente. La risonanza magnetica cervicale ha rivelato un'ernia del disco paracentrale destro a livello di C5-6 con conflitto sul sacco tecale anteriore. C'è anche un rigonfiamento del disco C6-7 che colpisce il sacco tecale anteriore. La risonanza magnetica lombare ha rivelato un'ernia del disco L5-S1. Ci sono rigonfiamenti del disco da L2 a L4.

STUDI MRI CERVICALI

IMMAGINI RM. LOMBARI

Piano di trattamento sicuro ed efficace

Dopo aver esaminato la storia, l'esame, i test precedenti, i raggi X, la risonanza magnetica e i percorsi di cura DOBI3 è stato determinato che gli aggiustamenti chiropratici6  wereclinically indicato

Il paziente è stato posto su un piano di trattamento di manipolazione spinale con modalità che includevano trazione intersegmentale, stimolazione muscolare elettrica e calore umido. Una tecnica diversificata è stata utilizzata per regolare i livelli diagnosticati di sublussazione di C1,2,5,6,7 e L3,4,5. Sebbene fossero presenti dischi erniati e sporgenti nella colonna cervicale e lombare, non c'era compressione del midollo. Perciò; non c'era controindicazione all'esecuzione di un aggiustamento spinale. Finché c'è abbastanza spazio tra il cavo e l'ernia o il rigonfiamento, è generalmente sicuro regolare.5

La paziente ha risposto abbastanza favorevolmente agli aggiustamenti spinali e alle terapie nel corso di 6 mesi di trattamento. Inizialmente, il paziente è stato visitato tre volte a settimana per i primi 90 giorni. Il paziente ha dimostrato un miglioramento soggettivo e oggettivo e il suo piano di cura è stato adeguato di conseguenza e ridotto a due visite a settimana per i successivi 90 giorni di cura. Il suo raggio di movimento è tornato al 90% del normale:

Gamma di movimento: 

Studi sul movimento cervicale:

Flessione: Normale = 60 Esame- 55 senza dolore

Estensione: Normale = 50 esami- 40 con lieve tenerezza

Rotazione a sinistra: normale = 80 esame- 75 con lieve tenerezza

Rotazione a destra: normale = 80 esame- 75 con lieve tenerezza

Lat. Sinistra Flex: Norma = -40 Exam- 35 senza dolore

Lat a destra. Flex: Normale = 40 Esame- 35 senza dolore

Studi sul movimento dorsale-lombare:

Flessione: Normale = 90 Esame- 80 con tenerezza

Estensione: Normale = 30 Esame- 25 con tenerezza

Rotazione a sinistra: Normale = 30 Esame- 25 senza dolore

Rotazione destra: Normale = 30 Esame- 25 senza dolore

Lat. Sinistra Flex: Normale = 20 esami - 20 senza dolore

Lat a destra. Flex: Normale = 20 esami - 20 senza dolore

Il paziente aveva una diminuzione dello spasmo, diminuzione del dolore, maggiore capacità di eseguire le ADL e il suo sonno era tornato alla normalità. Il paziente afferma di non avere più le stesse difficoltà con le normali attività della vita quotidiana. Ora era in grado di camminare da 45 minuti a 1 ora prima che il dolore lombare divampasse, è in grado di stare in piedi per 1-2 ore prima che inizi il dolore lombare, è in grado di stare seduto per un'ora o più prima del dolore lombare il mal di schiena divampa. Quando il paziente si piega o si solleva, ha imparato a usare il suo core e solleva meno di 20-30 libbre per evitare di esacerbare la sua parte bassa della schiena. Il paziente afferma inoltre di non avere più difficoltà a dormire bene la notte. Il punteggio della scala analogica visiva del paziente era di 3 su 10.

Conclusione

Il paziente presentava 3 settimane dopo il trauma con dolore cervicale e lombare e mal di testa. I sintomi stavano progredendo e il dolore si irradiava agli arti superiori e inferiori. La storia e l'esame hanno indicato la presenza di un'ernia del disco nella regione lombare e cervicale inferiore. È stata ordinata la risonanza magnetica cervicale e lombare per identificare la presenza dell'ernia del disco e per determinare se il paziente dovesse essere aggiustato o meno. I risultati della risonanza magnetica sia della risonanza magnetica cervicale che di quella lombare hanno rivelato ernie discali, tuttavia, poiché questi dischi non stavano causando la compressione del midollo, era sicuro regolare la colonna cervicale e lombare5.

Interessi conflittuali: Non ci sono interessi in competizione nella stesura di questo case report.

De-identificazione: Tutti i dati del paziente sono stati rimossi da questo caso.

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900

Referenze

  1. New England Journal of Medicine; Cervical MRI, 28 luglio 2005, Carette S. e Fehlings MG, N Engl J Med 2005; 353: 392-399 MRI per il disco lombare, 14 marzo 2013, el Barzouhi A., Vleggeert-Lankamp CLAM, Lycklama à Nijeholt GJ, et al., N Engl J Med 2013; 368: 999-1000 http://www.state.nj.us/dobi/pipinfo/carepat1.htm -16.7KB
  2. New England Journal of Medicine; Ernia del disco cervicaleN Engl J Med 1998; 339: 852-853September 17, 1998DOI: 10.1056 / NEJM199809173391219
  3. È sicuro regolare la colonna cervicale nella presenza di un ernia del disco? Di Donald Murphy, DC, DACAN, Dynamic Chiropractic, 12 giugno 2000, Vol. 18, Edizione 13
  4. Opzioni di trattamento per un'ernia del disco; Spine-Health, articolo scritto da: John P. Revord, MD

Argomenti aggiuntivi: Chiropratica aiuta i pazienti a evitare la chirurgia posteriore

Il mal di schiena è un sintomo comune che colpisce o influenza una maggioranza della popolazione almeno una volta durante la loro vita. Mentre la maggior parte dei casi di dolore alla schiena può risolvere da soli, alcuni casi di dolore e disagio possono essere attribuiti a condizioni spinali più gravi. Fortunatamente, una varietà di opzioni di trattamento è disponibile per i pazienti prima di considerare gli interventi chirurgici spinali. La cura chiropratica è un'opzione di trattamento alternativa sicura ed efficace che aiuta a ripristinare accuratamente la salute originale della colonna vertebrale, riducendo o eliminando il disallineamento spinale che può causare dolori alla schiena.

PUSH 24 / 7®️ Centro fitness

Post Recenti

Colpo di frusta, ernia del collo, radicolopatia e sollievo chiropratico

Il colpo di frusta è una delle lesioni spinali cervicali / cervicali più devastanti. Una rapida accelerazione e decelerazione può ... Leggi di più

22 Gennaio 2021

Composti bioattivi di tarassaco per la disintossicazione

I disturbi metabolici e cronici hanno creato un enorme fardello economico nei paesi sviluppati e in via di sviluppo ... Leggi di più

22 Gennaio 2021

Fatica e terapia chiropratica della fibromialgia

La fibromialgia è una condizione muscolo-scheletrica che consiste in sintomi di dolore e affaticamento che possono rendere ... Leggi di più

21 Gennaio 2021

Fibra alimentare e disintossicazione del fegato

La salute e la funzione del fegato sono legate a una rete intricata che comprende il microbioma intestinale, ... Leggi di più

21 Gennaio 2021

Ripristino chiropratico dell'ernia del disco spinale

L'ernia del disco spinale e il rigonfiamento del disco hanno sintomi quasi identici e possono presentarsi quasi in ... Leggi di più

20 Gennaio 2021

Battiti cardiaci irregolari Nutrizione e chiropratica

Un battito cardiaco irregolare può essere un segno di qualcosa di molto serio. Dovresti sempre contattare ... Leggi di più

20 Gennaio 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘