Sensibilità al glutine o celiachia? | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Le frasi Glutine Sensibilità e Celiachia sono spesso usate in modo intercambiabile. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che non dovrebbero essere usati come sinonimi. In realtà, sono significativamente diversi. Gli individui con sensibilità al glutine spesso soffrono di danni ai nervi, mal di testa, dolori articolari, infiammazione e altri sintomi spiacevoli.

Prima di comprendere le differenze tra sensibilità al glutine e celiachia, è necessario definire il glutine. Una risposta da manuale è che il glutine è una proteina presente nel grano, nell'orzo e nella segale. Tuttavia, ora sappiamo che il glutine si trova in centinaia di composti diversi ed è meglio definito come una miscela presente in tutti i cereali.

Sensibilità al glutine

La sensibilità al glutine è un'intolleranza e non una risposta immunitaria. Questa intolleranza deriva dall'incapacità di digerire il glutine. L'incapacità di digerire il cibo o il glutine ha una maggiore connessione con il tratto gastrointestinale e una complicazione all'interno dell'intestino tenue. Sebbene la sensibilità al glutine non sia celiachia, i pazienti che hanno una sensibilità al glutine hanno comunque una risposta positiva a una dieta priva di glutine. La sensibilità al glutine è abbastanza comune a causa dell'aumento della riproduzione incrociata e dei cereali geneticamente modificati utilizzati per creare prodotti a base di glutine. Circa il 60-70% delle persone che pensano di avere la celiachia sono sensibili al glutine.

La sensibilità al glutine è uno stato di genetica, non una malattia. La sensibilità al glutine può essere correlata come fattore scatenante in alcune malattie, una delle quali è celiaca. Altre condizioni comprovate La sensibilità al glutine ha una connessione studiata con i disturbi autoimmuni, l'osteoporosi, la neuropatia e l'infertilità.

Una condizione fortemente correlata alla sensibilità al glutine è la permeabilità intestinale. L'intolleranza al glutine può contribuire alla disbiosi intestinale che porta a una parete intestinale iper permeabile. Con la parete intestinale eccessivamente permeabile, i nutrienti, come il glutine, sono in grado di scorrere nel flusso sanguigno. Con l'eccesso di nutrienti nel flusso sanguigno, il corpo inizia ad attaccare queste molecole, creando un'allergia acquisita o una malattia autoimmune.

Celiachia

La malattia di Celia è la risposta di una reazione immunologica al glutine. Simile ad altre malattie, l'insorgenza della celiachia è l'esposizione a specifici fattori scatenanti della genetica e dell'ambiente circostante. Quelli con celiachia sono stati diagnosticati con una malattia autoimmune dell'intestino tenue causata da danni indotti dal glutine.

I pazienti con malattia celiaca prosperano con una dieta veramente priva di glutine. È importante notare che quelli con condizioni legate alla sensibilità al glutine e alla celiachia beneficiano di una dieta priva di glutine poiché gli esseri umani non sono necessariamente costretti a digerire il glutine.

Sintomi classici:

  • Perdita di peso
  • Diarrea
  • Mal di stomaco
  • Gonfiore
  • vomito

“Dieta senza glutine” vs Una vera dieta senza glutine

Una "dieta priva di glutine" standard è quella di evitare cibi che contengono o sono fatti con grano, orzo, segale e occasionalmente avena. Questa dieta è estremamente incoerente e mostra scarsi risultati o miglioramenti nei pazienti con malattia celiaca. L'incoerenza deriva dalla ricerca secondo cui è possibile includere l'avena e altri studi che dimostrano che non dovrebbero. Nel corso di 16 mesi, è stato condotto uno studio su soggetti con diagnosi di celiachia osservandone i sintomi e le reazioni durante una "dieta priva di glutine". Durante questo periodo, il 92% non ha avuto normalizzazione nel loro intestino tenue o una riduzione dei sintomi. Dimostrando che questa "dieta priva di glutine" non è completamente priva di glutine e che erano ancora esposti a molteplici fattori scatenanti.

L'intestino sostituisce i suoi tessuti ogni 2-7 giorni, completando di frequente la riparazione del rivestimento. Se la dieta fosse veramente priva di glutine, coloro che partecipavano allo studio avrebbero avuto risultati in pochi giorni o settimane.

Una vera dieta senza glutine includerà l'eliminazione di grano, orzo, segale, avena, cereali, mais e alimenti trasformati / lattine nonostante l'etichetta "senza glutine". Il motivo dell'ampia lista di alimenti per l'eliminazione è perché molti alimenti da banco contengono contaminazioni incrociate e sono fatti con altri tipi di cereali che non sono ancora stati studiati. È stato dimostrato che i cereali contengono glutine poiché questa è la loro principale fonte di carburante per nutrirsi e germogliare. Coloro che seguono una dieta veramente priva di glutine devono essere consapevoli dei farmaci da banco che assumono e fare un riferimento incrociato con l'elenco dei principi attivi. Molti farmaci includono i cereali come riempitivo.

Andare veramente senza glutine può rivelarsi inizialmente impegnativo, ma i vantaggi che gli individui vedono valgono ogni secondo. Andando pazienti senza glutine con malattia celiaca e sensibilità al glutine riducono i sintomi. Se si verificano sintomi spiacevoli, è importante esserlo testato per sensibilità al glutine, celiaci e iniziare una dieta veramente priva di glutine per risultati ottimali. - Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Referenze

Osborne, Peter. "Certificazione di glutine". 7 maggio 2020, Università di medicina funzionale , https://www.functionalmedicineuniversity.com/members/1055.cfm.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi dell'apparato muscolo-scheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento sopra, non esitate a chiedere Il dottor Alex Jimenez o contattaci al 915-850-0900.