Categorie: Anti AgingBenessere

Wha è il segreto di SuperAgers?

Condividi

A 89, Donald Tenbrunsel è un po 'un fenomeno. Naviga su Internet con facilità, conversa felicemente su una vasta gamma di argomenti, volontari e letture puntuali regolarmente.

Conosciuto come "SuperAger", Tenbrunsel faceva parte di uno studio che ha aiutato i ricercatori a scoprire quali fattori avrebbero potuto creare questi super-acuti anziani oltre ai loro coetanei.

Il segreto? Le scansioni cerebrali hanno mostrato che hanno l'invecchiamento cerebrale due volte più lentamente della media della loro età.

"Questo suggerisce che i SuperAgers sono su una diversa traiettoria di invecchiamento", ha affermato la ricercatrice senior Emily Rogalski. È direttore del neuroimaging per la neurologia cognitiva della Northwestern University e il Centro per la malattia di Alzheimer. "Stanno perdendo il volume del cervello ad un ritmo molto più lento rispetto alla media degli altri".

Per lo studio, Rogalski e i suoi colleghi hanno misurato l'invecchiamento cerebrale esaminando lo spessore della corteccia di ogni persona - lo strato esterno di materia grigia piegata nel cervello.

La corteccia è dove si trova la coscienza e dove si trovano tutti i neuroni che sparano pensieri e movimenti. È una parte fondamentale del cervello per il pensiero di livello superiore, la memoria, la pianificazione e la risoluzione dei problemi, ha detto Rogalski.

Un altro neurologo lo ha spiegato in questo modo:

"Questo è essenzialmente il nostro cervello", ha detto il dott. Paul Wright, presidente della neurologia all'ospedale della North Shore University a Manhasset, NY, e al centro medico ebraico di Long Island a New Hyde Park, NY "La contrazione del cervello si verifica nel corso della progressione naturale nel tempo, e quando perdi il volume del cervello, perdi la funzione. "

Rogalski ha notato che precedenti ricerche hanno dimostrato che le cortecce dei SuperAgers sembrano meno usurate rispetto ai loro coetanei 80 di media età, e pressappoco come le persone nei loro 50 o 60.

Ma una domanda è rimasta - i SuperAgers sono nati con cervelli che hanno più volume, e quindi potrebbero meglio resistere al travaglio dell'invecchiamento? O i loro cervelli hanno le stesse dimensioni di tutti gli altri e semplicemente invecchiano meno rapidamente?

Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno monitorato i cambiamenti nello spessore della corteccia per un anno e mezzo negli anziani 24 SuperAgers e 12.

Entrambi i gruppi hanno perso una quantità significativa di volume cerebrale per l'invecchiamento, ma gli anziani medi hanno subito una perdita più del doppio rispetto ai SuperAgers - rispetto alla percentuale di 2.2 rispetto alla percentuale di 1.1.

"Parte del motivo per cui possono avere volumi cerebrali diversi è perché nel corso dei decenni hanno perso il loro volume cerebrale ad un tasso diverso", ha detto Rogalski.

I risultati sono stati pubblicati aprile 4 nel Journal of American Medical Association.

Il dottor Ezriel Kornel, un neurologo del Weill Cornell Medical College di New York, ha affermato che almeno una parte del vantaggio cerebrale di SuperAgers è genetica, con alcune persone semplicemente dotate alla nascita.

Ma ci sono probabilmente delle influenze ambientali che contribuiscono anche all'invecchiamento cerebrale più sano, in particolare nel grembo materno e nella prima infanzia, ha aggiunto Kornel. Ad esempio, la ricerca ha dimostrato che i bambini cresciuti in povertà tendono ad avere cervelli più piccoli.

"Ci sono così tanti fattori coinvolti", ha detto Kornel. "Potrebbe essere che anche fattori stressanti esterni durante l'infanzia possono influenzare il modo in cui si sviluppa il cervello."

Rogalski ha detto che la ricerca futura si concentrerà su fattori genetici che influenzano l'invecchiamento del cervello, che si spera fornirà ai ricercatori anti-invecchiamento "obiettivi" che potrebbero essere manipolati con farmaci o altre terapie.

Mentre non esiste attualmente un metodo comprovato per preservare il volume della corteccia, la ricerca ha mostrato specifici cambiamenti nello stile di vita che gli anziani possono eseguire per mantenere se stessi affilati mentre invecchiano, hanno detto Kornel e Wright. Questi includono:

Esercizio fisico regolare, incluso allenamento della forza.

Una dieta sana ed equilibrata.

Allenamenti cerebrali che comportano enigmi o compiti impegnativi.

Una vita sociale attiva.

"Tutti capiscono che stanno per morire, ma la gente non vuole sentire che sta perdendo la capacità di pensare ed essere chi sono", ha detto Kornel. "Questa è la prossima grande frontiera della scienza, per capire come possiamo prevenire il deterioramento generale del cervello".

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘