Gli scienziati bloccano la crescita cellulare delle cellule del cervello

Condividi

Glioblastoma è una forma particolarmente aggressiva di cancro al cervello che può essere difficile da curare. Nuova ricerca può aver trovato un farmaco che può inibire la proteina che guida la sua crescita.
I ricercatori possono aver trovato un modo per inibire la crescita dei tumori cerebrali, qui mostrati in una scansione MRI.
I glioblastomi sono tumori che si formano dal tessuto "appiccicoso", sostenuto del cervello e del midollo spinale.

La maggior parte del tempo, i glioblastomi sono aggressivi maligni; sono fatti di diversi tipi di cellule che si riproducono molto rapidamente e ricevono una significativa quantità di sangue. Il tasso di sopravvivenza 5-year è stimato a essere inferiore al 10 per cento.

Il glioblastoma può essere difficile da trattare a causa della natura eterogenea delle sue cellule. Alcune cellule possono rispondere alla terapia mentre altri non possono.

Tipicamente, il trattamento comprende una combinazione di chirurgia, radiazioni e chemioterapia. Finora, ciò ha portato a una sopravvivenza media di circa 2 a 3 anni per i pazienti che ricevono un trattamento standard.

I pazienti con forme più gravi di glioblastoma, che ricevono una combinazione di farmaci e di radioterapia, sopravvivono normalmente per una media di 14.6 mesi e il tasso di sopravvivenza 2 è approssimativamente 30 per cento. Poco può essere fatto per trattare il glioblastoma ricorrente.

In questo contesto, sempre più ricercatori stanno esplorando opzioni genetiche per il trattamento. Recenti studi hanno indicato le mutazioni nei geni del recettore di tirosina chinasi (RTK) come il fattore chiave del glioblastoma, ma le sperimentazioni cliniche mirate specificamente a neutralizzare queste mutazioni del guidatore non hanno avuto successo nel trattamento di questa forma di cancro.

Tuttavia, i ricercatori del Peter O'Donnell Jr. Brain Institute e del Harold C. Simmons Comprehensive Cancer Center possono aver trovato un modo per inibire le cellule di glioblastoma.

I loro risultati sono stati pubblicati nella rivista Cell Reports.

Il team - co-guidato dal dottor Robert Bachoo, del Centro di Annette G. Strauss per la Neuro-Oncologia dell'Università del Texas Southwestern Medical Center e del Dott. Ralf Kittler, assistente di farmacologia nel Centro Eugene McDermott per la Crescita Umana e lo sviluppo - ha usato con successo un farmaco per indirizzare diverse proteine ​​che guidano la crescita dei tumori di glioblastoma.

La mitramicina inibisce i fattori di trascrizione di glioblastoma

Il nuovo studio suggerisce che finora i ricercatori si sono concentrati erroneamente sulle mutazioni del gene RTK, che sono responsabili solo per iniziare la crescita del tumore, non per la continua crescita del glioblastoma.

"Il nostro lavoro dimostra che le mutazioni del gene che l'industria farmaceutica ei clinici si sono concentrati sono essenziali solo per iniziare la crescita tumorale. Una volta che il tumore si è avvicinato allo stadio in cui i pazienti cercano il trattamento, queste mutazioni non sono più necessarie per la crescita continua del tumore; sono in effetti ridondanti ", spiega il dottor Bachoo.

Invece dei geni RTK, il nuovo studio ha trovato tre fattori di trascrizione per essere responsabili del glioblastoma: Sox2, Olig2 e Zeb1.

Come spiega il dottor Kittler, lo studio mostra che questi "fattori di trascrizione neurodevelopmentali (proteine ​​master che regolano l'attività di centinaia di geni durante lo sviluppo del cervello normale) sono riattivate per guidare la crescita del glioblastoma".

Sourced tramite Scoop.it da: circleofdocs.com

glioblastoma può essere difficile da trattare a causa della natura eterogenea delle sue cellule. Alcune cellule possono rispondere alla terapia mentre altri non possono.

Tipicamente, il trattamento comprende una combinazione di chirurgia, radiazioni e chemioterapia. Finora, ciò ha portato a una sopravvivenza media di circa 2 a 3 anni per i pazienti che ricevono un trattamento standard.

Ora, c'è speranza. Questi nuovi studi rivelano che i fattori di transizione limitanti sono una chiave per prevenire la crescita cellulare. Questo offre una grande opportunità di scoperta per coloro che soffrono di alcune forme di tumori cerebrali.

Post Recenti

Procedure chirurgiche e non chirurgiche per aneurisma addominale

Un aneurisma dell'aorta addominale si riferisce a un ingrandimento dell'aorta addominale. Se il sangue ... Leggi di più

October 27, 2020

Sciatica e lombalgia potrebbero essere aneurisma addominale

Un aneurisma dell'aorta addominale è un ingrandimento della porzione inferiore dell'arteria aortica ... Leggi di più

October 27, 2020

Colpo di frusta assiale e dolore al collo non complicato

Il dolore al collo assiale è anche noto come dolore al collo non complicato, colpo di frusta e tensione cervicale / cervicale. Essi… Leggi di più

October 27, 2020

Suggerimenti per la guida per alleviare il mal di schiena

Guidare con il mal di schiena può rendere i viaggi un incubo. Ecco alcuni suggerimenti di guida per ... Leggi di più

October 27, 2020

Goditi gli hobby che ami senza dolore alla schiena e al collo

Abbiamo tutti i nostri hobby che ci appassionano, che amiamo fare e che potremmo vedere ... Leggi di più

October 5, 2020

I supercibi possono aiutare a raggiungere una salute ottimale

I supercibi sono alimenti ricchi di nutrienti che possono essere incorporati nella dieta di un individuo per ottenere un ... Leggi di più

October 2, 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘