Video

Scelte alimentari per la fibromialgia | El Paso, Texas (2021)

Facebook

Introduzione

Nel podcast di oggi, il dottor Alex Jimenez e la maestra nutrizionista Ana Paola Rodriguez Arciniega discutono di quali tipi di alimenti possono smorzare gli effetti della fibromialgia nel corpo.

 

Come smorzare gli effetti della fibromialgia nel corpo?

 

[00:00:05] Dott. Alex Jimenez DC*: Ehi, ragazzi, oggi parleremo di nuovo della fibromialgia. La fibromialgia sembra colpire un intero gruppo di persone. Vogliamo parlarne oggi, mentre stiamo facendo questa parte del nostro servizio, per capire cosa dobbiamo affrontare nella pratica per quanto riguarda la fibromialgia. Ora i pazienti vengono da noi con molto disagio e dolore in cui la diagnosi di fibromialgia risulta essere la causa implicante. Ora, se lo stato infiammatorio dell'individuo è causato solo da una carenza mitocondriale o da un disturbo neurologico, o da una cosa chiamata sensibilizzazione centrale, che significa nervi supersensibili, vogliamo capire quale sia la causa. Oggi parleremo un po' della fisiopatologia e delle componenti nutrizionali. Ma porterò Ana Paola Rodriguez Arciniega per discutere un po' del concetto di applicazioni nutrizionali per la persona che soffre di fibromialgia. Ora, quando dico che questo non è un punto di vista dogmatico, è un punto di vista della ricerca. E quello che vogliamo fare è proporre le migliori opzioni per l'individuo perché a volte i medici ti daranno dopo un'ampia serie di valutazioni dalle valutazioni cliniche ai laboratori. Vengono sulla strada e dicono che hai la fibromialgia, di cui è facile diagnosticare i pazienti con fibromialgia. Tuttavia, non è facile sviluppare le ragioni e la causa dei problemi sottostanti. Quindi presenterò Ana Paola e parleremo dei componenti nutrizionali e di come guardare e come trattare da qualcosa che puoi fare all'interno della tua casa. Quindi eccoci qui. Allora Ana Paola, benvenuta allo spettacolo. Come va?

 

[00:03:09] Ana Paola: Ciao sto bene. Come stai?

 

[00:03:11] Dott. Alex Jimenez DC*: Oh, stiamo andando alla grande oggi. Quindi faremo rumore.

 

[00:03:15] Ana Paola: Sì, faremo rumore.

 

[00:03:17] Dott. Alex Jimenez DC*: Inizieremo a parlare di fibromialgia. Inizieremo a inchiodare questo perché è un problema enorme che colpisce molte persone e ha molti batteristi associati. Il modo nutrizionale è spesso un modo in cui tu, l'individuo, hai il controllo all'inizio. Quindi iniziamo a parlarne. So che condividerai uno schermo e ci occuperemo di quell'area. Quindi, mentre imposti la condivisione dello schermo, raccontaci un po' del tuo approccio a come discuterai dei nostri trattamenti nutrizionali per i pazienti con fibromialgia.

 

[00:03:51] Ana Paola: Bene, prima di tutto, voglio dire che dal momento che è una fisiologia così ampia, scaveremo in ognuno dei sintomi che stanno colpendo, colpendo il paziente con fibromialgia. Quindi attraverseremo quel sintomo. Quindi inizieremo a guardare i diversi approcci, approcci nutrizionali, nuovi cibi, nuovi nutrienti, nuovi aminoacidi o, beh, forse non nuovi, ma spiegheremo come quei particolari alimenti possono influenzare e migliorare tutto sta succedendo a questo paziente. E come hai detto prima, le terapie dietetiche nutrizionali sono una delle uniche cose che fanno sentire il paziente come se avesse un certo controllo. Quindi è qualcosa di veramente importante. Un'altra cosa di cui parleremo sono i trattamenti alternativi che devono accompagnare l'approccio nutrizionale; magari anche con un approccio farmacologico; non vogliamo limitare l'approccio di nessun paziente perché ognuno è diverso e gli è permesso pensare in modo diverso. Quindi passeremo attraverso una parte completamente nuova del trattamento della fibromialgia e del trattamento nutrizionale, e alcuni trattamenti alternativi.

 

[00:05:27] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, hai menzionato alcuni degli approcci. Molte persone non sanno che sei un maestro della nutrizione e un educatore in questo processo. Quindi sono molto entusiasta di vedere cosa questo ha da offrire perché aggiungerò anche qualcosa mentre eseguo il processo con te. Quindi portalo via.

 

[00:05:45] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene. Quindi abbiamo detto che vogliamo trattare esattamente i sintomi e la fisiologia della fibromialgia. Ho notato che molti criteri sono cambiati, quindi è qualcosa di cui potremmo voler tenere conto. Non vedremo gli stessi sintomi in ogni paziente per la maggior parte del tempo. Quindi voglio essere molto chiaro su questo. Il paziente deve essere consapevole di quali sono i segni che stanno colpendo il suo corpo all'interno. Quindi è una cosa che voglio chiarire. Quindi questo farà parte di quel trattamento alternativo, ma deve venire prima di quella prima valutazione, altrimenti potrebbe essere fatto nel processo di guarigione. Ma sì, devi essere molto consapevole del motivo esatto per cui ti sta influenzando. La fibromialgia, una parte importante della fibromialgia, come hai detto prima, è la sensibilizzazione centrale e il dolore che sta soffrendo il paziente. Quindi potremmo voler parlare un po' di più di cos'è questa sensazione di dolore e di come diventa così grave e la fibromialgia non inizierebbe mai a soffrirne? Quindi la prima cosa che dobbiamo sapere è che la sensibilizzazione centrale ha molto a che fare con il fatto che una quantità eccessiva di glutammato, che abbiamo già affermato prima, non è sbagliata. È necessario. Non è una brutta cosa. Ma quando ci sono quantità elevate di glutammato che passano attraverso la nostra barriera cerebrale, barriera emato-encefalica perché è così permeabile, questa è la cosa che inizierà a influenzare il paziente. Quindi in questo momento, vogliamo vedere che il glutammato, che è come le palline blu, influenzerà il dolore postsinaptico. Quindi questo è ciò che migliora la sensazione di dolore in alcuni pazienti. Quindi questo è qualcosa che vogliamo abbassare un po'. E come ho detto prima, il trattamento nutrizionale è quella combinazione con l'eliminazione di alcuni agenti dalla tua dieta o semplicemente diminuendo la quantità che stai consumando e aggiungendo del cibo antinfiammatorio e antiossidante per farlo migliorare, quindi qualcosa che può essere utile proprio qui perché, come abbiamo detto, come fai a sapere che il glutammato ti sta influenzando? Bene, la maggior parte di questo con l'abilità dell'uscita immunogenica arriva con molto dolore, irritazione e IBS. Quindi sii consapevole di quei sintomi. Poi…

 

[00:08:58] Ana Paola: Ecco dove conta.

 

[00:09:00] Dott. Alex Jimenez DC*: Ana, hai menzionato IBS; stai parlando di sindrome dell'intestino irritabile, giusto?

 

[00:09:05] Ana Paola: Sì.

 

[00:09:05] Dott. Alex Jimenez DC*: E quello che abbiamo imparato oggi quando andavo a scuola. La sindrome dell'intestino irritabile era considerata diarrea o costipazione. Ora abbiamo quella che è stata chiamata sindrome dell'intestino irritabile. C. e sindrome dell'intestino irritabile D per entrambi. Quindi ciò a cui possiamo riferirci direttamente è che è frammentato in altre aree nella sindrome dell'intestino irritabile. Oserei dire che la maggior parte dei miei pazienti con fibromialgia ha problemi intestinali, praticamente tutti lì. Quindi vai avanti e continua.

 

[00:09:34] Ana Paola: OK. Quindi parleremo di IBS e costipazione o diarrea che potrebbero derivare da quei sintomi. Ma voglio dire qualcosa in più qui sulla porzione di glutammato. Bene, hai preso la glutammina come parte del tuo trattamento o del tuo trattamento di sviluppo muscolare?

 

[00:09:58] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, usiamo la glutammina. Usiamo usiamo GABA. Ci concentriamo sull'assicurarci che i livelli siano mantenuti. E i test neurologici che eseguiamo misurano esplicitamente il livello di glutammato all'interno del flusso sanguigno e intracellulare ed extracellulare. Quindi noi, come hai detto, glutammina e glutammato, i precursori noterai che hanno cofattori che creano il GABA, sai, adrenergico o almeno i neurotrasmettitori che si stanno verificando. Quindi li misuriamo. Di nuovo, questi sono estremamente, come hai indicato, molto, molto importanti. Abbiamo bisogno che funzionino, ma è quando ne hanno troppa, quando l'eccesso è quando il carico è troppo alto, che abbiamo queste depolarizzazioni eccessive e problemi che ne derivano. Quindi sì, lo facciamo.

 

[00:10:45] Ana Paola: Sì. Quindi è esattamente dove volevo andare. Il glutammato di glutammina non è male perché aumenterà il glutammato, proprio quando è troppo. Si tradurrà precisamente in eccitotossicità che interesserebbe i pazienti. Quindi cosa possiamo fare effettivamente per diminuire questo effetto? Bene, il magnesio gioca un ruolo importante perché ha una fessura nella parte sinaptica dei recettori, che bloccherà l'ingresso di glutammato dalla loro parte, quindi è molto importante. Un'altra cosa che potresti prendere in considerazione è che è molto importante per te modulare quella scarsa risposta. Quindi questo è qualcosa che potremmo voler prendere in considerazione. Un'altra parte fondamentale di tale nutrizione è la vitamina B6, un cofattore del glutammato, che trasformerà il glutammato in Gaza, che funge da neurotrasmettitore inibitorio. Questo è esattamente quello che vuoi avere. Quindi se hai problemi e forse non sai cosa sta succedendo al tuo cervello perché come ho detto prima, ai miei tempi potrebbe essere difficile, ma potresti voler tenere conto che si tratta di nutrienti specifici che puoi aggiungere alla tua dieta magari come integratore o forse...

 

[00:12:38] Ana Paola: Molti alimenti contengono magnesio.

 

[00:12:40] Dott. Alex Jimenez DC*: Nella discussione di oggi, discuteremo del magnesio, dello zinco, dei cofattori B6 e almeno della modulazione tra gli enzimi che sono importanti, ma lo porteremo a casa. Lo porteremo anche ai cibi. Continua.

 

Che tipo di alimenti hanno proprietà antinfiammatorie?

 

[00:12:55] Ana Paola: Sì, in realtà, un'altra cosa che ci sarà utile per ridurre la tossicità saranno gli acidi grassi omega-tre. E penso che questo abbia un doppio fattore di benessere perché la cosa principale è che gli acidi grassi omega-tre possono rendere un po' più fluida la membrana delle cellule staminali, prevenendo la formazione di eccitotossicità. Ma d'altra parte, è un fattore antinfiammatorio molto potente che possiamo usare per evitare molti sintomi insoddisfacenti della fibromialgia. Quindi questo è qualcosa di fondamentale su MSG e aspartame come parte della dieta. Prima, ho parlato dell'importanza di sapere che l'aspartato e il glutammato possono entrare nella dieta da varie fonti. Quindi, mentre vogliamo usarli come GABA, li usiamo come parte delle funzioni del nostro corpo che vogliamo migliorare invece di andare tutto intorno e influenzarci. Quindi, se sei consapevole di questo stesso senso, potresti voler togliere quell'energia dalla tua dieta e potresti voler togliere i dolcificanti a base di aspartame dalla tua dieta. Quindi è un po 'facile da fare e il senso pratico. Puoi togliere l'MSG, puoi togliere alcuni dolcificanti e puoi vedere se questo tipo di dieta di eliminazione può migliorare il tuo benessere. Quindi è qualcosa che penso sia più facile da fare invece di fare tutto il giro. E solo per vedere se c'è un sintomo specifico, puoi portarlo via. Ma questa è una cosa facile da fare, come una facile via d'uscita.

 

[00:15:17] Dott. Alex Jimenez DC*: È un semplice

 

[00:15:18] Dott. Alex Jimenez DC*: cosa da fare, credo. Destra?

 

[00:15:20] Ana Paola: Sì, è come una cosa semplice da fare. Un'altra cosa è che l'eccitotossicità viene con lo stress ossidativo e lo stress ossidativo viene fornito con un'infiammazione ridotta. Quindi è qualcosa che può venire e la fibromialgia inizia a peggiorare. Quindi non vogliamo andare fino in fondo. Quindi penso che questo sia il momento in cui il medico deve essere molto consapevole dei sintomi del proprio paziente. Quindi non ti piace, dire, tipo, no, come potrebbe essere possibile? No, sei solo stressato. Prendi questa pillola o altro. Non c'è niente di grave nei problemi di questo paziente perché non sai cosa sta succedendo e lo ignori. Alla fine tornerebbe da quel paziente, che potrebbe essere depresso, e tu non vuoi averlo sulle spalle. Almeno questo è quello che sto pensando. Quindi devi approfondire i sintomi.

 

Resveratrolo e cioccolato fondente

 

[00:16:26] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, una delle cose è che il bello di oggi è che la tecnologia è tale che non è più la mia opinione. Possiamo valutare i fattori del sangue e determinare se l'individuo ha un alto livello di stato ossidativo. Quindi prima che accadesse, abbiamo fatto un normale esame del sangue e abbiamo avuto lo SMAC ventiquattro o CBC o un semplice pannello metabolico. Oggi possiamo valutare i minerali e i fattori e vedere il livello di stress ossidativo che l'individuo è metabolicamente in un momento rapido. Quindi quel problema di comprensione è davvero ciò che sta cambiando l'avvento della medicina per comprendere le specie reattive dell'ossigeno allo stato ossidativo. Molti causano stress ossidativo nel corpo. Tuttavia, quello che dobbiamo fare è trovarlo, ma dobbiamo trovare modi naturali per mitigare questo problema. Quindi ho notato che avevi una certa quantità di integratori. Ci sono resveratrolo e tè verde. Raccontaci un po' di questo.

 

[00:17:25] Ana Paola: Sì. Quindi questi sono alcuni ottimi antiossidanti che potrebbero prevenire questo tipo di specie reattive dell'ossigeno e lo stress ossidativo. Quindi vogliamo concentrarci su quel tipo di cibo che potrebbe dare un po' più di resveratrolo. Ma devi assicurarti di non dover bere molto vino per ottenere il resveratrolo...

 

[00:17:57] Ana Paola: E bevi l'intera bottiglia.

 

[00:18:01] Dott. Alex Jimenez DC*: Attesa. Ci stai dicendo che avere cinque o sei bicchieri di vino non è più necessario?

 

[00:18:07] Ana Paola: Può essere.

 

[00:18:08] Ana Paola: Sì, è proprio quello che sto dicendo.

 

[00:18:10] Ana Paola: Non devi prenderne come cinque. E in realtà, una cosa divertente da menzionare è che il cioccolato fondente, voglio dire, è cioccolato che può avere. E stiamo parlando di cioccolato fondente. La cosa sul cioccolato fondente, che deve essere l'80 percento di cioccolato fondente, non cioccolato al latte. Quindi devi assicurarti di ottenere il cioccolato giusto quando vuoi provarlo. Un'altra cosa è che l'importo è significativo. Non so se hai mai comprato a casa tua questa tavoletta di cioccolato fondente.

 

[00:18:55] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì.

 

[00:18:57] Ana Paola: Quindi c'è questa cosa perché ha molto grasso, il che è abbastanza buono perché ha antiossidanti, ma dobbiamo assicurarci che il rapporto sia buono. Quindi la giusta quantità da prendere di quel cioccolato fondente è come una troppo piccola per un giorno. Quindi questo è l'importo che ti fornirà una certa protezione. Protezione antiossidante che allevierà i potenziali effetti dei ROS e lo stress ossidativo. Quindi devi assicurarti che se vuoi prendere un bicchiere di vino, non prendere l'intera tavoletta di cioccolato fondente. Voglio dire, devi tagliare un quadratino e mangiarlo per ottenere buoni risultati, e non verranno pesati per tutta la tua vita come se dovessi migliorare.

 

[00:20:00] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa?

 

[00:20:02] Dott. Alex Jimenez DC*: Mi hai fatto pensare a qualcosa perché, come parte di molti intenditori di vino, ottengono cioccolato fondente e loro e a volte usano un bicchiere di vino rosso per esaltarne il sapore. Quindi questa è un'opportunità in cui devi avere mezzo bicchiere di vino e probabilmente un po' di cioccolato fondente. Amplificherà l'esperienza, immagino.

 

[00:20:28] Ana Paola: Se ci pensi, stiamo ancora pensando al distanziamento sociale. Ed è una buona cosa che tu possa parlare con tuo marito o con tua moglie; puoi bere un bicchiere di vino, prendere un po' di cioccolato fondente e fare la tua festa antiossidante come di notte o una buona lettura o qualcosa del genere. Quindi potrebbe migliorare le loro proprietà del resveratrolo e offrirti un buon momento per rilassarti e goderti il ​​tuo tempo come un periodo difficile della vita che stiamo lasciando, quindi non lo so, ma quelle sono le mie idee.

 

[00:21:23] Dott. Alex Jimenez DC*: Ana, hai ragione.

 

[00:21:24] Dott. Alex Jimenez DC*: Ti dirò che ho avuto più pazienza ora con le esacerbazioni dei sintomi della fibromialgia anche prima di essere a casa in questa dissociazione dall'uomo. E questa limitazione del movimento ha creato un test infiammatorio per il corpo. Quindi quello che dobbiamo fare è avere dei modi, quindi questa è un'ottima opzione. Amo questo.

 

[00:21:46] Ana Paola: Sì, quindi è in realtà come la parte molto funzionale del resveratrolo e dove puoi ottenerlo e come abbinarlo, e ora siamo intenditori di vino, ma dobbiamo sapere qualcosa che il resveratrolo può fornire molta attivazione microbiologica e prevenire esso dall'andare alla fase due dell'attivazione microbica. Quindi, invece di infiammarsi e produrre neuroinfiammazione, mitigheranno gli effetti di questi effetti pro-infiammatori della neuroinfiammazione. Quindi, grazie al resveratrolo per averci dato molte buone opzioni.

 

[00:22:36] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì.

 

Tè verde

 

[00:22:38] Dott. Alex Jimenez DC*: E hai detto anche tè verde? Hai menzionato anche i polifenoli, quindi lo stavamo facendo, e approfondiamo anche quello.

 

[00:22:45] Ana Paola: Quindi sì, prima stavi dicendo che ora possiamo misurare molti dei nostri antiossidanti e trovare il potere, e questo è molto importante. Quindi proprio ora, in questo articolo di ricerca, hanno scoperto che l'integrazione di tè verde e dei suoi potenti polifenoli può migliorare l'ectoattività in modo che sia qualcosa che puoi togliere dal tè verde e includerlo nella tua dieta. E forse proprio come una semplice bustina di tè di tè verde non sarà utile, ma puoi integrare il tè verde in modo che possa essere un po' più potente. Puoi semplicemente usarlo come, ad esempio, se vuoi fare un frullato invece di versarci dentro semplicemente acqua, puoi preparare un piccolo tè verde e tenerlo in frigorifero e aggiungerlo al tuo frullato. E in questo modo, puoi introdurre il tè verde nella tua dieta in un modo molto semplice.

 

[00:23:59] Dott. Alex Jimenez DC*: Ana, oggi abbiamo le pillole di estratto di tè verde da 500 a 600 milligrammi al giorno sono sufficienti. Quindi ci sono modi semplici per farlo se non riesci a ottenerlo. Non semplificare le tue dinamiche nei tuoi protocolli dietetici.

 

[00:24:16] Ana Paola: Sì, è importante. Ed è come un buon modo per fornire uno strato extra alla tua dieta.

 

[00:24:32] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì.

 

[00:24:36] Ana Paola: Dobbiamo parlare di alcuni dolori muscolari nel muscolo e nel metabolismo muscolare che derivano dai pazienti con fibromialgia. Perché qualcosa che puoi vedere nei pazienti è che non saranno molto attivi perché fa così male, molto è cercare di scoprire cosa stava succedendo, pensavano fosse acido lattico, ma non aveva nulla a che fare con esso. È ancora l'aspetto sensoriale e il fatto che questo tipo di patologia ha una disfunzione mitocondriale. Quindi questo è qualcosa di cui possiamo assumere molte di queste vitamine e micronutrienti di cui parlerò un po' di più tra un po' in modo da poterli applicare alla dieta.

 

[00:25:45] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi lasciami iniziare proprio qui perché una delle cose che voglio che la gente sappia è che la fibromialgia, in realtà qualsiasi essere umano, non importa chi sei. Potresti essere l'individuo più ben adattato. Qualsiasi essere umano che ha sofferto per più di tre mesi inizia ad avere sfumature depressive. Non importa se sei la persona più felice del mondo; ti influenzerà. E poiché ti colpisce, devasta la vita familiare. Devasta la tua prospettiva. Ti fa soffrire di sindrome da malattia. Non vuoi uscire. Diventi molto, relativamente più introverso nella situazione odierna perché oggi siamo abituati ad uscire, ma siamo limitati. Quindi, per di più, non vuoi fare nulla. Quindi dobbiamo capire i sintomi dei problemi per scomporli. Quindi Ana esaminerà questi componenti per assistere le persone. Ma voglio che tu sappia che non stiamo impazzendo quando abbiamo la fibromialgia. Le cose che si verificano fisiologicamente non hanno bisogno di un SSRI o forse di un analgesico o di qualche corticosteroide. Quindi parliamo dei modi in cui possiamo risolvere questo problema.

 

[00:26:54 Dott. Alex Jimenez DC*: Monossido di azoto?

 

Monossido Di Azoto

 

[00:26:55] Ana Paola: Quindi l'ossido nitrico, conosciamo una benefica malattia cardiovascolare e come possiamo dilatare il tutto. Ed è perfetto per le tue arterie, ma non è proprio adatto a pazienti affetti da fibromialgia. Sappiamo già che la fibromialgia è più comune nelle donne che negli uomini. Qualcosa che è stato portato alla luce è negativo che l'ossido nitrico possa esacerbare gli effetti del dolore in questo tipo di pazienti. Ed è come la stessa cosa di cui stiamo parlando con il glutammato. Avrai voglia di avere la giusta quantità di ossido nitrico, ma comunque vorrai stare lontano da quegli alimenti molto potenti che sono un fattore scatenante per la produzione di ossido nitrico. La maggior parte dei pazienti ha riferito di poter associare i sintomi...

 

[00:28:22] Ana Paola: con il consumo di agrumi.

 

[00:28:23] Ana Paola: Non so perché voglio dire che cipolle, arance, limoni, persino fragole possono essere molto acide in quel momento. E i pomodori possono produrre un po' più di dolore o sono associati a questo. In questa esperienza, dobbiamo menzionare che la maggior parte di essi sono come questionari soggettivi. Quindi, voglio dire, alcune persone possono provare lo stesso dolore quando introducono pomodori e agrumi nella loro dieta e un'altra persona potrebbe non sentirsi in quel modo. Quindi, vogliamo introdurre il nostro cibo in grado di regolare il contenuto di ossido nitrico all'interno del corpo. Quindi, mentre i miei agrumi di qualità, che ti ho già detto, alcune persone potrebbero dire che possono provare molto più dolore quando li introducono alla loro dieta. Scalette di rucola alle noci, spinaci e L-citrullina all'interno di un'anguria. Quindi questo era come un romanzo molto simile.

 

[00:29:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Ana, ora che me lo dici...

 

[00:29:45] Dott. Alex Jimenez DC*: Noci, cioccolato fondente, noci ricoperte di cioccolato fondente, sai, abbiamo centri e cibi integrali che hanno insieme le noci e il cioccolato fondente, il che si aggiunge a questa storia. Eccellente.

 

[00:29:59] Ana Paola: Sì. Quindi è qualcosa che potrebbe essere molto utile, come spuntino. Come pratico, questa sarà la parola di questo webinar in questo momento. Sarà pratico per noi oggi. Dobbiamo anche ricordare che l'omocisteina, che sembra far parte di qualsiasi patologia, fa anche parte della fibromialgia. Molti livelli elevati di omocisteina sono stati trovati nel liquido cerebrospinale nel cervello di molti pazienti affetti da fibromialgia, quindi questo potrebbe essere correlato alla perdita di colesterolo, al dolore. Quindi quello che vuoi fare è assumere quella vitamina B12 all'interno del tuo corpo attraverso molti alimenti. E questi sono come cibi molto semplici. E quando inizieremo a parlarne è come un po' più avanti in questo discorso proprio qui, inizieremo a vedere che ci sono molti pesci coinvolti in questo. E c'è una proteina, e c'è un approccio nutrizionale.

 

[00:31:17] Dott. Alex Jimenez DC*: L'omocisteina è un famigerato sottoprodotto cellulare che utilizziamo per misurare l'infiammazione e lo stress ossidativo generale. Abbiamo anche appreso che l'omocisteina può essere legata alla N-acetil-L-cistina, non solo per le reazioni del glutatione e degli orchi assonici che sono il principale antiossidante, che include il glutatione, ma può legarsi all'omocisteina e aiutare a eliminare dal corpo.

 

[00:31:52] Ana Paola: OK, parleremo di N-acetil-L-cistina un po' più tardi perché in realtà è...

 

[00:31:59] Ana Paola: Un punto vincolante...

 

Micronutrienti diversi

 

[00:32:03] Ana Paola: Tra così tanti micronutrienti diversi, vedrai in seguito che tutti questi diversi micronutrienti, tutti questi diversi sottoprodotti del metabolismo si uniscono nel nostro piano stabilito molto simile perché hanno potere antiossidante, hanno potere antinfiammatorio. Possono aumentare quella porzione di altre vitamine o altri micronutrienti che è come la stessa cosa che accade proprio qui con la vitamina C e l'assorbimento del magnesio. Quando c'è carenza di vitamina D, potrebbe interferire con l'assorbimento del magnesio. Allora perché abbiamo bisogno di magnesio per un po'? Ne abbiamo bisogno perché c'è parte del sistema sinaptico nel nostro cervello. Quindi, se non abbiamo abbastanza magnesio nel nostro cervello, allora entrerà molta glutammina e si verificherà quell'eccessiva tossicità. Ecco perché abbiamo bisogno di vitamina B nella nostra dieta per migliorare l'assorbimento del magnesio. Quindi un'altra cosa che ha molto a che fare con la disfunzione mitocondriale è che la sua efficienza può influenzare la produzione di ATP, che è come il nostro macchinario energetico. Sì, è il nostro macchinario energetico che possiamo giocare con l'ATP, tutte le cose che vogliamo nel nostro corpo, quindi è come la nostra moneta. Questo è quello che stavo cercando di dire. Un'altra cosa è che sappiamo che la depressione, l'ansia, i problemi con la procedura del sonno hanno molto a che fare con i pazienti con fibromialgia. Livelli così bassi di vitamina D sono stati associati a depressione e ansia. Quindi questo è qualcosa in più che ha a che fare con questo tipo di fisiologia. E un'altra cosa è che è legato alla miopatia e alla grave debolezza muscolare. Quindi questo può influenzare così tanto un paziente che può perdere la mobilità delle gambe. Quindi la vitamina D è una parte significativa di questi codici nutrizionali. E so che ho già parlato molto del magnesio, ma sembra un altro tipo, come ti ho detto prima, una parte molto delicata di questo approccio nutrizionale. Quindi la carenza di magnesio ha molto a che fare con l'infiammazione cronica di basso grado che aumenta i livelli della sostanza p, che è come un infiammatorio che promuove l'eccitotossicità e il glutammato. Perché quando la barriera ematoencefalica ha permeabilità, può fare il percorso del glutammato, e lungo arriva la sostanza p. Quindi questo è qualcosa che vogliamo guardare. Un'altra cosa è che è correlato all'aumento dei livelli di proteina C reattiva, che è un marker infiammatorio. E questo ha molto a che fare con la privazione cronica del sonno. E questo è come una parte molto focale di quella fisiologia dell'offesa. Ed è per questo che c'è una parte diretta di questa condizione che ha a che fare con la privazione del sonno. Una volta che non riesci a dormire, i livelli di ormone della crescita diminuiranno, il che influenzerà il fattore di crescita simile all'insulina. E questo è associato alla perdita della sintesi muscolare. Quindi questo è un modo in cui anche il magnesio può essere influenzato. Un'altra cosa è che una volta che il fattore di crescita simile all'insulina viene influenzato, può tradursi in insulino-resistenza. Quindi, ancora una volta, il magnesio può essere influenzato. Svolge un ruolo vitale in questa parte della fisiopatologia, e in definitiva ora che stiamo parlando di insulino-resistenza. La maggior parte delle persone che hanno la fibromialgia possono essere colpite dalla malattia cardiometabolica. Quindi questo è qualcosa che fa parte delle loro linee guida nutrizionali. Se hai un paziente con fibromialgia, vuoi concentrarti sulla sua regolazione, gli effetti metabolici di una malattia cardiometabolica persistono proprio lì nei tuoi pazienti, quindi devi prenderti cura dei marcatori metabolici, devi prenderti cura di quell'insulina resistenza. Bisogna curare la circonferenza vita e l'adiposità viscerale. Quindi anche questo è molto importante perché questi sono fattori significativi che avranno lo stesso ambiente crematorio in cui questo paziente svilupperà la malattia. Quindi devi prenderti cura dei sintomi del tuo paziente. Devi prenderti cura dei marcatori del tuo paziente. Devi stare attento con quello. E qui ho cibi ricchi di magnesio. Quindi questa è la prima volta che vedo l'avocado nella mia presentazione, il che è fantastico. Abbiamo parlato anche di spinaci. Abbiamo parlato di cioccolato fondente e mandorle, che in realtà sono un punto fermo di questo tipo di approccio nutrizionale funzionale. Fibromialgia. L'ultimo bene, non l'ultimo, perché parleremo di molti micronutrienti, ma l'ultimo è il selenio. Quindi il selenio è stato collegato alla specie chiamata tossicosi da selenio. È stato visto solo negli animali che mangiano da un terreno impoverito di selenio, quindi non è molto comune negli esseri umani, non è stato già visto negli esseri umani da molto tempo, immagino, o non segnalato. Ma una cosa che dobbiamo considerare è che il selenio è una parte importante degli antiossidanti. Questo è il tipo di risposte che potresti voler guardare quando consideri che la fibromialgia si sviluppa in un ecosistema pro-ossidativo. Quindi, questi sono come il tipo di verdure e alimenti che possono fornire selenio; un'altra cosa di cui potremmo voler parlare qui è perché NAC ne prende gran parte. È un precursore molto importante del GSH a cui si legherà, ed è come un enzima somatico fondamentale che creerà quell'antiossidante che non sarai promosso in questo tipo di condizione. Quindi sì, il GSH è di per sé il precursore del gas di glutatione perossidasi. È come una specie critica di spazzini dell'ossigeno reattivo. Quindi potresti voler dare un'occhiata alla grande perché è essenziale e qualcosa che ho scoperto che potrebbe essere una parte enorme di questo approccio nutrizionale che il glutatione è molto difficile da assumere come pillola o come integratore. Quindi potresti voler portare via, potresti voler prendere come integratore il precursore del PSA e assumere acetile, che è proprio come una parte enorme di ogni singolo integratore di protocollo ed è mirato a trattare la fibromialgia.

 

[00:33:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, come apprendiamo dalla medicina funzionale e dai loro approcci, il glutatione è il principale antiossidante del corpo. È un sistema supportato da tutti i sistemi di organi ed è necessario a tutti i sistemi di organi per tutti i sani.

 

[00:34:05] Ana Paola: È fantastico.

 

[00:35:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, sì, adoro questa parte di esso. Quindi ora abbiamo alcuni alimenti qui che possiamo affrontare che è importante. Continua.

 

Omega-tre acidi grassi

 

[00:36:17] Va bene. E so che abbiamo già parlato della funzione degli acidi grassi omega-tre e del fatto che possono promuovere o modulare l'attività dei fatti nel cervello. Ma qualcosa che vogliamo guardare sono gli alimenti che forniranno abbastanza acidi grassi omega-tre. Ho avuto la straordinaria opportunità di esaminare molte informazioni sugli acidi grassi omega-tre e sul pesce. E qualcosa che è davvero importante dire è che mentre l'integrazione può essere molto una parte enorme del trattamento della fibromialgia, o diciamo che la maggior parte degli acidi grassi omega-tre grassi che provengono dal pesce sono quelli che verranno assorbiti dal corpo. C'è questa teoria secondo cui gli acidi grassi omega-tre devono essere uniti alle proteine ​​​​per essere completamente assorbiti dall'organismo. Quindi, mentre potresti avere un integratore che ha come un grammo di acidi grassi omega-200, potresti essere in grado di assorbire solo prendendo metà di quello completamente. E se hai uno sgombro che ha tipo, non so, 230 milligrammi di acido grasso omega-XNUMX, potresti essere in grado di assorbire tutti i duecento milligrammi dal pesce reale, dal tessuto reale del pesce. Quindi questo è qualcosa che mi ha segnato per tutta la vita. Quindi, se non ti piace il pesce, ti preghiamo di integrare con acidi grassi omega-tre. Sono sicuro che puoi trovare molti buoni prodotti là fuori perché è un nutriente eccellente, una parte essenziale dell'assunzione dietetica se ti piace il pesce. Oh mio Dio, starai molto meglio. Non ho intenzione di dire come una migliore qualità, ma sarà più facile per il tuo corpo assorbire l'acido grasso omega-XNUMX proveniente direttamente dal pesce. Quindi, come ti ho detto prima, ho avuto, tipo un sacco di tempo, questo tipo di pesce diverso, e forse non ho questi nomi in inglese, ma questo era come un documento di ricerca molto speciale per me su come possiamo fornire abbastanza acidi grassi omega-XNUMX senza spendere un sacco di soldi? Quindi non è in dollari ma in pesos, però. Quindi circa tre virgola venti pesos ti permetteranno di avere cento milligrammi di acidi grassi omega-tre dallo sgombro. Quindi, negli Stati Uniti, il più importante fornitore di acidi grassi omega-XNUMX è il salmone e l'aringa, che chiamiamo arene qui in Messico. E sono tre pesos per te per ottenere XNUMX mg.

 

[00:37:07] Dott. Alex Jimenez DC*: Mi permetta di rivolgerle questa domanda.

 

[00:37:09] Dott. Alex Jimenez DC*: Sto notando il tuo grafico lì e ho notato che il tonno bianco è alto. Sì, è un buon rapporto qualità-prezzo.

 

[00:37:18] Ana Paola: Sì.

 

[00:37:19] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi quel rapporto si trova in quasi tutti i negozi in diversi formati. Quindi sì, posso vedere che la comprensione del valore impostato è importante qui.

 

[00:37:30] Ana Paola: Sì, lo trovi nei negozi proprio così. Proprio così, come il solito pesce o puoi comprarli come una lattina. Quindi, in realtà, tonno in scatola, tonno bianco, tutto può essere come una parte preziosa e pratica della tua tecnica di acquisto sul mercato e portarla alla tua fibromialgia e ai trattamenti nutrizionali. Quindi mi piace questo foglio proprio lì; era uno dei miei preferiti.

 

[00:38:07] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, sai, quando ho determinato lo stato ossidativo degli individui, consiglio vivamente i prodotti omega-1000, di solito intorno a un minimo di 3 milligrammi, ma a volte lo spingo a quattro o cinquemila milligrammi di omega 3. Ha molti effetti antinfiammatori e molti di questi riducono le neurotossicità e le citotossicità. Quindi è molto importante considerarlo nelle nostre diete. Una piccola digressione, i nostri antenati, i nostri nonni, ci danno sempre l'olio di fegato di merluzzo per quel particolare motivo omega 3. La scienza è negli omega XNUMX. Maggiore è l'EPA...

 

[00:38:51] Dott. Alex Jimenez DC*: Hanno, meglio è...

 

[00:38:52] Dott. Alex Jimenez DC*: Il DHEA. Quelli sono quelli cruciali. E a seconda della linea di prodotti, che serviamo, tuttavia, i pazienti hanno molte opzioni in termini di questo. Quindi, quando vai al negozio, assicurati di guardare alla qualità che stai ottenendo.

 

[00:39:08] Ana Paola: Sì, è così vero e, come ho detto prima, una parte vitale di quel processo di ricerca che abbiamo fatto è che non avremmo voluto che nessuno li provasse e cercheremmo di sviluppare nuove ricette come ricette di pesce per i nostri pazienti. E alla maggior parte di loro non piace il pesce perché ha un sapore divertente. Voglio dire, se non è pollo, non lo vogliono come la maggior parte delle persone. Quindi voglio dire, è come se l'integrazione fosse una parte essenziale di essa. Una parte necessaria di questi acidi grassi polinsaturi è chiamata acidi grassi essenziali perché il nostro corpo non può produrli. Quindi dobbiamo eliminarli dalla nostra dieta. E se non stai mangiando pesce, probabilmente non stai assumendo abbastanza acidi grassi polinsaturi, EPA e DHEA. Quindi prendi in considerazione quella parte delle tue preferenze dietetiche perché non ci sarà il momento in cui cercherai di curare alcuni pazienti e devi valutarlo. Devi negoziare ciò che intendi integrare e ottenere se riescono a farlo entrare come un semplice mercato o un semplice minimarket. Quindi è molto importante. Ci sono molte limitazioni per pescare.

 

[00:39:57] Dott. Alex Jimenez DC*: E poi ci porterai anche alla dieta FODMAP.

 

[00:40:01] Ana Paola: Sì, sai, mi piace quell'equilibrio che mi piace.

 

[00:40:07] Dott. Alex Jimenez DC*: Allora parlaci della dieta FODMAP.

 

Qual è la dieta FODMAP?

 

[00:40:09] Ana Paola: Bene, e questo andrà dritto e indietro al percorso della fisiologia di fibromialgia, IBS, depressione, mancanza di sonno. È come una cosa molto semplice oppure no. La cosa semplice è che i pazienti ti riferiranno come una sintomatologia una volta che saranno nel tuo studio privato o nel tuo studio privato. Tante diverse depressioni e disturbi dello spettro bipolare sono associati a abitudini alimentari disfunzionali. Voglio dire, molte cose andranno storte nella dieta di questi pazienti. E voglio dire, non sto dicendo che non sia buono. È qualcosa che accade quando sei depresso. Voglio dire, non vuoi alzarti. Forse chiamerai McDonald's e prenderai alcuni cibi pro-infiammatori, quindi ci sono molte abitudini alimentari disfunzionali in questi pazienti. E uno di questi potrebbe essere associato al fatto che stanno attraversando molto cibo con molti fattori pro-infiammatori, che possono promuovere i sintomi dell'IBS. Quindi questo ci porta al trattamento dell'IBS. E qualcosa di cui dobbiamo parlare è il fatto che hai una dieta povera di fibre, la dieta di eliminazione e la dieta FODMAP che è come un trattamento massiccio nei pazienti con IBS. Dobbiamo considerare che questa dieta è associata alla perdita di peso e può abbassare la circonferenza della vita nei tuoi pazienti. Quindi questo può aiutare se sei così gonfio nella parte addominale dello stomaco che sta colpendo il paziente. E ci sono molti questionari soggettivi sulla qualità della vita associati alla fibromialgia e su come i pazienti con fibromialgia abbiano molti problemi con i loro corpi. Quindi questa è una delle diete che può dare una svolta completa alla vita di questi pazienti migliorando effettivamente la loro qualità di vita, facendo cadere un po' di peso e migliorando le misure della circonferenza della vita. Quindi penso che questo sia qualcosa di fantastico. Qualcosa sui FODMAP è che si tratta di una dieta di eliminazione. Dobbiamo togliere molti alimenti dal questionario dietetico. Quale tipo di cibo pensi ti faccia gonfiare a tarda notte, per esempio? E la maggior parte dei pazienti va direttamente al latte o ai latticini. Possono avere molti problemi con broccoli, cavolfiori, cipolla, aglio e vari cibi piccanti, che possono essere una parte importante del problema del gonfiore. E l'unica cosa che sta cercando di fare la dieta FODMAP è che sta cercando di eliminare tutti quei sintomi disgustosi dall'IBS e dare loro una migliore qualità della vita. Quindi questa è una parte molto importante di ogni dieta di eliminazione; non vuoi portare via il cibo dai pazienti. Vuoi dare loro un cibo alternativo per farli sentire fuori che anticipano che porterai fuori fino a quando non potrai aggiungerlo di nuovo.

 

[00:44:10] Dott. Alex Jimenez DC*: Quello che facciamo in ufficio è che a volte potresti non sapere quali alimenti stanno causando quelle attività o questi problemi. E facciamo alcune valutazioni di sensibilità alimentare. La sensibilità alimentare è diversa dalle allergie alimentari. Quindi, per capire la differenza, dobbiamo guardare alla composizione molecolare di ogni tipo di alimento, ad esempio il mais. Ci sono centinaia di biomarcatori nel mais che possono causare infiammazioni. Potremmo scoprire che non ci siamo resi conto che il mais era nel ketchup stesso...

 

[00:44:45] Dott. Alex Jimenez DC*: o in...

 

[00:44:47] Dott. Alex Jimenez DC*: I sottoprodotti del mais erano nella salsa del Worcestershire. Quindi quello che dobbiamo fare è trovare quali sono le cose perché altrimenti, stiamo sparando nella mappa. Come hai indicato in precedenza, la dieta di eliminazione può risolvere il problema. In molti casi, tuttavia, se iniziamo a mangiare e non sappiamo esattamente quale componente molecolare abbia causato la sensibilità al cibo, questa è una delle cose che vogliamo fare. Allo stesso tempo, valutiamo quale tipo di dieta funziona bene con te mentre modifichiamo la tua dieta e la sistemiamo. Hai anche menzionato informazioni precedenti sulle differenze di peso corporeo e circonferenza dei fianchi. Per questo, valutiamo le misurazioni antropometriche e le misure biologiche almeno fino alle valutazioni della composizione corporea per vedere quanta acqua e infiammazione hai in quel momento.

 

[00:45:34] Ana Paola: Quindi possiamo vedere la permeabilità.

 

[00:45:35] Dott. Alex Jimenez DC*: Esattamente in questo modo, ora possiamo misurare l'attività tra l'attività inter ed extracellulare attraverso angoli di fase che ci danno un'idea della nostra salute generale, dell'infiammazione generale e della salute cellulare generale. Quindi abbiamo molti strumenti nel nostro arsenale per mitigare, gestire e capire di cosa si tratta oltre a coprirlo con alcuni degli ultimi approcci.

 

[00:46:02] Ana Paola: Sì.

 

[00:46:04] Ana Paola: Qualcosa nella dieta FODMAP è che deve prendere un periodo difficile dopo aver eliminato qualcosa dalla tua dieta. Quindi, con quell'approccio di test, senza test, può eliminare la parte impegnativa di questa dieta FODMAP e consentire al paziente di mangiare ciò di cui ha bisogno. Fornisci alcune alternative che, se lo desideri, se il paziente preferisce mangiare quel tipo di cibo, ma tu hai un'alternativa, puoi fornirgliela. E questo può migliorare il modo in cui sono. Possono attenersi alla dieta un po' di più. Quindi i test dovrebbero sempre venire prima, e il test di sensibilità alimentare sarebbe come qualcosa che alla fine andrei se dicessi che il paziente ha sintomi persistenti di IBS. Quindi questa è una cosa cruciale che, come ti ho detto prima, abbiamo parlato di carenze nutrizionali e di come a volte i modelli e le abitudini alimentari di questi pazienti non siano ottimali. Quindi la maggior parte delle volte, l'obesità è comunemente vista in questo paziente in quei pazienti con fibromialgia. Quindi questo è associato al fatto che preferiscono avere molti carboidrati caricati nella loro dieta e stare lontani dalla parte proteica di essa, e vogliono portare via le verdure. Quindi una ragione ha sostenuto che hanno livelli carenti di aminoacidi, che sono molto importanti per la sintesi, la crescita e la forza muscolare. Quindi, se non hai questi aminoacidi molto importanti nella tua dieta, influenzerà la tua funzione muscolare proprio lì. Un'altra cosa è che hanno livelli molto bassi di triptofano e di pirateria nei loro corpi. Ciò influenzerebbe le loro funzioni di trasmettitore strette perché il triptofano è un potente neurotrasmettitore. Quindi è come un aminoacido molto importante. E forse tutto questo è correlato perché è correlato alla fibromialgia. Dopotutto, è il precursore della serotonina e della melatonina. Quindi a volte quello che succede con il triptofano è che va in un'altra via metabolica con la quale non c'è mai stata una via metabolica. Può influenzare il modo in cui le persone si sentirebbero alla fine perché la serotonina è come un potenziatore dell'umore, diciamo così. E la melatonina è un consumatore di sonno. Quindi questo è il modo in cui le carenze di triptofano possono influenzare i pazienti con fibromialgia. A volte, le truppe spesso vengono trasformate in quest'altro composto quando c'è molta infiammazione. Le citochine infiammatorie sono coinvolte in questo processo come stiamo parlando dell'ecosistema. Quindi, se vogliamo mantenere questo gruppo di suoni come vogliamo, dobbiamo ridurre l'infiammazione. Naturalmente, a volte l'acido chetogenico, sai, può essere molto funzionale perché è un regolatore del problema. Quindi questo è qualcosa che vogliamo avere, ma vogliamo che il triptofano vada dall'altra parte: produce serotonina e melatonina. Ora, questo è molto importante.

 

[00:50:52] Ana Paola: Ora, anche questo è importante.

 

[00:50:57] Ana Paola: Vogliamo parlare di alimenti con una maggiore quantità di triptofano. Quindi voglio parlare un po' di più della spirulina e menzionare che il pesce è uno dei componenti principali che forniscono nutrienti alla tua dieta. Quindi pesce, è molto importante. E come hai detto prima, l'olio di merluzzo era come una di quelle cose che le nostre nonne vorrebbero avere molto e ci dà un integratore quando eravamo bambini. Quindi, sì, quindi ne hai mai sentito parlare, spirulina?

 

[00:51:39] Dott. Alex Jimenez DC*: Assolutamente. Lo usiamo in ufficio.

 

[00:51:42] Ana Paola: Sì. Bene, questo è come un supplemento molto, molto interessante. Beh, è ​​un'alga. Quindi potremmo non essere in grado di ottenerlo in questo modo perché non ho mai visto che non sia sul mercato. Tuttavia, ho visto quell'integratore di spirulina in polvere, ottimo per un frullato. Puoi usarlo per un frullato che puoi usare come puoi usarlo nel tuo frullato proteico e puoi usarlo nella tua ciotola proteica. Quindi è qualcosa di cui vogliamo parlare. Un'altra cosa è che è molto ricco di carotenoidi che sono antiossidanti molto importanti e ha molti acidi grassi omega-tre. È un'ottima fonte di magnesio, ferro, zinco e selenio. Quindi abbiamo parlato di tutti questi diversi micronutrienti che potrebbero aggiungersi ai processi antinfiammatori per ridurre l'eccitotossicità, e questo è uno dei principali ingredienti supplementari che potresti voler aggiungere alla tua dieta stando lontano dagli altri è proprio come una combinazione tra ciò di cui hai bisogno.

 

[00:53:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Come hai indicato, assumere la forma naturale è sempre più ottimale perché alcuni nutrienti vitali e sostanze fitochimiche sono lì per completare ogni minerale in modo naturale. Quindi la natura ha fatto un buon modo, un processo esemplare per metterla insieme. A volte l'assunzione di zinco, come hai indicato in precedenza da sola, non è la stessa cosa dell'assunzione di zinco all'interno della spirulina. Quindi è un metodo per essere in grado di integrare i cambiamenti dietetici.

 

[00:53:34] Ana Paola: La parte principale o l'approccio principale al trattamento della fibromialgia è dire un po' lontano dalla farmacoterapia. Così tanti pazienti sono passati attraverso molti processi mentre cercavano di fermare i loro sintomi, quindi l'alimentazione è una parte importante di questo approccio. Ma terapie alternative e complementari? È come un'altra grande parte del trattamento. Molti pazienti sono passati attraverso sessioni di agopuntura o addirittura sessioni di massaggio come nel primo anno della loro diagnosi; hanno svolto un ruolo molto importante in ciò che il trattamento può fare per te. Quindi sì, ancora una volta, ha molto a che fare con la parte soggettiva della frase per la quale i pazienti si sentono male; può aiutare molto. Quindi la maggior parte di queste erano le migliori terapie alternative che ruotavano attorno all'agopuntura, al massaggio, alla meditazione e alla consapevolezza. E hanno dimostrato di essere molto efficaci, ma possono avere uno svantaggio perché la maggior parte delle volte vengono confrontati con un effetto placebo. E tutto quel gruppo ha gli stessi risultati. Pensano che la loro qualità di vita stia migliorando. Credono di avere meno dolori muscolari. Quindi penso che qualunque cosa sia, quel percorso di guarigione che stai attraversando, se credi che ti aiuterà, lo aiuterà. Quindi a volte vuoi essere ascoltato.

 

Conclusione

 

[00:55:52] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa? Quello che faremo è prendere un intervallo ora. Quello che faremo è provare a tornare e aggiungere quattro cibi diversi nel processo. E allora? In questo momento, abbiamo un mostro, ed è praticamente un eccellente processo di insegnamento di due mesi sulla fibromialgia che abbiamo esplicitamente pianificato nei protocolli di trattamento. Quindi ti chiediamo di continuare a guardare il nostro spettacolo. Ana, hai fatto un lavoro fantastico. Stiamo imparando sempre di più ogni giorno. Porteremo il livello più avanzato di informazioni sulla fibromialgia, dal lato clinico a quello farmacocinetico, e porteremo i tipi adatti di fornitori per spiegare queste cose. L'alimentazione è una cosa importante. Lavoreremo sulla nutrizione per le prossime due settimane. Volevo darti una prefazione sul nostro approccio con questo, e Ana, voglio dirti che oggi è stato incredibile. Siamo online letteralmente da più di un'ora e vogliamo assicurarci che la nostra gente sappia che è divertente e pazzesco. Ma una delle cose è Ana; se vai avanti e smetti di condividere il tuo schermo in modo che possiamo vederti, vogliamo portare la tua squadra qui che hai una buona squadra dalla tua parte per essere in grado di presentare questi nuovi argomenti. Quindi voglio ringraziarvi per essere stati con noi sabato. Non vediamo l'ora di essere con te durante la settimana per portare il nostro allenatore della salute a capire i modi in cui possiamo valutare, in particolare il disturbo della fibromialgia nell'arena neuromuscolare dell'auto. Quindi voglio ringraziarvi tutti e voglio dirvi che apprezzo il vostro tempo e le benedizioni per voi, quindi Ana, ci vediamo dall'altra parte delle cose, ok?

 

Disclaimer

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Scelte alimentari per la fibromialgia | El Paso, Texas (2021)" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

La nutrizione è il modo in cui il corpo utilizza il cibo consumato. L'alimentazione gioca un ruolo nel dolore cronico;... Continua a leggere...

Luglio 1, 2022

La cistifellea e la funzione del sistema nervoso parasimpatico

Introduzione L'apparato digerente del corpo aiuta nel processo di digestione del cibo che l'ospite… Continua a leggere...

Luglio 1, 2022

Problemi all'orecchio: Chiropratico di connessione della colonna vertebrale

Problemi alle orecchie come ostruzioni o congestione possono causare irritazione e dolore, oltre a sintomi... Continua a leggere...

Giugno 30, 2022

Problemi di lombalgia che mascherano diversi problemi nel corpo

Introduzione Tutti nel mondo hanno affrontato un dolore che li fa sentire a disagio e... Continua a leggere...

Giugno 30, 2022

Chiropratico del dolore riflesso

Il dolore riflesso è una condizione complessa che coinvolge il riflesso di astinenza dal dolore del corpo che non riesce a... Continua a leggere...

Giugno 29, 2022

Problemi che colpiscono più del cuore

Introduzione Nel corpo, il cuore è un organo vitale che pompa il sangue a tutti... Continua a leggere...

Giugno 29, 2022