Salute e benessere: genetica e nutrizione Parte 4 di 4 | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Salute e benessere: genetica e nutrizione Parte 4 di 4

Negli articoli precedenti, Health & Wellness: Genetics and Nutrition Parte 1, Parte 2 e Parte 3, la dieta del DNA test dal DNA è stata rivista e sono state discusse le variazioni genetiche. L'alimentazione è uno degli aspetti più importanti della vita. Tutti mangiano almeno una volta al giorno e il modo in cui digeriamo, assaggiamo, scomponiamo e utilizziamo che il cibo è il punto in cui la nostra genetica entra in gioco. Una volta che riceviamo i risultati del test da un paziente, esaminiamo i fattori genetici e la predisposizione che hanno. Questo ci consente di creare un programma di medicina personalizzata basato sulla scienza. Ciò include suggerimenti dietetici e integratori. Tuttavia, ci sono tre potenziali diete che raccomandiamo di più. Mediterraneo, basso contenuto di carboidrati e basso contenuto di grassi.

Un esempio di Dieta del DNA prova da DNA Life è mostrato di seguito:

Geni

L'ultimo dei geni che devono ancora essere discussi sono le proteine ​​disaccoppianti. UCP 1, UCP 2 e UCP 3. Queste proteine ​​si trovano nell'intermembrana mitocondriale e consentono ai protoni di rientrare nella matrice mitocondriale. Disaccoppiano la connessione tra metabolismo ossidativo ed energia, rilasciando energia sotto forma di calore. Le proteine ​​di disaccoppiamento sono importanti in quanto aiutano l'omeostasi energetica. Sebbene tutte queste proteine ​​abbiano strutture simili, sono espresse ciascuna in diversi tessuti in tutto il corpo.

UCP1

La disaccoppiamento della proteina 1 si trova in gran parte nel tessuto adiposo bruno e fornisce la principale funzione della termogenesi e dell'omeostasi energetica. Inoltre, il disaccoppiamento della proteina 1 riduce le specifiche reattive dell'ossigeno presenti nei mitocondri. Ci sono stati casi in cui UCP1 è stato trovato in altri tessuti, incluso il muscolo scheletrico e le cellule della retina.

AA, il tipo selvaggio non ha alcun impatto. Heterozygote AG ha un impatto basso e l'omozigote GG ha un impatto moderato. Vediamo che l'allele G è il fattore di rischio per UCP1 e porta a una riduzione dell'espressione di mRNA. Ciò porta spesso a un BMI e un aumento di peso più elevati. Per coloro che hanno l'allele G, raccomandiamo una dieta ipocalorica, una routine di allenamento ad alta intensità o un allenamento a intervalli. Per ulteriori informazioni su UCP 1, fare riferimento a GeneCards, la base dati del gene umano.

UCP2 & UCP3

La disaccoppiamento della proteina 2 si trova in più tessuti del corpo rispetto a UCP1, mentre UCP3 si trova principalmente nella cellule muscolari scheletriche. Tuttavia, entrambe queste proteine ​​sono essenziali quando si tratta di regolare il metabolismo degli acidi grassi liberi. L'UCP è importante perché un SNP è una di queste proteine ​​disaccoppianti che è stata collegata all'obesità, alla sindrome metabolica e al diabete di tipo 2. Per UCP2, il wildtype GG e l'eterozygote GA non mostrano alcun impatto. Tuttavia, l'omozigote AA mostra un impatto positivo. In confronto, è stato dimostrato che l'allele A crea tassi più elevati di trascrizione e può essere utile per proteggere il corpo dall'obesità. Tuttavia, l'esercizio e l'alimentazione dovrebbero essere al centro di chiunque abbia l'allele G o A. Per UCP3 il CC wildtype non mostra alcun impatto. La TC eterozigote e la TT omozigote mostrano entrambe un impatto benefico. L'allele T è stato espresso con una maggiore attività trascrizionale e mostra un dispendio energetico a riposo più elevato.

Per ulteriori informazioni su UCP2, visitare GeneCards, la base dati del gene umano.

Per ulteriori informazioni su UCP3, visitare Gene Cards, la base dati del gene umano.

Linee guida dietetiche

La dieta mediterranea è una dieta composta da acidi grassi, alcuni cereali, legumi, consumo moderato di formaggi e spezie. Questa dieta è ricca di verdure e povera di carne bovina. Idealmente, il 35% delle calorie giornaliere proviene da acidi grassi monoinsaturi come olio extra vergine di oliva, avocado e noci. Sebbene questa dieta abbia cereali, sii consapevole di questi cereali e non molti. Questa dieta è ottima per ridurre la sindrome metabolica, le malattie cardiovascolari, le malattie neurodegenerative, il diabete e alcuni tumori. Inoltre, questa dieta si è dimostrata efficace per la gestione del peso corporeo e per ridurre l'infiammazione.

La dieta mediterranea con quattro benefici sostenibili è un ottimo articolo che caratterizza le molteplici dimensioni e benefici della dieta mediterranea.

La dieta a basso contenuto di carboidrati funziona monitorando l'assunzione di carboidrati durante il giorno. Fino al 45% delle calorie giornaliere dovrebbe essere carboidrati, mantenendoti circa 130-150 g di carboidrati per l'intera giornata. Abbiamo visto in studi che si è ritenuto che mantenere l'apporto di carboidrati a 150 grammi o meno fosse il "punto debole metabolico" per bruciare i grassi. Una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati sarebbe compresa tra 30 e 130 g di carboidrati al giorno. Tutto dipende da ogni individuo poiché alcuni devono scendere per entrare nello stato brucia grassi. Tutto dipende dalla resistenza all'insulina e dallo stato di insulina di un individuo. L'insulina è l'ormone che immagazzina grasso e per entrare in uno stato di chetosi, si consiglia di consumare 30 g di grasso o meno al giorno. Una dieta a basso contenuto di carboidrati ha dimostrato di ottimizzare la composizione corporea. Tuttavia, è importante ricordare che un basso contenuto di carboidrati non significa alcun carb!

L'articolo Efficacia della dieta a basso contenuto di carboidrati per la gestione del diabete mellito di tipo 2: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati è una combinazione di 9 studi con un totale di 734 pazienti che hanno mostrato una riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare.

Infine, la dieta povera di grassi. Meno del 30% delle calorie giornaliere dovrebbe provenire dai grassi. Si raccomanda che il 20% provenga da grassi monoinsaturi e il 10% da grassi insaturi. Se i nostri livelli di grasso diventano troppo bassi, questo può impedire il nostro metabolismo cellulare. È anche importante notare che gli omega fanno parte di ogni membrana cellulare in tutto il corpo umano e sono fondamentali per ridurre l'infiammazione generale. Inoltre, quando si segue una dieta povera di grassi, è necessario ingerire una proteina magra di buona qualità e consumare regolarmente le verdure. Ci vogliono più calorie per bruciare le verdure verdi che per mangiarle, quindi sono ottime da aggiungere alla dieta. Non è consigliabile mangiare cereali durante la dieta a basso contenuto di grassi perché ci sono così tante incognite che causano infiammazione.

L'articolo Basso contenuto di grassi o basso contenuto di carboidrati per perdere peso? Dipende dal metabolismo del glucosio è un articolo eccellente e fornisce cifre per la visualizzazione.

Perché la dieta del DNA?

La dieta del DNA fornisce un vasto carico di informazioni relative a geni, potenziali fattori di rischio per la salute e fornisce linee guida nutrizionali per garantire una salute ottimale. Come afferma la vita del DNA, "Il tuo DNA è unico per te, crediamo che anche la tua dieta dovrebbe essere". Non esiste una dieta adatta a tutti, e ciò che è meglio per la salute di una persona e i fattori di rischio di malattia cronica sono diversi da quelli successivi. La dieta del DNA è un ottimo test da eseguire su atleti e individui coinvolti in sport delle scuole superiori o programmi sportivi competitivi. Gli atleti spingono i loro corpi al limite e sfortunatamente possono verificarsi lesioni. Tuttavia, con i risultati dei test dietetici sul DNA, siamo in grado di vedere ciò di cui il tuo atleta ha bisogno per alimentare correttamente il proprio corpo, avere un'alimentazione ottimale per il recupero, creare livelli di energia funzionale per un più alto rendimento sportivo, alimentare la biomeccanica del proprio corpo e ridurre altri fattori di rischio lungo il modo.

La dieta del DNA è anche un'ottima opzione di test per mamme, papà, nonni e altri membri della famiglia. I membri della famiglia sono così importanti e la dieta del DNA fornirà informazioni su come mangiare correttamente per il tuo corpo in modo che tu possa essere a lungo in giro per goderti i momenti speciali della vita. La dieta del DNA ci dà la capacità di prevenire cattive condizioni di salute e varie malattie croniche. Dopo tutto, essere in salute per la tua famiglia è una delle cose che contano di più.

I test del DNA vengono utilizzati più spesso e tutti dovremmo trarre vantaggio dalla tecnologia che ci viene presentata oggi. Sapere come la tua specifica composizione genetica aumenta o diminuisce il rischio di malattie ci consente di creare un piano di medicina veramente personalizzato. La dieta del DNA può parlarci del tuo metabolismo, della conservazione dei grassi e dei carboidrati e fornire informazioni relative a un piano alimentare salutare. Ho fatto la mia dieta a base di DNA e sono felice di essere in grado di utilizzare queste informazioni per mangiare meglio non solo per me stesso ma per la mia famiglia. -Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Riferimenti:

Astrup A, Hjorth MF. Basso contenuto di grassi o basso contenuto di carboidrati per perdere peso? Dipende dal metabolismo del glucosio. EBioMedicine. 2017;22:20-21. doi:10.1016/j.ebiom.2017.07.001

Dernini S, Berry EM, Serra-Majem L, et al. Dieta Med 4.0: la dieta mediterranea con quattro benefici sostenibili. Salute pubblica Nutr. 2017;20(7):1322-1330. doi:10.1017/S1368980016003177

Meng Y, Bai H, Wang S, Li Z, Wang Q, Chen L. Efficacia della dieta a basso contenuto di carboidrati per la gestione del diabete mellito di tipo 2: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati. Pratica clinica di ricerca sul diabete. 2017;131:124-131. doi:10.1016/j.diabres.2017.07.006

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere e problemi di salute delicati e / o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Usiamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare l'assistenza per lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito di pratica clinica. * Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti sostenere i nostri post. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Comprendiamo che trattiamo questioni che richiedono ulteriori spiegazioni su come può aiutare in un particolare piano di cura o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Il dottor Alex Jimenez oppure contattaci al numero 915-850-0900 <tel: 9158500900>. Il / i fornitore / i concesso in licenza in Texas& Nuovo Messico