Infiammazione

Radice di Ashwagandha e risposta allo stress

LinkedIn

Lo stress fa parte del nostro stile di vita ed è anche un fenomeno cruciale per il nostro sviluppo, sopravvivenza e risposta "combatti o fuggi". In effetti, lo stress è stato sviluppato come meccanismo protettivo per rispondere a una situazione o ambiente potenzialmente pericoloso. Tuttavia, lo stress è un fattore costante nella nostra vita quotidiana. Può stabilire complicati problemi di salute che corrispondono alla fisiopatologia di malattie cardiache cardiovascolari, attacchi di panico, memoria e cognizione alterate, ipertensione, problemi digestivi e persino disturbi autoimmuni. Inoltre, la modulazione dello stress da parte dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene (HPA), le proteine ​​​​da shock termico (Hsp70), la proteina chinasi N-terminale c-Jun attivata dallo stress (JNK-1), il cortisolo e l'ossido nitrico (NO) possono essere controllato con l'uso di adattogeni. Infatti, adattogeni come l'Ashwagandha possono interagire con diversi percorsi molecolari per regolare l'equilibrio endocrinologico e ridurre gli effetti dannosi dello stress sul nostro benessere.

Meccanismi di risposta allo stress.

Qualsiasi forma di stimolo esterno può avviare la risposta allo stress. Tuttavia, il meccanismo fisiologico è mediato dall'asse HPA.

La risposta fisiologica allo stress inizia con gli stimoli che vengono percepiti dall'ipotalamo. Questi stimoli possono essere:

  • Stimoli traumatici.
  • Stimoli emotivi o psicogeni.
  • Ritmo diurno.
  • Sensibilità alla pressione.
  • Citochine pro-infiammatorie o infiammazione.

Una volta che l'ipotalamo riconosce questi stimolanti, la secrezione dell'ormone di rilascio della corticotropina (CRH) avvia una reazione a valle attraverso l'asse HPA. A seguito di questo primo segnale, la ghiandola pituitaria rilascia l'ormone adrenocorticotropo (ACTH) per promuovere la secrezione di glucocorticoidi surrenali come il cortisolo. Questo meccanismo è molto più complicato poiché l'acido gamma-aminobutirrico (GABA) e la serotonina sembrano avere un ruolo fondamentale nel rilascio di CRH dall'ipotalamo. Inoltre, l'interazione di un ambiente infiammatorio costituito da un'elevata concentrazione di IL-1, IL-2, IL-6 e mediatori dell'infiammazione come il TNF-a può influenzare la secrezione di CRH.

Una volta iniziata la risposta allo stress, possiamo aspettarci cambiamenti di adattamento comportamentale e fisiologico.

Adattamento comportamentale

• Cognizione alterata e livello di attenzione 

• Maggiore vigilanza

• Soglia sensoriale alterata

• Memoria e sensazione acuite

• Analgesia indotta da stress

• Soppressione del comportamento alimentare

• Soppressione del comportamento riproduttivo 

Adattamento Periferico

• Ossigeno e nutrienti diretti al SNC e ai siti del corpo stressati 

• Disintossicazione da prodotti tossici

• Tono cardiovascolare alterato

• Contenimento della risposta allo stress 

Sebbene gli effetti adattativi dello stress possano sembrare vari, sono troppo belli per essere veri poiché uno stato cronico di stress potrebbe sviluppare depressione, accelerare l'invecchiamento cognitivo, sindrome metabolica, compromissione della funzione riproduttiva, ritardo della crescita e interferenza dell'immunità cellulo-mediata. Queste complicazioni prima menzionate sono dovute a un eccesso di cortisolo circolante che altera il ruolo di più tessuti e sistemi. Pertanto, è fondamentale modulare la secrezione di cortisolo per prevenire queste condizioni associate allo stress.

Ashwagandha

La radice di Ashwagandha è un adattogeno della medicina tradizionale ayurvedica. Questa radice è un membro della famiglia delle Solanacee e ha una lunga storia di utilizzo come miglioratore di vitalità, poiché viene utilizzata per sradicare la fatica. 

Al giorno d'oggi, gli studi con Ashwagandha dimostrano che ha molteplici benefici per la salute come la riduzione dell'infiammazione, neuroprotettivo, adattogeno, miglioramento della memoria, che induce il sonno, e proprietà ansiolitiche. Inoltre, negli studi sugli animali, l'uso di Ashwagandha ha migliorato la risposta allo stress, ridotto lo stress ossidativo indotto dai radicali liberi pur essendo sicuro e ben tollerato.

Negli studi sull'uomo condotti su adulti obesi, Ashwagandha ha migliorato il benessere mentale, i comportamenti alimentari e ha ridotto lo stress mantenendo l'equilibrio endocrinologico, comprese adeguate concentrazioni di testosterone.

Recentemente uno studio condotto nell'arco di otto settimane su pazienti con ansia e stress trattati con diverse concentrazioni di radice di Ashwagandha ha riportato risultati entusiasmanti. Inoltre, questo studio ha utilizzato due diverse dosi di Ashwagandha e ha confrontato i risultati con un gruppo controllato con placebo. In questo studio, il gruppo trattato con Ashwagandha 250 mg/die ha mostrato una riduzione statisticamente significativa dei livelli di stress, migliori modelli di sonno e cortisolo sierico più basso. Tuttavia, quando questi risultati sono stati confrontati con il gruppo controllato con placebo, la riduzione dell'ansia non era significativa. Inoltre, quei soggetti che hanno ricevuto 600 mg/die di Ashwagandha hanno avuto miglioramenti sostanziali in termini di stress, ansia e un miglioramento statisticamente significativo della qualità del sonno.

Migliorare la gestione dello stress e la qualità del sonno sono meccanismi di base per migliorare il nostro benessere. In effetti, l'applicazione di aiuti alternativi per sottoregolare il meccanismo dello stress non solo ci fa sentire bene. Tuttavia, a lungo termine, riduce l'ansia, la depressione, migliora il trasporto ormonale e la sensibilità, il che si traduce in migliori meccanismi riproduttivi. Di conseguenza, tenere sotto controllo i livelli di cortisolo si traduce in una migliore salute metabolica e aumenta la densità ossea e la massa muscolare, che è anche migliorata da un sonno sano. Questi semplici miglioramenti garantiscono una buona qualità della vita, promuovono la mobilità e potenzialmente hanno effetti benefici sul mal di schiena. – Ana Paola Rodríguez Arciniega, MS

Riferimenti:

Salve, Jaysing et al. "Effetti adattogeni e ansiolitici dell'estratto di radice di Ashwagandha negli adulti sani: uno studio clinico in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo". Cureus vol. 11,12 e6466. 25 dic. 2019, doi:10.7759/cureus.6466

Johnson, EO et al. "Meccanismi di stress: una panoramica dinamica dell'omeostasi ormonale e comportamentale". Revisioni neuroscientifiche e bio-comportamentali vol. 16,2 (1992): 115-30. doi:10.1016/s0149-7634(05)80175-7

Collegamenti e risorse online aggiuntivi (disponibili 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX)

 

Appuntamenti o consultazioni online: bit.ly/Prenota-Online-Appuntamento

 

Modulo di assunzione online per lesioni fisiche / incidenti: bit.ly/Compila-la-tua-Cronologia-Online 

 

Valutazione di medicina funzionale online: bit.ly/functionmed

 

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Radice di Ashwagandha e risposta allo stress" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Rimanere attivi con la sciatica

La sciatica è una delle lesioni più comuni, con ben il 40% degli individui... Continua a leggere...

30 settembre 2022

Punto di innesco che colpisce le mani e il polso

Introduzione Gli avambracci hanno un rapporto casuale con le mani e il polso in quanto... Continua a leggere...

30 settembre 2022

Chiropratico mal di testa

Il mal di testa è una condizione comune che la maggior parte delle persone sperimenta e può differire notevolmente per quanto riguarda il tipo, la gravità, ... Continua a leggere...

29 settembre 2022

Potrebbe essere più del dolore muscolare del tricipite

Introduzione Uno dei tanti muscoli che aiutano a stabilizzare le spalle e forniscono movimento quando le braccia... Continua a leggere...

29 settembre 2022

Alimenti fermentati e salute dell'intestino: clinica di medicina funzionale

La fermentazione è un processo in cui batteri e lieviti vengono utilizzati per abbattere gli alimenti. Il… Continua a leggere...

28 settembre 2022

Punti trigger che colpiscono i muscoli brachiali

Introduzione Quando si tratta del corpo umano in movimento, le braccia possono trasportare, sollevare e muovere... Continua a leggere...

28 settembre 2022