Chiropratici in movimento: viaggiare con squadre

Condividi

Dottore in Chiropratica, il Dott. Alex Jimenez fornisce approfondimenti sulle sfide e le esigenze del viaggio con un team ad alte prestazioni e fornisce strategie pratiche per massimizzare i risultati delle prestazioni.

Ci sono molte richieste, sfide e opportunità incredibili che vengono come chiropratici in viaggio, che tu stia andando alle Olimpiadi o viaggiando con una squadra giovanile per quello che potrebbe essere il loro primo viaggio lontano da casa. Per un certo numero di anni sono stato uno dei chiropratici più viaggiati dell'istituto inglese di sport, trascorrendo 5-6 mesi all'anno sulla strada, culminando nelle Olimpiadi invernali di Sochi. Avendo viaggiato anche con il campionato locale di hockey, gli atleti nazionali U18, le squadre di rugby invitational e le nazioni supportate in occasione di eventi multi-gioco, ho sviluppato una serie di strategie e pratiche pratiche, che vorrei condividere con voi in questo articolo.

Preparazione

Pianificare prima di un tour è fondamentale, sia che tu stia viaggiando con una squadra di atleti che conosci da anni o sia il tuo primo viaggio con loro. In particolare, è utile che gli atleti completino un modulo di screening pre-tour (o ancora meglio un'introduzione faccia a faccia). Dettagli come allergie, farmaci e parenti prossimi sono di vitale importanza in quanto è spesso il chiropratico che è il primo sulla scena di un infortunio e che deve accompagnare gli atleti all'ospedale se necessario.

È anche importante avere una chiara comprensione della storia attuale e passata di medici e infortuni di ogni atleta, iniziando il contatto con i chiropratici regolari dell'atleta, se appropriato. Gli atleti e il personale dovrebbero essere aggiornati con le loro vaccinazioni (Ed - vedi il numero 162 per una discussione completa su questo argomento) e l'equipe medica dovrebbe organizzare le vaccinazioni richieste per il viaggio. Tutti gli atleti devono avere una quantità adeguata di tutti i farmaci prescritti che assumono, insieme alle relative TUE (forme di esenzione per uso terapeutico).

Se non si è in viaggio con un medico di squadra, è necessario assicurarsi che il medico di squadra o il clinico rispettato sia in grado di contattare e di essere informato del viaggio imminente. Si consiglia un contatto regolare per discutere di eventuali dubbi, e inoltre di darvi l'opportunità di discutere il ragionamento clinico lontano dall'ambiente di turismo spesso stressante e impulsivo. Questo è particolarmente utile per una "epidemia" infettiva che è spesso vista in tour; pubblicare viaggi o quando si provano nuovi cibi. Ovviamente, avere un chiaro regime di igiene delle mani prima del viaggio aiuta a minimizzarlo, ma è sempre utile avere un piano di isolamento se necessario (per atleti e personale!). Un altro must nella tua borsa da viaggio dovrebbe essere la sterilizzazione delle compresse, poiché le bottiglie d'acqua possono andare un po 'senza vedere la lavastoviglie!

L'imballaggio diventa più facile quanto più si viaggia con la stessa squadra, ma preparare i sacchi per i kit e sapere quanti ruoli di aghi per nastro e agopuntura sono necessari può essere scoraggiante. Cerca di ottenere un piano per la settimana dal pullman in modo da sapere quanti giorni di allenamento / competizione ci sono e accertare da ciascun atleta il loro utilizzo "normale", che ti darà una linea di base.

Se viaggi in posti con buoni materiali di consumo, può valere la pena di preordinare il nastro ecc. O di noleggiare letti per ridurre al minimo il bagaglio in eccesso. A seconda delle dimensioni del team, potrebbe essere anche la responsabilità del chiropratico organizzare e trasportare attrezzature per la riabilitazione, forniture per l'idratazione e nutrizione aggiuntiva. Assicurati sempre che questo sia pianificato in anticipo con il nutrizionista della squadra e il coach di forza e condizionamento.

Viaggi

Il viaggio è una grande sfida negli sport, sia che si tratti di lunghi viaggi, voli o combattimenti di jet lag. È quindi fondamentale lavorare con il resto dei funzionari del team per garantire che questo sia gestito in modo efficace al fine di ridurre al minimo l'interruzione delle prestazioni. Il jet lag è una disorganizzazione del ritmo circadiano e una mancata corrispondenza tra l'orologio biologico e l'ambiente in cui ti trovi( 1). Nella popolazione specifica dell'atleta, i sintomi includono una diminuzione dei tempi di reazione e una riduzione della presa, della schiena, della forza delle braccia e delle gambe nonché dei decrementi nei tempi di sprint.

Il jet-let viene sperimentato dopo un rapido viaggio attraverso i fusi orari e di solito persiste per un giorno per ogni fuso orario percorso. Ciò è in contrasto con l'affaticamento generale del viaggio, causato da viaggi prolungati in un unico fuso orario e che possono accumularsi in una stagione(2). Le regolazioni tendono a richiedere più tempo dopo il viaggio verso est; si ritiene che ciò sia dovuto al fatto che l'orologio biologico si adatta più facilmente all'allungamento del giorno che all'accorciamento(3). I sintomi possono includere affaticamento, interruzione del sonno, diminuzione della concentrazione e motivazione, stress gastrointestinale, diminuzione dell'appetito e mal di testa. Box 1 fornisce una serie di suggerimenti e strategie comportamentali per evitare il jet lag, mentre Box 2 mostra come l'esposizione alla luce può essere manipolata per aiutare gli atleti a superare il jet lag più rapidamente.

Durante il tour

Per ogni località del tour, è necessario preparare un file con le informazioni chiave raccolte prima o all'arrivo. Le informazioni utili da raccogliere includono:

  • Medico assegnato (compresi i dettagli di contatto)
  • Medico locale Ospedale più vicino
  • Numeri di emergenza
  • Processo di evacuazione
  • Forniture mediche disponibili a terra / pista ecc. (Inclusa la posizione)

Se possibile, fare un'evacuazione di prova in ogni nuovo luogo per familiarizzare con il personale e il personale, nonché per identificare gli ostacoli. Una volta dovevo rimuovere un giocatore dal campo dopo aver sofferto una gamba rotta; il passaggio alla barella / buggy è andato bene e c'era un'ambulanza in attesa. Tuttavia nessuno poteva localizzare la chiave del cancello tra il giocatore e l'ambulanza. Una ricognizione più approfondita avrebbe ridotto il tempo necessario per portare il giocatore all'ambulanza. Se ti trovi in ​​un circuito itinerante regolare, è sempre vantaggioso avere un buon rapporto di lavoro con il tuo staff medico. Non sai mai quando potresti aver bisogno di prendere in prestito quel ruolo di nastro o hai bisogno di un paio di mani in più in una situazione critica!

All'inizio di un tour, consiglierei di delineare i processi e le aspettative per la chiropratica e il massaggio, sia che si tratti di schede di registrazione, di fasce orarie di routine o di app di messaggistica. La terapia chiropratica viene di solito effettuata in una stanza d'albergo / area di riabilitazione separata o in una stanza da fisioterapista. Indipendentemente da ciò, questo spazio deve mantenere la privacy degli atleti e consentire conversazioni confidenziali e personali. È sempre una buona idea collaborare con i team manager e gli allenatori per garantire che il trattamento si integri con gli altri programmi del giorno. Con questi piani chiari, gli atleti possono pianificare la propria giornata (così come il fisioterapista) e si spera che evitino colpi ad-hoc alla tua porta. La terapia chiropratica dovrebbe essere programmata intorno al recupero indipendente dell'atleta, anche se spesso è compito del chiropratico supervisionarlo. Gli atleti esperti di solito hanno una routine in atto, ma l'educazione può essere necessaria per gli atleti più giovani.

La gestione del tempo

Come chiropratico, ci sono solo un numero limitato di ore in un giorno. Gli atleti devono quindi avere la priorità se si ha a che fare con una grande squadra. I sistemi di monitoraggio dovrebbero essere usati per aiutare la definizione delle priorità, essendo i questionari self-report e i test neuromuscolari strumenti utili(6). Altro monitoraggio può includere; quantità e qualità del sonno, frequenza del punteggio di sforzo percepito (RPE), punteggi del dolore, livelli di fatica, monitoraggio del carico, peso e livelli di idratazione.

Misure oggettive come test di salto verticale, range di movimento e misure di forza possono anche essere utili per monitorare la salute degli atleti mentre sono lontani. Molte squadre pianificano di mandare a casa gli atleti con lesioni a lungo termine per la riabilitazione. I protocolli return-to-performance, che utilizzano indicatori di base per aiutare le decisioni sul ritorno, sono un utile complemento in cambio di infortuni. Ciò garantisce che i processi siano trasparenti per gli atleti e il team ad alte prestazioni, ed evita le decisioni avventate sul fitness. Le giornate di gara / competizione possono essere stressanti; mantenere i processi in atto e i percorsi di comunicazione chiari può ridurre lo stress inutile. Le routine dovrebbero essere mantenute le stesse ove possibile, con l'accesso alla fisioterapia e il benessere dell'atleta che rimane la priorità. Tuttavia, i chiropratici sono spesso chiamati a fare le ultime attività come per aiutare l'atleta. Con questo in mente, i chiropratici dovrebbero rimanere flessibili per aiutare in altri ruoli critici della giornata di gara, se necessario e se disponibili. Dopo aver viaggiato con i team, i chiropratici (insieme al resto della squadra viaggiante) dovrebbero cercare feedback e riflettere sui successi e le sfide incontrate. Questo è al fine di essere più preparati e fornire.

sommario

Il viaggio è una parte eccitante ma stimolante di essere un fisioterapista nello sport. Spinge le tue capacità professionali e di comunicazione e la pianificazione logistica ad un altro livello. Per riassumere, le componenti chiave per lavorare bene all'interno di una squadra durante il viaggio sono:

  • Preparazione accurata e comunicazione chiara all'interno del team. Avere conoscenza del proprio ambiente e pianificare strategie individualizzate per minimizzare gli effetti negativi del viaggio.
  • Incorporando il monitoraggio giornaliero per identificare e ridurre al minimo il rischio di lesioni e malattie.
  • Avere processi chiari in atto pur consentendo flessibilità.

Referenze

  1. Recensione della medicina del sonno 2009. 13, 249-56
  2. Salute sportiva 2012. 4 (3), 211-216
  3. Medicina sportiva clinica 2005. 24: 367-380
  4. Medicina d'urgenza internazionale 2011. 6, 113-6
  5. Medicina sportiva ufficiale su rivista clinica 2012. 22 (3) 268-273
  6. Journal of Australian Strength and Conditioning 2012. 20 (1) 12-23

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘