Condividi

Ci sono molti diversi trattamenti per la paralisi cerebrale oggi disponibili, tuttavia ogni caso di paralisi cerebrale è unico quanto l'individuo che colpisce. Poiché la paralisi cerebrale può in definitiva influenzare il normale funzionamento del cervello, sono essenziali approcci terapeutici che migliorano la connessione tra il cervello e il corpo. Vari trattamenti funzioneranno per diversi pazienti. Un trattamento noto come terapia fisica, o fisioterapia, è classificato come un trattamento non medicinale della paralisi cerebrale con l'uso di massaggi, esercizio fisico, calore e altri mezzi esterni di trattamento.

La fisioterapia può essere utilizzata per aiutare i pazienti con paralisi cerebrale a migliorare le capacità motorie e motorie. Poiché la paralisi cerebrale è un disordine fisico e di movimento che sconvolge la capacità del cervello di controllare correttamente il movimento dei muscoli, la fisioterapia può fare miracoli nell'aiutare i pazienti con paralisi cerebrale a raggiungere la mobilità. Le tecniche di terapia fisica contro la paralisi cerebrale dipendono dal grado di limitazioni fisiche della persona e da ciò che sarà più vantaggioso per il paziente con paralisi cerebrale. La cura chiropratica, può anche includere tecniche di terapia fisica. Poiché si ritiene che al cervello manchi una stimolazione adeguata per il funzionamento attraverso la paralisi cerebrale, la cura chiropratica può offrire la propriocezione del tatto per l'assistenza della mobilità per l'aumento della stimolazione sensoriale del cervello attraverso aggiustamenti e manipolazioni spinali.

Fisioterapia per paralisi cerebrale

La paralisi cerebrale è la disabilità fisica più comune nei bambini e rappresenta anche la diagnosi più frequente nei bambini che ricevono terapia fisica. La durezza delle limitazioni nella funzione motoria grossolana tra i bambini con paralisi cerebrale varia notevolmente, in quanto alcuni possono camminare senza aiutare i dispositivi mentre alcuni devono usare le sedie a rotelle a batteria. I fisioterapisti aiutano i bambini a scoprire modi migliori di equilibrio e movimento, imparano a camminare, usano la sedia a rotelle, si alzano con l'aiuto o salgono e scendono le scale in sicurezza. I fisioterapisti impegnati in fisioterapia riducono ulteriormente la crescita dei problemi muscolo-scheletrici, prevenendo l'indebolimento, il deterioramento e la contrattura muscolare durante gli appropriati metodi di fisioterapia.

Fisioterapia di solito consiste in un paio di tipi di trattamento e aiuta un paziente con paralisi cerebrale a migliorare le loro capacità motorie. Le abilità motorie che utilizzano i grandi muscoli del corpo, come quelli delle braccia e delle gambe, sono chiamate capacità motorie. Questo tipo di terapia fisica può aiutare a migliorare l'equilibrio e il movimento di un paralisi cerebrale.

La terapia fisica per i pazienti con paralisi cerebrale consiste in attività e formazione per migliorare flessibilità, forza, mobilità e funzionalità. Un fisioterapista inoltre progetta, modifica e ordina attrezzi elastici da utilizzare nella riabilitazione. La terapia fisica può svolgersi in cliniche, ospedali, scuole e dovrebbe continuare a casa attraverso un programma di allenamento. Il trattamento fisico per i pazienti con paralisi cerebrale non sarà efficace senza un programma domestico giornaliero in corso.

Metodi di terapia fisica per la paralisi cerebrale

Un programma di terapia fisica deve includere molti esercizi che includono stretching, rafforzamento e posizionamento. Per allungare i muscoli, le braccia e le gambe devono essere trasferite in modi che producano una spinta lenta e costante sui muscoli per tenerli sciolti. A causa del maggior tono muscolare del paziente con paralisi cerebrale, tendono ad avere muscoli tesi. Pertanto, è estremamente importante eseguire stiramenti quotidiani per mantenere le braccia e le gambe agili, consentendo al bambino di continuare a muoversi e funzionare. Esercizi di rafforzamento lavorano gruppi muscolari specifici per consentire loro di incoraggiare meglio il tuo sistema e aumentare la funzione. Il posizionamento richiede che il sistema sia impostato in una posizione particolare per ottenere lunghi tratti. Alcuni luoghi aiutano a ridurre al minimo il tono indesiderato. Il posizionamento può essere raggiunto in molti modi diversi. Rinforzi, cuscini per abduzione, immobilizzatori del ginocchio, inserti per sedie a rotelle, consigli seduti e tecniche di manipolazione fanno parte delle tecniche di posizionamento utilizzate nella terapia fisica per i pazienti con paralisi cerebrale.

Nuovi metodi di terapia fisica per i pazienti con paralisi cerebrale sono entrati in acqua. La riabilitazione a base acquatica utilizza le proprietà fisiche dell'acqua per resistere o aiutare nel funzionamento degli esercizi. I pazienti con paralisi cerebrale subiscono un accorciamento muscolare nella maggior parte delle loro estremità coinvolte e diventa un lavoro difficile allungare la muscolatura interessata con uno stiramento regolare, pur avendo la necessità di gestire gli effetti che la gravità ha sulla gamba o sul braccio spastico. In epoche precedenti c'era un pregiudizio clinico nei confronti del rafforzamento delle attività per questa popolazione. Tuttavia, recenti risultati dello studio stanno rivelando che i bambini con paralisi cerebrale possono ottenere dal rafforzamento delle applicazioni e che la forza è direttamente associata alla funzione motoria. Alcuni dei vantaggi registrati sono l'ottimizzazione delle risposte neuromuscolari, il miglioramento della sincronia della contrazione dell'unità motoria e la facilitazione della massima contrazione muscolare combinata con un'ampia selezione di movimento disponibile.

Il trattamento fisico per i pazienti con paralisi cerebrale non guarisce la spasticità ma può migliorare le menomazioni e le limitazioni. Il trattamento fisico per i pazienti con paralisi cerebrale è un passo importante verso uno stile di vita indipendente. Se questi cambiamenti si verificano solo nella palestra di terapia, la disabilità rimane invariata. La terapia deve migliorare le capacità per svolgere compiti significativi nella vita di tutti i giorni. Cambiare il livello di handicap è l'obiettivo finale della terapia fisica per la paralisi cerebrale.

La terapia occupazionale è un altro elemento di fisioterapia utilizzato per i pazienti con paralisi cerebrale e viene utilizzato per aiutare nello sviluppo delle capacità motorie fini. Le abilità motorie fini si focalizzano sull'uso di muscoli più piccoli, come quelli del viso, delle dita di mani e piedi, palme e piedi. Le abilità motorie fini sono state utilizzate durante le attività quotidiane come mangiare, vestirsi, scrivere, ecc. E sono ottimizzate dalla fisioterapia professionale.

La fisioterapia comporta anche la scelta del giusto tipo di attrezzatura adattabile che potrebbe migliorare le capacità motorie del paziente paralisi cerebrale. Sedie a rotelle, camminatori, posate speciali e altre attrezzature adattive forniscono a un paziente la libertà di svolgere alcuni compiti da soli.

Ulteriori tipi di fisioterapia come il linguaggio e la logopedia potrebbero anche essere incorporati nel programma di un paziente con paralisi cerebrale. Fisioterapia sotto forma di linguaggio e logopedia che consente a un paziente con paralisi cerebrale di comunicare più facilmente con altre persone sviluppando i muscoli facciali e mascellari, migliorando messaggi vocali o di linguaggio dei segni e introducendo risorse di comunicazione come computer e altri ausili visivi.

Insight di Dr. Alex Jimenez

La paralisi cerebrale è un gruppo permanente di disturbi del movimento senza cura. Tuttavia, diverse opzioni di trattamento possono aiutare a migliorare la qualità della vita di un paziente con paralisi cerebrale. La cura chiropratica e la terapia fisica, o la fisioterapia, sono alcuni degli approcci terapeutici più comuni utilizzati per ripristinare la forza, la flessibilità e la mobilità per individui e bambini con paralisi cerebrale, senza la necessità di farmaci / farmaci e interventi chirurgici. La cura chiropratica può aiutare a migliorare molti aspetti associati alla paralisi cerebrale a causa della stimolazione del cervello attraverso il tatto, utilizzando la regolazione spinale e le manipolazioni manuali per migliorare i recettori sensoriali nei pazienti con questo disturbo del movimento. Un fisioterapista, così come un chiropratico, può generalmente raccomandare una serie di esercizi ed esercizi che possono migliorare l'ampiezza del movimento nei pazienti con paralisi cerebrale. La cura chiropratica e la terapia fisica hanno la capacità di sviluppare l'autosufficienza nei pazienti con paralisi cerebrale in cui prima era assente.

Cura chiropratica per paralisi cerebrale

Diverse altre opzioni di terapia fisica possono anche aiutare a fornire qualche forma di sollievo dai sintomi dolorosi per i pazienti con paralisi cerebrale. La cura chiropratica è diventata un approccio terapeutico alternativo e popolare che si concentra sul mantenimento e sul miglioramento della salute generale del corpo attraverso l'uso di aggiustamenti spinali e manipolazioni manuali. Poiché le diverse aree del corpo possono essere colpite in individui e bambini con paralisi cerebrale, la cura chiropratica può essere utile per aiutare quegli arti a ritrovare forza, flessibilità e mobilità. Un chiropratico specializzato in pazienti con paralisi cerebrale può anche offrire diversi esercizi di riabilitazione e terapia fisica per ottenere la parvenza di attività desiderata dal paziente con paralisi cerebrale. Poiché la cura chiropratica utilizza il tocco attraverso le regolazioni spinali e le manipolazioni manuali per migliorare la struttura e la funzione del cervello e del corpo, la stimolazione sensoriale fornita da un chiropratico può promuovere la migrazione del cervello per aiutare a cambiare i recettori del cervello.

Inoltre, la cura chiropratica può aiutare a trattare altri aspetti meno evidenti del disturbo motorio. Se usato come parte di un programma di riabilitazione e terapia fisica, la cura chiropratica può aiutare a migliorare alcuni dei sintomi più problematici associati alla paralisi cerebrale, inclusi spasmi muscolari, convulsioni e problemi alle gambe e alle braccia attraverso i protocolli di mobilità tattile. La connessione tra il corpo e il cervello è stata a lungo al centro della cura chiropratica, motivo per cui le regolazioni spinali e le manipolazioni manuali sono comunemente utilizzate per migliorare la stimolazione del cervello, della colonna vertebrale, dei nervi e delle strutture rimanenti del corpo, specialmente nel caso di pazienti con paralisi cerebrale, in cui è necessaria la corretta stimolazione del cervello per ripristinare la funzionalità e migliorare la qualità della vita. Lavorando attentamente per ripristinare l'allineamento naturale della colonna vertebrale, un medico chiropratico o chiropratico può migliorare i sintomi del mal di schiena che possono essere spesso causati dallo stress posto sulla colonna vertebrale in pazienti con paralisi cerebrale. Lo scopo della cura chiropratica e della terapia fisica è migliorare il movimento fisico e la coordinazione, la parola, la visione e lo sviluppo intellettuale per i pazienti con paralisi cerebrale.

La fisioterapia è parte integrante nella stragrande maggioranza delle vite di molti paralisi cerebrali. La fisioterapia ha la capacità di sviluppare l'autosufficienza nei pazienti con paralisi cerebrale in cui prima era assente. Un bambino con paralisi cerebrale può iniziare la fisioterapia in quasi tutte le età. Parla con il medico di tuo figlio sull'impostazione del programma di fisioterapia oggi. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

A cura di Dr. Alex Jimenez

Argomenti aggiuntivi: Sciatica

Sciatica viene indicato come una raccolta di sintomi, piuttosto che una singola lesione e / o condizione. I sintomi del dolore del nervo sciatico, o della sciatica, possono variare in frequenza e intensità, tuttavia, è più comunemente descritto come un dolore improvviso, affilato (simile a coltello) o elettrico che si irradia dalla bassa schiena ai glutei, fianchi, cosce e gambe nel piede. Altri sintomi di sciatica possono includere, formicolio o bruciore sensazioni, intorpidimento e debolezza lungo la lunghezza del nervo sciatico. La sciatica colpisce più frequentemente individui di età compresa tra 30 e 50. Può spesso svilupparsi a causa della degenerazione della colonna vertebrale a causa dell'età, tuttavia, la compressione e l'irritazione del nervo sciatico causate da un rigonfiamento o Disco erniato, tra gli altri problemi di salute spinale, può anche causare dolore al nervo sciatico.

ARGOMENTO PIÙ IMPORTANTE: Dolore alla Sciatica

ALTRI TEMI: EXTRA EXTRA: El Paso, Tx | Atleti

Post Recenti

Alcuni modi per gestire il mal di schiena cronico durante l'estate

Il mal di schiena cronico non deve rovinare la stagione estiva. L'approccio migliore è ... Leggi di più

Giugno 26, 2020

Bretelle al collo, collari cervicali: tipi di rinforzi spinali

Un individuo potrebbe aver bisogno di indossare un tutore per il collo o un collo cervicale dopo la colonna cervicale ... Leggi di più

Giugno 25, 2020

Salute e benessere: stress ossidativo

Lo stress ossidativo rappresenta uno squilibrio nel corpo. Questo squilibrio è tra le specie reattive dell'ossigeno ... Leggi di più

Giugno 24, 2020

La meningite spinale può colpire la colonna vertebrale: cosa sapere

La meningite spinale non colpisce solo il cervello. La maggior parte pensa alla meningite come a un cervello ... Leggi di più

Giugno 24, 2020