Animali domestici proteggono i bambini da allergie e obesità

3

Se stai pensando di aggiungere un cane alla famiglia, hai due buone ragioni per dire "sì", dicono i ricercatori dell'Università di Alberta. Il loro studio ha scoperto che i bambini provenienti da famiglie con animali domestici - 70 per cento erano cani - avevano livelli più elevati di due microbi che proteggevano contro le allergie e l'obesità.

C'è una cattura

"C'è sicuramente una finestra critica del tempo in cui l'immunità intestinale e microbi si sviluppano e quando le interruzioni del processo provocano cambiamenti all'immunità intestinale", ha detto epidemiologo pediatrico Anita Kozyrskyj.

La ricerca del suo team ha scoperto che l'esposizione agli animali domestici nel grembo materno o fino a tre mesi dopo la nascita aumenta la quantità di due batteri, il Ruminococcus, che è stato collegato ad un rischio ridotto di allergie infantili, e Oscillospira, che è stato collegato ad un rischio minore dell'obesità.

"L'abbondanza di questi due batteri è aumentata due volte quando c'era un animale domestico in casa", ha detto Kozyrskyj, aggiungendo che l'esposizione del cane ha dimostrato di influenzare indifferentemente il microbiolo intestinale - dal cane alla madre al neonato - durante la gravidanza, nonché durante i primi tre mesi della vita del bambino. In altre parole, anche se il cane fosse stato dato all'adozione poco prima della nascita della donna, lo scambio sano microbiologico potrebbe ancora avvenire.

Lo studio ha anche scoperto che lo scambio di immunità aumentato si è verificato anche in tre scenari di nascita noti per la riduzione dell'immunità: la sezione C contro la consegna vaginale, gli antibiotici durante la nascita e la mancanza di allattamento.

animale domestico

Inoltre, lo studio ha suggerito che gli animali domestici in casa riducono la probabilità di trasmissione del GBS vaginale (gruppo B Strep) durante la nascita, che causa la polmonite nei neonati ed è impedito dando alle madri antibiotici durante la consegna.

Kozyrskyj teorizza che un giorno potrebbe esserci un "cane in una pillola" per prevenire le allergie e l'obesità.

"Non è affatto che l'industria farmaceutica cercherà di creare un integratore di questi microbiomi, molto simile a quello fatto con i probiotici", ha detto.

Precedenti ricerche hanno anche trovato che i bambini allevati in case con animali domestici hanno meno allergie. Uno studio pubblicato in Allergia clinica e sperimentale ha scoperto che i bambini che sono stati esposti agli animali domestici prima dell'età di sei mesi hanno avuto meno condizioni di allergia come l'asma, la febbre da fieno, l'eczema e le infezioni respiratorie superiori in quanto sono cresciuti. Un altro studio ha scoperto che i bambini che vivevano in case con animali domestici avevano meno raffreddori e infezioni da orecchio durante il loro primo anno di vita rispetto ai bambini che vivono in case senza animali domestici.

Gli animali domestici sono anche buoni per la mamma e il papà. I cani sono stati trovati per abbassare il rischio di malattie cardiache, stress, depressione e dolore cronico.

I commenti sono chiusi.