Atleti

Passi per diventare un atleta con Evonne Britton | El Paso, Texas (2021)

Facebook

Introduzione

Nel podcast di oggi, il dottor Alex Jimenez si siede con l'atleta olimpica Evonne Britton e discute del suo viaggio e dei passaggi per superare gli ostacoli come atleta di pista.

 

Chi è Evonne Britton?

 

[00:00:19] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi Yvonne, una delle cose di cui vogliamo parlare oggi è presentare un atleta incredibile che ne ha passate tante nel corso degli anni e che ha fatto parte della nostra comunità. Proviene da una famiglia di atleti. Yvonne Britton è stata in grado di catturare i cuori di El Paso e si è resa cara alla nostra comunità. Quindi, come sapete, porto molti atleti e molto talento attraverso El Paso. Vogliamo sapere un po' quello che serve perché dall'altro lato dell'essere un atleta, quello che facciamo è renderlo adatto ai futuri atleti, ai futuri ragazzi che desiderano entrare nel mondo del fitness in qualsiasi arena. Quindi oggi parleremo con Evonne Britton, un'incredibile star della pista. Parlerà di dettagli e poi esamineremo un po' della sua storia. Quindi vogliamo sapere qualcosa su di lei e vorrei presentarla. Ciao, come stai?

 

[00:01:31] Evonne Britton: Salve, dottor Jimenez. Sto andando alla grande. Grazie per avermi.

 

[00:01:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene, siamo entusiasti di averti. Una delle cose che vogliamo fare oggi è portare consapevolezza di tutte le cose che fai e come le tue esperienze di vita. E una delle cose è cosa ti ha portato in quello che stai facendo e che cos'è? Raccontami un po' chi è Evonne Britton. Dimmi solo un po'.

 

[00:01:51] Evonne Britton: Un po' di me. Quindi vediamo. Così ho iniziato a praticare tutti i tipi di sport quando ero più giovane. Eravamo una famiglia accademica molto orientata allo sport, quindi praticavamo tutti gli sport dalla pallavolo al basket al softball, al calcio e poi all'atletica leggera. Non mi è piaciuto molto innamorarmi della pista fino alle scuole medie. Il mio allenatore mi ha appena gettato negli ostacoli che mio padre mi ha offerto volontario. E poi ho appena scoperto di avere questo talento. Quindi da lì mi sono dedicato solo me stesso. Da quel momento in poi, sono stato solo un ostacolo, credo. E poi il resto è storia.

 

[00:02:30] Dott. Alex Jimenez DC*: Ti fermerò lì. Raccontami un po' di quel momento in cui hai deciso o hai scoperto di avere l'idea di essere un ostacolo.

 

[00:02:40] Evonne Britton: Bene, mio ​​fratello maggiore correva su pista, quindi andavo con lui ad allenarmi mentre correva su pista come complemento del suo calcio. Ma correvo sempre gli sprint, ma non ero così eccezionale fino a quel giorno in quell'incontro in cui non avevo mai fatto ostacoli; Non avevo mai superato un ostacolo. Quindi non sapevo cosa sarebbe successo.

 

[00:03:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Talento grezzo, eh? Allora come ha fatto papà a portarti là fuori?

 

[00:03:11] Evonne Britton: Beh, non sapevo nemmeno che si fosse avvicinato a me e mi avesse detto: "Oh, Evonne, stai facendo gli ostacoli". Mi ha detto cosa li stavo facendo, e io ero tipo, cosa? Non volevo nemmeno farlo, ed ero spaventato perché, sai, puoi cadere negli ostacoli. Quelli sono come ostacoli che devi saltare. E non avevo mai fatto gli ostacoli. Quindi ero proprio come quando papà dice che lo è e poi lo fai tu. Quindi ero tipo, beh, credo che proverò gli ostacoli.

 

[00:03:33] Dott. Alex Jimenez DC*: Ho notato che parli di tuo padre e di tua madre in un modo molto affettuoso. Parlami un po' di tua madre e di tuo padre. Come è successo? Erano atleti una volta?

 

Come la sua famiglia incorpora lo sport

 

[00:03:42] Evonne Britton: Sì, sono molto di supporto. Sono come la mia spina dorsale. Sono le prime persone a cui vado per consiglio o supporto. Sono sempre stati lì per tutto, per questo, qualsiasi cosa io faccia, indipendentemente se è sport, sono le mie persone numero uno su cui so di poter contare che significano così tanto per me, ci hanno spinto , non sono sempre i più facili. Sono piuttosto severi. Ma sono felice di come mi hanno insegnato i valori perché li uso ancora oggi. E penso che sia per questo che sono andato così lontano perché ascolto quello che hanno detto e cerco di incorporare le lezioni che mi hanno detto.

 

[00:04:27] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, senza chiedere troppo. Come si chiama la mamma e il nome del papà?

 

[00:04:31] Evonne Britton: Quindi sono Darnese e Edward Britton?

 

[00:04:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Oh, vabbè. Oh, e quanti fratelli e sorelle hai?

 

[00:04:38] Evonne Britton: Quindi siamo in cinque in totale.

 

[00:04:41] Dott. Alex Jimenez DC*: E dimmi un po' perché ho dato un'occhiata al tuo sito web. Ho notato che vieni da una famiglia di atleti estremi, precoci, di grande talento. Allora parlami di loro.

 

[00:04:49] Evonne Britton: Quindi mio padre ha giocato a football all'Università del Maryland, dove ha incontrato mia madre, che era una cheerleader. Correva su pista e praticava anche tutti i tipi di sport. E quindi, naturalmente, quando hanno figli, ci occupiamo anche dello sport. Quindi mio padre è stato il nostro primo allenatore per mio fratello, che giocava a calcio. Era il mio fratello maggiore. Era una superstar. Le persone ancora oggi conoscono il suo nome, Edward Britton o Eddy Britton. Ha giocato a football per il Vermont Wood ed era una delle reclute numero uno per i college. Sì, quindi era piuttosto talentuoso.

 

[00:05:31] Dott. Alex Jimenez DC*: E gli altri?

 

[00:05:32] Evonne Britton: Sì. Anche mia sorella maggiore era una persona che ammiravo. Era come una superstar, come per la pallavolo. Prima che mi piacesse, l'ho ammirata per il basket e sono entrato nel mio. Era come la mia guardia del corpo così com'era. Era sempre tipo, mi ha sempre tenuto le spalle, mi ha sempre sostenuto, e poi era solo un'atleta eccezionale tutto intorno, molto aggressiva, tipo, molto impavida. Tipo, penso di averlo preso da lei, proprio come non avere paura e fare solo le mie cose. Poi siamo stati io e poi mio fratello minore, Elia; L'ho preso sotto la mia ala. E così quando sono diventato un lanciatore, mi piace, gli ho insegnato alcune cose. E così poi, mentre ero alla Penn State, ho raccontato al mio allenatore di mio fratello minore, che era un ostacolista, Mollywood, al liceo. E così il mio allenatore alla Penn State, suo fratello maggiore, era alla Clemson University. E quindi, dal momento che stavo raccontando al mio allenatore di mio fratello, l'allenatore della Clemson University era interessato a mio fratello minore. E quindi ho pensato, sì, lui sa delle cose perché mi piace, sai, insegnargli e cose del genere. E così è stato reclutato dal fratello del mio allenatore per andare alla Clemson University. Quindi questo è Elia. E poi abbiamo Ibrahim. È il più giovane. Era un po' permaloso. Poiché era il più giovane, immagino che ci piacciano i più giovani, in un certo senso riusciamo a farla franca di più, credo. Sì. Quindi in un certo senso lo sapeva. Ed è molto intelligente. Quindi sapeva cosa poteva fare per cavarsela in termini di sport simili. Ma era naturalmente come se avrebbe potuto superare tutti solo con le sue capacità naturali se non avesse avuto quell'etica del lavoro.

 

[00:07:18] Dott. Alex Jimenez DC*: Qual è la sua cosa preferita da fare?

 

[00:07:20] Evonne Britton: La sua cosa preferita da fare. Gli piacciono molte cose. È molto motivato. Qualsiasi cosa faccia, la può fare anche lui. Ha fatto rap per un po'. Poi è come adesso fino al settore immobiliare e come il suo tipo di mentalità da imprenditore.

 

[00:07:38] Dott. Alex Jimenez DC*: Beh, devo dirtelo, dobbiamo fare un podcast con tua madre perché una delle cose è che c'è una cosa che ho imparato nella mia educazione a non fare niente di male per le strade perché non parleranno di te . Parleranno di me, di mia nonna e di mia madre. Dev'essere fantastico avere così tanti bambini che hanno raggiunto un livello così alto di riconoscimenti. Ed è qualcosa di cui mamma e papà sono molto orgogliosi, ne sono certo. Ma dobbiamo discuterne lì perché ci sono molte persone e molti genitori vogliono sapere come navigare nella vita e nello sviluppo iniziale per avere figli, sai, maturi in modo adeguato. Ora hai menzionato Penn State, ok? Questo è uno dei posti migliori dove andare per tutti gli atleti. È in termini di dove veniamo da una famiglia di wrestling e sappiamo quanto sia difficile essere un wrestler alla Penn State. Quindi possiamo solo immaginare il livello di concorrenza che avevi prima di entrare. Raccontami un po' della tua esperienza al liceo in pista perché quanti anni avevi quando tuo padre ti ha coinvolto? E poi, a che classe eri?

 

Come l'ha trovata Track

 

[00:08:43] Evonne Britton: Ero in terza media, quindi è stato il mio ultimo anno. Avevo tipo 13 anni. Penso di averne circa 13? Sì, verso le 13.

 

[00:08:52] Dott. Alex Jimenez DC*: E al liceo, come hai affrontato il processo di formazione?

 

[00:08:58] Evonne Britton: Quindi, al liceo, anch'io volevo fare la ballerina. Quindi i miei primi due anni sono stati un po' come me a fare tutto. Mi piaceva fare basket, pallavolo. Stavo provando a ballare e poi con le mie lezioni di AP. Quindi ho un programma completo. È stato abbastanza buono perché mi piaceva il mio allenatore di pista estivo che mi avrebbe aiutato a volte. E poi, come il mio allenatore, vorrebbe anche l'allenatore del liceo di Chapin. Quindi hanno lavorato come una squadra perché hanno capito subito che come se fossi un talento da matricola, sono stato il primo a farcela per affermare. Oh. Davvero da Chapin? Sì, alla Chapin High School. Quindi c'era come un paio di anziani. C'erano forse cinque di noi al primo anno. O ero l'unico? Penso di essere stata l'unica matricola che è arrivata negli Stati Uniti.

 

[00:09:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, dopo di ciò, hai gareggiato durante il tuo nono, 10° e 11° e 12° anno. Com'è andata? Ogni anno?

 

[00:09:55] Evonne Britton: Sì. Quindi per tutti e quattro gli anni sono stato all'università. Il primo anno sono rimasto scioccato. Non sapevo nemmeno di essere a quel livello per correre con le persone anziane finché non è stato come se mi fossi reso conto per la prima volta, OK, tipo, credo di essere un po' veloce. E poi il secondo anno, ogni anno, mi sentivo un po' come migliorare un po'. Quindi il secondo anno sono migliorato un po', ed ero tipo, ok, come andare ad esercitarmi a fare tutto. Ma stavo ancora facendo altri sport. Quindi ero un po' disteso, ma allo stesso tempo era abbastanza buono perché ero solo al secondo anno.

 

[00:10:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che te lo chieda perché ogni volta che noto che lavorare con gli atleti è che ogni atleta si sviluppa al momento giusto, maturano quando c'è molto impegno nella loro educazione, molto insegnamento, molto lo chiamo preparazione mentale che si verifica in una famiglia. Ma a un certo punto, il bambino si impegna e prende il sopravvento, e in realtà lo vedi organizzarsi. E una volta che lo fanno, l'ho trovato per i ragazzi nel wrestling. Almeno è stato da qualche parte intorno al 10° e 11° anno che ho visto. Ho anche notato che i giocatori di pallavolo si disimpegnano tra il 10° e l'11° grado. Proprio come l'ho ottenuto ora, sono responsabile di questo, e sarò, sai, un atleta straordinario e quello che faccio. A che punto hai deciso e hai detto, sai una cosa? Questa è la mia cosa, e ho intenzione di andare con questo.

 

[00:11:18] Evonne Britton: Doveva essere l'undicesima elementare. Stavo per dire così del secondo anno. Ero tipo, ok, all'ultimo anno. Ho iniziato a capire che dovevo fare certe cose per, sai, essere al livello in cui volevo essere. Quindi ho iniziato a lavorare un po' più duramente perché quello era l'anno in cui non sono arrivato all'ultimo anno statale. Ero un po' distratto e pensavo di poter fare tutto come l'avevo ottenuto.

 

[00:11:42] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi sei finito alle regionali allora?

 

[00:11:45] Evonne Britton: Sì, è stato l'ultimo perché mi sono strozzato.

 

Come gestire il dramma?

 

[00:11:49] Dott. Alex Jimenez DC*: OK, lascia che te lo chieda, andiamo lì perché molte persone vogliono sapere perché succede a tutti, sia per infortunio che per i drammi della navigazione durante l'anno. Succede qualcosa quando non arrivi al livello statale. Come l'hai gestito? Com'è stato? Quello che è successo?

 

[00:12:03] Evonne Britton: Sì. Quindi in quel momento, penso di aver avuto un po' di relazione o qualcosa del genere. E poi, volevo anche far parte della squadra di ballo, ed ero come uscire con i miei amici. Ero tipo, sai, un po' più coinvolto in quello. E così poi ho avuto una conversazione con mio padre, e ricordo che mi ha appena detto che, sai, puoi divertirti ora o puoi divertirti più tardi. Allora ho capito che questo significava solo dei sacrifici. E quindi non si è registrato fino a quando non ce l'ho fatta. E ho pensato, oh, ok, vedo cosa sta dicendo, tipo, immagino di non aver lavorato così tanto o di essere stato distratto da dove ha influenzato la mia traccia.

 

[00:12:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, come genitore, ho una figlia, il suo nome è America, ed è piuttosto talentuosa e intelligente, e mi guarda e non riesce a credere a quante informazioni le passano per la testa. E poi esce e sbotta le cose. Ma in qualche modo mi sono sentita come l'idiota del villaggio intorno ai 13 o 14 anni, e lei ha 13 o 14 15, e sta per tornare ora. E penso che noi, come genitori, ci rendiamo conto che i nostri figli cambiano. Hai notato che stavi cambiando emotivamente e i tuoi valori in termini di etica del lavoro mentre passavi il liceo?

 

[00:13:18] Evonne Britton: Sì. Sì, a un certo punto mi sentivo come se avessi saputo tutto, e poi avrei potuto gestire tutto. E poi ero tipo, Oh, aspetta; potrebbero sapere alcune cose che hanno vissuto più a lungo di me, quindi fammi ascoltare. Anche se a volte era difficile, a volte era difficile da mordere. Ma dovevo piacermi, sai, fidarmi solo che quello che mi dicevano era nel mio migliore interesse.

 

[00:13:50] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, dovevi decidere i termini dei tuoi sport, come a volte fai, diciamo, l'atletica leggera e la pallavolo. Quando ti sei impegnato e hai pensato che mi sarei concentrato su questa cosa?

 

Gli sforzi compiuti da Evonne

 

[00:14:01] Evonne Britton: Quindi pensavo, mi sarei preso due, beh, un anno. Il nostro ultimo anno è stato l'anno in cui ero tutto dentro. Ma nel terzo anno ero metà dentro e metà fuori perché stavo ancora cercando di fare tutto ciò che volevo. E poi ho capito, beh, fammi fare quello in cui so di essere bravo e che mi piace, e questo mi porterà dove voglio essere. Quindi quello era il college. Il mio obiettivo era ottenere una borsa di studio, andare negli Stati Uniti e vincere. Quindi dall'andare al non andare e non renderlo come se fossi tutto dentro ogni giorno. Sapevo qual era il mio obiettivo. Quindi, dalla mia dieta a quello che stavo mangiando, mi piace, sai, allenarmi il più duramente possibile. Quindi andare dalle scarpe da ginnastica e come fare il bagno di ghiaccio e come fare i miei compiti, assicurandomi di essere al top, tutto era un po' come una fila. Le mie papere si stavano mettendo in fila e poi sono arrivate sul palco. Ricevevo chiamate dai college perché erano interessati a me dal mio secondo anno o giù di lì.

 

[00:15:03] Dott. Alex Jimenez DC*: E ricevi quelle telefonate intorno all'ultimo anno. Sì, penso che sia positivo, ma li prendi lo stesso, o parlano con i tuoi genitori da qualche parte dicendo, Ehi, sì, sai, ci sono sempre questi reclutatori. Ma lascia che te lo chieda in quel momento. Torniamo a quello perché voglio impegnarmi in quel momento perché abbiamo tanti atleti che vogliono cambiare. E lascia che ti chieda questa tua spiritualità e concentrazione mentale durante quell'ultimo anno. Raccontami un po' cosa ci è voluto. E inoltre, mi piacerebbe sapere un po' dei tuoi allenatori perché credo che quando vedi un atleta come te vincere, voglio dire, devo dirti che quando vince mio figlio, io vinco, ho vinto, l'intera città ha vinto esso. Siamo tutti tipo, sai, ehi, sai una cosa? Stiamo tutti impazzendo e ne facciamo parte. Quindi in prima linea ci sei tu, ma dietro di te c'è un murale di centinaia di allenatori, genitori, insegnanti e guida spirituale. Dimmelo un po'.

 

[00:16:00] Evonne Britton: Quindi, sì, ci vuole molto lavoro. È un lavoro di squadra. Quindi, come i miei genitori, proprio come assicurarmi che io sia nei tempi previsti e che prendo i miei integratori che mi darebbero e assicurandomi del tipo, sai, sto mangiando correttamente e loro stanno preparando i miei pasti, e poi andiamo fare pratica. E così, all'allenamento, il mio allenatore, il coach Mack, era uno dei miei allenatori. Era bravo. Era come uno dei miei allenatori preferiti.

 

[00:16:27] Dott. Alex Jimenez DC*: Era il tuo allenatore del liceo?

 

[00:16:28] Evonne Britton: Sì.

 

[00:16:30] Dott. Alex Jimenez DC*: È ancora lì, comunque?

 

[00:16:32] Evonne Britton: No. Penso che sia da qualche parte a Dallas.

 

[00:16:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Qual'è il suo primo nome?

 

[00:16:36] Evonne Britton: L'allenatore Alex e l'allenatore Dale? L'allenatore Dale ha giocato all'UTEP. Ha corso alla UTEP.

 

[00:16:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Sapresti i loro nomi e cognomi se potessi ricordare? O è solo Mack?

 

[00:16:47] Evonne Britton: Penso sia l'allenatore McGorder.

 

[00:16:49] Dott. Alex Jimenez DC*: Allenatore McGorder. E poi l'altro, coach Alex, come si chiamava?

 

[00:16:54] Evonne Britton: Lo chiamo coach Alex.

 

[00:16:57] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa? Il mio allenatore? L'ho chiamato coach Bobo. Lo chiamo ancora coach Bobo. Era il mio allenatore di wrestling ed era un bravo ragazzo. È anche un'eccellente guida spirituale. Quindi, per quanto riguarda la tua spiritualità e i tuoi allenatori, dimmi un po' di come questo ti ha connesso e ti ha aiutato a supportarti durante il processo delle dinamiche del tuo liceo?

 

Fede

 

[00:17:20] Evonne Britton: Quindi la mia fede è molto importante per me. Penso che mi aiuti a guidarmi e a tenermi in carreggiata. Quindi, quando le cose si fanno difficili, sai, hai del tempo per pregare; questo è tutto ciò che puoi fare e sii paziente e fidati del processo. Quindi tutto quello che stavo passando, stavo lavorando e facendo il meglio che potevo. Ma allo stesso tempo, speravo che Dio volesse la stessa cosa perché a volte non è quello che vuoi, ma è il momento giusto. Quindi sapevo che se avessi fatto tutto quello che potevo e poi avessi solo fede e fatto tutto quello che potevo e solo creduto, allora sarei stato a posto. E quindi praticamente tutto ciò che ho fatto è stato quello che potevo fare e poi ho pregato che tu lo sapessi, Dio si sarebbe preso cura del resto.

 

[00:18:11] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi è bellissimo in termini di famiglia e struttura di supporto che avevi intorno a te. Come ha funzionato? Perché so che mamma deve essere stata il tuo medico o il tuo medico, tu nutrizionista che ti assicuri che i tuoi pacchetti siano pronti, tutto nella borsa, e sai che devi uscire entro le 6:00 del mattino e tutto il resto. Raccontami un po' come ha giocato la mamma e la sua particolare esperienza, diciamo, in nutrizione ti influenza perché hai una laurea in nutrizione, e ci arriveremo tra un secondo. Ma come è successo? Come si sono incontrati i tuoi genitori in termini di alimentazione? E il motivo per cui lo chiedo è preciso è che voglio che i genitori capiscano che il cibo gioca uno dei ruoli critici nello sviluppo degli atleti. Quindi ci sono genitori che vogliono spingere, ma non capiscono quella componente. Quindi questo è, sai, praticamente uno dei componenti essenziali insieme alla dinamica di cui stiamo parlando. Ma parlami della nutrizione che la mamma ti ha aiutato nei dettagli durante tutta la vita.

 

[00:19:06] Evonne Britton: Quindi c'era un programma serrato che avevamo in modo che ci svegliassimo e la colazione fosse pronta. Quindi sì, prima di uscire di casa, i miei genitori l'avrebbero fatto. Non so come lo farebbero. Ora che sono un adulto, farebbero del tempo. Avrebbero fatto colazione. Quindi abbiamo mangiato bene con tutti i componenti del nutriente di cui hai bisogno per essere un campione. La chiamano la colazione dei campioni ed era come qualsiasi cosa, dalle proteine ​​ai carboidrati alle vitamine. Ci siamo sempre assicurati di cucinare. E quindi era qualcosa che forse davo per scontato perché è davvero importante avere pasti sani e quindi il tuo corpo è ringiovanito e riceve i nutrienti adeguati di cui ha bisogno per funzionare. E così noi, per la maggior parte, cucineremmo a casa. Uscivamo forse un paio di volte, ma per la maggior parte cucineremmo cibi sani e integrali. Non abbiamo mangiato come; Non so, come i conservanti, il cibo spazzatura come di tanto in tanto. Ma non era una cosa. Mia madre preparava i nostri pranzi quando eravamo tipo, sai, più giovani e cose del genere. E poi, sì, ho solo instillato cosa significava mangiare sano. E poi, anche gli integratori sono stati incorporati al liceo.

 

Mangiare sano

 

[00:20:32] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi niente Takis per te. Niente patatine calde. Cosa raccomanderesti? Cosa diresti allo studente che è un atleta? Supponiamo che un atleta abbia una borsa di Takis o Doritos?

 

[00:20:44] Evonne Britton: Non mangiarlo prima di correre o competere o fare un gioco che non è la cosa migliore, ma vorremmo che portassero come, sai, frutta come arance, anguria. Avremmo mele, come frutta secca, mix di tracce. Avremmo barrette di muesli, yogurt, banane, burro di arachidi e sandwich di gelatina e cose che puoi facilmente digerire che ti daranno energia. Le bevande sportive rimangono idratate, molta acqua, molta acqua. Non è niente di folle. Vuoi assicurarti di avere quelle cose su una base coerente.

 

[00:21:21] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, passando al liceo e ottenendo il riconoscimento, come ti sei sentito quando eri all'ultimo anno quando hai vinto lo stato? O è stato allora che hai vinto lo stato? È corretto?

 

[00:21:29] Evonne Britton: Sì, era il mio ultimo anno, e avevo battuto come record, quindi ho ancora il record che è ancora alla Chapin. Era il record della scuola negli ostacoli, quindi erano i 300 ostacoli e i 100 metri a ostacoli. E sì, no, abbiamo fatto il quattro per uno, ma non l'abbiamo ottenuto come squadra.

 

[00:21:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Quando andavo a scuola, avevo delle eccellenti star della pista come Benny Blades, Brian Blades, Michael Irving. Questi sono ragazzi che erano nella mia epoca. E tu sai cosa? È bello andare al liceo e vedere quegli striscioni e quei record perché potrai tornare indietro e, sai, ogni volta che il tempo lo permette. E se scegli di avere figli, sarai in grado di mostrare loro che le loro mamme sono lassù. È abbastanza bello, eh? Sì. Lascia che ti ponga qualche altra domanda in termini di nutrizione. Cosa ti ha fatto decidere di conseguire una laurea in nutrizione e raccontarmi un po' della tua ascesa alla Penn State? Raccontami un po' come è successo.

 

Trovare la giusta motivazione

 

[00:22:25] Evonne Britton: Quindi ho fatto molte ricerche sulla sola nutrizione. Ero solo interessato a quell'argomento perché penso che fosse perché l'ho sempre guardato e ho capito che come ciò che ho messo nel mio corpo ha influenzato, come come mi sono sentito. E ci sono stati dei momenti in cui non mi sentivo il migliore, come il mio stomaco. Mi sarebbe venuta un'indigestione, o non mi sentivo bene o, sai. Quindi era più un motivo personale che volevo capire. Ad esempio, quale cibo sto mettendo nel mio corpo che mi sta influenzando nel modo in cui mi sento? E quindi voglio solo saperne di più sulla nutrizione e su come influisce sul corpo e su come può guarire e aiutarti a esibirti e saperne di più. Ecco perché ero interessato alla nutrizione e mi piaceva la scienza. Quindi ero tipo, penso che sia quello che voglio fare.

 

[00:23:16] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che te lo chieda ora che tu. Al college, e viaggeremo un po' al college, voglio che tu mi racconti un po' del tuo programma in termini di scuola, gare e pratica. È stato difficile per te e come l'hai gestito?

 

[00:23:28] Evonne Britton: Quindi sì, stavamo uscendo dal liceo dove ero come il migliore e mi sentivo bene. E poi vai, hai così tante cose diverse con cui hai a che fare, come stare lontano dalla tua famiglia o stare da solo. Quindi ora sei come un mini adulto. Sei una specie di responsabile in questo piccolo mondo, hai queste responsabilità e andrai a lezione. Stai facendo l'aula studio. Hai come cenare in luoghi comuni dove devi mangiare. Avete riunioni come una squadra in cui parlate di cose di squadra, obiettivi di squadra, e poi vi allenate, quindi siete dolorante, e poi cercate di rimanere in salute e poi di gestire tutto. E poi devi anche vincere la competizione. Quando arriva la stagione delle competizioni, ci si aspetta che tu mantenga il tuo lavoro mentre lo fai e viaggi e poi gareggi al livello che ci aspettiamo da te perché sei qui per apprezzare e rappresentare la nostra squadra. E quindi, sì, all'inizio è stato un po' travolgente perché riuscivo a malapena a superare gli allenamenti e sarei morto. Mi sarei nascosto in un angolo, e poi l'allenatore è qui. E poi tipo, quindi sì, è stato intenso.

 

[00:24:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Com'era l'allenatore a Penn State o come erano gli allenatori a Penn State?

 

[00:24:50] Evonne Britton: Erano davvero bravi. Quindi avevo fatto la mia visita ufficiale, ed era tra i primi due. Era come Florida Gators, o era come Penn State. Quelli sono come i miei primi due.

 

[00:24:59] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene, vengo dalla Florida. Mio fratello è andato all'Università della Florida, Gainesville. Hai talento lì. C'è molto talento lì. Sì. Quindi lascia che ti chieda dei tuoi allenatori; chi ricordi che ha avuto l'impatto più significativo nella tua vita?

 

[00:25:16] Evonne Britton: Dovrebbe essere l'allenatore che mi ha reclutato il mio primo anno. Quindi era Chris Johnson. È stato l'allenatore che mi ha reclutato. Mi ha preso più velocemente. Lui, tipo, mi ha sfidato mentalmente e mi ha permesso di arrivare alle Olimpiadi Junior Campione del Mondo. E gli piacerebbe sempre parlare con mio padre e dirgli: "Tipo, sai, Evonne, sta andando bene, ma sai, voglio che ci lavori". Oppure parlerebbe sempre con mio padre se ci fosse qualcosa che lui, non so, voleva dirgli. Allora mio padre mi parlerebbe.

 

[00:25:52] Dott. Alex Jimenez DC*: Devo dirtelo subito, sai una cosa? Hai avuto un grande allenatore. Una delle cose che come genitori e io, genitore di un atleta, volevo avvicinare. Ma non c'è posto per un papà in quella zona. Ho trovato che fosse molto gratificante quando gli allenatori ti permettevano di essere vicino a tuo figlio o di essere nella conversazione. Quindi è stato fantastico. Ora mi rendo conto che sei molto legato alla tua famiglia. Ma come hai affrontato la psicologia di questo sport in termini di come ti ha influenzato e cosa dovevi fare? Quali erano i draghi che hai dovuto uccidere per passare al livello successivo?

 

Come conquistare i tuoi demoni interiori?

 

[00:26:29] Evonne Britton: Sì. Quindi la pista è come uno sport individuale e penso che qualsiasi sport sia così. Devi concentrarti su te stesso ed essere come questa piccola bolla in cui sei, immagino, come la zona, la chiamano, dove sei solo tutto te stesso e non ti importa di nessun altro. A volte vieni intimidito o non sei sicuro di te. E quelle vocine e quel dubbio influiscono sulle tue prestazioni perché puoi allenarti tutto il giorno quanto vuoi. Ma se ti metti in gioco e senti di non essere pronto, o non ti fidi di aver svolto correttamente il tuo allenamento o di essere solo preparato, allora questo può buttarti fuori proprio così.

 

[00:27:15] Dott. Alex Jimenez DC*: Evonne, come l'hai gestito? Come hai gestito quei momenti in cui dovevi dubitare di te stesso e parlare con le persone o i bambini là fuori che vogliono perseguire, e hanno alcuni demoni con cui affrontare, e quel processo di pensiero si manifesta nel momento sbagliato. Come mi consigli di gestirlo?

 

[00:27:34] Evonne Britton: Direi che succede. Succede. È naturale, ma non lasciare che quel momento controlli il tuo futuro. Quindi quello che intendo con questo è che se senti quel dubbio o che si insinua nella tua mente, va bene. A volte, ho iniziato e o sono caduto oltre l'ostacolo, e ora, ho paura di superare l'ostacolo. Ma tipo, devi sapere che puoi farcela, quindi devi andare avanti. Non pensare al passato e tipo, soffermati su quello e, sai, sii tutti tipo, fai una storia singhiozzante come se non fossi così importante. Più persone stanno facendo più cose di cui hai bisogno per renderti conto che vuoi fare. Puoi farlo; l'unico modo per riuscirci è continuare a provare perché puoi solo migliorare, quindi devi solo andare avanti.

 

[00:28:26] Dott. Alex Jimenez DC*: Chi è l'allenatore che ti ha aiutato con il pensiero mentale? Perché credo che sia una delle parti più importanti della formazione. Chi erano le persone intorno a te e cosa sarebbe successo?

 

[00:28:36] Evonne Britton: Sì, mentalmente, c'era uno psicologo sportivo che avevamo alla Penn State, e parlavamo in questo modo di come entrare nella zona o avere una routine. Come pompare te stesso, o fare un discorso di incoraggiamento, e questo era il punto. Diceva quelle cose, ma non ha iniziato a fare clic fino a più tardi, come forse il mio ultimo anno di college o dopo che mi sono laureato, ed è stato solo dopo aver letto un libro. Non lo so. Era come se questo libro che avevo letto si chiamasse "The Mental Edge", e poi anche solo parlando con la mia famiglia. E poi tipo, dicendo solo tipo, Sì, corri da un po'. E quindi ora sei al livello in cui sai cosa devi fare; devi essere in grado di eseguire ed essere in grado di farlo. Quindi ho appena capito che potevo farlo come, sai. Quindi devi sapere che puoi farlo. Sei capace.

 

[00:29:33] Dott. Alex Jimenez DC*: Evonne, qual è stato il più felice o non il più felice? Ma diciamo il momento che ricordi di più in Penn State in termini di concorrenza.

 

[00:29:41] Evonne Britton: OK, Penn State in termini di concorrenza. Perché ce n'erano pochi, quindi il primo...

 

[00:29:48] Dott. Alex Jimenez DC*: Chiunque lo farà.

 

[00:29:50] Evonne Britton: Dovrebbe essere la prima competizione internazionale a cui sono andato in Canada, dove ho vinto negli Stati Uniti sia nei 100 ostacoli che nei 300 ostacoli. Così ho fatto in entrambi gli eventi per andare alle Olimpiadi Junior a Moncton, in Canada, e quella è stata la prima competizione internazionale a cui i miei genitori sono andati con me, ed è stato divertente. È stato un buon momento.

 

[00:30:11] Dott. Alex Jimenez DC*: È stato un buon momento. Bene, ti dirò di cosa c'è così tanto di cui parlarti, dalla fisiologia allo sport stesso. E lo faremo su altri podcast. Ma voglio superare i sogni di dove stai andando con il tuo sport e dove ti vedi andare nel prossimo capitolo della tua vita?

 

Combattere gli ostacoli

 

[00:30:36] Evonne Britton: Quindi penso di avere una buona Olimpiade e poi un'altra Olimpiade perché ogni quattro anni. E di solito penso che sia così che alle persone piace allenarsi. Tuttavia, vedremo come va perché la pista è molto sul tuo corpo, in particolare gli ostacoli mentali, fisici ed emotivi. Dopotutto, devi gestire le relazioni e cose del genere. Ma mi vedo ad allenarmi per queste Olimpiadi. E il mio obiettivo è fare squadra ed essere alle Olimpiadi.

 

[00:31:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Quando sono le prossime Olimpiadi estive? Quand'è?

 

[00:31:08] Evonne Britton: Si spera che sia nel 2021 a luglio.

 

[00:31:11] Dott. Alex Jimenez DC*: Bello, a Tokio. Tutto bene. E stiamo andando là fuori. Bene, ti dirò cos'è fantastico poter parlare con te personalmente. È un onore parlare con te perché anche se non pensi che forse sei così figo; ci sono molte persone che pensano che tu sia figo. Quindi, dobbiamo tirare fuori quella storia. Parlami un po' della tua preparazione per la fase successiva.

 

[00:31:37] Evonne Britton: Quindi le Olimpiadi saranno un allenamento intenso. Abbiamo una sala pesi; abbiamo il condizionamento; abbiamo tecnica e poi come manutenzione, recupero, assicurandoci che il mio corpo sia sano. La cosa principale è assicurarsi che il mio corpo sia sano e la competizione. Quindi inizieremo a fine gennaio.

 

[00:32:01] Dott. Alex Jimenez DC*: Dove saranno i centri di formazione come il Colorado o?

 

[00:32:04] Evonne Britton: Quindi mi sto allenando in California. Quindi ci sono un paio di diversi centri di formazione. I miei allenatori, in particolare in California. Quindi mi sono allenato lì con lui e lui fa tutti i miei allenamenti e cose del genere.

 

[00:32:16] Dott. Alex Jimenez DC*: Siete pronti? Sei pronto per ricominciare l'inizio del ramp-up?

 

[00:32:20] Evonne Britton: Sì, sono pronto a farmi piacere, ricominciare a gareggiare e ad uscire, e sono eccitato.

 

[00:32:25] Dott. Alex Jimenez DC*: Hai intenzione di fare qualcosa di diverso questa volta o qualche idea?

 

Sii nel momento

 

[00:32:30] Evonne Britton: Voglio solo essere nel momento.

 

[00:32:35] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, essere nel momento, cosa significa?

 

[00:32:37] Evonne Britton: Ciò significa che, come ogni opportunità che voglio, voglio provare a fare del mio meglio e tutto ciò che posso e dare tutto ciò che ho per quest'anno perché mi sto concedendo quel tempo. Voglio vedere cosa posso fare se gli fornisco tutto e faccio tutto ciò che dovrei fare in questo momento.

 

[00:32:57] Dott. Alex Jimenez DC*: Evonne, voglio divagare un po', e so che ti osserveremo in tutta questa città. El Paso cercherà di vedere cosa fai perché è proprio il modo in cui la nostra comunità avvolge le persone riguardo agli atleti e agli infortuni del passato. Hai dovuto superare degli infortuni?

 

[00:33:17] Evonne Britton: Sì. Le lesioni sono qualcosa che puoi prevenire. Ma a volte non lo sai, quindi succede proprio così. Ci sono alcuni feriti. Ho avuto un infortunio al ginocchio, poi, più recentemente, ho avuto lievi ferite lievi qua e là. Niente di troppo importante.

 

[00:33:40] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, come un atleta a quel livello, penso che tu sia sempre sul punto di un infortunio, che tu sia Hussein Bolt o qualcosa nel più estremo di qualcosa, l'abbiamo visto soffiare un tendine del ginocchio nel mezzo di una corsa e lo sviluppo e il ritorno. Quindi, in termini di recupero, diciamo che sei infortunato, qualcuno ha un infortunio un po' problematico. Come consigli a un atleta di affrontarlo e tornare mentalmente di nuovo alle sue cose?

 

[00:34:12] Evonne Britton: Devi solo mentalmente prima; devi capire il problema e poi andare da qualcuno che può aiutarti. Vuoi assicurarti che i tuoi allenatori comunichino cosa sta succedendo con loro? Perché le persone spesso pensano di poter superare determinate cose, ma dovresti ascoltare il tuo corpo. Quindi assicurati che il tuo allenatore capisca che sei infortunato e poi ottieni prima l'aiuto di cui hai bisogno e guarisci correttamente perché non vuoi essere parzialmente guarito e poi tornare troppo presto dove non puoi dare il tuo 100, quindi dico prenditi il ​​tuo tempo e concentrati solo sulla guarigione. E poi una volta che sei lì, sai, la riabilitazione e poi la passione e tutta quella roba torneranno più tardi, ma devi solo fare un passo alla volta, ed è un processo.

 

[00:35:01] Dott. Alex Jimenez DC*: Noto che hai una laurea in nutrizione e un diploma avanzato in nutrizione. Lascia che ti chieda questo. Come fai per te stesso a tornare in termini di nutrizione e processo di recupero, così come il processo di guarigione di essere solo un concorrente a quel livello?

 

Il processo di guarigione

 

[00:35:21] Evonne Britton: Sì. Quindi, quando ti stai riprendendo, il tuo corpo ha bisogno di determinati nutrienti solo per mantenersi e poi superare e recuperare. E quindi hai qualcosa chiamato dispendio energetico giornaliero totale, che è ciò che ti riposi semplicemente seduto qui e respirando. Nemmeno camminare non include camminare. Non include l'esercizio. Non include la guarigione, solo ciò di cui hai bisogno per il tuo corpo. Quindi, quando sei infortunato, devi concentrarti solo sull'assicurarti che il tuo corpo riceva i nutrienti di cui ha bisogno. Quindi dalle vitamine, dai macronutrienti ai micronutrienti, proprio tutto.

 

[00:36:06] Dott. Alex Jimenez DC*: in termini di tipo, sai, quando guardiamo agli atleti. Una delle aree su cui lavoriamo e su cui di solito iniziamo è l'area centrale. Quindi il nucleo diventa una delle aree più ottimali per iniziare ad espandersi. Che tu sia nel tennis, nella pallavolo o nella corsa, il core gioca un ruolo importante in esso. Lascia che te lo chieda quando guardi allo sviluppo della fisiologia, o mentre corri e fai quegli esercizi, noto che hai un bellissimo sito Web e andremo avanti e ci riflettiamo. Fammi andare avanti e vedere se riesco a farlo proprio lì, e puoi vedere che hai delle dinamiche e discuti. È un bellissimo Facebook. È Go Evo Go; come è successo?

 

[00:36:46] Evonne Britton: Beh, mi chiamavano Evo al college. Quindi ero anche il più migliorato. Quindi dal mio primo anno all'ultimo anno, ho ricevuto il premio più migliorato. Quindi Evo è proprio come, si è evoluto continuamente. Solo Evonne, non lo so.

 

[00:37:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Ora noto che tu e il motivo per cui sto parlando del core mentre mi stavo dirigendo verso di esso, fai molto pilates. O si. Joseph Pilates era un vero ragazzo di base con il tuo occhio per la filosofia al centro.

 

[00:37:19] Evonne Britton: Beh, è ​​un po' come qualcosa che le persone trascurano, ma il significato fondamentale è che è il centro, quindi devi assicurarti che sia buono prima di ogni altra cosa perché se il tuo core è debole, cosa che sto imparando, ed è per questo che Mi sono concentrato su come assicurarmi di fare tutte le piccole cose come questo lavoro di base. Ed è molto tecnico. Non mi rendevo conto che è così imparando sul pilates. Ti fanno connettere con la tua mente come se stessi pensando a cosa vuoi che il tuo corpo faccia. Ed è come qualcosa che ho imparato a prendere quelle relazioni e ad usare nel mio sport solo per assicurarmi che il mio corpo sia in linea.

 

[00:38:05] Dott. Alex Jimenez DC*: Ora so di aver avuto una conversazione con te in passato. Ti piace fare yoga e pilates e diversi tipi di sport di stretching sono dinamici. Parlami un po' di questo.

 

[00:38:13] Evonne Britton: Quindi sì, ho iniziato a farlo. Tipo, forse due anni fa, quando ho avuto un'istruttrice di yoga, e lei mi ha detto, tipo, beh, i tuoi fianchi sono tesi e non mi ero reso conto che fossero super stretti. Non potrei nemmeno fare un indiano a gambe incrociate. Quindi fammi sapere, come solo quello, lavorando solo sulla mia flessibilità perché la flessibilità gioca un ruolo cruciale nella tua forza e nella tua corsa.

 

[00:38:40] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo ha cambiato le tue capacità ora che sei più saggio? Pilates e yoga ti hanno aiutato nella tua dinamica nella tua competizione sportiva? Sì, sicuramente. Inoltre, parlami un po' di questo. Cosa noti di diverso e per chi vuole imparare? Voglio dire, dimmi un po' come lo percepisci e come ti ha influenzato, sai? Sai, in un modo o due.

 

[00:39:04] Evonne Britton: L'ho incorporato nei miei riscaldamenti. E quindi è appena diventato parte della mia routine. Mi aiuta essere in grado, beh, di prevenire gli infortuni, uno come i miei infortuni maggiori. E poi anche con il mio tempo di corsa, mi ha permesso di perdere tempo.

 

[00:39:22] Dott. Alex Jimenez DC*: È importante. Sì. Sai, tutti gli sport, che si tratti di boxe, corsa o pallavolo. Tutti beneficiano di yoga, pilates e tai chi. Se questo è importante, pensa a cose come la meditazione spirituale, lo fai? Sì. Parlami un po' di questo.

 

Calma la tua mente

 

[00:39:38] Evonne Britton: Questa è anche un'altra cosa, essere in grado di calmare la mente e respirare e concentrarsi solo su ciò che sta succedendo dentro, è importante. Prego sempre, cinque volte per l'esattezza, cinque volte al giorno, ma la preghiera è essenziale. Mi sto solo assicurando che la mia mente sia chiara e che abbia la coscienza pulita. Penso che sia importante quando ti alleni perché devi solo sapere che quello che stai facendo, c'è un motivo per cui lo stai facendo. Non sto solo facendo questo; Lo sto facendo per me. Ma allo stesso tempo, voglio mostrare alle altre persone che mi piace se posso lavorare sodo e se posso farlo e credere in quello che sto facendo, allora chiunque può farlo perché se posso farlo, penso che chiunque può farlo.

 

[00:40:31] Dott. Alex Jimenez DC*: Qual è il tuo processo di pensiero? E voglio solo toccarlo perché molti di noi vogliono essere lì in quel momento in cui sei un po' come prepararti al decollo. Se riusciamo a pensare a quella frazione di secondo, a cosa stai pensando e come fai a ripulire e stanare il tuo cervello? O cosa fai? E come vi avvicinate mentre vi preparate a lanciarvi in ​​una corsa?

 

[00:40:55] Evonne Britton: Bene. Quindi durante il riscaldamento, vai come, OK, beh, devi concentrarti sulla gara. E poi diventa un po' automatico. Quindi sulla linea, tutto ciò che stai aspettando è la reazione che vuoi reagire, e vuoi andare perché proprio come secondo, non appena la pistola suona, hai tipo un secondo, puoi vincere la gara, oppure puoi perdere una gara all'inizio. Ecco quanto sono seri i 100 ostacoli o i 60 metri a ostacoli. Non hai tempo per pensare; devi solo rilassarti e poi reagisci.

 

[00:41:35] Dott. Alex Jimenez DC*: È così che entri in alto e poi fai marcia indietro; sei fuori. Sì, e te ne vai di corsa. Bene, lasciami andare da qualche altra parte in termini di futuro per te, e cosa ti vedi fare in futuro?

 

[00:41:47] Evonne Britton: Mi vedo aiutare altri atleti, sia attraverso l'alimentazione, attraverso le prestazioni, solo che cercano di essere il meglio che possono essere. Sono davvero interessato solo alla salute e solo ad aiutare l'atleta a tutto tondo. Quindi da, sai, mentalmente a fisicamente. In qualunque modo hanno bisogno di essere aiutati perché me ne sono reso conto.

 

[00:42:15] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che te lo chieda, hai molte persone, molti talenti e molti gruppi diversi di individui perché sei così forte nella tua spiritualità. Come aiuti l'atleta a legarlo alle loro vite? E come lo fai per te stesso?

 

[00:42:32] Evonne Britton: È semplicemente naturale che io sappia che non sarei andato qui dove sono senza l'aiuto di Dio perché lui controlla tutto. Quindi, davvero, sono molto grato e sono grato di essere dove sono. E quindi solo essere grato e mostrare gratitudine e svegliarmi, di solito mi sveglio e ho tipo, come si chiama? Dove ti piace ripetere le cose per cui sei grato? Un mantra? Sì, non un mantra. Ad esempio, scrivo solo cose per cui sono grato. Solo tre cose come, Sì, sono grato per la mia famiglia, o sono grato di sentirmi benissimo oggi e oggi sarà fantastico, sai, farò del mio meglio.

 

[00:43:22] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, non è bello, sai, essere in grado di riflettere perché non importa quanto sia brutta la tua giornata, puoi sempre inventare alcune cose che ti sono piaciute, giusto? Destra. E devi essere grato per, sai, apprezzamento e gratitudine. Tende a potenziarci ed è una delle cose più importanti, anche come atleta. E non te ne rendi conto così tanto quando lo stai attraversando. Ma come puoi riflettere sulla tua vita, è l'apprezzamento per le persone. Avevi la sua gratitudine al tuo Dio. Devi centrare Dio nella distanza e sparare attraverso qualunque cosa stai attraversando, ma dirigerti nella direzione di Dio. Quindi lo adoro. Allora come hai fatto perché ho notato che sei molto spirituale, connesso e bello da vedere? Come fai come hai fatto? Come l'hai collegato e come spingi i giovani con cui lavori a comprendere la loro componente spirituale?

 

[00:44:17] Evonne Britton: Questo è qualcosa che ritengo molto importante. Non spingo niente su nessuno. Li faccio sapere solo attraverso piccole tecniche che possono fare, come con le loro cose quotidiane semplicemente scrivendo ciò che vogliono e sapendo che sai, puoi guardare il negativo o guardare il positivo. E quindi guardare al lato positivo è un po' come non tanto come spingere, sai, qualsiasi cosa su qualcuno. Mostro loro solo chi sono e poi, si spera, da loro, solo vedendo guidare dall'esempio.

 

Trovare una guida attraverso i tuoi mentori

 

[00:44:51] Dott. Alex Jimenez DC*: Chi sono i tuoi mentori? Chi sono i tuoi mentori in termini di spiritualità? Come ti vedi dentro e chi sei un po', sai, queste sono persone che ti piacciono, Wow, è qui che amo andare nella direzione.

 

[00:45:08] Evonne Britton: Beh, una persona a cui ho sempre ammirato, che è un pugile molto spirituale e un atleta fenomenale, Muhammad Ali. Ho semplicemente adorato il suo atteggiamento e la sua sicurezza. Ma allo stesso tempo fu umiliato. Come se sapesse che l'unica ragione per cui era il più grande era a causa del più grande, che era Dio. Quindi era molto fiducioso in se stesso, e penso che lo fosse perché lo sapeva. Dio gli ha dato le spalle, quindi non lo so, era come un tipo strano di cose, ma è una delle persone fantastiche a cui mi piace guardare per quanto è una persona famosa. Ma mia madre, ovviamente, mio ​​padre. Sono anche molto connessi spiritualmente e si assicurano che siamo sulla buona strada.

 

[00:46:02] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi rimanere in pista. Sai cosa? Posso dirti questo che, sai, non possiamo farcela senza i nostri genitori, e quella base è l'inizio da dove veniamo. Mi è stato detto che devi sapere da dove vieni e dove stai andando nella vita e quando puoi riflettere. Puoi vedere la gente là fuori, anche se non lo fai; potrebbero non essere là fuori, ma sono là fuori a guardare, e in qualche mondo elettronico e stanno vedendo come stai, cosa ti dà la più grande gioia nella vita; nei termini di te?

 

[00:46:31] Evonne Britton: Mi piace vedere cosa posso fare. Voglio fissare un obiettivo e cercare di raggiungerlo. Penso che il viaggio sia solo superare gli ostacoli che potresti incontrare. Non si tratta della destinazione, ma si tratta solo del viaggio e di ciò che impari e di come ti rende una persona più forte. Penso che sia quello che mi piace, come fissare un obiettivo e dire, OK, questo è quello che voglio fare. Qualunque cosa sia, se voglio ottenere questa laurea o voglio questa carriera o voglio fare così tanti soldi, o voglio correre questa volta solo per avere un obiettivo chiaro e poi seguirlo e vedere se lo fai tutto quello che puoi. Se puoi, quanto puoi avvicinarti a quell'obiettivo? E penso che sfidare me stesso costantemente, mi piace sempre, e penso che sia solo l'atleta che è in me. Sono molto competitivo e voglio vincere.

 

[00:47:26] Dott. Alex Jimenez DC*: Evonne, hai menzionato il viaggio e il momento in cui stai gareggiando; cosa intendi per viaggio? Raccontami un po' del viaggio che vorresti vivere?

 

[00:47:35] Evonne Britton: Il viaggio è come scalare la collina e tu vuoi arrivare in cima. Ma il viaggio è forse solo l'inciampo che potresti avere. Ad esempio, se sai che potresti essere dolorante un giorno, o potresti aver modificato qualcosa, o non hai sempre la sensazione di voler correre, o forse hai qualcosa che sulla tua strada ti impedisce di andare all'estero o, sai, una pandemia, ma controlli ciò che è sotto il tuo controllo. Ci sono così tante incognite che non possiamo controllare, quindi cerco di far sì che mi piaccia, cosa posso fare per aiutarmi ad arrivare dove voglio essere, indipendentemente da quello che sta succedendo intorno a me. C'è sempre qualcosa.

 

[00:48:20] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che te lo chieda in termini del nuovo viaggio che hai menzionato prima e che vuoi intraprendere e ti stai preparando per le Olimpiadi. Quali sono le cose che farai? Cosa farai in termini di preparazione al viaggio?

 

[00:48:33] Evonne Britton: Mi allenerò e mi allenerò ogni giorno. Mi assicurerò solo che la mia alimentazione sia corretta e poi, sai, mi assicurerò di mangiare correttamente e di assumere quei nutrienti, assicurandomi che io e il mio allenatore fossimo sulla stessa linea di per quanto riguarda i miei obiettivi e il modo in cui pianifichiamo di raggiungerli. Basta impostare un programma in modo che sia gestibile con la gestione, sai, la scuola di specializzazione e poi anche le mie competizioni quando viaggio all'estero in modo che non mi piaccia essere sopraffatto e così posso rimanere concentrato solo come piccole cose del genere, assicurandomi che mi piaccia fare il mio stretching e, sai, il mio yoga e anche solo piccole cose del genere da solo per mantenere tutto in equilibrio.

 

[00:49:22] Dott. Alex Jimenez DC*: Te lo dirò, praticamente hai un passo fiducioso per la tua camminata e la tua energia. Trasuda fiducia. Lo fa. E so che questo sembra strano da parte mia dirlo. Ma all'istante, quando entri in una stanza e incontri qualcuno come te, c'è una presenza che ha un'aura. E questo è qualcosa che è il tuo lignaggio; è il tuo Dio che trascende attraverso di te. È la tua sicurezza. Rende molte donne particolarmente giovani molto orgogliose di essere intorno a te. Hai pensato a te stessa come leader e a come ti vedi nel futuro come leader e giovani donne, per esempio?

 

Evonne come caposquadra

 

[00:50:05] Evonne Britton: Sì, mi trovo un leader. Ero un capitano della squadra che ha portato la mia squadra della Penn State a un campionato Big Ten, ma è proprio come a livello di squadra. Mi sono sempre sentito un leader perché sono fiducioso e so di cosa sono capace. Ma allo stesso tempo, voglio apprezzare, imparare dalle altre persone e ascoltare perché mi piace sempre imparare dalle altre persone. E così, solo sapendo chi sono, so chi sono. E mi piace quella sicurezza perché nessuno può dirmi di fare qualcosa. Dopotutto, so chi sono. Non sono sicuro che abbia senso.

 

[00:50:50] Dott. Alex Jimenez DC*: Ha perfettamente senso. Quando l'hai sviluppato? Quando hai avuto quella capacità dinamica di essere un leader per una squadra di quel livello in termini di Penn State quando l'hai fatto? Cos'era, e cos'è stato durante il tuo ultimo anno da junior? Era presto? Quando è maturato?

 

[00:51:09] Evonne Britton: Quindi solo gli anziani possono essere capitani. Bene, ho imparato, quindi mi piace ascoltare e imparare. Quindi, solo dagli altri senior, voglio fare domande che mi piace sapere, tipo, come otteniamo questo campionato o come corro questa volta? O cosa devo fare? E se qualcuno come dice: Ascolta, devi farlo, o devi assicurarti di parlare con l'allenatore, o devi assicurarti che quando ti alleni, sei pronto entro la fine della pratica o , sai, qualunque cosa. Mi piace fare domande e poi ottenere risposte per essere più informato. E quindi penso che facendo domande, sono sempre curioso di sapere, e voglio sempre circondarmi di persone a quel livello. Quindi voglio sempre stare con le persone più veloci perché voglio essere così veloce.

 

[00:52:02] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, il perché è sempre importante, il perché ti fa correre. Vedi, qui mi concederò una piccola pausa. Avrei un po' di video qui, e lo riprodurremo. Vedrai qual è il perché e un po' su chi sei, e voglio presentarlo. E anche se a Facebook non piace, lo giocheremo e poi dovremo ridurlo e ci lavoreremo più tardi. OK, quindi quando lo guardi, puoi vedere un po' di storia qui.

 

[00:52:29] Evonne Britton: In questo momento, ho capito.

 

[00:52:37] Evonne Britton: Quindi la traccia è stata come una mia passione, è come se potessi svegliarti, ed è questo che mi fa impazzire? È come se mi sentissi come se mi svegliassi ogni giorno e lo sapessi. Mi chiamo Evonne Britton. Corro gli ostacoli da quando avevo 12 anni. Vado alla Penn State University, dove ho ancora il record mondiale di ostacoli di 60 metri dell'università. E ho lavorato sodo e mi sono allenato per le Olimpiadi. Lo sport è stato una parte importante della mia vita. Tutti i miei fratelli. Eravamo una grande famiglia di sportivi. Quindi mio fratello maggiore gioca a football alla Texas Tech. Anche mia sorella gioca a pallavolo.

 

[00:53:44] Evonne Britton: Anche i miei due fratelli minori praticavano tutti gli sport.

 

[00:53:45] Evonne Britton: Giocano a basket. E correvano in pista, quindi è stato naturale trovare il mio sport. Approfitto di questo periodo da quando le Olimpiadi del 2020 sono state cancellate. Quindi, in momenti come quelli, ti mostra che non puoi sempre controllare le cose nella vita. Quindi concentrati solo su ciò che puoi controllare, che ho imparato.

 

[00:54:32] Evonne Britton: La pista per me non è uno sport, ma è un po' come il modo in cui ho vissuto.

 

[00:54:33] Evonne Britton: Da quando ero più giovane, mi ha aiutato in così tante cose nella vita.

 

[00:54:48] Evonne Britton: Quindi ottenere quell'etica del lavoro e capirlo una volta.

 

[00:54:52] Evonne Britton: Devi metterti al lavoro, qualunque esso sia. E quando ti metti al lavoro, le cose si risolveranno.

 

[00:54:59] Evonne Britton: Fino.

 

[00:55:01] Evonne Britton: Se hai alti e bassi, puoi sempre superare quegli ostacoli. Rimani concentrato e scopri cosa stai cercando. E sento che questo è ciò che mi ha spinto a essere migliore di quello che ero. Penso che quella pista abbia influenzato la mia vita per essere migliore. Qualunque siano gli obiettivi che ho, ecco perché amo la pista.

 

[00:55:57] Dott. Alex Jimenez DC*: Wow, è stato fantastico. Sai quello che so che mi ha dato del tempo per porre una serie specifica di domande e una mi piacerebbe sapere un po' cosa ne pensi e quando è importante per te. OK, dimmi alcuni dei tuoi pensieri su quali cose vuoi esaminare perché è stata un'ottima comprensione del perché? Per favore, dimmi su cosa puoi approfondire.

 

[00:56:19] Evonne Britton: OK, così bene, più o meno il video riassumeva tutto quando parlavamo del viaggio e di come a volte potresti incontrare degli ostacoli. Volevo andare un po' più in dettaglio su cosa intendevo con questo. Quindi un esempio sarebbe stato come quando mi sono infortunato al ginocchio sinistro, ho subito un intervento chirurgico ed ero fuori. Non ho potuto camminare per tipo sei mesi. E così durante quel periodo, quello è stato il viaggio che sono stato superato in quel momento, stavo affrontando un infortunio e non sapevo se sarei stato in grado di camminare di nuovo, per non parlare di correre di nuovo. E così durante quel periodo, ho dovuto farlo quando è venuta mia madre, e mi ha supportato per un paio di settimane. Quindi è stato bello avere quel supporto e poi i miei compagni di squadra che mi hanno circondato. Oltre a essere come le mie scarpe da ginnastica e avere solo un sistema di supporto, sono fuori, ma anche dentro la mia fede, era lì che era come pregare tutto il tempo, e stavo digiunando, e ne avevo il controllo. E così le cose si faranno difficili. La strada non è facile. Ci saranno alti e bassi. A volte più bassi, può sembrare, che alti. Ma in quei momenti, devi circondarti di persone positive e devi avere fede. Quindi è un po' quello su cui volevo approfondire.

 

Conclusione

 

[00:57:59] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene, ti dirò una cosa, è fantastico perché penso che in un certo senso non l'abbiamo ignorato, ma è importante capire quei momenti e capire che le persone di cui ti circondi perché siamo la somma totale delle persone intorno a noi e gli spiriti intorno a noi. Devo dirtelo, è stata una bellissima dinamica qui, e letteralmente, possiamo parlare per anni, e voglio riaverti tutte le volte che vuoi. E vogliamo anche ottenere il punto di vista della mamma, perché credo che la comprensione da parte dei genitori del tuo sviluppo sia fondamentale dal punto di vista dei genitori. Dopotutto, cerchiamo di cambiare le persone che serviamo. In definitiva, qualunque cosa facciamo, che tu sia un dentista, un insegnante o un predicatore, avvantaggia l'umanità se ti interessa qualcosa. Quindi credo che nel mio aiuto, nel mio desiderio di presentare le persone, voglio vedere come possiamo cambiare la vita delle persone in meglio e far loro sapere che non sono sole e come possono migliorare le loro vite. Ma voglio anche essere in grado di presentare agli individui ciò che ha una visione profonda degli abissi profondi della mente e anche lo sviluppo di un individuo mentre progredisce. Quindi amo il fatto che tu sia molto spirituale. Sembra essere il filo trascendente che corre tra te, il futuro e il passato. Quindi è una cosa interessante. Voglio che anche le persone trovino te. Quindi vorrei presentare qui i siti Web che abbiamo su Go Evo Go.com. Meraviglioso. Ora è fantastico. Sei saltato abbastanza in alto lì. E hai questi bellissimi siti, quindi vogliamo guardarti mentre sei in movimento Evo go. Ti abbiamo preso su Facebook. Vai Evo, vai. E ragazzo, posso vedere che ci sono molte dinamiche su unghie e tecniche. E penso che tu faccia un po', un po' di storia e devi andare. Mi sono visto lì dentro e credo di essere stato filmato mentre lavoravo alle tue articolazioni. E poi abbiamo anche...

 

[01:00:00] Dott. Alex Jimenez DC*: Sei qui in questa particolare area qui per Facebook, quindi è praticamente un andare Evo go, ed è una parte importante poterti cercare e farti sapere che siamo molto orgogliosi di te. Siamo molto orgogliosi di te. E so che a volte è difficile accettarlo. Ma immagino che lo faremo. E l'ho sempre detto quando ho compiuto 50 anni. Capisco di averne 50, quindi non sono grasso. Ma l'idea è pensare a dove sarai un giorno a riflettere sulla tua vita e su quante persone hai avuto un impatto, e come la tua comunità si è unita a te. Quindi non vedo l'ora di sentire da te e tutte le dinamiche. C'è qualcos'altro che vuoi lasciare con la tua presenza qui oggi?

 

[01:00:39] Evonne Britton: Sono solo felice di avere il supporto e di avere la mia famiglia di El Paso che ha il mio supporto e mi segue nel mio viaggio.

 

[01:00:48] Dr. Alex Jimenez DC *: Sì. Quindi guarderemo quello che guarderemo tutti e tu hai avuto un impatto su così tante persone in tua presenza. Hai aiutato la mia famiglia; hai aiutato mia figlia attraverso le sue interessanti dinamiche di essere solo un po' parte dello sport stesso. Quindi apprezziamo tutti che apprezziamo tutto ciò che fai e vediamo la tua gentilezza. Vediamo l'energia trascendente dei vostri antenati arrivare e l'amore che si sta perpetuando in avanti. E devo dirtelo; c'è molto amore in te. C'è molto amore in te e sta trascendendo molto. Quindi so che i tuoi genitori sono orgogliosi di te, e li raggiungo e dico: Ehi, sai una cosa? Complimenti, genitori, siete fantastici. Ragazzi avete fatto un lavoro fantastico con tutti i vostri figli. E abbiamo un libro della famiglia che voi ragazzi dovete scrivere su come sviluppare l'intera famiglia attraverso queste dinamiche. Quindi ti auguro tutto il meglio e qualsiasi altra cosa. Lo adoro. Grazie. Sei molto, molto benvenuto. E adesso andremo giù.

 

Disclaimer

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Passi per diventare un atleta con Evonne Britton | El Paso, Texas (2021)" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Attenersi a un regime di fitness: squadra di chiropratica

Tutti capiscono che l'esercizio è necessario per una salute fisica e mentale ottimale. Inizio di un allenamento... Continua a leggere...

9 Agosto 2022

Il ruolo della sensibilizzazione centrale nella sindrome del dolore miofasciale

Introduzione I muscoli, i tessuti e i legamenti aiutano a stabilizzare le articolazioni e la struttura della colonna vertebrale... Continua a leggere...

9 Agosto 2022

Chiropratico dolore e disagio al ginocchio

Molti vivono regolarmente con disagio e dolore cronici in una o entrambe le ginocchia. Questo potrebbe… Continua a leggere...

8 Agosto 2022

Il legame tra neuroinfiammazione e malattie neurodegenerative

Introduzione Il cervello invia segnali neuronali al corpo affinché funzioni per i movimenti quotidiani come... Continua a leggere...

8 Agosto 2022

Diete antinfiammatorie Nutrizione chiropratica

Circa il 60% degli individui ha una condizione causata o complicata da un'infiammazione cronica. Il… Continua a leggere...

5 Agosto 2022

Uno sguardo al pilates per il mal di schiena

Introduzione Molte persone in tutto il mondo sanno che l'esercizio fisico ha notevoli benefici che aiutano a migliorare il benessere generale del corpo.... Continua a leggere...

5 Agosto 2022