Prenotazione online 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX

Smettila di soffrire!

  • Quick n' Easy Appuntamento online
  • Prenota un appuntamento 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX
  • Chiamaci 915-850-0900.
Lunedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Martedì9: 00 AM - 7: 00 PM
Mercoledì9: 00 AM - 7: 00 PM
Giovedi9: 00 AM - 7: 00 PM Aperto adesso
Venerdì9: 00 AM - 7: 00 PM
Sabato8: 30 AM - 1: 00 PM
DomenicaChiuso

Doctor Cell (Emergenze) 915-540-8444

PRENOTA ONLINE 24/7

Valutazione Functional Medicine®

🔴 Avviso: Come parte del nostro Trattamento per lesioni acute pratica, ora offriamo Integratore di medicina funzionale Valutazioni e trattamenti dentro il nostro ambito clinico per i disturbi degenerativi cronici.  Per prima cosa valutare la storia personale, l'alimentazione corrente, i comportamenti di attività, le esposizioni tossiche, i fattori psicologici ed emotivi, in tandem genetica.  Poi può offrire Trattamenti di Medicina Funzionale insieme ai nostri protocolli moderni.  Per saperne di più

Spiegazione della medicina funzionale

Connessioni neuronali e Ipotesi di chemioaffinità

Share

Si ritiene che i neuroni stabiliscano connessioni neuronali attraverso programmi innati predeterminati durante il processo di sviluppo del cervello. Si ritiene inoltre che i neuroni gravitano attorno alle aree di attrazione e si allontanano dalle aree di repulsione in una teoria nota come ipotesi di chemioaffinità. L'ipotesi della Chemoaffinità afferma che i neuroni prima stabiliscono connessioni con i loro obiettivi basati su interazioni con specifici marcatori molecolari e, quindi, che il primo diagramma di cablaggio di un organismo è indirettamente determinato dal suo genotipo.

 

Questi marcatori sono creati durante la differenziazione cellulare e aiutano non solo con la sinaptogenesi, ma fungono anche da guida per il loro assone individuale. Lo sviluppo delle formazioni del sistema nervoso maturo richiede agli assoni di navigare verso i loro bersagli corretti per stabilire connessioni neuronali o connessioni sinaptiche. Gli assoni in crescita creano strutture molto mobili, conosciute come coni di crescita, che dirigono l'assone verso il suo obiettivo. Lo fanno rispondendo a specifiche molecole di guida che attraggono o respingono il cono di crescita.

 

The Theory of Neuronal Connections

 

Il concetto che gli assoni sono diretti principalmente da determinanti molecolari, piuttosto che determinanti meccanici, come cellule, materiale extracellulare e altri neuroni, è stato stabilito da Roger Wolcott Sperry, neuropsicologo e neurobiologo, in 1963. Tuttavia, non è stato fino alla scoperta di molecole guida tra cui netrini, semaforine, efrine e fenditure, che l'ipotesi di chemioaffinità di Sperry è stata ampiamente riconosciuta come un meccanismo prevalente per la guida non solo degli assoni, ma di tutte le cellule.

 

In 1981, Roger Sperry ha ricevuto il premio Nobel per la fisiologia o la medicina per le sue scoperte relative alla specializzazione funzionale degli emisferi cerebrali. Ha eseguito studi su pazienti con epilessia in cui il corpo calloso, o il fascio di fibre degli assoni che collega i due emisferi cerebrali, è stato reciso per fermare le convulsioni. Una serie di test e valutazioni hanno rivelato il modo in cui entrambi gli emisferi del cervello tengono flussi indipendenti di consapevolezza cosciente, percezioni, pensieri e ricordi e, fondamentalmente, che le connessioni neuronali sono formate e preservate con un alto grado di precisione.

 

Avendo dimostrato che l'istituzione di specifiche connessioni neuronali è fondamentale per la funzione complessiva del cervello, Sperry si è voltato a guardare come vengono create queste connessioni e ha usato la sua teoria sulla chemioaffinità per descrivere come gli assoni trovano l'obiettivo giusto durante lo sviluppo del cervello. Altri avevano sollevato la possibilità che i determinanti composti potessero funzionare nella guida degli assoni, ma fu Sperry a fornire le prove istologiche dirette e propose l'ipotesi della chemioaffinità per la guida degli assoni.

 

Roger Sperry e la sua ipotesi di chemioaffinità

 

Roger Wolcott Sperry ha aperto la strada all'ipotesi di Chemoaffinity dopo gli 1960 in una serie di esperimenti eleganti che impiegano il sistema retinotale della Rana artigliata africana, ha sezionato i nervi ottici e ha guidato gli occhi con i gradi 180. Desiderava sapere se la visione sarebbe stata ordinaria in seguito alla rigenerazione o se l'animale avrebbe visto eternamente il mondo "sottosopra". Se quest'ultimo fosse vero, ciò potrebbe rivelare che i nervi erano in qualche modo ricondotti ai loro siti di terminazione originari; tuttavia, il ripristino della vista normale significherebbe che i nervi erano ricominciati in nuovi siti. Sperry ha dimostrato che queste creature hanno effettivamente visto il mondo "sottosopra".

 

 

Secondo l'esperimento, l'orientamento iniziale dell'occhio indica che la parte superiore dell'occhio è dorsale e la parte inferiore è ventrale. Dopo l'operazione, la "parte superiore" dell'occhio è ora ventrale e la base è dorsale. Dopo che una fonte di cibo è stata fornita, la rana ha esteso la lingua, il che significa che l'orientamento dorsale-ventrale dell'occhio è rimasto. Negli esperimenti di follow-up, l'occhio è stato disperso e ruotato di 180 ° e anche il nervo ottico è stato tagliato per determinare se questo potesse influenzare l'orientamento dorsale-ventrale. I risultati furono identici. Furono quegli studi che indirizzarono Sperry a suggerire che codici chimici complicati, sotto controllo genetico, dirigono gli assoni ai loro bersagli, la sua ipotesi di chemioaffinità.

 

Nella sua prima teoria, Sperry propose che cellule distinte rechino diverse proteine ​​della superficie cellulare che fungono da marcatori, una nozione che richiedeva una varietà insoddisfacente di proteine. Ha rivisto il suo modello suggerendo che i doppi gradienti delle indicazioni di orientamento nelle aree afferenti e target avrebbero consentito il corretto assone targeting. Vi sono ora ampi dati sperimentali a sostegno dell'ipotesi di chemioaffinità, così come il requisito per i gradienti di recettore e / o ligando, come i recettori Ephrins ed Eph, nelle regioni di proiezione e bersaglio è ben stabilito.

 

Roger Wolcott Sperry ha concluso che ogni singolo nervo ottico e neurone tettale utilizzava una sorta di marker chimici che determinavano la loro connettività durante lo sviluppo. Ha concluso che se l'occhio fosse stato ruotato, ogni fibra ottica e ogni neurone tettale possedevano etichette citochimiche che denotavano in modo univoco il loro tipo e luogo neuronale e che le fibre ottiche potevano usare queste etichette per navigare verso la propria cellula bersaglio corrispondente, da qui il deterioramento visuomotorio. Sebbene alcuni aspetti e dettagli sul modello di Sperry siano non provati o errati, la nozione di base di questa ipotesi di chemioaffinità è diventata un dogma nella neurobiologia dello sviluppo.

 

Insight di Dr. Alex Jimenez

Nel corso degli anni, il principio per comprendere l'instaurazione di connessioni neuronali è continuato in tutto il campo della neurofisiologia e dello sviluppo prenatale del cervello. Si ritiene che le connessioni neuronali siano stabilite durante la migrazione dei coni di crescita guidati da gradienti di guida extracellulari. Sebbene questa teoria sia stata rivisitata innumerevoli volte, Roger Sperry fu il primo a spiegare come gli assoni navigano verso i loro bersagli corretti nella sua ipotesi di chemioaffinità. Esistono innumerevoli dati sperimentali e clinici a supporto dell'ipotesi di chemioaffinità.

 

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

 

A cura di Dr. Alex Jimenez

 

 

Argomenti aggiuntivi: Sciatica

Sciatica viene indicato come una raccolta di sintomi, piuttosto che una singola lesione e / o condizione. I sintomi del dolore del nervo sciatico, o della sciatica, possono variare in frequenza e intensità, tuttavia, è più comunemente descritto come un dolore improvviso, affilato (simile a coltello) o elettrico che si irradia dalla bassa schiena ai glutei, fianchi, cosce e gambe nel piede. Altri sintomi di sciatica possono includere, formicolio o bruciore sensazioni, intorpidimento e debolezza lungo la lunghezza del nervo sciatico. La sciatica colpisce più frequentemente individui di età compresa tra 30 e 50. Può spesso svilupparsi a causa della degenerazione della colonna vertebrale a causa dell'età, tuttavia, la compressione e l'irritazione del nervo sciatico causate da un rigonfiamento o Disco erniato, tra gli altri problemi di salute spinale, può anche causare dolore al nervo sciatico.

 

 

 

 

ARGOMENTO PIÙ IMPORTANTE: Dolore alla Sciatica

 

 

ALTRI TEMI: EXTRA EXTRA: El Paso, Tx | Atleti

Post Recenti

Tecnologia di screening negli squilibri intestinali

Il nostro tratto gastrointestinale ospita più di 1000 specie di batteri che lavorano in simbiosi con noi ... Leggi di più

25 Novembre 2020

Neuro-diagnostica

Abbiamo parlato della neuroinfiammazione e delle sue cause e di come gli effetti della neuroinfiammazione influiscono sul nostro ... Leggi di più

25 Novembre 2020

La scienza della neuroinfiammazione

Cos'è la neuroinfiammazione? La neuroinfiammazione è una risposta infiammatoria che coinvolge le cellule cerebrali come i neuroni ... Leggi di più

24 Novembre 2020

Gestione nutrizionale: reazioni avverse al cibo

Come paziente, andrai (e devi) vedere un medico se mai ti presenti ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Rottura del tessuto cicatriziale con chiropratica, mobilità e flessibilità ripristinate

Il tessuto cicatriziale se non trattato / non gestito potrebbe portare a problemi di mobilità e dolore cronico. Individui che ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Diabesità

    La diabete è un termine che lega il diabete di tipo II e l'obesità. È questo… Leggi di più

20 Novembre 2020

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘