Condividi

Dopo un esame neurologico, esame fisico, anamnesi del paziente, radiografie e qualsiasi precedente test di screening, un medico può ordinare uno o più dei seguenti test diagnostici per determinare la radice di una possibile / sospetta malattia neurologica o lesione. Queste diagnostiche generalmente coinvolgono neuroradiologia, che utilizza piccole quantità di materiale radioattivo per studiare la funzione e la struttura degli organi e imaging ordigno, che usano magneti e cariche elettriche per studiare la funzione degli organi.

Studi neurologici

Neuroradiologia

  • MRI
  • MRA
  • MRS
  • fMRI
  • Scansioni CT
  • mielogrammi
  • Scansioni PET
  • Molti altri

Risonanza Magnetica (MRI)

Mostra bene organi o tessuti molli
  • Nessuna radiazione ionizzante
Variazioni sulla risonanza magnetica
  • Angiografia a risonanza magnetica (MRA)
  • Valutare il flusso sanguigno attraverso le arterie
  • Rileva aneurismi intracranici e malformazioni vascolari
Spettroscopia a risonanza magnetica (MRS)
  • Valutare le anomalie chimiche nell'HIV, ictus, trauma cranico, coma, morbo di Alzheimer, tumori e sclerosi multipla
Risonanza magnetica funzionale (fMRI)
  • Determina la posizione specifica del cervello in cui si verifica l'attività

Tomografia computerizzata (TC o CAT Scan)

  • Utilizza una combinazione di raggi X e tecnologia informatica per produrre immagini orizzontali o assiali
  • Mostra bene le ossa
  • Utilizzato quando è necessaria rapidamente la valutazione del cervello, ad esempio in sospetti sanguinamenti e fratture

mielogramma

Colorante a contrasto combinato con CT o raggi X.
Più utile nella valutazione del midollo spinale
  • Stenosi
  • Tumori
  • Lesione della radice nervosa

Tomografia ad emissione di positroni (PET Scan)

Il radiotracciante viene utilizzato per valutare il metabolismo del tessuto per rilevare i cambiamenti biochimici prima di altri tipi di studio
Usato per valutare
  • La malattia di Alzheimer
  • Morbo di Parkinson
  • malattia di Huntington
  • Epilessia
  • Incidente cerebrovascolare

Studi elettrodiagnostici

  • L'elettromiografia (EMG)
  • Studi sulla velocità di conduzione del nervo (NCV)
  • Evocati studi potenziali

L'elettromiografia (EMG)

Rilevazione di segnali derivanti dalla depolarizzazione del muscolo scheletrico
Può essere misurato tramite:
  • Elettrodi per la superficie della pelle
  • Non utilizzato per scopi diagnostici, più per riabilitazione e biofeedback
Aghi posizionati direttamente all'interno del muscolo
  • Comune per EMG clinico / diagnostico

EMG diagnostico dell'ago

Le depolarizzazioni registrate possono essere:
  • Spontaneo
  • Attività inserzionale
  • Risultato della contrazione muscolare volontaria
I muscoli dovrebbero essere elettricamente silenziosi a riposo, tranne che sulla piastra terminale del motore
  • Il professionista deve evitare l'inserimento nella piastra terminale del motore
Almeno 10 diversi punti nel muscolo sono misurati per una corretta interpretazione

Procedura

L'ago è inserito nel muscolo
  • Attività inserzionale registrata
  • Silenzioso elettrico registrato
  • Registrazione muscolare volontaria registrata
  • Silenzioso elettrico registrato
  • Record di contrazione massimale registrato

Campioni raccolti

Muscoli
  • Innervato dalle stesse nervose ma diverse radici nervose
  • Innervati dalla stessa radice nervosa ma diversi nervi
  • Posizioni diverse lungo il corso dei nervi
Aiuta a distinguere il livello della lesione

Potenziale unità motore (MUP)

Ampiezza
  • Densità delle fibre muscolari attaccate a quel neurone motore
  • Prossimità del MUP
Anche il modello di reclutamento può essere valutato
  • Il reclutamento ritardato può indicare la perdita di unità motorie nel muscolo
  • Il reclutamento precoce è visto in miopatia, dove i MUP tendono ad essere di breve durata di ampiezza bassa

MPS polifasici

  • L'aumento dell'ampiezza e della durata può essere il risultato di reinnervazione dopo denervazione cronica

Completa i blocchi potenziali

  • La demielinizzazione di più segmenti di fila può comportare un blocco completo della conduzione nervosa e quindi nessuna lettura MUP risultante, tuttavia generalmente i cambiamenti nei MUP sono visti solo con danni agli assoni, non la mielina
  • Il danno al sistema nervoso centrale al di sopra del livello del motoneurone (come ad esempio il trauma cervicale del midollo spinale o l'ictus) può portare ad una completa paralisi, una piccola anormalità sull'ago EMG

Fibre muscolari denervate

Rilevati come segnali elettrici anormali
  • Un'aumentata attività inserzionale sarà letta nelle prime due settimane, poiché diventa più meccanicamente irritabile
Quando le fibre muscolari diventano più chimicamente sensibili, inizieranno a produrre attività di depolarizzazione spontanea
  • Potenziali di fibrillazione

Potenziali di fibrillazione

  • NON si presentano nelle normali fibre muscolari
  • Le fibrillazioni non possono essere viste ad occhio nudo ma sono rilevabili su EMG
  • Spesso causato da malattie nervose, ma può essere prodotto da gravi malattie muscolari se c'è un danno agli assoni motori

Onde taglienti positive

  • NON si verificano in fibre normalmente funzionanti
  • Depolarizzazione spontanea dovuta all'aumento del potenziale di membrana a riposo

Risultati anormali

  • I risultati di fibrillazioni e onde acustiche positive sono l'indicatore più affidabile del danno agli assoni motori al muscolo dopo una settimana fino a 12 mesi dopo il danno
  • Spesso definito "acuto" nei rapporti, nonostante possa essere visibile mesi dopo l'inizio
  • Scomparirà se c'è completa degenerazione o denervazione delle fibre nervose

Studi sulla velocità di conduzione del nervo (NCV)

Il motore
  • Misura i potenziali di azione muscolare composta (CMAP)
Sensoriale
  • Misura i potenziali d'azione dei nervi sensoriali (SNAP)

Studi sulla conduzione nervosa

  • Velocità (velocità)
  • Latenza del terminale
  • Ampiezza
  • Tabelle di normale, adeguate per età, altezza e altri fattori sono disponibili per i professionisti per fare il confronto

Latenza del terminale

  • Tempo tra lo stimolo e l'aspetto di una risposta
  • Intrappolamento distale neuropatie
  • Aumento della latenza terminale lungo una specifica via nervosa

Velocità

Calcolato in base alla latenza e variabili come la distanza
Dipende dal diametro dell'assone
Dipende anche dallo spessore della guaina mielinica
  • Neuropatie focali sottili guaine mieliniche, rallentando la velocità di conduzione
  • Condizioni come la malattia dei denti di Charcot Marie o la sindrome di Guillian Barre danneggiano la mielina in fibre di grande diametro e conduttive

Ampiezza

  • Salute assonale
  • Neuropatie tossiche
  • Ampiezza di CMAP e SNAP interessati

Neuropatia diabetica

Il più comune neuropatia
  • Distale, simmetrico
  • Demielinizzazione e danno assonale quindi la velocità e l'ampiezza della conduzione sono entrambe influenzate

Evocati studi potenziali

Potenziali evocati somatosensoriali (SSEP)
  • Utilizzato per testare i nervi sensoriali negli arti
Potenziali evocati visivi (VEP)
  • Utilizzato per testare i nervi sensoriali del sistema visivo
Potenziali evocati uditivi del tronco cerebrale (AEP)
  • Utilizzato per testare i nervi sensoriali del sistema uditivo
Potenziali registrati tramite elettrodi di superficie a bassa impedenza
Le registrazioni sono mediate dopo l'esposizione ripetuta allo stimolo sensoriale
  • Elimina il "rumore" di fondo
  • Affina i risultati poiché i potenziali sono piccoli e difficili da rilevare oltre alla normale attività
  • Secondo il Dr. Swenson, nel caso dei SSEP, sono necessari almeno stimoli 256 per ottenere risposte affidabili e riproducibili

Potenziali evocati somatosensoriali (SSEP)

Sensazione dai muscoli
  • I recettori del tocco e della pressione nella pelle e nei tessuti più profondi
Poco o nessun contributo al dolore
  • Limita la capacità di utilizzare test per i disturbi del dolore
Le variazioni di velocità e / o ampiezza possono indicare patologia
  • Solo grandi cambiamenti sono significativi poiché gli SSEP sono normalmente molto variabili
Utile per il monitoraggio intraoperatorio e per valutare la prognosi dei pazienti che soffrono di gravi lesioni cerebrali anossiche
  • Non è utile nella valutazione della radicolopatia poiché le singole radici nervose non possono essere facilmente identificate

Potenziali tardivi

Si verificano più di 10-20 in millisecondi dopo la stimolazione dei nervi motori
Due tipi
  • H-Reflex
  • F-Response

H-Reflex

Prende il nome da Dr. Hoffman
  • Per prima cosa ho descritto questo riflesso in 1918
Manifestazione elettrodiagnostica del riflesso di stiramento miotatico
  • Risposta motoria registrata dopo stimolazione elettrica o fisica del muscolo associato
Solo clinicamente utile nella valutazione della radicolopatia S1, poiché il riflesso dal nervo tibiale ai tricipiti può essere valutato per la velocità e l'ampiezza
  • Più quantificabile il test del riflesso di Achille
  • Non riesce a tornare dopo un danno e quindi non è clinicamente utile nei casi di radiculopatia ricorrente

F-Response

Così chiamato perché è stato registrato per la prima volta nel piede
Si verifica 25 -55 in millisecondi dopo lo stimolo iniziale
A causa della depolarizzazione antidromica del nervo motorio, risultante in un segnale elettrico ortodromico
  • Non un vero riflesso
  • Risultati in una piccola contrazione muscolare
  • L'ampiezza può essere molto variabile, quindi non è importante quanto la velocità
  • La velocità ridotta indica una conduzione rallentata
Utile nel valutare la patologia del nervo prossimale
  • radicolopatia
  • Sindrome di Guillian Barre
  • Poliradicolopatia demielinizzante infiammatoria cronica (CIDP)
Utile nel valutare le neuropatie periferiche demielinizzanti

fonti

  1. Alexander G. Reeves, A. & Swenson, R. Disorders of the Nervous System. Dartmouth, 2004.
  2. Giorno, Jo Ann. "Neuroradiologia | Johns Hopkins Radiology. "Johns Hopkins Medicine Health Library, 13 ottobre 2016, www.hopkinsmedicine.org/radiology/specialties/neuroradiologia / index.html.
  3. Swenson, Rand. Elettrodiagnosi.
Condividi Ebook

Post Recenti

Goditi gli hobby che ami senza dolore alla schiena e al collo

Abbiamo tutti i nostri hobby che ci appassionano, che amiamo fare e che potremmo vedere ... Leggi di più

October 5, 2020

I supercibi possono aiutare a raggiungere una salute ottimale

I supercibi sono alimenti ricchi di nutrienti che possono essere incorporati nella dieta di un individuo per ottenere un ... Leggi di più

October 2, 2020

Malformazione del tessuto cerebrale di Chiari e canale spinale

La malformazione di Chiari è una condizione che fa sì che il tessuto cerebrale si estenda e si stabilisca in ... Leggi di più

October 1, 2020

Perdita di massa muscolare sarcopenia con mal di schiena cronico

Per sarcopenia si intende la perdita di tessuto / massa muscolare dovuta al naturale processo di invecchiamento. Qualcosa che tutto ... Leggi di più

30 settembre 2020

Assumere un ruolo attivo nella salute della colonna vertebrale personale

Assumere un ruolo attivo nella salute personale della colonna vertebrale potrebbe fare la differenza tra il dover ... Leggi di più

29 settembre 2020

Farmaci per alleviare i sintomi del dolore analgesici

Gli analgesici sono farmaci antidolorifici, noti anche come antidolorifici. Questi possono essere farmaci da banco e da prescrizione. ... Leggi di più

28 settembre 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘