Microbioma: vaginale vs cesareo El Paso, Texas

Condividi

Come umani, dipendiamo microbiomes per rimanere in vita. I microbiomi sono essenziali per combattere i germi e mantenere la salute. Lo sviluppo dei microbiomi inizia nell'utero in cui i microbi sono stati isolati alla placenta, alle membrane fetali, al liquido amniotico e al sangue del cordone ombelicale, ma vengono principalmente trasferiti da madre a figlio durante la nascita in un processo denominato "seeding" (1,2) . La "semina" si verifica quando la bambina attraversa il canale vaginale della madre e diventa ricoperta dal suo microbioma. Inoltre, piccole quantità di microbiomi vengono trasferite al bambino mentre la madre allatta. Questa introduzione precoce dalla madre al bambino funge da processo di inoculazione con esiti a lungo termine per la salute del neonato (2). Con il numero di parto cesareo maggiore in questo decennio rispetto al passato, potresti trovarti a chiedere: "In che modo un parto cesareo influisce sui microbiomi di mio figlio?"

Vaginale

Con le nascite vaginali ancora il modo più comune di parto (68%), questi bambini hanno una salute complessivamente migliore durante la loro vita rispetto a quelli nati attraverso il taglio cesareo (2). La nascita vaginale è il modo più efficace per diffondere i microbiomi sulla pelle del bambino, ma gli studi hanno scoperto che i microbiomi differiscono tra i gruppi etnici. I microbiomi sono costituiti da più batteri e in particolare, le donne con un pH più elevato hanno una comunità più piccola di biomi protettivi. È stato anche visto che il microbiota intestinale nelle donne in gravidanza con diabete gestazionale tende ad avere una maggiore abbondanza di microbi associati alla malattia (2). Detto questo, il pH e i microbi intestinali della madre svolgono un ruolo significativo nei tipi di microbiomi che vengono trasferiti al loro bambino.

cesareo

Esistono generalmente due modi in cui un bambino finisce per nascere con un taglio cesareo, con un travaglio che termina con un taglio cesareo, o con un taglio cesareo pianificato senza alcun tentativo di travaglio. I bambini che sono nati attraverso il taglio cesareo con il travaglio tentato per primo, hanno un numero leggermente più alto di microbiomi a causa dei fluidi vaginali esposti a loro durante il travaglio rispetto a quel cesareo elettivo nato. Il modo più efficace in cui una madre può trasferire i microbiomi al neonato attraverso un taglio cesareo è di "incubare" un panno per 1 ora nel canale vaginale. Quando nasce il bambino, i medici strofinano la bocca, gli occhi e la pelle del bambino con il panno precedentemente incubato pochi minuti dopo la nascita (2). Questo processo assicura che il bambino abbia microbiomi più strettamente correlati a quelli nati vaginali. I bambini nati con taglio cesareo elettivo senza usare il metodo di incubazione, mostrano un minor numero di microbiomi intestinali legati alla madre, ma piuttosto hanno più pelle e microbi orali e batteri a causa della sala operatoria (2).

Bambini che sono nati tramite taglio cesareo, indipendentemente dal fatto che sia stato tentato prima il travaglio, hanno maggiori probabilità di sviluppare disturbi immuno-correlati come asma, allergie, malattie infiammatorie intestinali e obesità (2). Questo è direttamente collegato al non essere "seminato" dalla madre. Inoltre, gli adulti che sono nati con taglio cesareo contengono un microbiota fecale che è drasticamente diverso dagli adulti che sono nati vaginalmente (2).

Lo scopo del sistema riproduttivo femminile è di riprodursi e nascere. Pertanto, il percorso migliore sarà sempre vaginale se è sicuro per il bambino e la mamma. Detto questo, un taglio cesareo non è un brutto modo di portare un bambino nel mondo. Il bambino dovrà solo affrontare più irritabilità della pelle e avere un rischio maggiore di sviluppare problemi di salute a causa della mancata ricezione degli stessi microbiomi di un bambino nato vaginale. - Kenna Vaughn, Health Coach Insight

(1) Aagaard, Kjersti, et al. "La placenta ospita un microbioma unico". Science Translational Medicine, US National Library of Medicine, 21 May 2014, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4929217.
(2) Dunn, Alexis B, et al. "Il microbioma infantile materno: considerazioni sul lavoro e la nascita." MCN. The American Journal of Maternal Child Nursing, US National Library of Medicine, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5648605/.

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘