Trattamento di emicrania terapia manuale | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Terapia manuale per il trattamento dell'emicrania a El Paso

Il trattamento di emicrania con terapie manuali o terapia manipolativa è un approccio di trattamento fisico che utilizza diverse tecniche hands-on specifiche per trattare una varietà di lesioni e / o condizioni. La terapia manuale è comunemente utilizzata da chiropratici, fisioterapisti e massaggiatori, tra gli altri professionisti sanitari qualificati ed esperti, per diagnosticare e trattare i tessuti molli e il dolore articolare. Molti specialisti sanitari raccomandano terapia manuale o terapia manipolativa come trattamento per il mal di testa emicrania. Lo scopo del seguente articolo è quello di educare i pazienti sugli effetti delle terapie manuali per il trattamento dell'emicrania.

Terapie manuali per l'emicrania: una revisione sistematica

astratto

L'emicrania si verifica in circa il 15% della popolazione generale. L'emicrania è solitamente gestita da farmaci, ma alcuni pazienti non tollerano i farmaci per l'emicrania a causa di effetti collaterali o preferiscono evitare i farmaci per altri motivi. La gestione non farmacologica è un'opzione di trattamento alternativa. Abbiamo esaminato sistematicamente gli studi clinici randomizzati (RCT) sulle terapie manuali per l'emicrania. Gli RCT suggeriscono che la terapia di massaggio, la fisioterapia, il rilassamento e la terapia chiropratica spinale manipolativa potrebbero essere ugualmente efficaci come propranololo e topiramato nella gestione profilattica dell'emicrania. Tuttavia, gli RCT valutati presentavano molte carenze metodologiche. Pertanto, qualsiasi conclusione definitiva richiederà futuri RCT ben condotti sulle terapie manuali per l'emicrania.

parole chiave: Terapie manuali, Massaggi, Fisioterapia, Chiropratica, Emicrania, Terapia

Introduzione

L'emicrania è solitamente gestita da farmaci, ma alcuni pazienti non tollerano la medicina acuta e / o profilattica a causa di effetti collaterali o controindicazioni dovute a comorbilità dei disturbi miocardici o dell'asma tra gli altri. Alcuni pazienti desiderano evitare i farmaci per altri motivi. Pertanto, la gestione non farmacologica come il massaggio, la fisioterapia e la chiropratica possono rappresentare un'opzione terapeutica alternativa. La terapia di massaggio nelle culture occidentali utilizza il massaggio classico, i punti trigger, il rilascio miofasciale e altri allungamenti muscolari passivi tra le altre tecniche di trattamento applicate al tessuto muscolare anormale. La moderna fisioterapia si concentra sulla riabilitazione e l'esercizio fisico, mentre il trattamento manuale pone l'accento sulle correzioni posturali, sul lavoro sui tessuti molli, sull'allungamento, sulla mobilizzazione attiva e passiva e sulle tecniche di manipolazione. La mobilitazione è comunemente definita come movimento delle articolazioni all'interno dell'intervallo di movimento fisiologico [1]. Le due tecniche chiropratiche più comuni sono la diversificata e Gonstead, che sono usate da 91 e 59% di chiropratici [2]. La manipolazione spinale chiropratica (SM) è una manovra passiva controllata che utilizza le spinte direzionali ad alta velocità e bassa ampie dirette a un giunto specifico oltre il range fisiologico di movimento, senza superare il limite anatomico [1]. L'applicazione e la durata dei diversi trattamenti manuali varia tra coloro che la eseguono. Pertanto, il trattamento manuale non è necessariamente uniforme come, per esempio, un trattamento specifico con un farmaco in una certa dose.

Questo articolo esamina sistematicamente gli studi randomizzati controllati (RCT) che valutano l'efficacia delle terapie manuali sull'emicrania, cioè il massaggio, la fisioterapia e la chiropratica.

metodo

La ricerca bibliografica è stata condotta su CINAHL, Cochrane, Medline, Ovid e PubMed. Le parole di ricerca erano emicrania e chiropratica, terapia manipolativa, terapia di massaggio, trattamento osteopatico, fisioterapia o mobilizzazione spinale. Sono stati valutati tutti gli RCT scritti in inglese utilizzando la terapia manuale sull'emicrania. L'emicrania era preferenzialmente classificata secondo i criteri delle International Headache Societies da 1988 o dalla sua revisione da 2004, sebbene non fosse un requisito assoluto [3, 4]. Gli studi dovevano valutare almeno una misura del risultato dell'emicrania come intensità del dolore, frequenza o durata. La qualità metodologica degli studi RCT inclusi è stata valutata in modo indipendente dagli autori. La valutazione ha riguardato la popolazione dello studio, l'intervento, la misurazione dell'effetto, la presentazione e l'analisi dei dati (Tabella 1). Il punteggio massimo è 100 punti e ≥50 punti considerati metodologia di buona qualità [5-7].

Tabella 1 Elenco dei criteri di valutazione della qualità metodologica

risultati

La ricerca bibliografica identifica sette RCT sull'emicrania che soddisfano i nostri criteri di inclusione, cioè due studi di massoterapia (8, 9), uno studio di fisioterapia [10] e quattro studi chiropratici di terapia manipolativa spinale (CSMT) [11-14], mentre noi non ha trovato studi RCT sulla mobilizzazione spinale o osteopatia come intervento per l'emicrania.

Qualità metodologica degli RCT

La tabella 2 mostra il punteggio metodologico medio degli autori degli studi RCT inclusi [8-14]. Il punteggio medio varia da 39 a 59 punti. Quattro RCT erano considerati con un punteggio di metodologia di buona qualità (≥50), e tre RCT avevano un punteggio basso.

Tabella 2 Punteggio di qualità delle prove controllate randomizzate analizzate

Prove controllate randomizzate

La tabella 3 mostra i dettagli ei principali risultati dei diversi studi RCT [8-14].

Tabella 3 Trials controllati randomizzati per emicrania

Massage Therapy

Uno studio americano ha incluso partecipanti 26 con emicrania cronica diagnosticata mediante questionario [8]. La terapia di massaggio ha avuto un effetto statisticamente significativo sull'intensità del dolore rispetto ai controlli. L'intensità del dolore è stata ridotta di 71% nel gruppo di massaggio e invariata nel gruppo di controllo. L'interpretazione dei dati è altrimenti difficile e mancano i risultati sulla frequenza e sulla durata dell'emicrania.

Uno studio della Nuova Zelanda ha incluso emicranici 48 diagnosticati mediante questionario [9]. La durata media di un attacco di emicrania era 47 h, e 51% dei partecipanti ha avuto più di un attacco al mese. Lo studio ha incluso un periodo di follow-up della settimana 3. La frequenza dell'emicrania era significativamente ridotta nel gruppo di massaggio rispetto al gruppo di controllo, mentre l'intensità degli attacchi era invariata. I risultati sulla durata dell'emicrania mancano. L'uso di farmaci è rimasto invariato, mentre la qualità del sonno è stata significativamente migliorata nel gruppo di massaggio (p <0.01), ma non nel gruppo di controllo.

Immagine di un uomo anziano che riceve una terapia di massaggio per migliorare la propria emicrania Chiropratico di El Paso, TX

Fisioterapia

Uno studio di fisioterapia americano ha incluso emicranici donne con frequenti attacchi diagnosticati da un neurologo secondo i criteri della International Headache Society [3, 10]. L'effetto clinico è stato definito come> miglioramento di 50% nella gravità del mal di testa. L'effetto clinico è stato osservato in 13% del gruppo di terapia fisica e 51% del gruppo di rilassamento (p <0.001). La riduzione media della gravità del mal di testa era 16 e 41% dal basale al post-trattamento nella terapia fisica e nei gruppi di rilassamento. L'effetto è stato mantenuto al follow-up annuale di 1 in entrambi i gruppi. Una seconda parte dello studio ha offerto persone senza effetto clinico nella prima parte dello studio, l'altra opzione di trattamento. È interessante notare che l'effetto clinico è stato osservato in 55% di coloro che hanno ricevuto terapia fisica nel secondo turno che non hanno avuto alcun effetto clinico dal rilassamento, mentre 47% ha avuto effetto clinico dal rilassamento nel secondo turno. La riduzione media della gravità del mal di testa era 30 e 38% nella terapia fisica e nei gruppi di rilassamento. Sfortunatamente, lo studio non includeva un gruppo di controllo.

Immagine di un uomo anziano che riceve terapia fisica per l'emicrania | Chiropratico di El Paso, TX

Trattamento manipolatorio spinale chiropratico

Uno studio australiano ha incluso emicranici con attacchi frequenti diagnosticati da un neurologo [11]. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi di studio; manipolazione cervicale da parte del chiropratico, manipolazione cervicale da parte di un fisioterapista o da un medico e mobilizzazione cervicale da parte di un fisioterapista o di un medico. La durata media dell'attacco emicranico è stata distorta nei tre gruppi, poiché era molto più lungo nella manipolazione cervicale del chiropratico (30.5 h) rispetto alle manipolazioni cervicali da parte di fisioterapisti o medici (12.2 h) e gruppi di mobilizzazione cervicale (14.9 h). Lo studio ha avuto diversi ricercatori e il trattamento all'interno di ciascun gruppo era accanto ai requisiti obbligatori gratuiti per i terapeuti. Nessuna differenza statisticamente significativa è stata trovata tra i tre gruppi. Il miglioramento è stato osservato in tutti e tre i gruppi dopo il trattamento (Tabella 3). Prima del processo, i chiropratici erano fiduciosi ed entusiasti dell'efficacia della manipolazione cervicale, mentre i fisioterapisti ed i medici erano dubbiosi riguardo alla rilevanza. Lo studio non ha incluso un gruppo di controllo anche se la mobilizzazione cervicale è menzionata come gruppo di controllo nel documento. Un follow-up di 20 mesi dopo la prova ha mostrato un ulteriore miglioramento in tutti e tre i gruppi (Tabella 3) [12].

La dott.ssa Jimenez lavora sul neck_preview del wrestler

Uno studio americano ha incluso emicranici 218 diagnosticati secondo i criteri della International Headache Society da parte dei chiropratici [13]. Lo studio ha avuto tre gruppi di trattamento, ma nessun gruppo di controllo. L'intensità del mal di testa nei giorni con mal di testa è rimasta invariata in tutti e tre i gruppi. La frequenza media è stata ridotta allo stesso modo nei tre gruppi (Tabella 3). Il farmaco da banco (OTC) è stato ridotto dal basale a 4 settimane dopo il trattamento con 55% nel gruppo CSMT, 28% nel gruppo amitriptilina e 15% nel gruppo combinato CSMT e amitriptilina.

Il secondo studio australiano si basava sulla diagnosi di questionari sull'emicrania [14]. I partecipanti hanno avuto emicrania per anni 18.1 medi. L'effetto di CSMT era significativamente migliore rispetto al gruppo di controllo (Tabella 3). La riduzione media della frequenza, dell'intensità e della durata dell'emicrania dal basale al follow-up era 42, 13 e 36% nel gruppo CSMT e 17, 5 e 21% nel gruppo di controllo (dati calcolati dai revisori in base alle cifre di la carta).

Discussione

Considerazioni metodologiche

La prevalenza dell'emicrania è risultata simile sulla base di un questionario e un medico diretto ha condotto un'intervista, ma è stato causato da errata classificazione positiva e negativa da parte del questionario [15]. Una diagnosi precisa del mal di testa richiede un colloquio da parte di un medico o di un altro operatore sanitario esperto nella diagnostica del mal di testa. Tre dei sette RCT hanno accertato i partecipanti mediante un questionario, con l'incertezza diagnostica introdotta da questo (Tabella 3).

Il secondo studio americano includeva i partecipanti con almeno quattro giorni di mal di testa al mese [13]. La gravità media del mal di testa nei giorni con cefalea al basale variava da 4.4 a 5.0 su una scala scatolata 0-10 nei tre gruppi di trattamento. Ciò implica che i partecipanti hanno avuto co-comparsa di cefalea di tipo tensivo, poiché l'intensità della cefalea di tipo tensivo varia solitamente tra 1 e 6 (lieve o moderata), mentre l'intensità dell'emicrania può variare tra 4 e 9 (moderata o grave), ma di solito è un forte dolore tra 7 e 9 [16, 17]. La gravità del mal di testa nei giorni con mal di testa è rimasta invariata tra il basale e al follow-up, indicando che l'effetto osservato non era dovuto esclusivamente a un effetto sull'emicrania, ma anche a un effetto sul mal di testa da tensione.

Gli RCT che includono un gruppo di controllo sono vantaggiosi per gli RCT che confrontano due trattamenti attivi, poiché l'effetto nel gruppo placebo raramente è zero e varia spesso. Un esempio è RCT sul trattamento acuto di emicrania confrontando l'efficacia del sumatriptan sottocutaneo e il placebo ha mostrato risposte placebo tra 10 e 37%, mentre l'effetto terapeutico, cioè l'efficacia di sumatriptan meno l'efficacia del placebo era simile [18, 19]. Un altro esempio è un RCT sul trattamento profilattico dell'emicrania, confrontando topiramato e placebo [20]. La riduzione dell'attacco aumentava insieme all'aumento della dose di topiramato 50, 100 e 200 mg / die. La frequenza media degli attacchi di emicrania è stata ridotta da 1.4 agli attacchi 2.5 al mese nei gruppi topiramato e attacchi 1.1 al mese nel gruppo placebo rispetto al basale, con frequenze di attacco medie che variano da 5.1 agli attacchi 5.8 al mese nei quattro gruppi.

Pertanto, l'interpretazione dell'efficacia nei quattro RCT senza un gruppo di controllo non è diretta [9-12]. La qualità metodologica di tutti e sette i RCT ha avuto margini di miglioramento poiché il punteggio massimo 100 era ben lungi dall'aspettativa, in particolare una diagnosi precisa dell'emicrania è importante.

Molti degli studi includono relativamente pochi partecipanti, che potrebbero causare errori di tipo 2. Pertanto, il calcolo della potenza prima dello studio è importante negli studi futuri. Inoltre, le linee guida cliniche della International Headache Society devono essere seguite, ovvero la frequenza è un punto finale primario, mentre la durata e l'intensità possono essere punti finali secondari [21, 22].

Dr Jimenez White Coat

Insight di Dr. Alex Jimenez

Le terapie manuali, come la terapia di massaggio, la terapia fisica e il trattamento manipolativo spinale chiropratico sono diversi approcci terapeutici di emicrania ben noti raccomandati dagli operatori sanitari per aiutare a migliorare e gestire i sintomi dolorosi associati alla condizione. I pazienti che non sono in grado di usare farmaci e / o farmaci, compresi quelli che preferiscono evitare di usarli, possono beneficiare di terapie manuali per il trattamento dell'emicrania, secondo il seguente articolo. Studi di ricerca basati sull'evidenza hanno determinato che le terapie manuali potrebbero essere ugualmente efficaci per il trattamento dell'emicrania come farmaci e / o farmaci. Tuttavia, la revisione sistematica ha determinato che per concludere i risultati sono necessari studi clinici randomizzati futuri, ben condotti sull'uso di terapie manuali per il dolore di emicrania.

risultati

I due RCT sulla terapia di massaggio includevano relativamente pochi partecipanti, insieme a carenze menzionate nella Tabella 3 [8, 9]. Entrambi gli studi hanno dimostrato che la terapia di massaggio era significativamente migliore rispetto al gruppo di controllo, riducendo rispettivamente l'intensità e la frequenza dell'emicrania. Il guadagno terapeutico 27-28% (34-7% e 30-2%) nella riduzione della frequenza dell'emicrania mediante terapia di massaggio è paragonabile al guadagno terapeutico 6, 16 e 29% nella riduzione della frequenza dell'emicrania mediante trattamento profilattico con topiramato 50, 100 e 200 mg / giorno [20].

Il singolo studio sulla fisioterapia è ampio, ma non include un gruppo di controllo [10]. Lo studio ha definito i responder di avere 50% o più riduzione dell'intensità dell'emicrania. Il tasso di risposta alla terapia fisica era solo 13% nella prima parte dello studio, mentre era 55% nel gruppo che non beneficiava del rilassamento, mentre il tasso di risposta al rilassamento era 51% nella prima parte dello studio e 47% nel gruppo che non ha beneficiato della terapia fisica. Una riduzione dell'intensità dell'emicrania è spesso correlata alla ridotta frequenza dell'emicrania. Per confronto, il tasso di risposta è stato 39, 49, 47 e 23% tra quelli che hanno ricevuto topiramato 50, 100 e 200 mg / die e placebo come definito da 50% o più riduzione della frequenza dell'emicrania [20]. Una meta-analisi degli studi 53 sul trattamento profilattico con propranololo ha mostrato una riduzione media di 44% nell'attività di emicrania [23]. Pertanto, sembra che la terapia fisica e il rilassamento abbiano anche un effetto positivo come il topiramato e il propranololo.

Solo uno dei quattro RCT sulla terapia manipolativa spinale chiropratica (CSMT) includeva un gruppo di controllo, mentre gli altri studi comparavano con altri trattamenti attivi [11-14]. Il primo studio australiano ha mostrato che la frequenza dell'emicrania era ridotta in tutti e tre i gruppi quando la baseline è stata confrontata con 20 mesi dopo la traccia [11, 12]. I chiropratici erano altamente motivati ​​al trattamento CSMT, mentre i medici e il fisioterapista erano più scettici, il che avrebbe potuto influenzare il risultato. Uno studio americano ha dimostrato che CSMT, amitriptilina e CSMT + amitriptilina riducono la frequenza di emicrania 33, 22 e 22% dal basale al post-trattamento (Tabella 3). Il secondo studio australiano ha rilevato che la frequenza dell'emicrania era ridotta di 35% nel gruppo CSMT, mentre era ridotta di 17% nel gruppo di controllo. Pertanto, il guadagno terapeutico è equivalente a quello del topiramato 100 mg / die e l'efficacia è equivalente a quella del propranololo [20, 23].

Tre casi clinici sollevano dubbi sulla SMT cervicale chiropratica, ma una recente revisione sistematica non ha rilevato dati attendibili riguardanti l'incidenza o la prevalenza di reazioni avverse dopo SMT cervicale chiropratica [24-27]. Quando riferire i pazienti con emicrania alle terapie manuali? I pazienti che non rispondono o tollerano la terapia profilattica o che desiderano evitare i farmaci per altri motivi, possono essere indirizzati alla terapia di massaggio, terapia fisica o terapia manipolativa spinale chiropratica, poiché questi trattamenti sono sicuri con alcune reazioni avverse [27-29].

Conclusione

Gli attuali RCT suggeriscono che la terapia di massaggio, la fisioterapia, il rilassamento e la terapia chiropratica spinale manipolativa potrebbero essere ugualmente efficaci come propranololo e topiramato nella gestione profilattica dell'emicrania. Tuttavia, una conclusione definitiva richiede, in futuro, RCT ben condotti senza le numerose carenze metodologiche degli studi randomizzati valutati sulle terapie manuali. Tali studi dovrebbero seguire le linee guida sulla sperimentazione clinica dell'International Headache Society [21, 22].

Conflitto di interessi

Nessuno dichiarato.

Accesso libero: Questo articolo è distribuito sotto i termini della Licenza di Attribuzione Creative Commons che ne consente l'uso, la distribuzione e la riproduzione su qualsiasi supporto, a condizione che l'autore / i originale / i siano accreditati.

In conclusione, chiropratici, fisioterapisti e massaggiatori, tra gli altri professionisti sanitari qualificati ed esperti, raccomandano terapie manuali come trattamento per il mal di testa emicrania. Lo scopo dell'articolo era quello di educare i pazienti sugli effetti delle terapie manuali per il trattamento dell'emicrania. Inoltre, la revisione sistematica ha determinato che sono necessari studi clinici randomizzati futuri, ben condotti per concludere i risultati. Informazioni riferite dal Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie (NCBI). Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

A cura di Dr. Alex Jimenez

1. Esposito S, Philipson S. Tecnica di regolazione spinale dell'arte chiropratica. Alessandria: stampa artigianale; 2005.
2. Cooperstein R, Gleberson BJ. Sistemi di tecnica in chiropratica. 1. New York: Churchill Livingstone; 2004.
3. Comitato di classificazione del mal di testa della International Headache Society (1988) Classificazione e criteri diagnostici per i disturbi della cefalea, le nevralgie craniche e il dolore facciale. Comitato di classificazione del mal di testa della International Headache Society. Cefalalgia 8 (suppl 7): 1-96 [PubMed]
4. Sottotitolo di classificazione della cefalea dell'International Society (2004) La classificazione internazionale dei disturbi della cefalea, 2nd edn, Cephalagia 24 (suppl 1): 1-160 [PubMed]
5. Ter Riet G, Kleijnen J, Knipschild P. Agopuntura e dolore cronico: una meta-analisi basata su criteri. J Clin Epidemiol. 1990; 43: 1191-1199. doi: 10.1016 / 0895-4356 (90) 90020-P. [PubMed] [Cross Ref]
6. Koes BW, Assendelft WJ, Heijden GJ, Bouter LM, Knipschild PG. Manipolazione spinale e mobilizzazione per il dolore alla schiena e al collo: una revisione cieca. BMJ. 1991; 303: 1298-1303. doi: 10.1136 / bmj.303.6813.1298. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
7. Fernandez-de-las-Penas C, Alonso-Blanco C, San-Roman J, Miangolarra-Page JC. Qualità metodologica di studi randomizzati e controllati di manipolazione e mobilizzazione spinali in cefalea di tipo tensivo, emicrania e cefalea cervicogenica. J Orthop Sports Phys Ther. 2006; 36: 160-169. [PubMed]
8. Hernandez-Rief M, Dieter J, Field T, Swerdlow B, Diego M. Mal di testa emicrania ridotta dalla massoterapia. Int J Neurosci. 1998; 96: 1-11. doi: 10.3109 / 00207459808986453. [Cross Ref]
9. Lawler SP, Cameron LD. Uno studio randomizzato e controllato della terapia di massaggio come trattamento per l'emicrania. Ann Behav Med. 2006; 32: 50-59. doi: 10.1207 / s15324796abm3201_6. [PubMed] [Cross Ref]
10. Marcus DA, Scharff L, Mercer S, Turk DC. Trattamento non farmacologico per l'emicrania: utilità incrementale della terapia fisica con rilassamento e biofeedback termico. Cephalalgia. 1998; 18: 266-272. doi: 10.1046 / j.1468-2982.1998.1805266.x. [PubMed] [Cross Ref]
11. Parker GB, Tupling H, Pryor DS. Una prova controllata di manipolazione cervicale dell'emicrania. Aust NZJ Med. 1978; 8: 589-593. [PubMed]
12. Parker GB, Pryor DS, Tupling H. Perché l'emicrania migliora durante una sperimentazione clinica? Ulteriori risultati da una prova di manipolazione cervicale per l'emicrania. Aust NZJ Med. 1980; 10: 192-198. [PubMed]
13. Nelson CF, Bronfort G, Evans R, Boline P, Goldsmith C, Anderson AV. L'efficacia della manipolazione spinale, l'amitriptilina e la combinazione di entrambe le terapie per la profilassi dell'emicrania. J Manipolative Physiol Ther. 1998; 21: 511-519. [PubMed]
14. Tuchin PJ, Pollard H, Bonello R. Uno studio randomizzato controllato di terapia manipolatoria spinale chiropratica per l'emicrania. J Manipolative Physiol Ther. 2000; 23: 91-95. doi: 10.1016 / S0161-4754 (00) 90073-3. [PubMed] [Cross Ref]
15. Rasmussen BK, Jensen R, Olesen J. Questionario versus colloquio clinico nella diagnosi di cefalea. Mal di testa. 1991; 31: 290-295. doi: 10.1111 / j.1526-4610.1991.hed3105290.x. [PubMed] [Cross Ref]
16. Lundquist YC, Benth JS, Grande RB, Aaseth K, Russell MB. Un VAS verticale è uno strumento valido per il monitoraggio dell'intensità del dolore alla cefalea. Cephalalgia. 2009; 29: 1034-1041. doi: 10.1111 / j.1468-2982.2008.01833.x. [PubMed] [Cross Ref]
17. Rasmussen BK, Olesen J. Emicrania con aura ed emicrania senza aura: uno studio epidemiologico. Cephalalgia. 1992; 12: 221-228. doi: 10.1046 / j.1468-2982.1992.1204221.x. [PubMed] [Cross Ref]
18. FB di Ensink. Sumatriptan sottocutaneo nel trattamento acuto dell'emicrania. Sumatriptan International Study Group. J Neurol. 1991; 238 (suppl 1): S66-S69. doi: 10.1007 / BF01642910. [PubMed] [Cross Ref]
19. Russell MB, Holm-Thomsen OE, Rishoj NM, Cleal A, Pilgrim AJ, Olesen J. Uno studio incrociato randomizzato in doppio cieco controllato con placebo sul sumatriptan sottocutaneo in medicina generale. Cephalalgia. 1994; 14: 291-296. doi: 10.1046 / j.1468-2982.1994.1404291.x. [PubMed] [Cross Ref]
20. Brandes JL, Saper JR, Diamond M, Couch JR, Lewis DW, Schmitt J, Neto W, Schwabe S, Jacobs D, MIGR-002 Study Group Topiramato per la prevenzione dell'emicrania: uno studio controllato randomizzato. JAMA. 2004; 291: 965-973. doi: 10.1001 / jama.291.8.965. [PubMed] [Cross Ref]
21. Tfelt-Hansen P, Blocco G, Dahlöf C, Diener HC, Ferrari MD, Goadsby PJ, Guidetti V, Jones B, Lipton RB, Massiou H, Meinert C, Sandrini G, Steiner T, Winter PB, International Headache Society Sottocategoria prove cliniche Linee guida per prove controllate di farmaci in emicrania: 2nd ed. Cephalalgia. 2000; 20: 765-786. doi: 10.1046 / j.1468-2982.2000.00117.x. [PubMed] [Cross Ref]
22. Silberstein S, Tfelt-Hansen P, Dodick DW, Limmroth V, Lipton RB, Pascual J, Wang SJ, Task Force dell'International Headache Society Clinical Trials Sottocomitati Linee guida per studi controllati sul trattamento profilattico dell'emicrania cronica negli adulti. Cephalalgia. 2008; 28: 484-495. doi: 10.1111 / j.1468-2982.2008.01555.x. [PubMed] [Cross Ref]
23. Holroyd KA, Penzien DB, Cordingley GE. Propranololo nella gestione dell'emicrania ricorrente: una revisione meta-analitica. Mal di testa. 1991; 31: 333-340. doi: 10.1111 / j.1526-4610.1991.hed3105333.x. [PubMed] [Cross Ref]
24. Khan AM, Ahmad N, Li X, Korsten MA, Rosman A. Simpatectomia chiropratica: dissezione dell'arteria carotidea con paralisi oculosimpatica dopo manipolazione chiropratica del collo. Mt Sinai J Med. 2005; 72: 207-210. [PubMed]
25. Sindrome di ipotensione intracranica di Morelli N, Gallerini S, Gori S, Chiti A, Cosottini M, Orlandi G, Murri L. a seguito di manipolazione chiropratica del rachide cervicale. J Dolore al mal di testa. 2006; 7: 211-213. doi: 10.1007 / s10194-006-0308-0. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
26. Marx P, Püschmann H, Haferkamp G, Busche T, Neu J. Trattamento manipolativo della colonna cervicale e dell'ictus. Fortschr Neurol Psychiatr. 2009; 77: 83-90. doi: 10.1055 / s-0028-1109083. [PubMed] [Cross Ref]
27. Gouveia LO, Gastanho P, Ferreira JJ. Sicurezza dell'intervento chiropratico. Una revisione sistematica. Colonna vertebrale. 2009; 34: E405-E413. doi: 10.1097 / BRS.0b013e3181a16d63. [PubMed] [Cross Ref]
28. Ernst E. La sicurezza della massoterapia. Reumatologia. 2003; 42: 1101-1106. doi: 10.1093 / reumatologia / keg306. [PubMed] [Cross Ref]
29. Zeppos L, Patman S, Berney S, Adsett JA, Bridson JM, Paratz JD. La fisioterapia in terapia intensiva è sicura: uno studio osservazionale. Aust J Physiother. 2007; 53: 279-283. [PubMed]

Green-Call-Now-Button-24H-150x150-2-3.png

Argomenti aggiuntivi: Dolore al collo

Il dolore al collo è un disturbo comune che può derivare da una varietà di lesioni e / o condizioni. Secondo le statistiche, le lesioni da incidente automobilistico e le lesioni da colpo di frusta sono alcune delle cause più frequenti per il dolore al collo tra la popolazione generale. Durante un incidente automobilistico, l'impatto improvviso dall'incidente può far sobbalzare bruscamente la testa e il collo in qualsiasi direzione, danneggiando le complesse strutture che circondano il rachide cervicale. Il trauma ai tendini e ai legamenti, così come quello di altri tessuti del collo, può causare dolore al collo e irradia sintomi in tutto il corpo umano.

foto di blog di cartone animato grande notizie

ARGOMENTO IMPORTANTE: EXTRA EXTRA: A Healt You!

ALTRI IMPORTANTI ARGOMENTI: EXTRA: infortuni sportivi? | Vincent Garcia | Paziente | Chiropratico di El Paso, TX