Bassa vitamina D legata a un aumento del rischio di cefalea

Condividi

Bite di notizie: La vitamina D può essere un fattore componente della cefalea che un nuovo studio dimostra.


Più ricerca sta aggiungendo alla letteratura di un legame tra carenza di vitamina D e mal di testa, almeno per gli uomini che vivono in climi più freddi.

I dati degli uomini di mezza età di 2600 finlandesi che hanno partecipato allo studio del fattore di rischio della cardiopatia ischemica di Kuopio (KIHD) hanno dimostrato che quelli con i livelli più bassi di 25-idrossivitamina D (25 [OH] D) erano più del doppio di riferisce di avere mal di testa cronico come quelli che avevano i più alti livelli di vitamina D. Inoltre, le segnalazioni di cefalea cronica erano significativamente più frequenti in mesi diversi dai mesi estivi (da giugno a settembre).

I ricercatori notano che, sebbene studi passati abbiano esaminato il legame tra vitamina D e mal di testa, i risultati sono stati "inconcludenti" perché molti inclusero piccole popolazioni di campioni. Quando lo studio KIHD inizialmente iniziò, gli uomini di questa parte della Finlandia avevano la più alta prevalenza di malattie cardiache nel mondo e stava guardando i fattori di rischio per la malattia cardiovascolare.

Durante gli esami di base, i questionari hanno chiesto ai partecipanti di segnalare lo stato di mal di testa durante i precedenti mesi 12. "Cefalea frequente" è stato definito come un evento giornaliero o settimanale - ed è stato riportato da 9.6% del gruppo completo.

Anche al basale, i campioni di sangue venoso a digiuno sono stati raccolti durante le ore del mattino e sono state misurate le concentrazioni di 25 (OH) D.

È interessante notare che la concentrazione media del siero 25 (OH) D per il gruppo di studio era 43.4 nmol / L, che è al di sotto della soglia 50-nmol / L generalmente considerata un marker di carenza di vitamina D. Infatti, 67.9% del gruppo aveva livelli inferiori a 50 nmol / L.


Fonte:

Commenti

Commenti



Sourced Da: Bassa vitamina D legata a un aumento del rischio di cefalea

Diritti di copia: Circle of Documents

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘