Omocisteina e suo forte impatto | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

È senza dubbio che qualsiasi squilibrio nel corpo ha una relazione diretta che influenza altri sistemi corporei. Simile a molti aspetti dei percorsi biochimici, deve esserci una netta concentrazione di input in output. Una produzione troppo o troppo scarsa fa deragliare rapidamente le vie metaboliche. Tuttavia, la ricerca sta scoprendo che i gruppi metilici e il metabolismo dell'omocisteina hanno un profondo effetto sulla salute e sulle malattie quando vengono interrotti.

Che cos'è l'omocisteina?

L'omocisteina è un sottoprodotto naturale delle reazioni SAM, comprese quelle coinvolte nella regolazione epigenetica del silenziamento del DNA. Quando i livelli di omocisteina diventano eccessivamente elevati, vediamo effetti caotici riguardo alla nostra salute e al nostro stato di malattia. L'omocisteina è un aminoacido contenente zolfo che otteniamo attraverso il metabolismo della metionina. La metionina viene attivata tramite MAT per generare SAM. SAMe si trova in tutte le cellule viventi dove è un donatore di metile per oltre 100 reazioni. I gruppi metilici creati da SAM vengono ulteriormente utilizzati in creatina, fosfatidilcolina e neurotrasmettitori. La metilazione derivata da SAM esercita anche un ruolo regolatore nell'espressione genica.

Malattie legate all'omocisteina

Il processo di metilazione è stato meglio conosciuto per il suo ruolo nelle malattie cardiovascolari e in relazione agli effetti avversi dell'omocisteina. Uno studio ha rivelato che gli esseri umani che possedevano il polimorfismo MTHFR C677T avevano una ridotta attività degli enzimi, portando infine ad un aumento delle malattie cardiovascolari.

Per ulteriori informazioni su questo studio, visitare:

"Squilibrio dell'omocisteina: un marker metabolico patologico"

L'omocisteina svolge anche un ruolo fondamentale nella solidità della nostra struttura scheletrica. L'omocisteina ha dimostrato di interferire con l'attività degli osteoclasti. Gli osteoclasti assorbono il tessuto osseo durante la crescita e la guarigione di routine. Quando l'omocisteina è aumentata nel corpo, regola gli osteoclasti e deprime l'apoptosi degli osteoclasti aumentando le nostre specie reattive complessive di ossigeno nelle nostre cellule del midollo osseo.

Inoltre, l'omocisteina è stata collegata a disturbi neurodegenerativi. Un disturbo specifico trovato correlato è la depressione. La depressione è stata definita come una trasmissione bassa o compromessa del neurotrasmettitori serotonina, dopamina e noradrenalina. Ora sappiamo che la maggior parte della serotonina del corpo viene prodotta e ospitata nel tratto gastrointestinale. Quando si considerano i difficili percorsi biochimici dell'omocisteina e della depressione, la prima cosa da considerare dovrebbe essere la dieta. Considerando i micronutrienti che nutriamo i nostri corpi sono responsabili del buon funzionamento delle nostre vie metaboliche che dobbiamo prima valutare se stiamo ottenendo tutti i nutrienti adeguati. In secondo luogo, quando si considera la dieta, è necessario garantire che gli alimenti che alimentano le nostre cellule e i micronutrienti siano anche alimenti che aiutano l'intestino a prosperare. I batteri nell'intestino dovrebbero essere equamente bilanciati per consentire la creazione e il trasporto di livelli adeguati di serotonina. Ridurre infiammazione nell'intestino aiuterà non solo la produzione di serotonina ma anche la riduzione dell'omocisteina.

Al fine di controllare correttamente i livelli di batteri nell'intestino, utilizziamo un'analisi completa delle feci Dati medici. Inoltre, controlliamo anche i livelli di micronutrienti dei nostri pazienti con un test SpectraCell. Di seguito è riportato un esempio di entrambi questi rapporti:

Geni e omocisteina

Se l'omocisteina non è regolata correttamente, può verificarsi un errore genetico nel nostro corpo. Questo errore si verifica nel gene MTHFR. Generalmente, abbiamo due geni MTHFR, ne ereditiamo uno da ciascun genitore. Se si dispone di un SNP del gene MTHFR, in particolare C677T, ciò può comportare una inadeguata rimetilazione folato-dipendente e aumenti delle concentrazioni di omocisteina.

Per quelli con una mutazione MTHFR, molti trovano che evitare il latte li aiuta a sentirsi meglio poiché molti antigeni da latte ostruiscono i recettori dei folati. Tuttavia, è stato dimostrato che mangiare grandi quantità di verdure a foglia aiuta le persone con MTHFR poiché aiutano a compensare il fatto che il metilfolato non viene prodotto da solo.

Trovare un equilibrio

Per pazienti specifici, è stato dimostrato che gli integratori di vitamina B12, folati e SAM riducono i livelli di omocisteina presenti nel plasma e, in definitiva, rallentano la progressione e i sintomi correlati all'abbondanza di omocisteina.

È sempre meglio fornire ai nostri corpi e ai nostri geni cibi integrali che possiamo scomporre più facilmente per un'espressione genica ottimale. Negli integratori, non ottieni sempre la stessa quantità di vitamine e minerali essenziali né l'effetto completo. Le linee guida dietetiche suggeriscono di aggiungere più frutta e verdura per abbassare naturalmente i livelli di omocisteina.

Per ulteriori informazioni sulla relazione tra MTHFR e nutrizione, consultare il PDF di seguito:

Cominciando in cucina, preparando un veloce frullato al mattino con verdure a foglia scura come spinaci, semi di lino, fragole, banane e latte di mandorle, non solo riempi lo stomaco, ma fornisci anche al tuo corpo e intestino i micronutrienti essenziali che esso deve compiere i suoi percorsi biochimici. -Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Riferimenti:

Schalinske KL, Smazal AL. Squilibrio dell'omocisteina: un marcatore metabolico patologico. Adv Nutr. 2012; 3 (6): 755-762. Pubblicato 2012 Nov 1. doi: 10.3945 / an.112.002758

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi dell'apparato muscolo-scheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento sopra, non esitate a chiedere Il dottor Alex Jimenez o contattaci al 915-850-0900.