John F. Kennedy e dolore alla schiena cronico

Share

Il racconto di JFK mostra la difficoltà nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi spinali.

All'età 43, John F. Kennedy è stato il presidente più giovane eletto nel posto di lavoro degli Stati Uniti ed è stato ritratto come pieno di gioventù e vitalità. Ma era molto lontano dalla salute, e ha trascorso la maggior parte della sua vita adulta combattendo con molte questioni mediche, tra cui il mal di schiena che ha avuto inizio durante il college e continua fino alla sua morte, secondo un recente articolo di rassegna Giornale di Neurochirurgia: Spina.

Il dolore alla schiena di John F. Kennedy è stato pensato per aver subito un infortunio al calcio, mentre Kennedy era in scuola universitaria a Harvard, ha chiarito coautore Justin T. Dowdy, MD, neurochirurgo presso la Hot Springs Clinic of Neurosurgery, a Hot Springs, in Arkansas.

Secondo 10 anni di studio sui documenti medici di Kennedy e sintomi segnalati, l'autore maggiore T. Glenn Pait, MD, crede che Kennedy ha avuto una malattia discogena derivante da un incidente nella sua infanzia che ha iniziato una cascata di problemi nella schiena bassa. Dr. Pait è direttore del Jackson T. Stephens Spine e Neuroscienze Institute presso l'Università di Arkansas per le Scienze Mediche.

Kennedy fu respinto originariamente quando cercava di iscriversi nell'esercito a causa dei suoi problemi medici, come il dolore alla schiena, ma fu accettato alla riserva marina statunitense durante le connessioni di suo padre. "Questo è un testamento della sua decisione di servire il suo paese", ha detto il dottor Pait. "Kennedy era stato originariamente dotato di un posto di lavoro, ma non era sufficiente per lui e fu poi ammesso in un programma di siluro di pattuglia".

Le questioni posteriori di Kennedy si peggiorarono quando la sua barca navale fu colpita da un cacciatorpediniere giapponese e Kennedy si allontanò per ore 5 ad un'isola vicina mentre tracceva un equipaggio ferito a terra, tenendo l'anello della giacca di vita dell'uomo tra i denti, Drs. Dowdy e Pait hanno notato nel loro giornale.

L'articolo di revisione si riferisce ad una serie di interventi di iniezione 4 inefficaci, tra cui una fusione sacroiliacale (SI) e lombosacrale. Vari medici che hanno curato Kennedy avevano diverse teorie sulla ragione del suo mal di schiena, ha anche suggerito una varietà di diversi trattamenti che vanno da iniezioni punto innesco e un programma di esercizi (nuoto e sollevamento pesi), per massaggiare e un brace posteriore, a colpi contenenti metanfetamine. Il programma di esercizi, iniziato più tardi nella sua vita, ha prodotto un miglioramento "drammatico", secondo i ricercatori. Il programma consisteva di sollevamento pesi tre volte alla settimana e nuoto quotidiano con massaggio e terapia termica.

"La narrazione di JFK illustra la difficoltà e la complessità nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi della colonna vertebrale, soprattutto nel contesto del dolore cronico", ha detto il dottor Dowdy a SpineUniverse. "Le nostre spine invecchiano quando invecchiamo se si tratta di malattie degenerative del disco, nervi schiacciati o anomalie della formazione di stenosi spinale. Trattamento e prevenzione di questi disturbi è altrettanto di un'arte come una scienza, specialmente nel determinare quegli individui che probabilmente beneficeranno dell'intervento chirurgico ".

Il Dott. Dowdy ha notato che sono stati compiuti molti progressi in come le condizioni spinali sono diagnosticate e trattate come il momento in cui Kennedy cercava l'attenzione, come "che la raffinatezza sia dei metodi di chirurgia spinale meno invasiva che della diagnosi". Dr. Dowdy ha anche sottolineato un punto importante che si applica a qualsiasi epoca: "il significato di avere un chirurgo di spina affidabile che sia preparato e in grado di fornire la giusta chirurgia nelle condizioni appropriate".

La storia di John F. Kennedy suggerisce inoltre che "i metodi più favorevoli per prevenire il dolore cronico cronico possono essere accessibili e accessibili", ha dichiarato Dowdy. "Spesso la strategia più appropriata per il dolore cronico del basso indietro sta attivamente perseguendo una corretta igiene della colonna vertebrale: mantenere un peso corporeo sano, astenersi dal fumo e perseguire una nutriente dieta e di esercizi - in particolare gli allenamenti che comprendono tratti di yoga", ha sottolineato Dr. Dowdy. "Si riduce a perseguire un modo sano e sano di vita".

"Gli individui che soffrono di dolore cronico possono sperare di essere ispirati a sapere che Kennedy rimase fisicamente energico e guidato per raggiungere i suoi obiettivi nonostante la sua fastidio", ha concluso il dottor Dowdy.

Post Recenti

Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa

L'iperostosi scheletrica idiopatica diffusa, nota anche come DISH, è una fonte fraintesa e spesso mal diagnosticata ... Leggi

30 Marzo 2021

Cause di incidenti motociclistici, lesioni e trattamento chiropratico

Gli incidenti in moto sono molto diversi dagli incidenti automobilistici. Nello specifico è quanto i ciclisti ... Leggi

29 Marzo 2021

Marcatori ad angolo di fase e infiammatori

Valutazione antropometrica La misurazione antropometrica gioca un ruolo fondamentale nella valutazione dello stato di salute del paziente. Misure antropometriche ... Leggi

29 Marzo 2021

Perché la tendinite non dovrebbe essere lasciata non trattata Una prospettiva chiropratica

La tendinite può verificarsi in qualsiasi area del corpo in cui un tendine viene utilizzato in modo eccessivo. ... Leggi

26 Marzo 2021

Massaggio sportivo chiropratico per lesioni, distorsioni e stiramenti

Un massaggio sportivo chiropratico ridurrà il rischio di lesioni, migliorerà la flessibilità e la circolazione ... Leggi

25 Marzo 2021

L'importanza di BIA e TMAO

Il mondo della medicina sta avanzando e crescendo continuamente. La ricerca viene pubblicata ogni giorno ... Leggi

25 Marzo 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘