Permeabilità intestinale causata da FANS e alcool

Share

Permeabilità intestinale: I farmaci antinfiammatori non alcolici e non steroidei, o FANS, sono agenti nocivi che possono disturbare l'equilibrio del sistema digestivo, influenzando in definitiva la mucosa gastroduodenale e danneggiando la barriera epiteliale lungo il tratto gastrointestinale, o il tratto gastrointestinale, aumentando la permeabilità intestinale. Inoltre, non è raro che i pazienti siano stati esposti alle due sostanze contemporaneamente. È quindi importante sapere in che modo l'uso simultaneo può influire sulla funzione della barriera intestinale e acquisire tale conoscenza era l'obiettivo di diversi studi di ricerca.

 

Qual è l'effetto dell'alcol e dei FANS nella funzione della barriera intestinale?

 

I cambiamenti nella permeabilità intestinale sono diventati più evidenti dopo Meddings et al. ha introdotto il test di permeabilità al saccarosio in 1993 come misura non invasiva per valutare l'entità del danno del tratto gastrointestinale indotto da agenti antinfiammatori non steroidei o FANS. Successivamente, diversi studi hanno dimostrato che la disfunzione della barriera intestinale al saccarosio è un indicatore ragionevole della presenza di danni al tratto gastrointestinale negli utilizzatori di FANS. Altri ricercatori hanno utilizzato test di permeabilità del saccarosio per valutare il danno alla mucosa gastroduodenale indotta da corticosteroidi orali, esercizio fisico intenso, infezione, gastrite atrofica, morbo di Crohn, malattia celiaca, caffè, fumo o una combinazione di questi fattori dannosi. L'alcol è un altro agente che influenza la funzione di barriera intestinale. Alcuni studi hanno anche dimostrato che il consumo acuto di alcol aumenta la permeabilità intestinale. Gli effetti dell'esposizione cronica all'alcol sulla permeabilità intestinale, tuttavia, sono meno consolidati di quello dell'uso di FANS sulla permeabilità intestinale.

 

Permeabilità intestinale: Disfunzione intestinale della barriera da FANS e alcool

 

Farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS)

 

La patogenesi dei FANS è ben studiata, ma non ancora pienamente compresa. L'uso di FANS o di farmaci antinfiammatori non steroidei è stato associato all'aumentato rischio di sviluppare malattie gastrointestinali o gastrointestinali, nonché altri effetti collaterali e problemi di salute digestiva. Notevoli quantità di prove hanno anche dimostrato che, proprio come il consumo cronico di alcol, l'uso costante di FANS può influenzare la funzione della barriera intestinale, che può causare un significativo tratto gastrointestinale, o tratto gastrointestinale, danni, come ulcere, perforazione, emorragia e una esacerbazione di infiammatori malattia intestinale o IBD. È stato suggerito che l'effetto dei FANS ha fasi separate.

 

Innanzitutto, i FANS sono inclusi nelle membrane biologiche a causa delle loro proprietà lipofile. Interagiscono con i fosfolipidi del bordo del pennello, causando danni diretti all'epitelio intestinale. I FANS distaccano anche la fosforilazione ossidativa, che porta alla disfunzione mitocondriale e, di conseguenza, a una riduzione dell'ATP intracellulare. La diminuzione dell'ATP determina una ridotta funzione della barriera epiteliale intestinale, in quanto la regolazione del complesso intracellulare di actina-miosina è un processo dipendente dall'ATP. La regolazione dei fosfolipidi di membrana e dei livelli intracellulari di ATP è seguita dalla perdita di calcio intracellulare e dall'aumentata produzione di radicali liberi dell'ossigeno. Questi processi cambieranno direttamente la permeabilità intestinale influenzando la contrazione del citoscheletro intracellulare e l'integrità della giunzione stretta, o TJ, complesso. Questa aumentata permeabilità innesca quindi l'ultima fase dell'enteropatia indotta dai FANS, che è il trasporto di composti luminali, come acidi biliari, prodotti di degradazione batterica, acido e pepsina, nella mucosa intestinale, innescando una risposta immunitaria e infiammazione. Oltre alle fasi sopra menzionate, i FANS possono anche indurre danni alla mucosa grazie alle sue proprietà inibitori delle prostaglandine. Dopo l'assorbimento, i FANS inibiscono la cicloossigenasi-1 e -2, o COX-1 e -2. L'inibizione di COX-1 porta ad una diminuzione del flusso sanguigno della mucosa, mentre l'inibizione di COX-2 ha un effetto sulla regolazione immunitaria.

 

L'uso sia acuto che cronico di farmaci antinfiammatori non steroidei da parte di volontari sani e pazienti ha dimostrato cambiamenti nella disfunzione della barriera intestinale e nell'ipermotilità, movimenti anormali o eccessivi, in particolare del tratto gastrointestinale. Studi di ricerca in vitro utilizzando MKN28, una linea di cellule epiteliali gastriche hanno anche dimostrato che l'aumento della permeabilità indotto dall'aspirina era caratterizzato da una considerevole diminuzione dell'espressione di claudina-7, ma non di claudine-3, -4, ZO-1 o occludina .

 

Inizialmente il danno al tratto gastrointestinale indotto dai FANS è risultato essere una conseguenza dell'inibizione della cicloossigenasi e della diminuzione della sintesi delle prostaglandine; tuttavia, è ora evidente che la disfunzione della barriera intestinale è un processo a più stadi. Studi di ricerca sperimentale e clinica hanno dimostrato un contributo da neutrofili, disturbi del microcircolo, radicali liberi dell'ossigeno e acidi biliari nel danno del tratto gastroindustriale indotto dai FANS. I FANS aumentano l'espressione intestinale dell'ossido nitrico sintasi, con conseguente aumento dei livelli di NO, aumentando la permeabilità intestinale. I FANS possono anche distaccare la fosforilazione ossidativa mitocondriale, che ostacola la generazione di energia mitocondriale richiesta per l'integrità del complesso TJ, con conseguente aumento dell'infiammazione intestinale e della permeabilità. Infine, uno studio recente ha dimostrato che l'aspirina induce un aumento della permeabilità delle cellule epiteliali gastriche mediata dall'attivazione di p38 MAPK e una diminuzione della claudina-7, e un trattamento in cui un inibitore del MAPK p38 attenua questa risposta.

 

alcol

 

Studi di ricerca clinici e sperimentali hanno rivelato che il consumo costante di alcol può spesso portare ad un aumento della permeabilità intestinale, all'inibizione del trasporto di nutrienti, come vitamine e minerali, e ad un ridotto assorbimento di sodio e acqua. I risultati della valutazione dello studio di ricerca hanno dimostrato il coinvolgimento del sottoprodotto del metabolismo dell'etanolo, acetaldeide e ossido nitrico o NO, nella disfunzione della barriera intestinale mediata dall'alcol. Alti livelli di acetaldeide sono stati rilevati lungo il tratto gastrointestinale, o tratto GI, dei ratti dopo la somministrazione di etanolo. Livelli aumentati di acetaldeide sono stati anche strettamente associati a una maggiore permeabilità intestinale e alla traslocazione di endotossine, secondo gli studi di ricerca. Inoltre, l'incubazione delle cellule Caco2 con acetaldeide ha dimostrato una maggiore permeabilità allo strato monostrato. La crescita è stata associata ad una aumentata fosforilazione della tirosina sia di ZO-1, E-caderina e β-catenina. L'esposizione dei monostrati Caco2 all'etanolo aumenta anche l'espressione inducibile di sintasi dell'ossido nitrico, stimolando la produzione di NO o ossido nitrico, nonché la maggiore permeabilità del monostrato. I cambiamenti indotti da NO sono stati associati ad un aumento della tubulina instabile non polimerizzata e ad un esteso danno al citoscheletro dei microtubuli.

 

Studi sperimentali e clinici condotti su roditori hanno anche dimostrato che la somministrazione acuta di alcol può causare danni alla mucosa nell'intestino tenue superiore, come l'ulcerazione dei villi, il sanguinamento sottomucoso e le erosioni emorragiche, nonché la disfunzione della barriera intestinale. È stato riconosciuto che la permeabilità intestinale indotta dall'alcool aiuta a migliorare la traslocazione delle endotossine attraverso vari organi, con conseguente danno tissutale e infiammazione. L'applicazione intragastrica delle endotossine dalla somministrazione di alcool nei roditori ha fornito livelli di endotossina plasmatica notevolmente più elevati rispetto agli animali alimentati con l'endotossina da sola. Lesioni simili sono state riscontrate anche in volontari sani e in alcolisti attivi a seguito del consumo acuto di alcol, mentre i livelli plasmatici di endotossina negli alcolisti sono risultati 5 volte superiori rispetto ai controlli sani. Sebbene non del tutto comprese, le prove suggeriscono che il meccanismo inerente la disfunzione intestinale della barriera indotta dall'alcol è collegato all'introduzione di cellule infiammatorie e al rilascio di vari mediatori, tra cui citochine, specie reattive dell'ossigeno, leucotrieni e istamina.

 

Il mantenimento della funzione di barriera intestinale è importante per la nostra salute e la disfunzione può essere un fattore di rischio per una varietà di disturbi e malattie. Informazioni referenziate dal National Center for Biotechnology Information (NCBI) e dalla National University of Health Sciences. L'ambito delle nostre informazioni è limitato a lesioni e condizioni chiropratiche e spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattarci a 915-850-0900 .

 

Dott. Alex Jimenez

 

 

Ulteriori argomenti: Benessere

 

La salute e il benessere generale sono essenziali per mantenere il corretto equilibrio psicofisico nel corpo. Da mangiare a nutrizione equilibrata così come l'esercizio e la partecipazione alle attività fisiche, per dormire regolarmente una sana quantità di tempo, seguendo i migliori suggerimenti per la salute e il benessere può in ultima analisi contribuire a mantenere il benessere complessivo. Mangiare un sacco di frutta e verdura può andare un lungo cammino per aiutare le persone a diventare sane.

 

 

ARGOMENTO SUPPLEMENTARE: EXTRA EXTRA: trattamento del mal di schiena

 

 

Post Recenti

Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa

L'iperostosi scheletrica idiopatica diffusa, nota anche come DISH, è una fonte fraintesa e spesso mal diagnosticata ... Leggi

30 Marzo 2021

Cause di incidenti motociclistici, lesioni e trattamento chiropratico

Gli incidenti in moto sono molto diversi dagli incidenti automobilistici. Nello specifico è quanto i ciclisti ... Leggi

29 Marzo 2021

Marcatori ad angolo di fase e infiammatori

Valutazione antropometrica La misurazione antropometrica gioca un ruolo fondamentale nella valutazione dello stato di salute del paziente. Misure antropometriche ... Leggi

29 Marzo 2021

Perché la tendinite non dovrebbe essere lasciata non trattata Una prospettiva chiropratica

La tendinite può verificarsi in qualsiasi area del corpo in cui un tendine viene utilizzato in modo eccessivo. ... Leggi

26 Marzo 2021

Massaggio sportivo chiropratico per lesioni, distorsioni e stiramenti

Un massaggio sportivo chiropratico ridurrà il rischio di lesioni, migliorerà la flessibilità e la circolazione ... Leggi

25 Marzo 2021

L'importanza di BIA e TMAO

Il mondo della medicina sta avanzando e crescendo continuamente. La ricerca viene pubblicata ogni giorno ... Leggi

25 Marzo 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘