Neurologia funzionale: infiammazione, sistema nervoso e stress ossidativo | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Neurologia funzionale: infiammazione, sistema nervoso e stress ossidativo

Abbiamo scoperto che avvicinarsi al corpo nel suo complesso piuttosto che trattarlo come compartimenti dà ai pazienti il ​​massimo sollievo. Ciò è dovuto al fatto che non stiamo aiutando i sintomi della banda, ma trattando il problema alla sua causa. Con lo sviluppo della ricerca, si è riscontrato che sono state identificate oltre 125 condizioni cliniche infiammazione insieme allo stress ossidativo come fattore che contribuisce alla diagnosi.

Infiammazione Parte 1

Il sistema nervoso e il sistema immunitario sono strettamente intrecciati. Se c'è un'anomalia con l'una, l'altra sarà interessata. I sintomi neurologici comprendono affaticamento, cattivo umore, deficit cognitivo e mancanza di motivazione, mentre i sintomi immunitari comportano sintomi di malessere in generale o raffreddore / simil-influenzale. Questi sintomi non sono il problema, ma piuttosto una reazione a ciò che sta accadendo più in basso nei sistemi del corpo. Quando è presente l'infiammazione, influenzerà sempre tutti gli altri sintomi del corpo. Con l'infiammazione, siamo pronti a vedere seguire lo stress ossidativo.

Il sistema nervoso

Quando si guarda il sistema nervoso, vediamo che neurotrasmettitori e neuropeptidi sono nel sistema immunitario, portando i ricercatori a studiare se la nostra immunità è principalmente guidata dai nervi. Il sistema nervoso fornisce la comunicazione in tutto il corpo e l'organizzazione mentre il sistema immunitario fornisce sorveglianza e difesa. Tuttavia, è importante notare che il sistema nervoso è più che solo il cervello. Nel caso di un'anomalia che si verifica nel corpo, ad esempio quando si stuba il dito del piede, il sistema nervoso si attiva così rapidamente da avvisare il cervello in pochi secondi. Il cervello e il sistema nervoso sono ora consapevoli che qualcosa è andato storto nel corpo e il cervello organizza le prossime azioni da lanciare.

L'infiammazione non è mai il destino, abbiamo la capacità di ridurre l'infiammazione e invertire molti segni e la progressione della malattia. Normalizzando il sistema immunitario, normalizzeremo l'infiammazione. In caso contrario, l'infiammazione cronica porta a depressione, insonnia, dolori articolari e altre condizioni autoimmuni come il diabete e le malattie cardiache. Usando un approccio neuroinfiammatorio muscoloscheletrico, i pazienti hanno massimizzato i benefici e sono mostrati risultati clinici migliori.

Infiammazione Parte 2

L'infiammazione acuta è vista come gonfiore, arrossamento e tenerezza. Tuttavia, la grave infiammazione silenziosa è ciò che sta causando i veri problemi. Esistono biomarcatori specifici che utilizziamo per valutare l'infiammazione. L'infiammazione cronica di basso grado può essere monitorata con la proteina reattiva CRP o C insieme ad altri biomarcatori tra cui citochine, neurotrasmettitorie marcatori di stress ossidativo. L'infiammazione produce radicali liberi, che è in definitiva la connessione tra il sistema immunitario e il sistema nervoso. Ciò si verifica in una linea temporale biochimica in questo senso: l'infiammazione è presente, l'infiammazione aumenta le citochine pro-infiammatorie, aumentano i nostri neurotrasmettitori immunitari, che stimolano l'aumento dei radicali liberi, portando allo stress ossidativo e al deragliamento globale dei percorsi critici del nostro corpo.

Testing

I neurotrasmettitori sono visti come bersagli mobili. A volte come individui siamo felici, altre volte tristi e così via. Detto questo, ci sono test che catturano i neurotrasmettitori ma sono visti più come "istantanee". Quando si utilizza il siero per raccogliere i neurotrasmettitori, si raccolgono i neurotrasmettitori solo in quel determinato momento. Un test che utilizziamo per catturare l'intera gamma di neurotrasmettitori è a Test delle urine. L'urina viene raccolta nell'arco di ore, permettendoci di vedere la gamma e le fluttuazioni dei neurotrasmettitori. Un esempio di questo test da Laboratorio ZRT è mostrato di seguito:

Lo stress ossidativo

Lo stress ossidativo è essenzialmente uno squilibrio tra i radicali liberi e il sistema antiossidante del corpo. Il nostro corpo ha sistemi di difesa naturali per proteggersi dallo stress ossidativo ma quando lo squilibrio è troppo grande, iniziamo a vedere rotture nei percorsi del corpo. I radicali liberi sono un evento naturale nella sintesi di ATP e aiutano a difendersi dalle infezioni, nonché a segnalare altre funzioni e regolazioni cellulari. Tuttavia, quando un'abbondanza di radicali liberi prende il controllo del sistema, questi iniziano a danneggiare le strutture cellulari, in particolare il DNA, le proteine ​​e i lipidi. Un esempio specifico è il triptofano danneggiato con conseguente riduzione dei livelli di serotonina, che alla fine porta a attacchi di depressione, IBS e insonnia. Grandi marcatori di stress ossidativo che cerchiamo nei pazienti includono DOPAC, 5HIAA e Taurina. Un esempio di urina completa da Dati medici è mostrato di seguito:

Genetica, infiammazione e stress ossidativo

Quando un paziente ha uno stress ossidativo e un'infiammazione gravi, è fondamentale che vengano testati per SNP. In effetti, il 30-50% degli americani ha un polimorfismo. Quando un paziente ha un alto numero di infiammatori, ad esempio, se la glutammina è molto alta e facciamo uno screening genetico, spesso troviamo che il paziente è omozigote negativo in SOD2. Questo specifico risultato del test indica che il paziente ha una capacità limitata di trattare i radicali liberi e può trarre beneficio da un supporto antiossidante aggiuntivo.

Per ulteriori informazioni su SOD2 e il suo ruolo con lo stress ossidativo, consultare l'articolo:

"Sirt3 Insairment and SOD2 Hyperacetylation in Vascular Oxidative Stress and Hypertension"

La genetica deve essere considerata come genetica funzionale e si dovrebbe capire che il corpo ha la capacità di superare le carenze quando controllato da specifici fattori ambientali. Un componente fondamentale per ridurre l'infiammazione e controllare i fattori ambientali viene dal cibo che mangiamo. Mangiando cibi biologici locali, il nostro corpo vedrà una riduzione dell'infiammazione attraverso una riduzione delle sostanze chimiche. Dalla cucina ai geni, tutto è in relazione.

Più invecchio, più mi rendo conto che i miei genitori che mi dicevano di mangiare le mie verdure erano più benefici che crescere "grandi e forti". La ricerca che si è evoluta nell'ultimo decennio indica fortemente che ciò che ci mettiamo in bocca altera chi siamo domani. I nostri geni cambiano e si caricano costantemente e sono influenzati dall'infiammazione e dai nutrienti che li nutrono. Se mangiamo patatine e pizza i nostri geni reagiranno alle sostanze chimiche presenti negli alimenti e altereranno la loro espressione, portando ad un aumento dell'infiammazione. Tuttavia, se mangiamo spinaci e carne biologica nutrita con erba, il nostro corpo distruggerà quei nutrienti completamente diversi, alterando in definitiva l'espressione genetica e prosperando con ricchi fitonutrienti. Per essere veramente privo di sintomi e ottenere una salute ottimale, tutto inizia in cucina. -Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi dell'apparato muscolo-scheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento sopra, non esitate a chiedere Il dottor Alex Jimenez o contattaci al 915-850-0900.

Riferimenti:

Dikalova AE, Itani HA, Nazarewicz RR, et al. Sirt3 Insufficienza e SOD2 Iperacetilazione nello stress ossidativo vascolare e ipertensione. Circ Ris. 2017;121(5):564‐574. doi:10.1161/CIRCRESAHA.117.310933

Kellermann, Gottfried. “Infiammazione e stress ossidativo; Principali attori in condizioni cliniche ". Medicina funzionale universitaria. 2020, www. Functionalmedicineuniversity .com / members / 1038.cfm.