Asse HPA. Sei stressato?

Share

Lo stress, come l'infiammazione, è una risposta naturale. Abbiamo bisogno dello stress per funzionare normalmente. Quindi, quando sorge la domanda: "Sei stressato?" la risposta è sì, ma ciò che sta accadendo è complesso. Infatti, questo adattamento fisico è modulato dall'asse HPA, e anche se la risposta fisica è una reazione a cascata orchestrata, i trigger possono essere variati.

Lo stress è definito come uno stato di minaccia reale o percepita all'omeostasi. Infatti, quando l'equilibrio del nostro corpo è minacciato e si verifica l'attivazione di diverse risposte. Questa risposta è la combinazione di reazioni complesse modulate dai sistemi endocrino, nervoso e immunitario. Tuttavia, la risposta allo stress ha l'unico scopo di mantenere in vita l'individuo stressato.

Risposta allo stress:
§ maggiore consapevolezza. § condizioni migliorate. § euforia. § maggiore analgesia.
Adattamenti fisiologici:
§ aumento del tono cardiovascolare. § alta frequenza respiratoria. § inibizione dell'alimentazione e della digestione. § crescita. § riproduzione. § immunità.
Asse HPA e risposta allo stress:

L'asse ipotalamo-ipofisi-surrene (asse HPA) è il modo in cui chiamiamo comunemente l'interazione tra il nucleo paraventricolare (PVN) situato nell'ipotalamo, il lobo anteriore della ghiandola pituitaria e, infine, le ghiandole surrenali situate sopra i reni. Inoltre, altre strutture come i neuroni noradrenergici del tronco cerebrale, i circuiti adrenomidollari simpatici e i sistemi parasimpatici.

Tuttavia, il primo fattore scatenante della cascata dello stress è un fattore di rilascio della corticotropina (CRF), secreto dai neuroni ipofisiotropici del PVN. Successivamente, il CFR viaggia attraverso i vasi portali ipofisari che portano alla ghiandola pituitaria anteriore. In questo sito, il CFR si lega al suo recettore sui corticotropi ipofisari e rilascia l'ormone adrenocorticotropo (ACTH) per poi essere rilasciato nella circolazione sistemica.

Una volta che l'ACTH raggiunge la corteccia surrenale, la sintesi e il rilascio di glucocorticoidi, questi glucocorticoidi sono gli starter degli effetti a valle controllati dall'asse HPA. Infine, l'omeostasi ritorna con un ciclo di feedback negativo del cortisolo che inibisce il rilascio di CFR. Tuttavia, la regolazione sbilanciata degli effetti HPA è legata allo sviluppo della fisiopatologia.

Glucocorticoidi:

Quando parliamo di glucocorticoidi, ci riferiamo al cortisolo negli esseri umani e al corticosterone nei roditori. Come estrogeno, il cortisolo è considerato un ormone e il recettore del cortisolo è ampiamente distribuito nel nostro corpo. Pertanto, il cortisolo regola il metabolismo, i processi cardiovascolari, il sistema immunitario ei processi comportamentali.

Sindrome da adattamento generale:

Descritta per la prima volta da Hans Selye nel 1930, la sindrome dell'adattamento generale è descritta come la manifestazione dello stress in tutto il corpo, sviluppatosi nel tempo. Una volta che un fattore di stress, considerato buono o cattivo, inizia la cascata di stress, il corpo avvia una reazione di allarme.

Reazione all'allarme: Selye
§ gluconeogenesi. § diminuzione della sensibilità all'insulina. § mobilizzazione degli amminoacidi. § catabolismo proteico. § mobilitazione degli acidi grassi liberi dal tessuto adiposo. § diminuzione della fagocitosi. § diminuzione della migrazione dei globuli bianchi. § diminuzione della produzione di linfociti. § aumento della produzione di globuli rossi.
Livelli di resistenza:

Reazione all'allarme: le difese del corpo sono basse.

Stadio di resistenza: in uno stato di allarme cronico, le difese sono elevate.

Stadio di esaurimento: i recettori di feedback del cortisolo nell'ippocampo diventano desensibilizzati e danneggiati. In seguito, le difese si esauriscono e si riducono.

Sintomi di disfunzione surrenale:
Pomeriggio basso tra le 3-4 del pomeriggio Ansia
Disfunzione cognitiva Confusione Diminuzione della libido Diminuzione del richiamo della memoria Diminuzione della produttività Diminuzione della tolleranza Umore depresso Difficoltà di concentrazione Stanchezza non alleviata dal riposo Sentirsi meglio dopo aver mangiato. Maggiore sforzo per fare ogni giorno Insonnia
Voglia di sale o zucchero
Cerchi scuri sotto gli occhi Diminuzione della capacità di gestire lo stress Difficoltà ad alzarsi durante le attività mattutine Aumento delle paure
Tempi di recupero elevati Sintomi esacerbati con pasti saltati Letargia
Ipotensione ortostatica Dolore
Tensione premestruale
Come trattare la disfunzione surrenale:

Prova non indovinare. In effetti, questa è la regola; quello che stiamo cercando sono alti livelli di cortisolo nei momenti in cui dovrebbero essere bassi. Ad esempio, vogliamo che il cortisolo venga rilasciato al mattino, per sentirci svegli e continuare con la nostra routine mattutina. D'altra parte, i livelli di cortisolo dovrebbero rimanere bassi quando ci prepariamo a dormire e ad avere un sonno notturno rilassante.

Ironia della sorte, gli esami del sangue per CRH e la stimolazione dell'ACTH possono indurre una sovraregolazione del cortisolo. Tuttavia, sono disponibili test del cortisolo salivare e hanno risultati simili rispetto ai livelli di cortisolo plasmatico. Un test salivare al cortisolo può essere sufficiente per valutare lo stato dell'asse HPA.

Modifiche sullo stile di vita

Il cortisolo può influenzare i livelli di glucosio nello stesso modo in cui l'ipoglicemia può indurre il rilascio di cortisolo. Infatti, la reazione di allarme causata dal rilascio di cortisolo induce gluconeogenesi, catabolismo proteico e mobilizzazione degli amminoacidi. D'altra parte, saltiamo un pasto e presentiamo uno stato di ipoglicemia. Il nostro corpo risponde ad esso come un segnale di “stress”. Ciò induce il rilascio di cortisolo, che in condizioni di stress cronico aumenterà i livelli di glucosio nel sangue.

Inoltre, la caffeina dovrebbe essere evitata nei pazienti che sono sotto stress cronico. La caffeina è uno stimolante del sistema nervoso centrale e, inoltre, amplifica la produzione di cortisolo che potrebbe durare diverse ore dopo averla bevuta.

Le tecniche per alleviare lo stress possono abbassare i livelli di cortisolo, così come l'esercizio. In effetti, l'esercizio è considerato un fattore di stress e rilascia cortisolo, ma è stato dimostrato che l'esercizio costante induce un fattore di sensibilità del recettore del cortisolo. Inoltre, il segnale di stress indotto dall'esercizio è meno infiammatorio della risposta allo stress immunitario.

Nutraceutica e disfunzione surrenale:

Eleutherococcus senticosus: (Ginseng siberiano) proprietà antistress, antifatica e immunomodulanti.

Ginkgo biloba: utilizzato nella cultura cinese per aiutare la perdita di memoria a breve termine e le vertigini. È legato ad avere proprietà anti-stress e un potente antiossidante.

Ocimum sanctum: Preso in prestito dalla medicina ayurvedica, riduce i livelli di cortisolo.

Panax ginseng: Contiene polisaccaridi, flavonoidi ed è l'adattogeno più antistress.

Nutrigenomica e dinamiche del piano assistenziale SNP

Una mente sana in un corpo sano

Nell'ambito dei tuoi piani di assistenza con il nostro ufficio, offriamo test del DNA per aiutarti meglio nei tuoi protocolli di trattamento.

Secondo la nostra ricerca, i disturbi neuropsichiatrici rappresentano fino al 25% di tutti gli anni di vita aggiustati per la disabilità. Sebbene l'ereditarietà di questi disturbi mentali sia significativa, anche i fattori ambientali contribuiscono al loro sviluppo. A quel punto, le variazioni genetiche coinvolte nei processi biologici chiave che contribuiscono al rischio di sviluppo di disturbi della salute mentale possono fornire approfondimenti sulla prevenzione, diagnosi e trattamento della malattia.

[better-wp-embedder width = "100%" height = "1500px" download = "all" download-text = "" url = "http://www.dnalife.healthcare/wp-content/uploads/2019/06 /DNA-Mind-Sample-Report-2019.pdf "/]

Riferimenti: 

Anderson, D. "Valutazione e gestione nutraceutica della disfunzione surrenale indotta da stress". Medicina Integrativa 7.5 (2008): 18-25.

Smith, Sean M. e Wylie W. Vale. "Il ruolo dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene nelle risposte neuroendocrine allo stress." Dialoghi Clin Neurosci 8 (2006): 383-395.

Prenota appuntamenti online o valutazioni nutrizionali online.

Link utili aggiuntivi:

Fissa appuntamenti 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX:
Prenota un appuntamento online: https://bit.ly/Book-Online-Appointment

Fai la tua valutazione del benessere funzionale oggi:
Valutazione della medicina funzionale online: https://bit.ly/functionmed

Post Recenti

Trattamento chiropratico per la mobilità con conflitto di spalle

La spalla è soggetta a diverse irritazioni, lesioni e condizioni. L'impingement della spalla è un comune ... Leggi

Febbraio 3, 2021

Gestione del rischio cardiometabolico

Il coronavirus ci ha sicuramente colti tutti di sorpresa. Con un tasso di infezione incontrollabile, il mondo medico ... Leggi

Febbraio 3, 2021

I migliori coprimaterassi per la revisione chiropratica del mal di schiena

Un coprimaterasso per il mal di schiena può aiutare conformandosi strettamente al corpo, correttamente ... Leggi

Febbraio 2, 2021

Chelidonium Majus L. Terapia disintossicante

Ancora una volta, la medicina tradizionale cinese e la fitoterapia stanno tornando per curare le malattie croniche '... Leggi

Febbraio 2, 2021

Dormire con la sciatica e dormire meglio

Cercare di ottenere un riposo notturno adeguato e un sonno sano con la sciatica può essere difficile ... Leggi

Febbraio 1, 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘