Categorie: SaluteBenessere

Come il caffè può rallentare l'invecchiamento

Condividi
Alla vecchia domanda "È cattivo il caffè per te?", I ricercatori sono più d'accordo che mai che la risposta è un risuonante "no".
Un nuovo studio pubblicato nella rivista Nature Medicine ha scoperto che le persone anziane con bassi livelli di infiammazione - che guidano molte, se non la maggior parte delle malattie maggiori - hanno avuto qualcosa di sorprendente in comune: erano tutti bevitori di caffeina.

"La gente più caffeina consumata, più protette erano contro uno stato cronico di infiammazione", afferma l'autore dello studio David Furman, consulente associato presso l'Istituto per l'Immunità, il Trapianto e l'Infezione presso l'Università Stanford. "Non c'era alcun limite, a quanto pare."

Caffè e invecchiamento

Nello studio, Furman ei suoi colleghi hanno analizzato i campioni di sangue provenienti da giovani e vecchi 100. Le persone anziane tendevano ad avere più attività in diversi geni legati all'infiammazione rispetto al gruppo più giovane - nessuna sorpresa, dato che quando la gente invecchia, l'infiammazione in tutto il corpo tende ad aumentare. Tutte le malattie croniche dell'invecchiamento, come il diabete, l'ipertensione, i problemi cardiaci, il cancro, i disturbi dell'articolazione e l'Alzheimer, sono tutti convinti di avere infiammazione in comune. "La maggior parte delle malattie dell'invecchiamento non sono in realtà malattie dell'invecchiamento, di per sé, ma piuttosto delle malattie dell'infiammazione", dice Furman. Quanto più attivi questi geni erano, più probabilmente la persona doveva avere alta pressione sanguigna e aterosclerosi.

Inoltre, anche tra le persone anziane, quelli con livelli inferiori di questi fattori erano più protetti contro l'infiammazione - e avevano anche qualcosa di diverso in comune. Tutti bevevano regolarmente la caffeina. Le persone che hanno bevuto più di cinque tazze di caffè al giorno hanno mostrato livelli estremamente bassi di attività nel percorso del gene infiammatorio. La caffeina inibisce questo circuito e spegne il percorso infiammatorio, dicono i ricercatori.

L'obiettivo non è quello di scomparire ogni traccia di infiammazione, sottolineano gli scienziati. Infatti l'infiammazione è una funzione importante del sistema immunitario, che lo usa per combattere le infezioni e rimuovere composti potenzialmente tossici. Ma con l'invecchiamento, il processo non è regolato così come è in un corpo più giovane. "Chiaramente nell'invecchiamento qualcosa sta scomparendo e diventiamo meno efficaci nella gestione di questa infiammazione", afferma Mark Davis, direttore dell'istituto di Stanford. "Ma ora in questo articolo, individuiamo un particolare percorso che non era stato associato con l'infiammazione prima. Siamo in grado di indicare, con un'immagine di risoluzione molto più elevata, l'invecchiamento e le cose che dovrebbero essere marcatori per l'infiammazione ".

La chiave sarà quella di capire quando la risposta infiammatoria inizia a spiral fuori controllo. In un prossimo studio, Furman e altri presto analizzeranno i sistemi immunitari delle persone 1,000; spera di utilizzare queste informazioni per sviluppare una gamma di riferimento dei componenti del sistema immunitario per dire alle persone se i loro livelli sono normali o se sono a rischio più elevato di sviluppare condizioni croniche causate da infiammazione. Nel frattempo, seguendo l'esempio di adulti bevendo caffeina con bassi livelli di infiammazione - avendo una tazza di joe o due - potrebbe essere una buona idea.

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Argomenti supplementari: Che cosa è Chiropratica?

La cura chiropratica è una ben nota opzione di trattamento alternativa utilizzata per prevenire, diagnosticare e trattare una serie di lesioni e condizioni associate alla colonna vertebrale, principalmente subluxazioni o disallineamenti spinali. Chiropratica si concentra sul ripristino e mantenimento della salute e del benessere complessivo dei sistemi muscolo-scheletrici e nervosi. Attraverso l'uso di regolazioni spinali e manipolazioni manuali, un chiropratico o un medico di chiropratica può re-allineare con cura la colonna vertebrale, migliorando la resistenza, la mobilità e la flessibilità del paziente.

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘