Prenotazione online 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX

Smettila di soffrire!

  • Quick n' Easy Appuntamento online
  • Prenota un appuntamento 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX
  • Chiamaci 915-850-0900.
Lunedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Martedì9: 00 AM - 7: 00 PM
Mercoledì9: 00 AM - 7: 00 PM
Giovedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Venerdì9: 00 AM - 7: 00 PM Aperto adesso
Sabato8: 30 AM - 1: 00 PM
DomenicaChiuso

Doctor Cell (Emergenze) 915-540-8444

PRENOTA ONLINE 24/7

Valutazione Functional Medicine®

🔴 Avviso: Come parte del nostro Trattamento per lesioni acute pratica, ora offriamo Integratore di medicina funzionale Valutazioni e trattamenti dentro il nostro ambito clinico per i disturbi degenerativi cronici.  Per prima cosa valutare la storia personale, l'alimentazione corrente, i comportamenti di attività, le esposizioni tossiche, i fattori psicologici ed emotivi, in tandem genetica.  Poi può offrire Trattamenti di Medicina Funzionale insieme ai nostri protocolli moderni.  Per saperne di più

Spiegazione della medicina funzionale

Il ragazzo pesante faccia tripla le probabilità di depressione nell'età adulta

Share

La dott.ssa Jimenez presenta un commento sull'obesità e sul link alla depressione infantile recentemente riportato.

VENERDÌ, MAGGIO 19, 2017 (HealthDay News) - Come se non fosse abbastanza difficile essere un bambino sovrappeso, un nuovo studio dimostra che potrebbe avere ripercussioni durature anche per la salute psicologica.

Se confrontato con i bambini di peso normale che diventano adulti sovrappeso, i giovani sovrappeso o obesi nello studio hanno affrontato tre volte il rischio di depressione in età adulta, la ricerca ha rilevato.

E questo rischio era più di quattro volte maggiore se fossero in sovrappeso o obesi sia nell'infanzia che nell'età adulta, hanno riferito gli investigatori.

Lo studio non dimostra che l'obesità causa depressione. Ma i risultati confermano le precedenti segnalazioni di un aumentato rischio di depressione nei giovani che sono obesi, hanno detto gli autori dello studio.

"I bambini sovrappeso hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo depressivo maggiore nel corso della loro vita rispetto ai bambini di peso normale", ha detto l'autrice dello studio Deborah Gibson-Smith.

Più di un bambino su tre negli Stati Uniti è sovrappeso e quasi uno su cinque è obeso, secondo i dati dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

La relazione tra obesità e depressione è complessa, ha detto Gibson-Smith, un dottorato di ricerca. studente presso il VU University Medical Center nei Paesi Bassi.

Ad esempio, le persone che non riescono a conformarsi al peso corporeo ideale possono avere una bassa autostima e "una bassa autostima è stata associata alla successiva depressione", ha osservato.

È anche possibile che la loro vulnerabilità sia per il sovrappeso sia per la depressione sia in parte dovuta a un "rischio genetico condiviso", ha aggiunto.

Secondo Gibson-Smith, i dati sull'altezza e sul peso sono stati raccolti tra 1924 e 1944, quando i partecipanti allo studio erano 8 di anni - e la prevalenza dell'obesità era bassa.

"Forse questo gruppo di bambini è più geneticamente suscettibile all'obesità" ragionò.

Gibson-Smith e colleghi hanno utilizzato i dati di quasi 900 islandesi nati tra 1907 e 1935 che hanno partecipato a uno studio sulla popolazione seguito in uno studio precedente più ampio.

I partecipanti allo studio di follow-up 2002 to 2006 erano in media 75 anni. I dati sul peso e sull'altezza infantile sono stati ricavati dai registri scolastici, mentre i dati relativi alla mezza età provengono dallo studio precedente.

Un BMI, o indice di massa corporea, tra 25 e 29.9 è stato considerato sovrappeso. BMI è un rapporto basato su altezza e peso che viene utilizzato per stimare il grasso corporeo.

In tutto, alle persone 39 è stata diagnosticata una depressione maggiore. I dati sono stati aggiustati per età e sesso al momento delle misurazioni del BMI.

Gli investigatori hanno scoperto che l'eccesso di peso nell'infanzia è un predittore più forte della depressione successiva rispetto al sovrappeso nella mezza età.

Idealmente, i genitori dovrebbero aiutare i loro figli a raggiungere un peso più sano, ha detto Gibson-Smith. Tuttavia, ha ammonito di non concentrarsi troppo sulle dimensioni e invece di "essere in salute e di essere fisicamente attivi".

James Zervios è un portavoce della Obesity Action Coalition, un'organizzazione di difesa per le persone colpite dall'obesità.

Zervios ha detto che la sua organizzazione vede il valore in un "approccio centrato sulla famiglia", implementando cambiamenti salutari che l'intera famiglia può fare - non individuando un bambino che potrebbe avere a che fare con una questione di peso. Il sito web della coalizione offre risorse su cose da fare con i tuoi figli per aumentare comportamenti sani e modi per parlare con loro del problema.

"Penso anche che sia importante parlare con tuo figlio e vedere se sono vittima di bullismo o se sono a disagio a scuola", ha aggiunto Zervios. "Questo può ovviamente avere un impatto sul benessere e sulla salute mentale del bambino".

I risultati sono stati presentati giovedì al Congresso europeo sull'obesità, a Porto, in Portogallo. Le ricerche presentate alle riunioni mediche dovrebbero essere considerate preliminari fino a quando non saranno pubblicate in una rivista peer-reviewed.

FONTI: Deborah Gibson-Smith, Ph.D. studente, VU University Medical Center, Amsterdam, Paesi Bassi; James Zervios, portavoce, Obesity Action Coalition; Maggio 18, 2017, presentazione, Congresso europeo sull'obesità, Porto, Portogallo

Storie di notizie sono scritte e fornite da HealthDay e non riflettono la politica federale, le opinioni di MedlinePlus, la Biblioteca Nazionale di Medicina, gli Istituti Nazionali di Salute o il Dipartimento di Salute e Servizi Umani degli Stati Uniti.

Post Recenti

Tecnologia di screening negli squilibri intestinali

Il nostro tratto gastrointestinale ospita più di 1000 specie di batteri che lavorano in simbiosi con noi ... Leggi di più

25 Novembre 2020

Neuro-diagnostica

Abbiamo parlato della neuroinfiammazione e delle sue cause e di come gli effetti della neuroinfiammazione influiscono sul nostro ... Leggi di più

25 Novembre 2020

La scienza della neuroinfiammazione

Cos'è la neuroinfiammazione? La neuroinfiammazione è una risposta infiammatoria che coinvolge le cellule cerebrali come i neuroni ... Leggi di più

24 Novembre 2020

Gestione nutrizionale: reazioni avverse al cibo

Come paziente, andrai (e devi) vedere un medico se mai ti presenti ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Rottura del tessuto cicatriziale con chiropratica, mobilità e flessibilità ripristinate

Il tessuto cicatriziale se non trattato / non gestito potrebbe portare a problemi di mobilità e dolore cronico. Individui che ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Diabesità

    La diabete è un termine che lega il diabete di tipo II e l'obesità. È questo… Leggi di più

20 Novembre 2020

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘