Categorie: Anti AgingBenessere

Test di udito perdono la forma comune di perdita dell'udito

Condividi

Uno su cinque americani ha una perdita uditiva così grave che interferisce con la comunicazione, ha detto uno studio 2011 pubblicato in Archivio di Medicina Interna. Ma ci possono essere molte più persone che hanno "perdita dell'udito nascosta", ma rimangono non diagnosticate perché il danno non è stato rilevato dai test dell'udito di uso comune, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiere in Neuroscienze.

Le persone che hanno perso l'udito nascosto sembrano avere un udito normale quando il loro udito viene testato utilizzando audiogrammi - lo standard d'oro per misurare l'udito - dove l'udito viene tipicamente testato in una stanza silenziosa.

Il motivo per cui alcune forme di perdita dell'udito potrebbero non essere riconosciute nella clinica è che l'udito comporta una complessa partnership tra l'orecchio e il cervello. I ricercatori hanno scoperto che il sistema uditivo centrale può compensare danni significativi all'orecchio interno spingendo il controllo del volume, parzialmente superando la carenza, spiega Richard Salvi, autore principale dello studio.

"Si può avere un enorme danno alle cellule ciliate interne dell'orecchio che trasmettono informazioni al cervello e hanno ancora un normale audiogramma", afferma Salvi. "Ma le persone con questo tipo di danni hanno difficoltà di ascolto in determinate situazioni, ad esempio l'udito in una stanza rumorosa. Le loro soglie appaiono normali. Quindi vengono mandati a casa. "

Il motivo per cui l'ipoacusia non viene rilevata risiede nel modo in cui i segnali uditivi viaggiano verso il cervello: la percentuale di 95 di ingresso del suono al cervello proviene dalle cellule ciliate interne dell'orecchio.

"Queste cellule ciglia interne sono come candele in un motore a cilindro 8", afferma Salvi. "Una macchina non funziona bene se togli la metà di quelle candele, ma le persone possono ancora presentarsi con soglie uditive normali se hanno perso metà o addirittura tre quarti delle loro cellule ciliate interne."

I danni alle orecchie riducono il segnale che arriva al cervello. Ciò si traduce in problemi di udito, ma non è quello che sta succedendo qui, perché il cervello "ha un controllo del guadagno centrale, come una radio, l'ascoltatore può alzare il controllo del volume per ascoltare meglio una stazione distante", dice Salvi.

Il suono viene convertito in attività neurale dalle cellule dei peli interni nella parte uditiva dell'orecchio, chiamata coclea.

I segnali neurali passano poi dalla coclea al nervo uditivo e nel percorso auditorio centrale del cervello. A metà del percorso uditivo le informazioni vengono trasmesse in una struttura nota come collicolo inferiore, prima di arrivare finalmente alla corteccia uditiva nel cervello, dove si svolgono interpretazioni di cose come il discorso.

Per le persone con perdita di cellule ciliate interne, il suono viene convertito in modo meno preciso in attività neurale nella coclea, ma viene amplificato mentre viaggia. Una volta che il segnale diventa abbastanza alto da stimolare i neuroni nel cervello, "È come se il tuo cervello avesse un apparecchio acustico che alza il volume", ha detto Salvi.

Salvi dice che non si sa quante persone potrebbero avere questo tipo di perdita dell'udito, ma molte persone anziane hanno difficoltà a sentire in un ambiente rumoroso.

La percezione di una perdita uditiva nascosta potrebbe essere semplice come l'aggiunta di rumori di fondo alle prove uditive.

Un farmaco sperimentale chiamato LY411575 può offrire speranza alle persone con perdita dell'udito causata da una perdita di cellule di capelli sensoriali nell'orecchio interno. I piccoli capelli sono vitali per l'udito, dal momento che le vibrazioni sonore li agitano, causando loro di inviare segnali al cervello. Quando i peli vengono distrutti, il cervello non riceve più segnali che causano l'udito.

Il nuovo farmaco agisce inibendo una proteina chiamata Notch, che mantiene le cellule staminali nell'orecchio interno - o coclea - dallo sviluppo in nuove cellule ciliate sensoriali. In uno studio su topi assordati dal suono, l'udito è stato migliorato nelle aree in cui sono state sostituite le cellule ciliate.

Post Recenti

Suggerimenti per la guida per alleviare il mal di schiena

Guidare con il mal di schiena può rendere i viaggi un incubo. Ecco alcuni suggerimenti di guida per ... Leggi di più

October 27, 2020

Goditi gli hobby che ami senza dolore alla schiena e al collo

Abbiamo tutti i nostri hobby che ci appassionano, che amiamo fare e che potremmo vedere ... Leggi di più

October 5, 2020

I supercibi possono aiutare a raggiungere una salute ottimale

I supercibi sono alimenti ricchi di nutrienti che possono essere incorporati nella dieta di un individuo per ottenere un ... Leggi di più

October 2, 2020

Malformazione del tessuto cerebrale di Chiari e canale spinale

La malformazione di Chiari è una condizione che fa sì che il tessuto cerebrale si estenda e si stabilisca in ... Leggi di più

October 1, 2020

Perdita di massa muscolare sarcopenia con mal di schiena cronico

Per sarcopenia si intende la perdita di tessuto / massa muscolare dovuta al naturale processo di invecchiamento. Qualcosa che tutto ... Leggi di più

30 settembre 2020

Assumere un ruolo attivo nella salute della colonna vertebrale personale

Assumere un ruolo attivo nella salute personale della colonna vertebrale potrebbe fare la differenza tra il dover ... Leggi di più

29 settembre 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘