Prenotazione online 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX

Smettila di soffrire!

  • Quick n' Easy Appuntamento online
  • Prenota un appuntamento 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX
  • Chiamaci 915-850-0900.
Lunedi9: 00 AM - 7: 00 PM Aperto adesso
Martedì9: 00 AM - 7: 00 PM
Mercoledì9: 00 AM - 7: 00 PM
Giovedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Venerdì9: 00 AM - 7: 00 PM
Sabato8: 30 AM - 1: 00 PM
DomenicaChiuso

Doctor Cell (Emergenze) 915-540-8444

PRENOTA ONLINE 24/7

Valutazione Functional Medicine®

🔴 Avviso: Come parte del nostro Trattamento per lesioni acute pratica, ora offriamo Integratore di medicina funzionale Valutazioni e trattamenti dentro il nostro ambito clinico per i disturbi degenerativi cronici.  Per prima cosa valutare la storia personale, l'alimentazione corrente, i comportamenti di attività, le esposizioni tossiche, i fattori psicologici ed emotivi, in tandem genetica.  Poi può offrire Trattamenti di Medicina Funzionale insieme ai nostri protocolli moderni.  Scopri di più

Spiegazione della medicina funzionale

Condizioni associate al glutine

Share

Le malattie associate al glutine sono aumentate negli ultimi anni. Esistono diversi tipi di sintomi che i pazienti notano quando si consuma il glutine. Tuttavia, la domanda ancora in onda è: l'associazione di sintomi deleteri che accompagna l'ingestione di glutine è specifica solo per la celiachia? La risposta è no, e qui spiegheremo tutto sui diversi squilibri organici causati dal glutine e dalla loro causa principale.

Glutine è una miscela di gliadine e glutenine contenute nel grano, nell'orzo e nella segale. Pertanto, questa complessa miscela di proteine ​​rende difficile per i nostri enzimi digestivi elaborare completamente i composti, lasciando prodotti finali non digeriti sul nostro tratto gastrointestinale. Inoltre, questi cereali sono il componente principale dei prodotti derivati ​​dal grano e della farina e si trovano ampiamente negli alimenti comuni consumati in tutto il mondo.

Diversi studi hanno scoperto che la radice della citotossicità del glutine è la proteina Gliadina. La gliadina fornisce attività di agglutinazione ai cereali contenenti glutine; altera l'equilibrio redox, induce l'apoptosi, inibisce la crescita cellulare e altera il giunzioni strette integrità. Si presume che gli ultimi effetti descritti siano la causa dei vari sintomi attribuiti all'ingestione di glutine.

Esistono molteplici condizioni legate al glutine: allergia al grano, celiachia e ipersensibilità al glutine; tuttavia, la loro fisiopatologia e gli effetti sul corpo del paziente differiscono notevolmente. Qui presentiamo le principali differenze, informazioni che ritengo essenziali per un paziente con antecedenti per queste condizioni.

Allergia al grano:

 

As allergia alimentare, questa condizione è una reazione immediata mediata da IgE che promuove l'infiammazione sistemica con la presenza dell'espressione delle citochine Th2 (cioè interleuchina (IL) -4, IL-13 e IL-5). Quindi, questo processo potrebbe essere innescato dall'ingestione o dall'inalazione di grano. I sintomi possono essere rappresentati come asma, rinite allergica, dolore gastrointestinale, vomito, dermatite atopica, lacrimazione, orticaria e anafilassi indotta dall'esercizio.

Inoltre, la prevalenza dell'allergia al grano nei bambini americani è del 3%, determinata da uno skin prick test (SPT). Si ritiene che la maggior parte dei bambini pazienti superi questa condizione all'età di 12 anni. Al contrario, uno dei principali fattori che contribuiscono all'allergia al grano è l'introduzione del grano dopo 6 mesi nel processo di svezzamento.

Celiachia:

 

La celiachia è considerata un'enteropatia immuno-mediata indotta dal glutine; questa malattia colpisce i pazienti che portano il genotipo HLA-DQ2 o HLA-DQ8. Tuttavia, il processo infiammatorio portato da questa malattia è mediato da una risposta autoimmune contro la transglutaminasi tissutale. Nella celiachia, la reazione infiammatoria esacerbata e livelli elevati di citochine causano iperplasia criptale e danno cronico ai microvilli gastrointestinali.

Si ritiene che il 40% degli individui sia portatore di questo genotipo, ma solo il 2-3% svilupperà la celiachia. Alcuni dei segni e sintomi della celiachia si manifestano come scarsa crescita infantile, malassorbimento che causa diarrea, perdita di appetito, distensione addominale, gonfiore, costipazione con conseguente perdita di peso e, in ultima analisi, che colpisce i bambini nella loro crescita longitudinale. Allo stesso modo, la manifestazione della celiachia può essere vista nello sviluppo dei bambini e può causare pubertà ritardata e bassa statura. Nelle donne, potrebbe esserci un aumento del rischio di aborto spontaneo.

Per la celiachia, ci sono due test consigliati per la sua diagnosi. Gli anticorpi IgA sierici contro la transglutaminasi tissutale e IgG per i peptidi di gliadina deaminati hanno entrambi una buona sensibilità e specificità. I genetici HLA-DQ2 e HLA-DQ8 sono utili se i test sierologici richiedono un'ulteriore determinazione. Inoltre, le biopsie vengono utilizzate per determinare i cambiamenti cellulari nel tratto gastrointestinale.

Ipersensibilità al glutine:

 

Conosciuta anche come sensibilità al glutine non celiaca, è un'etichetta comune per descrivere una condizione causata da segni e sintomi intestinali accompagnati da segni e sintomi extraintestinali associati all'ingestione di cereali contenenti glutine e al successivo miglioramento di tali sintomi quando il glutine viene rimosso dal dieta del paziente.

Quello che accade con la sensibilità al glutine è sconosciuto e non ci sono biomarcatori conclusivi in ​​grado di convalidare questa condizione. È stato segnalato che, oltre al glutine, gli inibitori dell'amilasi-tripsina del grano e i carboidrati a catena corta a bassa fermentabilità, scarsamente assorbiti possono chiarire una migliore comprensione della causa principale della NCGS. La prevalenza di NCGS è sconosciuta, ma i sintomi auto-riportati di questa condizione sono più comuni della celiachia e dell'allergia al grano.

La prevenzione dei prodotti contenenti glutine si unisce alla gestione medica di queste condizioni. È necessario seguire i consigli nutrizionali. Saper leggere le etichette per evitare il glutine e introdurre cereali per migliorare il contenuto di fibre è fondamentale per il paziente. Ci sono molti fattori che influenzano la prevalenza di queste condizioni e dovrebbero essere presi in considerazione quando si cerca di diagnosticare un paziente.

  • Introduzione del grano dopo i 6 mesi di età.
  • Avere antecedenti familiari con allergia o sensibilità al glutine.
  • Permeabilità intestinale, con conseguente reazione temporanea.
  • Svezzamento precoce, allattamento insufficiente.

Può sembrare che seguire una dieta priva di glutine possa essere difficile e non deve essere così. L'industria alimentare offre una grande varietà di prodotti senza glutine, che sono una buona scelta ma dobbiamo fare attenzione a più di 5 ingredienti. Fortunatamente, possiamo raggiungere una buona dieta con l'aiuto di cibi alternativi, più naturali sono, meglio è.

  • Riso in ogni variante e suoi prodotti: gallette di riso, spaghetti di riso, riso Krispies, cereali di riso.
  • Patate.
  • Patata dolce.
  • e se non eviti il ​​mais, puoi mangiare i popcorn, una tortilla in tutte le sue varianti.
  • Prodotti derivati ​​da lenticchie e fagioli.
  • Quinoa.
  • Avena certificata senza glutine (attenzione alle reazioni).
  • Amaranto.

Spero che queste informazioni ti forniscano una nuova visione e se senti alcuni di questi sintomi dopo aver mangiato glutine, contatta il tuo medico. Puoi essere certo che eseguirà i test giusti per la tua diagnosi e assicurerà il miglior trattamento per te. Infine, i cambiamenti dietetici potrebbero sembrare tanti, ma ora sai che le alternative sono sulla punta delle dita e sono anche gustose.- Ana Paola Rodríguez Arciniega. SM

Leonard, Maureen M., et al. "Celiachia e sensibilità al glutine non celiaca: una revisione." Jama 318.7 (2017): 647-656.

Zellweger, Fabian e Alexander Eggel. "Disturbi allergici associati a IgE: recenti progressi in eziologia, diagnosi e trattamento." Allergia 71.12 (2016): 1652-1661.

Cianferoni, Antonella. "Allergia al grano: diagnosi e gestione." Journal of Asthma and Allergy 9 (2016): 13.

Catassi, Carlo e Alessio Fasano. "Celiachia." Prodotti e bevande a base di cereali senza glutine. Academic Press, 2008. 1-I.

pubblicato da

Post Recenti

Circolazione / comunicazione ottimale dell'energia nervosa con la chiropratica

La funzionalità, la circolazione e la comunicazione del corpo sono significativamente influenzate dalla salute del nervoso ... Leggi di più

15 Gennaio 2021

Valutazione dello spreco muscolare

La deperimento muscolare è un riscontro prevalente in più malattie croniche e colpisce quasi il 70% ... Leggi di più

15 Gennaio 2021

Supporta la disintossicazione di tutto il corpo con la chiropratica

Se si ha a che fare con malattie croniche, condizioni o solo cattive condizioni di salute generale, il supporto disintossicante combinato con ... Leggi di più

14 Gennaio 2021

Effetti della metilcobalamina e neuropatia diabetica

La metilcobalamina è una forma attiva della vitamina B12 ed è stata utilizzata come terapia ... Leggi di più

14 Gennaio 2021

La chiave della vertebra Atlas per mantenere l'equilibrio e l'allineamento della testa

La vertebra dell'Atlante prende il nome dalla figura mitologica che teneva il mondo sulle sue ... Leggi di più

13 Gennaio 2021

Rafforzare i muscoli centrali per alleviare il dolore alla schiena

Il core ei muscoli coinvolti sono un gruppo di muscoli che avvolgono il ... Leggi di più

13 Gennaio 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘