Condividi

Ogni quanto tempo diventi irritabile, traballante o intontito tra i pasti? Quanto spesso hai difficoltà a concentrarti prima di mangiare? Quanto spesso ti senti agitato, facilmente turbato e nervoso tra i pasti? Molti ricercatori e operatori sanitari ritengono che il cervello e l'intestino siano collegati. Inoltre, recenti studi di ricerca hanno dimostrato che il cervello può influenzare la salute dell'intestino e l'intestino può influire sulla salute del cervello. Il sistema di comunicazione tra cervello e intestino è noto come l'asse intestino-cervello. Nel prossimo articolo, discuteremo dell'asse intestino-cervello.

Comprensione dell'asse intestino-cervello

L'asse intestino-cervello è la rete di comunicazione che collega l'intestino e il cervello. Questi due organi fondamentali sono collegati sia fisicamente che biochimicamente in una varietà di modi diversi. I neuroni e il nervo vago sono essenziali per il cervello e il sistema nervoso centrale (SNC). Ci sono circa 100 miliardi di neuroni nel cervello umano. L'intestino stesso contiene anche circa 500 milioni di neuroni, tutti collegati al cervello attraverso i nervi presenti nel sistema nervoso. Il nervo vago è uno dei nervi più grandi che collegano l'intestino e il cervello. Invia segnali in entrambe le direzioni.

Ad esempio, in diversi studi di ricerca sugli animali, lo stress può in definitiva influenzare i segnali inviati attraverso il nervo vago e può anche causare problemi di salute gastrointestinale. Un altro studio di ricerca condotto sull'uomo ha scoperto che le persone con sindrome dell'intestino irritabile (IBS) o morbo di Crohn avevano un tono vagale ridotto, il che suggerisce una ridotta funzione del nervo vago. Uno studio di ricerca sui topi ha scoperto che dar loro da mangiare un probiotico riduceva la quantità di ormone dello stress nel sangue. Secondo lo studio di ricerca, tuttavia, quando il nervo vago è stato tagliato, il probiotico non ha avuto alcun effetto.

Il cervello e l'intestino sono infine collegati attraverso sostanze chimiche note come neurotrasmettitori. I neurotrasmettitori creati nel cervello aiutano a regolare l'umore, compresi sentimenti ed emozioni. Inoltre, il neurotrasmettitore noto come serotonina può aiutare a gestire la felicità e aiuta anche a controllare il ritmo circadiano o l'orologio interno del corpo umano. Sorprendentemente, molti di questi neurotrasmettitori sono anche creati dalle cellule e dai trilioni di microbi che vivono nell'intestino. Una grande quantità di serotonina è sviluppata nell'intestino. I microbi intestinali producono anche un neurotrasmettitore noto come acido gamma-aminobutirrico (GABA) che aiuta a regolare i sentimenti di paura e ansia. Studi di ricerca sui topi hanno scoperto che i probiotici aumentano il GABA e diminuiscono l'ansia e la depressione.

Cervello, microbi intestinali e altri prodotti chimici

I trilioni di microbi che vivono nell'intestino possono anche produrre una varietà di altri prodotti chimici che possono in definitiva influenzare la funzione cerebrale. I microbi intestinali creano molti acidi grassi a catena corta (SCFA), tra cui butirrato, propionato e acetato. Inoltre, questi possono alla fine rendere SCFA digerendo la fibra. SCFA può anche influenzare la funzione cerebrale complessiva in una varietà di modi diversi, ad esempio riducendo l'appetito. Uno studio di ricerca ha scoperto che il consumo di propionato può aiutare a ridurre l'assunzione di cibo e l'attività nel cervello associata alla ricompensa del cibo ad alta energia. Il butirrato, un altro SCFA e i microbi che lo sviluppano sono anche fondamentali per produrre lo scudo protettivo tra il cervello e il sangue, noto come barriera emato-encefalica.

I microbi intestinali possono anche aiutare a metabolizzare gli acidi biliari e gli aminoacidi per creare una varietà di altre sostanze chimiche che influenzano la funzione cerebrale. Gli acidi biliari sono sostanze chimiche prodotte dal fegato che sono generalmente associate all'assorbimento dei grassi alimentari. Tuttavia, questi possono anche influenzare il cervello. Due studi di ricerca sui topi hanno scoperto che lo stress e diversi problemi di salute hanno diminuito la produzione di acidi biliari da parte dei batteri intestinali e questi possono anche cambiare i geni coinvolti nella loro produzione. Secondo i ricercatori e gli operatori sanitari, l'asse intestino-cervello può essere influenzato dall'infiammazione cronica.

Asse e infiammazione dell'intestino-cervello

Secondo diversi studi di ricerca, l'asse intestino-cervello è anche collegato al sistema immunitario. Le prove trovate negli studi clinici hanno dimostrato che i microbi intestinali e intestinali svolgono un ruolo essenziale nel sistema immunitario e nell'infiammazione regolando e gestendo ciò che passa attraverso il corpo umano e ciò che viene escreto dal corpo umano. Se il sistema immunitario continua a rimanere attivato per un lungo periodo di tempo, può portare a un'infiammazione, che è associata a una varietà di diversi problemi di salute del cervello, tra cui depressione e morbo di Alzheimer. Il lipopolisaccaride (LPS) è una tossina infiammatoria creata da diversi tipi di batteri. Alla fine può causare infiammazione se passa troppo dall'intestino nel sangue. Ciò può accadere quando l'intestino diventa fuoriuscito, il che consente a batteri e LPS di entrare nel sangue. L'infiammazione e l'alto LPS sono stati associati a problemi di salute del cervello, come depressione grave, demenza e schizofrenia. Perdite intestinali possono influenzare la barriera emato-encefalica e modificare l'asse intestino-cervello.

I batteri intestinali possono in definitiva influenzare la salute e il benessere generale del cervello, pertanto, cambiando i batteri intestinali si può migliorare il benessere del cervello. I probiotici sono batteri vivi che offrono molti benefici per la salute. Tuttavia, non tutti i probiotici sono uguali. I probiotici che colpiscono il cervello sono generalmente noti come "psicobiotici". Diversi probiotici sono stati dimostrati per aiutare a migliorare i sintomi di stress, ansia e depressione. Un piccolo studio di ricerca condotto su persone con sindrome dell'intestino irritabile (IBS) e ansia o depressione da lieve a moderata ha scoperto che l'assunzione di un probiotico chiamato NCC3001 Bifidobacterium per sei settimane ha contribuito notevolmente a migliorare i loro sintomi. Anche i prebiotici o le fibre fermentate dai batteri intestinali possono influire sulla salute del cervello. Uno studio di ricerca ha scoperto che l'assunzione di un prebiotico chiamato galattooligosaccaridi per tre settimane riduce notevolmente gli ormoni dello stress nel corpo umano, noto come cortisolo.

Problemi di salute del cervello e malattie neurologiche possono verificarsi a causa di una varietà di fattori. Tuttavia, recenti studi di ricerca hanno dimostrato che l'intestino che perde può in definitiva influenzare la salute e il benessere generale del cervello. L'asse intestino-cervello è la connessione fisica e chimica tra intestino e cervello. Milioni di neuroni si trovano in tutto il cervello e nell'intestino dove anche i neurotrasmettitori e altre sostanze chimiche create nell'intestino possono influenzare il cervello. Tuttavia, alterando i tipi di batteri nell'intestino, potrebbe essere possibile migliorare la salute e il benessere generale del cervello. Un medico o un chiropratico naturopatico può aiutare a valutare la fonte dei sintomi di un paziente e determinare il miglior corso di trattamento per il problema di salute o condizione medica. - Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight


Modulo di valutazione neurotrasmettitore

Il seguente modulo di valutazione dei neurotrasmettitori può essere compilato e presentato al Dr. Alex Jimenez. I sintomi elencati in questo modulo non sono intesi per essere utilizzati come diagnosi di alcun tipo di malattia, condizione o altro tipo di problema di salute.


Ogni quanto tempo diventi irritabile, traballante o intontito tra i pasti? Quanto spesso hai difficoltà a concentrarti prima di mangiare? Quanto spesso ti senti agitato, facilmente turbato e nervoso tra i pasti? Molti ricercatori e operatori sanitari ritengono che il cervello e l'intestino siano collegati. Inoltre, recenti studi di ricerca hanno dimostrato che il cervello può influenzare la salute dell'intestino e l'intestino può influire sulla salute del cervello. Il sistema di comunicazione tra cervello e intestino è noto come l'asse intestino-cervello. Nell'articolo sopra, abbiamo discusso dell'asse intestino-cervello.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.

A cura di Dr. Alex Jimenez

Riferimenti:

  • Robertson, Ruairi. "La connessione intestino-cervello: come funziona e il ruolo della nutrizione". Healthline, 27 June 2018, www.healthline.com/nutrition/gut-brain-connection.


Discussione argomento aggiuntiva: dolore cronico

Il dolore improvviso è una risposta naturale del sistema nervoso che aiuta a dimostrare possibili lesioni. Ad esempio, i segnali del dolore viaggiano da una regione lesa attraverso i nervi e il midollo spinale al cervello. Il dolore è generalmente meno grave poiché la lesione guarisce, tuttavia, il dolore cronico è diverso dal tipo medio di dolore. Con dolore cronico, il corpo umano continuerà a inviare segnali di dolore al cervello, indipendentemente dal fatto che la lesione sia guarita. Il dolore cronico può durare da alcune settimane a persino diversi anni. Il dolore cronico può influenzare enormemente la mobilità di un paziente e può ridurre la flessibilità, la forza e la resistenza.


Zoomer Plus neuronale per la malattia neurologica

Il dottor Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare le malattie neurologiche. Lo zoom neuraleTM Plus è una gamma di autoanticorpi neurologici che offre un riconoscimento specifico anticorpo-antigene. Il vibrante Neural ZoomerTM Plus è progettato per valutare la reattività di un individuo agli antigeni neurologici 48 con connessioni a una varietà di malattie neurologicamente correlate. Il vibrante Neural ZoomerTM Plus mira a ridurre le condizioni neurologiche dando ai pazienti e ai medici una risorsa vitale per la diagnosi precoce del rischio e una maggiore attenzione alla prevenzione primaria personalizzata.

Sensibilità alimentare per la risposta immunitaria di IgG e IgA

Il Dr. Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare i problemi di salute associati alle sensibilità alimentari. Lo zoom per la sensibilità alimentareTM è una gamma di antigeni alimentari 180 comunemente consumati che offre un riconoscimento anticorpo-antigene molto specifico. Questo pannello misura la sensibilità di IgG e IgA di un individuo agli antigeni alimentari. Essere in grado di testare gli anticorpi IgA fornisce ulteriori informazioni agli alimenti che potrebbero causare danni alla mucosa. Inoltre, questo test è ideale per i pazienti che potrebbero soffrire di reazioni ritardate a determinati alimenti. L'utilizzo di un test di sensibilità alimentare a base di anticorpi può aiutare a stabilire le priorità degli alimenti necessari per eliminare e creare un programma dietetico personalizzato in base alle esigenze specifiche del paziente.

Formule per il supporto alla metilazione

XYMOGEN di Le formule professionali esclusive sono disponibili tramite professionisti sanitari selezionati. La vendita e lo sconto su Internet delle formule XYMOGEN sono severamente vietati.

Con orgoglio, Il dottor Alexander Jimenez rende le formule XYMOGEN disponibili solo per i pazienti sotto la nostra cura.

Si prega di chiamare il nostro ufficio in modo da poter assegnare una consulenza medica per l'accesso immediato.

Se sei un paziente di Injury Medical & Chiropractic Clinic, puoi chiedere informazioni su XYMOGEN chiamando 915-850-0900.

Per vostra comodità e revisione del XYMOGEN prodotti si prega di rivedere il seguente link. *XYMOGEN-Catalog-Scaricare

* Tutte le precedenti politiche XYMOGEN rimangono rigorosamente in vigore.


Post Recenti

Buoni alimenti per aiutare a promuovere la longevità

I cibi che mangiamo possono avere il potenziale per essere benefici o dannosi per il nostro ... Leggi di più

19 settembre 2020

Dolore alla schiena acuto e cronico e sollievo nutrizionale

Il sollievo nutrizionale per il mal di schiena acuto e cronico può essere ottenuto mangiando frutta specifica ... Leggi di più

17 settembre 2020

Farmaci per la sciatica e medicina chiropratica naturale

L'uso di farmaci da prescrizione per la sciatica viene scoraggiato mentre i trattamenti / terapie naturali stanno diventando ... Leggi di più

16 settembre 2020

Dolore alla schiena nei bambini

I bambini e gli adolescenti soffrono di mal di schiena. Perché succede e come i genitori possono aiutare ... Leggi di più

15 settembre 2020

Paracetamolo di solito la prima scelta quando colpisce il dolore alla schiena e al collo

L'acetaminofene, meglio conosciuto come Tylenol, è uno dei farmaci più comuni per il mal di testa e ... Leggi di più

14 settembre 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘