Condividi

L'ipotiroidismo è un problema di salute che si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. Secondo gli operatori sanitari, gli ormoni tiroidei regolano il metabolismo, la riparazione delle cellule e dei tessuti e la crescita, tra le altre funzioni corporee essenziali. Le persone con ipotiroidismo avvertono aumento di peso, perdita di capelli, sensibilità al freddo, depressione, affaticamento e una varietà di altri sintomi. Modifiche alla dieta e allo stile di vita possono in definitiva aiutare a migliorare la funzione tiroidea. Nel seguente articolo, discuteremo la dieta migliore, nonché quali alimenti mangiare e quali alimenti evitare con l'ipotiroidismo.

Cos'è l'ipotiroidismo?

La ghiandola tiroidea è un organo a forma di farfalla che si trova al centro del collo. Produce ormoni che colpiscono quasi ogni cellula e tessuto del corpo umano. Quando gli ormoni tiroidei sono bassi, la ghiandola pituitaria, una piccola ghiandola che si trova nella base del cervello, invia un segnale, noto come ormone stimolante la tiroide (TSH), che induce la tiroide a rilasciare gli ormoni necessari nel flusso sanguigno. Occasionalmente, la ghiandola tiroidea non rilascia abbastanza ormoni anche quando c'è abbastanza TSH. Questo è indicato come ipotiroidismo primario ed è uno dei tipi più comuni di disfunzione tiroidea.

Circa il 90 percento dei casi di ipotiroidismo primario si verificano a causa della tiroidite di Hashimoto, una malattia autoimmune che provoca l'attacco e la distruzione della ghiandola tiroidea da parte del proprio sistema immunitario. L'ipotiroidismo primario può anche verificarsi a causa di carenza di iodio, disordini genetici, droghe e / o farmaci e interventi chirurgici. In altri casi, la ghiandola tiroidea non riceverà abbastanza segnali TSH. Ciò accade quando la ghiandola pituitaria non funziona correttamente e viene definita ipotiroidismo secondario. Gli ormoni tiroidei regolano il nostro metabolismo che aiuta a trasformare i cibi che mangiamo in energia.

Cibi da mangiare con ipotiroidismo

Gli ormoni tiroidei possono aiutare a regolare la velocità del nostro metabolismo. I metabolismi più veloci alla fine bruciano molte più calorie. Tuttavia, poiché le persone con ipotiroidismo producono meno ormoni tiroidei, il loro metabolismo rallenta e brucia molte meno calorie. I metabolismi più lenti possono causare una varietà di problemi di salute, come aumento della fatica, livelli di colesterolo nel sangue e aumento di peso. Studi di ricerca hanno scoperto che una dieta equilibrata può aiutare ad aumentare il tasso di metabolismo. Esistono vari alimenti che possono anche aiutare a migliorare la salute generale delle persone con ipotiroidismo, tra cui:

  • frutta, tra cui banane, bacche, arance, pomodori, ecc.
  • verdure, comprese moderate quantità di verdure cotte e crocifere
  • cereali e semi senza glutine, tra cui riso, grano saraceno, quinoa, semi di chia e semi di lino
  • latticini, tra cui latte, formaggio, yogurt, ecc.
  • uova (si consiglia di mangiare uova intere)
  • pesce, compresi tonno, ippoglosso, salmone, gamberi, ecc.
  • carne, compreso manzo, pollo d'agnello, ecc.
  • acqua e altre bevande non contenenti caffeina

Nutrienti essenziali per l'ipotiroidismo

Iodio

Lo iodio è un minerale essenziale utilizzato per produrre ormoni tiroidei. Le persone con carenza di iodio possono avere un aumentato rischio di sviluppare ipotiroidismo. La carenza di iodio è un problema di salute comune che colpisce quasi un terzo della popolazione mondiale. Se hai una carenza di iodio, considera l'aggiunta di sale da cucina iodato ai tuoi pasti o il consumo di cibi più ricchi di iodio, come alghe, pesce, latticini e uova. Gli integratori di iodio non sono necessari, in quanto puoi assumere molto iodio dalla tua dieta. I medici hanno anche scoperto che assumere troppo iodio può danneggiare la ghiandola tiroidea.

Selenio

Il selenio è un minerale essenziale che aiuta a "attivare" gli ormoni tiroidei in modo che possano essere utilizzati dal corpo umano. Questo nutriente ha anche proprietà antiossidanti che possono proteggere la ghiandola tiroidea dai danni delle molecole, noti come radicali liberi, che possono causare stress ossidativo. L'aggiunta di cibi ricchi di selenio alla dieta è un ottimo modo per aumentare i livelli di selenio. Gli alimenti ricchi di selenio includono noci del Brasile, legumi, tonno, sardine e uova. Tuttavia, evitare l'assunzione di integratori di selenio se non consigliato da un operatore sanitario. Gli integratori di selenio possono essere tossici se assunti in grandi quantità.

Zinco

Simile al minerale essenziale, noto come selenio, lo zinco aiuta anche il corpo umano a "attivare" gli ormoni tiroidei in modo che possano essere facilmente utilizzati dal corpo umano. Studi di ricerca hanno scoperto che lo zinco può in definitiva aiutare a regolare l'ormone stimolante la tiroide (TSH) o l'ormone rilasciato dalla ghiandola pituitaria che segnala alla ghiandola tiroidea di produrre ormoni. La carenza di zinco è rara nei paesi sviluppati, poiché lo zinco è abbondante nell'approvvigionamento alimentare. Tuttavia, le persone con ipotiroidismo dovrebbero seguire una dieta equilibrata con cibi più ricchi di zinco, tra cui manzo, pollo, ostriche e altri crostacei, tra gli altri alimenti.

Alimenti da evitare con l'ipotiroidismo

Fortunatamente, le persone con ipotiroidismo non devono evitare di mangiare troppi tipi diversi di alimenti. Tuttavia, gli alimenti che contengono goitrogeni dovrebbero essere consumati con moderazione e dovrebbero anche essere cotti di conseguenza in quanto questi possono in definitiva influenzare la produzione di ormoni tiroidei interferendo con l'assorbimento di iodio nella ghiandola tiroidea. Le persone con ipotiroidismo dovrebbero anche evitare di mangiare cibi trasformati, poiché in genere hanno molte calorie. Questo può essere un problema per le persone con ipotiroidismo, poiché possono ingrassare più facilmente. Ecco un elenco di alimenti e integratori che dovresti evitare, tra cui:

  • miglio (comprese tutte le diverse varietà disponibili)
  • alimenti trasformati, tra cui torte, biscotti, hot dog, ecc.
  • integratori (assumere solo integratori raccomandati da un operatore sanitario)

Ecco un elenco di alimenti che puoi mangiare con moderazione. Questi alimenti contengono goitrogeni che possono essere dannosi se consumati in grandi quantità, tra cui:

  • alimenti a base di soia, inclusi fagioli di edamame, tofu, tempeh, latte di soia, ecc.
  • verdure crocifere, tra cui cavoli, spinaci, broccoli, cavoli, ecc.
  • alcuni frutti, tra cui fragole, pere e pesche
  • bevande, tra cui tè verde, caffè e alcool

Nutrienti nocivi per l'ipotiroidismo

goitrogens

I goitrogeni sono sostanze che possono influenzare la funzione tiroidea. Le persone con ipotiroidismo dovrebbero evitare di mangiare cibi con goitrogeni, tuttavia, questo sembra essere solo un problema per le persone che hanno una carenza di iodio o mangiano grandi quantità di goitrogeni. Inoltre, cucinare cibi con goitrogeni può inattivare queste sostanze. Un'eccezione ai cibi sopra menzionati include il miglio perlato. Diversi studi di ricerca hanno scoperto che il consumo di miglio perlato può in definitiva influenzare la funzione tiroidea, anche se non si ha una carenza di iodio. Inoltre, molti alimenti comuni hanno goitrogeni, tra cui:

  • alimenti a base di soia, inclusi edamame, tempeh, tofu, ecc.
  • alcune verdure, tra cui cavoli, broccoli, cavolfiori, spinaci, cavoli, ecc.
  • frutta e piante amidacee, tra cui fragole, pesche, manioca, patate dolci, ecc.
  • noci e semi, tra cui arachidi, pinoli, miglio, ecc.

La ghiandola tiroidea è un organo a forma di farfalla che si trova al centro del collo e produce ormoni quando l'ipofisi rilascia un segnale noto come ormone stimolante la tiroide (TSH). Tuttavia, la disfunzione tiroidea può alla fine causare una varietà di problemi di salute, tra cui l'ipotiroidismo. L'ipotiroidismo, noto anche come tiroide ipoattiva, si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. Modifiche alla dieta e allo stile di vita possono in definitiva aiutare a migliorare la funzione tiroidea. Nell'articolo, discutiamo della dieta migliore, nonché quali alimenti mangiare e quali alimenti evitare con l'ipotiroidismo. Numerosi nutrienti essenziali possono anche aiutare a migliorare l'ipotiroidismo mentre alcune sostanze possono influenzare la funzione tiroidea. - Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight

L'ipotiroidismo è un problema di salute che si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. Secondo gli operatori sanitari, gli ormoni tiroidei regolano il metabolismo, la riparazione delle cellule e dei tessuti e la crescita, tra le altre funzioni corporee essenziali. Le persone con ipotiroidismo avvertono aumento di peso, perdita di capelli, sensibilità al freddo, depressione, affaticamento e una varietà di altri sintomi. Modifiche alla dieta e allo stile di vita possono in definitiva aiutare a migliorare la funzione tiroidea. Nell'articolo sopra, abbiamo discusso della dieta migliore, nonché quali alimenti mangiare e quali alimenti evitare con l'ipotiroidismo.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.

A cura di Dr. Alex Jimenez

Riferimenti:

  1. Staff della Mayo Clinic. "Ipotiroidismo (tiroide non attiva)." Mayo Clinic, Fondazione Mayo per l'educazione e la ricerca medica, 7 gennaio 2020, www.mayoclinic.org/diseases-conditions/hypothyroidism/symptoms-causes/syc-20350284.
  2. Norman, James. "Ipotiroidismo: panoramica, cause e sintomi." EndocrineWeb, EndrocrineWeb Media, 10 luglio 2019, www.endocrineweb.com/conditions/thyroid/hypothyroidism-too-little-thyroid-hormone.
  3. Olanda, Kimberly. "Tutto quello che devi sapere sull'ipotiroidismo." Healthline, Healthline Media, 3 aprile 2017, www.healthline.com/health/hypothyroidism/symptoms-treatments-more.
  4. Raman, Ryan. "La migliore dieta per l'ipotiroidismo: cibi da mangiare, cibi da evitare." Healthline, Healthline Media, 15 novembre 2019, www.healthline.com/nutrition/hypothyroidism-diet.


Modulo di valutazione neurotrasmettitore

Il seguente modulo di valutazione dei neurotrasmettitori può essere compilato e presentato al Dr. Alex Jimenez. I seguenti sintomi elencati in questo modulo non sono intesi per essere utilizzati come diagnosi di alcun tipo di malattia, condizione o altro tipo di problema di salute.


Discussione argomento aggiuntiva: dolore cronico

Il dolore improvviso è una risposta naturale del sistema nervoso che aiuta a dimostrare possibili lesioni. Ad esempio, i segnali del dolore viaggiano da una regione lesa attraverso i nervi e il midollo spinale al cervello. Il dolore è generalmente meno grave poiché la lesione guarisce, tuttavia, il dolore cronico è diverso dal tipo medio di dolore. Con dolore cronico, il corpo umano continuerà a inviare segnali di dolore al cervello, indipendentemente dal fatto che la lesione sia guarita. Il dolore cronico può durare da alcune settimane a persino diversi anni. Il dolore cronico può influenzare enormemente la mobilità di un paziente e può ridurre la flessibilità, la forza e la resistenza.


Zoomer Plus neuronale per la malattia neurologica

Il dottor Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare le malattie neurologiche. Lo zoom neuraleTM Plus è una gamma di autoanticorpi neurologici che offre un riconoscimento specifico anticorpo-antigene. Il vibrante Neural ZoomerTM Plus è progettato per valutare la reattività di un individuo agli antigeni neurologici 48 con connessioni a una varietà di malattie neurologicamente correlate. Il vibrante Neural ZoomerTM Plus mira a ridurre le condizioni neurologiche dando ai pazienti e ai medici una risorsa vitale per la diagnosi precoce del rischio e una maggiore attenzione alla prevenzione primaria personalizzata.

Sensibilità alimentare per la risposta immunitaria di IgG e IgA

Il Dr. Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare i problemi di salute associati a una varietà di sensibilità e intolleranze alimentari. Lo zoom per la sensibilità alimentareTM è una gamma di antigeni alimentari 180 comunemente consumati che offre un riconoscimento anticorpo-antigene molto specifico. Questo pannello misura la sensibilità di IgG e IgA di un individuo agli antigeni alimentari. Essere in grado di testare gli anticorpi IgA fornisce ulteriori informazioni agli alimenti che potrebbero causare danni alla mucosa. Inoltre, questo test è ideale per i pazienti che potrebbero soffrire di reazioni ritardate a determinati alimenti. L'utilizzo di un test di sensibilità alimentare a base di anticorpi può aiutare a stabilire le priorità degli alimenti necessari per eliminare e creare un programma dietetico personalizzato in base alle esigenze specifiche del paziente.

Zoomer intestinale per crescita eccessiva batterica intestinale (SIBO)

Il Dr. Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare la salute dell'intestino associata alla crescita eccessiva batterica intestinale (SIBO). Lo Zoomer dell'intestino vibranteTM offre un rapporto che include raccomandazioni dietetiche e altre integrazioni naturali come prebiotici, probiotici e polifenoli. Il microbioma intestinale si trova principalmente nell'intestino crasso e ha più di 1000 specie di batteri che svolgono un ruolo fondamentale nel corpo umano, dal modellare il sistema immunitario e influenzare il metabolismo dei nutrienti al rafforzamento della barriera mucosa intestinale (barriera intestinale ). È essenziale capire come il numero di batteri che vivono simbioticamente nel tratto gastrointestinale umano (GI) influenza la salute dell'intestino perché gli squilibri nel microbioma intestinale possono in definitiva portare a sintomi del tratto gastrointestinale (GI), condizioni della pelle, disturbi autoimmuni, squilibri del sistema immunitario e disturbi infiammatori multipli.




Formule per il supporto alla metilazione

XYMOGEN di Le formule professionali esclusive sono disponibili tramite professionisti sanitari selezionati. La vendita e lo sconto su Internet delle formule XYMOGEN sono severamente vietati.

Con orgoglio, Il dottor Alexander Jimenez rende le formule XYMOGEN disponibili solo per i pazienti sotto la nostra cura.

Si prega di chiamare il nostro ufficio in modo da poter assegnare una consulenza medica per l'accesso immediato.

Se sei un paziente di Injury Medical & Chiropractic Clinic, puoi chiedere informazioni su XYMOGEN chiamando 915-850-0900.

Per vostra comodità e revisione del XYMOGEN prodotti si prega di rivedere il seguente link. *XYMOGEN-Catalog-Scaricare

* Tutte le precedenti politiche XYMOGEN rimangono rigorosamente in vigore.



Medicina integrata moderna

La National University of Health Sciences è un'istituzione che offre una varietà di professioni gratificanti ai partecipanti. Gli studenti possono esercitare la loro passione per aiutare le altre persone a raggiungere la salute e il benessere generale attraverso la missione dell'istituzione. La National University of Health Sciences prepara gli studenti a diventare leader nella moderna medicina integrata, compresa la cura chiropratica. Gli studenti hanno l'opportunità di acquisire un'esperienza senza precedenti presso la National University of Health Sciences per aiutare a ripristinare la naturale integrità del paziente e definire il futuro della moderna medicina integrata.

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘