Eccesso di guadagno di peso, obesità e cancro

Condividi

Opportunità per interventi clinici

Anche se gli effetti del sovrappeso e dell'obesità sul diabete, la malattia cardiovascolare, la mortalità per tutti e altri risultati di salute sono ampiamente conosciuti, c'è meno consapevolezza che il sovrappeso, l'obesità e il guadagno di peso sono associati ad un aumento del rischio di alcuni tipi di cancro. Una recente revisione di più di studi 1000 ha concluso che esistono prove sufficienti per collegare il guadagno di peso, il sovrappeso e l'obesità con i tumori di 13, compreso l'adenocarcinoma dell'esofago; i tumori della cardia gastrica, del colon e del retto, del fegato, della colecisti, del pancreas, del corpus utero, dell'ovaio, del rene e della tiroide; il cancro al seno femminile in postmenopausa; meningioma; e mieloma multiplo.1 Un follow-up di 18-anno di quasi 93 000 donne nello studio sulla salute degli infermieri ha rivelato un'associazione dose-risposta di aumento di peso e obesità con diversi tumori.2

Aumentare l'obesità

La prevalenza dell'obesità negli Stati Uniti è in crescita per quasi 50 anni. Attualmente, più di due terzi degli adulti e quasi un terzo di i bambini e gli adolescenti sono in sovrappeso o obesi. Le giovani che sono obese hanno maggiori probabilità di essere obesi come adulti, aumentando il rischio di conseguenze sanitarie come la malattia cardiovascolare, il diabete e il cancro. Le tendenze di molte delle conseguenze della salute del sovrappeso e dell'obesità (come il diabete di tipo 2 e malattie cardiache coronarie) stanno aumentando, coincidente con le tendenze precedenti nei tassi di obesità. Inoltre, la sequela di queste malattie è legata alla gravità dell'obesità in modo dose-risposta.2 Non è quindi sorprendente che l'obesità rappresenti una parte significativa dei costi dell'assistenza sanitaria.

Tumori

Un rapporto pubblicato nell'ottobre 3, 2017, dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha valutato l'incidenza dei tumori 13 associati a sovrappeso e obesità in 2014 e alle tendenze di questi tumori durante il periodo 10 da 2005 a 2014.3 In 2014, oltre alle persone 630 000 è stato diagnosticato un cancro associato a sovrappeso e obesità, comprendente oltre il 55% di tutti i tumori diagnosticati tra le donne e il 24% dei tumori tra gli uomini. Degna di nota è stata la scoperta che i tumori legati a sovrappeso e obesità sono stati diagnosticati in modo crescente tra i più giovani.

Da 2005 a 2014 c'era un aumento annuale di 1.4% nei tumori legati al sovrappeso e all'obesità tra gli individui di età 20 a 49 anni e un aumento di 0.4% di questi tumori tra gli individui di età 50 a 64 anni. Ad esempio, se i tassi di tumore erano rimasti gli stessi in 2014 come in 2005, ci sarebbero stati meno casi di cancro del colon-retto 43 000 ma 33 000 altri casi di altri tumori correlati al sovrappeso e all'obesità. Quasi la metà di tutti i tumori in persone più giovani di 65 anni sono state associate con sovrappeso e obesità. Il sovrappeso e l'obesità tra i più giovani possono esattamente determinare un tasso sulla salute degli individui prima delle loro vite.2 Dato il lasso di tempo che intercorre tra l'esposizione a fattori di rischio per il cancro e la diagnosi di cancro, l'alta prevalenza di sovrappeso e obesità tra adulti, bambini e adolescenti può prevedere ulteriori aumenti dell'incidenza di tumori correlati al sovrappeso e all'obesità.

Interventi clinici

Dal rilascio del rapporto del chirurgo generale 1964 sulle conseguenze sanitarie del fumo, i medici hanno consigliato ai loro pazienti di evitare il tabacco e sui metodi di smettere e forniti riferimenti a programmi efficaci per ridurre il rischio di malattie croniche, tra cui il cancro. Questi sforzi, accoppiati ad una completa politica sanitaria e approcci politici per ridurre l'uso del tabacco, sono stati efficaci: il fumo di sigarette è al minimo a tutti. Sforzi simili sono giustificati per prevenire un eccessivo guadagno di peso e trattare i bambini, gli adolescenti e gli adulti in sovrappeso o obesi. Il rinvio clinico ad intensi programmi di intervento comprensi multicomponente per aiutare i pazienti con obesità a perdere peso può essere un importante punto di partenza per migliorare la salute del paziente e prevenire le malattie associate all'obesità. I vantaggi di mantenere un peso sano durante la vita includono miglioramenti in una vasta gamma di risultati di salute, incluso il cancro. Ci sono dati emergenti ma molto preliminari che alcuni di questi benefici per il cancro possono essere conseguiti dopo la perdita di peso tra le persone con sovrappeso o obesità.4

La US Task Force per le Preventive Services (USPSTF)

Lo Task Force Servizi Preventivi USA (USPSTF) raccomanda lo screening per l'obesità e gli interventi intensivi comportamentali consegnati sulle visite 12 a 16 per gli adulti e 26 o più visite per bambini e adolescenti con obesità.5,6 Misurare il peso, l'altezza e l'indice di massa corporea (BMI) dei pazienti, in linea con le raccomandazioni USPSTF, e consigliare ai pazienti di mantenere un peso sano può stabilire una base per la cura preventiva nelle strutture di cura clinica. I dati scientifici continuano ad emergere circa gli effetti negativi sulla salute derivanti dall'aumento di peso, incluso un aumento del rischio di cancro.1 Monitorare il peso dei pazienti nel tempo può identificare coloro che potrebbero trarre beneficio dalla consulenza e dalla segnalazione precoce e aiutarli a evitare un ulteriore aumento di peso. Eppure meno della metà dei medici di base studia regolarmente il BMI dei loro pazienti adulti, bambini e adolescenti. Incoraggianti discussioni sulla gestione del peso in molteplici contesti sanitari, inclusi ambulatori medici, cliniche, reparti di emergenza e ospedali, possono offrire molteplici opportunità ai pazienti e rafforzare i messaggi in contesti e ambienti di cura.

Programmi di perdita di peso

L'attuazione degli interventi clinici, compresa la screening, la consulenza e il rinvio, ha grandi sfide. Da 2011, Medicare ha coperto sessioni di consulenza comportamentale per la perdita di peso nelle impostazioni di assistenza primaria. Tuttavia, il beneficio non è stato ampiamente utilizzato.7 Rimane incerto se la mancanza di utilizzo sia una conseguenza della mancanza di conoscenza da parte del clinico o del paziente o per altri motivi. Poche scuole di medicina e programmi di residenza offrono una formazione adeguata nella prevenzione e nella gestione dell'obesità o nella comprensione di come fare riferimento a tali servizi. L'obesità è una condizione altamente stigmatizzata; molti clinici trovano difficile iniziare una conversazione sull'obesità con i pazienti, e alcuni potrebbero inavvertitamente usare un linguaggio alienante quando lo fanno. Gli studi indicano che i pazienti con obesità preferiscono l'uso di termini come peso malsano or aumentato BMI anziché sovrappeso or obesità e migliorare la nutrizione e l'attività fisica anziché dieta ed esercizio fisico.8 Tuttavia, non è noto se il passaggio a questi termini porterà a una consulenza comportamentale più efficace. Strumenti di supporto decisionale clinico efficaci per misurare l'IMC e guidare i medici attraverso gli interventi di riferimento e di consulenza possono fornire ai medici il supporto necessario all'interno dell'incontro medico-clinico. L'inclusione di competenze recentemente sviluppate per la prevenzione e la gestione dell'obesità nei curricula degli operatori sanitari può migliorare la loro capacità di fornire cure efficaci. Poiché pochi medici di assistenza primaria sono addestrati a strategie di cambiamento comportamentale come la terapia comportamentale cognitiva o interviste motivazionali, altri professionisti sanitari qualificati, come infermieri, farmacisti, psicologi e dietisti potrebbero fornire assistenza e consulenza e aiutare le persone a gestire la propria salute .

Il conseguimento di una perdita di peso sostenibile richiede strategie globali che sostengano gli sforzi dei pazienti per fare cambiamenti significativi nel lifestyle. La disponibilità dei programmi e dei servizi clinici e comunitari a cui si riferisce i pazienti è di fondamentale importanza. Anche se tali programmi sono disponibili in alcune comunità, esistono delle lacune nella disponibilità. Inoltre, anche quando questi programmi sono disponibili, migliorare i legami tra la cura clinica e la comunità potrebbe migliorare l'accesso dei pazienti. Collegare la prevenzione della prevenzione dell'obesità nella comunità, la gestione del peso e programmi di attività fisica con i servizi clinici può collegare le persone a preziose risorse di prevenzione e di intervento nelle comunità in cui vivono, lavorano e giocano. Tali legami possono dare agli individui l'incoraggiamento necessario per i cambiamenti nello stile di vita che mantengono o migliorano la loro salute.

L'elevata prevalenza del sovrappeso e dell'obesità negli Stati Uniti continuerà a contribuire ad aumentare le conseguenze della salute legate all'obesità, compreso il cancro. Tuttavia, il cancro non è inevitabile; è possibile che molti cancri legati al sovrappeso e all'obesità possano essere prevenuti e che i medici abbiano un'importante responsabilità nell'educazione dei pazienti e nel sostegno degli sforzi dei pazienti a condurre stili di vita sani. È importante affinché tutti i professionisti sanitari sottolineino che insieme a smettere oa evitare il tabacco, il raggiungimento e il mantenimento di un peso sano sono importanti anche per ridurre il rischio di cancro.

Targeting dell'obesità

Articolo Informazioni

Greta M. Massetti, PhD1; William H. Dietz, MD, PhD2; Lisa C. Richardson, MD, MPH1

Affiliazioni autore

Autore Corrispondente: Greta M. Massetti, PhD, Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, 4770 Buford Hwy NE, Atlanta, GA 30341 (gmassetti@cdc.gov).

Dichiarazioni di conflitto di interessi: Tutti gli autori hanno completato e presentato il Modulo ICMJE per la divulgazione di potenziali conflitti di interesse. Il dott. Dietz riferisce di aver ricevuto le commissioni di consulenza scientifica da Weight Watchers e le spese di consulenza da RTI. Non sono state segnalate altre rivelazioni.

Disclaimer: I risultati e le conclusioni di questo rapporto sono quelli degli autori e non necessariamente la posizione ufficiale dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Referenze

1. Lauby-Secretan B, Scoccianti C, Loomis D, Grosse Y, Bianchini F, Straif K; Agenzia internazionale per la ricerca sul gruppo di lavoro del manuale per il cancro. La grasso corporeo e il punto di vista del cancro del gruppo di lavoro IARC. N Engl J Med. 2016; 375 (8): 794-798. PubMed Articolo

2. Zheng Y, Manson JE, Yuan C, et al. Associazioni di aumento di peso dall'età all'età adulta e al medio con importanti risultati di salute più tardi nella vita. JAMA. 2017; 318 (3): 255-269. PubMed Articolo

3. Steele CB, Thomas CC, Henley SJ, et al. Segni vitali: tendenze nell'incidenza dei tumori correlati al sovrappeso e all'obesità-Stati Uniti, 2005-2014. Ottobre 3, 2017. https://www.cdc.gov/mmwr/volumes/66/wr/mm6639e1.htm?s_cid=mm6639e1_w.

4. Byers T, Sedjo RL. La perdita di peso intenzionale riduce il rischio di cancro? Il diabete Obes Metab. 2011; 13 (12): 1063-1072. PubMed Articolo

5. Grossman DC, Bibbins-Domingo K, Curry SJ ed altri; Task Force Servizi Preventivi USA. Screening per l'obesità nei bambini e negli adolescenti: US Preventive Services Task Force dichiarazione di raccomandazione. JAMA. 2017; 317 (23): 2417-2426. PubMed Articolo

6. Task Force Servizi Preventivi USA. Dichiarazione finale di raccomandazione: obesità negli adulti: screening e gestione. Dicembre 2016. https://www.uspreventiveservicestaskforce.org/Page/Document/RecommendationStatementFinal/obesity-in-adults-screening-and-management. Accesso a settembre 21, 2017.

7. Batsis JA, Bynum JPW. Assorbimento dei centri per l'obesità Medicare e Medicaid: 2012-2013. Obesità (Primavera Argento). 2016; 24 (9): 1983-1988. PubMed Articolo

8. Puhl R, Peterson JL, Luedicke J. Motivare o stigmatizzare? le percezioni pubbliche del linguaggio correlato al peso utilizzato dai fornitori di servizi sanitari. Int J Obes (Lond). 2013; 37 (4): 612-619. PubMed Articolo

Post Recenti

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Colonna vertebrale toracica - Basi centrali posteriori

La colonna vertebrale toracica conosciuta come la parte centrale della schiena inizia sotto la colonna cervicale o del collo ... Leggi di più

3 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘