Efficacia degli aggiustamenti chiropratici: emicranie emicranie

Condividi

Titolo: L'efficacia degli aggiustamenti chiropratici nella cura di Emicrania con pazienti che presentano rigonfiamento del disco cervicale

Astratto: Obiettivo: esplorare l'efficacia degli aggiustamenti chiropratici e la decompressione spinale non chirurgica nel trattamento delle patologie cervicali della colonna vertebrale che si presentano come dolore al collo, emicrania, vertigini e disturbi visivi. Gli studi diagnostici comprendevano esami fisici, range di movimento assistito dal computer, esami ortopedici e neurologici, studi a raggi X su pellicola normale, risonanza magnetica cerebrale, esami RMN del rachide cervicale. I trattamenti includevano aggiustamenti spinali specifici, terapia laser di basso livello e decompressione spinale. L'esito del paziente si è dimostrato eccellente nella riduzione del dolore al collo, della gravità e della frequenza del mal di testa, nonché dell'eliminazione di vertigini e disturbi visivi.

Introduzione: Su 11 / 19 / 13 una femmina di 37 di un anno ha presentato per l'esame e il trattamento del dolore al collo, l'emicrania con cefalea associata e disturbi visivi. Il paziente nega e ferite recenti.

Presentare le preoccupazioni dello studio di ricerca

Il paziente riferisce dolore cervicale nella regione occipitale cervicale come un 4 sulla scala analogica verbale di 0 che indica la completa assenza di dolore e 10 è un dolore insopportabile. La durata dell'immagine sintomatologica corrente è 2 anni e 1 mese. Il paziente riferisce inoltre episodi di emicrania a partire dalla regione cervicale superiore e progredendo nella zona occipitale. Questi episodi sono accompagnati da vertigini e disturbi visivi descritti come visione caleidoscopica. Al momento della consultazione iniziale questi episodi stavano accadendo 2-3 volte alla settimana. Il paziente riferisce di avere paura di guidare la sua auto a causa di preoccupazioni per l'insorgenza di mal di testa. La paziente riferisce di precedenti consultazioni con il suo medico che le ha diagnosticato vertigini e precedenti cure chiropratiche senza risultati. I record di entrambe le consultazioni sono stati esaminati personalmente.

Risultati clinici: Il paziente presenta dolori al collo, mal di testa, vertigini e disturbi visivi della durata di anni di 2. La paziente è una femmina di 37 che è madre di 2. Le età sono 16 e 3.

I suoi segni vitali sono:

Altezza - 5 ft. 0 pollici

Peso - 130 lbs.

Maneggiamento - R

Pressione sanguigna - L - 107 sistolica e 78 diastolica

Impulso radiale - BPM 75

La revisione del paziente dei sistemi e della storia familiare era irrilevante.

Variazioni della palpazione / spasmo / tessuto: il paziente è stato valutato mediante palpazione e osservazione con i seguenti risultati: spasmi cervicali bilaterali valutati a + 2 nella regione cervico-occipitale. I test ortopedici non erano degni di nota. L'esame del range di movimento ha evidenziato una flessione laterale sinistra lievemente ridotta, una flessione moderatamente ridotta, una flessione laterale destra e un'estensione. Nessun dolore è stato prodotto durante l'esame del range of motion.

Esame neurologico: i riflessi bicipiti, tricipiti e brachioradiali sono stati valutati a + 2 bilateralmente. L'esame sensoriale ha rivelato la sensazione normale bilaterale per i dermatomi C-5 attraverso T1. I test motori / muscolari hanno rivelato 5 su 5 bilateralmente per i muscoli deltoide, bicipite e tricipite, avambraccio e mano intrinseca.

Risultati radiografici: si nota l'inversione della curva cervicale con alterazione dello spazio discale C5 / C6. (Fig. 1, (A) (B) Un piccolo osteofita si osserva sul corpo inferiore posteriore di C5 e si nota anche la malformazione della flessione di C5 (Fig. 1, (B).

La Fig. 1, (A), (B) mostra la perdita della lordosi cervicale, la malposizione della flessione di C5, il collasso parziale dello spazio del disco anteriore C5 / 6.

Fig. 1. (B) mostra su ingrandimento un piccolo osteophyte posteriore-inferiore.

Fig. 2, (A), (B) mostra in T2 le immagini MRI (A) è Sagittale e (B) è assiale un'ernia del disco centrale C5 / 6 che contatta il cavo ventrale.


Messa a fuoco e valutazione diagnostica:
Le diagnosi considerate sono: tumore cerebrale, dislocazione del disco cervicale e sindrome cervico-cranica. Una RM cerebrale è stata ordinata e ha prodotto risultati normali. Il ragionamento diagnostico comprendeva il complesso disc / osteofita C5 / C6 e l'invasione nell'aspetto ventrale del canale centrale e il contatto con il midollo spinale cervicale. (1) Peter J. Tuchin, GradDipChiro, DipOHS, Henry Pollard, GradDipChiro, GradDipAppSc, Rod Bonillo, DC, DO. Ricevuto 29 giugno 1999. Un'altra considerazione è stata la pianificazione del trattamento in quanto il paziente vive 60 miglia a ovest della clinica e i trattamenti 2 erano il programma terapeutico ordinato.

Focus e valutazione terapeutica: La valutazione della RM del rachide cervicale sia in senso sagittale che assiale dei livelli segmentali C5 / C6 e C6 / C7 ha rivelato uno spazio adeguato tra il midollo cervicale e gli elementi vertebrali posteriori. È stato determinato che la gestione conservativa di questo paziente era appropriata. L'obiettivo terapeutico era ridurre la pressione del complesso C5 / C6 / complesso osteofitico sulla corda ventrale. Promuovere la guarigione del tessuto nervoso danneggiato e ripristinare la posizione e il movimento più favorevoli dei segmenti vertebrali C5 / C6. Le modalità utilizzate per trattare questo paziente erano:

1. Regolazioni spinali specifiche: utilizzando uno strumento di regolazione precisa Sigma per introdurre una forza percussiva di 20 lbs. con un massimo di impatto numero di 50.

2. Decompressione spinale: un tavolo di decompressione spinale di Hill è stato utilizzato con 8 libbre. di pull massimo e un ciclo di 5 minuto al massimo e 5 minuti a riduzione a 50% su una sessione di trattamento 25 minuti. Il paziente ha completato le sessioni 18 in totale.

3. La terapia laser a basso livello è stata utilizzata per promuovere la guarigione a livello cellulare utilizzando un sistema Dynatron Solaris. I trattamenti consistevano in 30 secondi di esposizione a un raggio nanometrico 860 a livelli C5 / C6 e C6 / C7.

Rettifiche di follow-up e risultati

La conformità del paziente al programma di trattamento come valutato in 9 di 10. Il completamento dei trattamenti 18 raccomandati ha richiesto una settimana 1 più lunga del previsto. Per motivi personali, la paziente ha perso le sessioni di trattamento con 2, ma le ha recuperate aggiungendo una settimana alla data di completamento stimata. All'esame di dimissione il paziente riferisce il dolore al collo sulla scala analogica verbale a 2 di 10 con 0 essendo la completa assenza di dolore e 10 è il peggior dolore immaginabile. Ha inoltre riferito i suoi mal di testa come un 1 sulla scala analogica verbale. Entrambi i sintomi erano costanti da 10 / 01 / 11. Questa è la durata di 25 mesi prima della sua prima visita. I suoi sintomi di vertigini e disturbi visivi sono stati assenti da quando 12 / 13 / 13.

Discussione: Mal di testa e emicrania sono un grosso problema di salute. È stato stimato che il 47% della popolazione adulta ha mal di testa almeno una volta nell'ultimo anno in generale. Più del 90% dei malati non sono in grado di lavorare o funzionare normalmente durante l'emicrania. I datori di lavoro americani perdono più di $ 13 miliardi ogni anno a causa di 113 milioni di giorni lavorativi persi a causa dell'emicrania. (2) Schwartz BS1, Stewart WF, Lipton RB. J Occup Environ Med. 1997 Apr; 39 (4): 320-7.

Questo rapporto di casi è molto limitato perché rappresenta l'esperienza e le conclusioni cliniche per il paziente solo 1. Tuttavia, uno studio dei riferimenti inclusi in questa relazione, nonché i rapporti forniti da cure e testimonianze dei pazienti indica che più studi dovrebbero essere investiti nel rapporto della colonna cervicale, nelle sue strutture e nella biomeccanica durante il lavoro diagnostico su mal di testa e emicrania pazienti.

Consenso informato: Il paziente ha fornito un consenso informato firmato.

Interessi conflittuali: Non ci sono interessi concorrenti che scrivono di questo caso.

De-identificazione: Tutti i dati relativi al paziente sono stati rimossi da questo caso.

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Riferimenti:

1. Schwartz BS1, Stewart WF, Lipton RB.

J Occup Environ Med. 1997 Apr; 39 (4): 320-7.

I giorni lavorativi persi e la riduzione dell'efficacia del lavoro associata a mal di testa sul posto di lavoro.

Wikipedia, l'enciclopedia libera. (2010, luglio). Sistema muscolo-scheletrico umano. Estratto da http://en.wikipedia.org/wiki/Musculoskeletal

2. Vernon, H., Humphreys, K., e Hagino, C. (2007). Dolore cervicale meccanico cronico negli adulti trattati con terapia manuale: una revisione sistematica dei punteggi dei cambiamenti negli studi clinici randomizzati, Journal of Therapeutics Manipulativo e Fisiologico, 30(3), 215-227.

3. Peter J. Tuchin, GradDipChiro, DipOHS, Henry Pollard, GradDipChiro, GradDipAppSc, Rod Bonillo, DC, DO. Ricevuto 29 giugno 1999

Un trial controllato randomizzato di terapia manipolativa spinale chiropratica per l'emicrania ☆

4.Mark Studin DC, FASBE (C), DAAPM, DAAMLP, William J. Owens DC, Dolore cronico DAAMLP e Chiropratica. Uno studio comparativo con la terapia di massaggio.

5. D'Antoni AV, Croft AC. Prevalenza dei dischi intervertebrali erniati della colonna cervicale in soggetti asintomatici utilizzando scansioni MRI: una revisione sistemica qualitativa. Journal of Whiplash & Related Disorders 2006; 5 (1): 5-13.

6. Murphy, DR, Hurwitz, EL, e McGovern, EE (2009). Un approccio non chirurgico alla gestione dei pazienti con radicolopatia lombare secondaria a Disco erniato: Uno studio prospettico di coorte osservativo con follow-up. Journal of Therapeutics Manipulativo e Fisiologico, 32(9), 723-733.

Argomenti aggiuntivi: Chiropratica aiuta i pazienti a evitare la chirurgia posteriore

Mal di schiena è un sintomo comune che colpisce o influenza una maggioranza della popolazione almeno una volta durante la loro vita. Mentre la maggior parte dei casi di dolore alla schiena può risolvere da soli, alcuni casi di dolore e disagio possono essere attribuiti a condizioni spinali più gravi. Fortunatamente, una varietà di opzioni di trattamento è disponibile per i pazienti prima di considerare gli interventi chirurgici spinali. La cura chiropratica è un'opzione di trattamento alternativa sicura ed efficace che aiuta a ripristinare accuratamente la salute originale della colonna vertebrale, riducendo o eliminando il disallineamento spinale che può causare dolori alla schiena.

Post Recenti

La danza del ventre può aiutare ad alleviare il mal di schiena

Si è scoperto che la danza del ventre è un modo efficace per aiutare le persone a gestire i bassi ... Leggi di più

October 28, 2020

L'allineamento chiropratico può aiutare con reflusso acido e problemi digestivi

Il reflusso acido è un problema digestivo comune. Succede quando l'acido dello stomaco rifluisce ... Leggi di più

October 28, 2020

Sciatica o aneurisma, un errore diagnostico mortale!

Sciatica o aneurisma? Sapere come una diagnosi mancata potrebbe essere potenzialmente fatale se non diagnosticata ... Leggi di più

October 28, 2020

Cause sottostanti di aneurisma addominale e sciatica

Le cause alla base di un aneurisma dell'aorta addominale possono essere difficili da diagnosticare e identificare. Combinato… Leggi di più

October 28, 2020

Diagnosi chiropratica della sciatica e aneurisma addominale

Trovare lo specialista chiropratico della sciatica giusto per diagnosticare la causa soprattutto, quando si tratta di ... Leggi di più

October 28, 2020

Procedure chirurgiche e non chirurgiche per aneurisma addominale

Un aneurisma dell'aorta addominale si riferisce a un ingrandimento dell'aorta addominale. Se il sangue ... Leggi di più

October 27, 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘