Efficacia della consapevolezza su dischi erniati e sciatica a El Paso, TX

Condividi

Dolore cronico della schiena è la seconda causa più comune di disabilità negli Stati Uniti. Circa il 80 percento della popolazione sperimenterà dolore alla schiena almeno una volta nel corso della loro vita. Le cause prevalenti di lombalgia cronica includono: dischi erniciati, sciatica, lesioni da sollevamento di oggetti pesanti o qualsiasi altra lesione della colonna vertebrale non specifica. Tuttavia, le persone reagiscono spesso in modo diverso ai loro sintomi. Queste differenti risposte sono dovute agli atteggiamenti e alle prospettive psicologiche delle persone.

Lombalgia cronica e mente

Lo stress è stato associato a un aumento del dolore, ma le tue convinzioni sulla salute personale e le strategie di coping possono influenzare anche la tua percezione del dolore. Questo perché le vulnerabilità psicologiche possono alterare il tuo cervello e intensificare il dolore. Inoltre, il dolore stesso può ricablare il cervello. Quando il dolore si verifica per la prima volta, ha un impatto sui circuiti cerebrali di sensibilità al dolore. Quando il dolore diventa persistente, l'attività cerebrale associata passa dai circuiti del dolore ai circuiti che elaborano le emozioni. Ecco perché si ritiene che lo stress, l'ansia e la depressione possano causare e peggiorare la lombalgia cronica.

Gestire il flagello della lombalgia cronica

Fortunatamente, diversi metodi e tecniche di gestione dello stress possono aiutare a migliorare la lombalgia cronica. La consapevolezza è il trattamento più comune con le migliori prove a sostegno del miglioramento e della gestione del dolore cronico. Uno studio recente ha dimostrato che la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza, o MBSR, compresa la meditazione di consapevolezza e altri interventi di consapevolezza, può aiutare a ridurre il mal di schiena e migliorare il controllo psicologico aumentando il flusso di sangue al cervello nel lobo frontale. Praticare la consapevolezza implica l'attivazione di un percorso di rilassamento del cervello ignorando intenzionalmente le "chiacchiere" mentali e concentrandosi sulla respirazione. La terapia comportamentale cognitiva o CBT può anche essere utile per la lombalgia cronica. La terapia cognitivo comportamentale può prevenire un danno acuto dal progredire alla lombalgia cronica. L'ipnosi può anche aiutare ad alleviare la lombalgia cronica. Tuttavia, CBT e ipnosi hanno prove più deboli a sostegno della loro efficacia sul mal di schiena.

Mind Over Matter

Quindi, anche se può sembrare che la lombalgia cronica sia tutta "nella tua testa", studi di ricerca hanno dimostrato che lo stress può influenzare i sintomi dolorosi. La "Mente" include la "materia", specialmente se si considera che la "materia" fisica del cervello gioca un ruolo importante nei cambiamenti mentali. Ciò è particolarmente vero quando si tratta di cambiamenti basati sul cervello legati alla lombalgia. Lo scopo di questo articolo è dimostrare l'efficacia della meditazione di consapevolezza sulla lombalgia cronica.

Efficacia della meditazione consapevole sul dolore e sulla qualità della vita dei pazienti con lombalgia cronica

Astratto

  • Sfondo e obiettivo: Il recupero dei pazienti con lombalgia cronica (LBP) dipende da diversi fattori fisici e psicologici. Pertanto, gli autori hanno mirato a esaminare l'efficacia della riduzione dello stress basata sulla consapevolezza (MBSR) come un intervento mente-corpo sulla qualità della vita e la gravità del dolore delle pazienti femminili con LBP cronica aspecifica (NSCLBP).
  • Metodi: Ottantotto pazienti diagnosticati da NSCLBP da un medico e assegnati in modo casuale a sperimentale (MBSR + solita assistenza medica) e al gruppo di controllo (solo cure mediche usuali). I soggetti valutati in fotogrammi 3; prima, dopo e 4 settimane dopo l'intervento da parte di Mac Gil dolore e standard breve qualità delle scale di vita. Dati ottenuti dal campione finale analizzati da ANCOVA utilizzando il software SPSS.
  • risultati: I risultati hanno mostrato che MBSR era efficace nella riduzione della gravità del dolore e i pazienti che hanno praticato la meditazione con sessioni 8 hanno riportato dolore significativamente più basso rispetto ai pazienti che ricevevano solo cure mediche usuali. C'è stato un effetto significativo tra il gruppo di fattori soggetto (F [1, 45] = 16.45, P <0.001) e (F [1, 45] = 21.51, P <0.001) per la qualità della vita fisica e (F [1 , 45] = 13.80, P <0.001) e (F [1, 45] = 25.07, P <0.001) rispettivamente qualità della vita mentale.
  • Conclusione: La MBSR come terapia mente-corpo inclusa la scansione corporea, la meditazione seduta e camminata era un intervento efficace sulla riduzione della gravità del dolore e il miglioramento della qualità della vita fisica e mentale delle pazienti di sesso femminile con NSCLBP.
  • parole chiave: Lombalgia cronica, riduzione dello stress basata sulla consapevolezza, dolore, qualità della vita, SF-12

Introduzione

Nella lombalgia non specifica (NSLBP) il dolore non è correlato a condizioni come fratture, spondiliti, traumi diretti o neoplastici, infettivi, vascolari, metabolici o endocrini, sebbene sia causa di limitazione nelle attività quotidiane a causa di effettive dolore o paura del dolore. [1] Sfortunatamente, la maggior parte dei pazienti con LBP (80-90%) soffre di LBP non specifico che porta a notevoli disabilità e limitazione del dolore nelle attività quotidiane. [1,2] Il LBP cronico non è solo prevalente, ma è anche una fonte di grande disabilità fisica, compromissione dei ruoli e minore benessere psicologico e qualità della vita. [1]

Prima dell'attuale modello biopsicosociale accettato, il modello biomedico dominava tutte le concettualizzazioni della malattia per quasi 300 anni e domina ancora nell'immaginazione popolare. Inizialmente proposto da Engel (1977), il modello biopsicosociale riconosce i processi biologici ma sottolinea anche l'importanza dei fattori esperienziali e psicologici nel dolore. La famosa teoria del controllo del gate gate [3] ha anche proposto che il cervello giochi un ruolo dinamico nella percezione del dolore anziché essere un destinatario passivo dei segnali del dolore. Hanno suggerito che i fattori psicologici possono inibire o migliorare il flusso sensoriale dei segnali del dolore e quindi influenzare il modo in cui il cervello risponde alla stimolazione dolorosa. [4] Se i processi mentali possono cambiare il modo in cui il cervello elabora il dolore, questo ha un enorme potenziale di intervento psicologico per produrre una riduzione segnali di dolore dal cervello.

Kabat-Zinn's et al. (1986) ha descritto il processo di riduzione del dolore nel suo studio sulla consapevolezza e la meditazione. Il processo di riduzione del dolore è avvenuto da "un atteggiamento di osservazione distaccata verso una sensazione quando diventa prominente nel campo della consapevolezza e di osservare con analogo distacco i processi cognitivi accompagnatori ma indipendenti che portano alla valutazione e all'etichettatura della sensazione come dolorosa, come ferendo. "Così," disaccoppiando "la sensazione fisica, dall'esperienza emotiva e cognitiva del dolore, il paziente è in grado di ridurre il dolore. [5] Le descrizioni dei pazienti di distrazione dal dolore, identificando strategie di coping maladattative verso il dolore e una maggiore consapevolezza della sensazione di dolore che porta a cambiamenti comportamentali sono esempi di come il dolore non è associato all'emozione, alla cognizione e alla sensazione [Figura 1]. Di recente, queste teorie hanno attratto diversi ricercatori che stanno lavorando sul dolore.

Figura 1: Schema del consorte.

La meditazione di consapevolezza ha radici nella filosofia e nella pratica buddhista Vipassana ed è stata adottata in modo indipendente all'interno della psicologia clinica nelle società occidentali. [6,7,8,9] Recentemente in Olanda Veehof et al. condotto una revisione sistematica di studi controllati e non controllati sull'efficacia di interventi basati sull'accettazione come il programma di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza, l'accettazione e la terapia di impegno per il dolore cronico. I risultati primari misurati erano l'intensità del dolore e la depressione. I risultati secondari misurati sono stati ansia, benessere fisico e qualità della vita. [10] Ventidue studi studi randomizzati controllati studi clinici controllati senza randomizzazione e studi non controllati sono stati inclusi per i pazienti 1235 con dolore cronico. Una dimensione dell'effetto sul dolore di (0.37) è stata trovata negli studi controllati. L'effetto sulla depressione era (0.32). Gli autori hanno concluso che gli interventi di ACT e mindfulness hanno effetti simili ad altri interventi di terapia cognitivo-comportamentale e che questi tipi di interventi possono essere un'alternativa utile o aggiuntiva alle terapie attuali. Chiesa e Serretti hanno anche condotto un'altra revisione sistematica sugli interventi di mindfulness 10. [11] I principali risultati sono stati che questi interventi hanno prodotto piccoli effetti non specifici in termini di riduzione del dolore cronico e dei sintomi della depressione. Rispetto ai gruppi di controllo attivo (supporto e istruzione) non sono stati rilevati ulteriori effetti significativi.

In sintesi, vi è la necessità di ulteriori studi sugli effetti specifici degli studi di consapevolezza sul dolore cronico. Per quanto riguarda l'efficacia della conoscenza della consapevolezza da parte del ricercatore, non è stata esplorata la qualità della vita dei pazienti con dolore cronico in Iran. Gli autori intendevano esaminare l'impatto del protocollo di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza (MBSR) progettato per la gestione del dolore sulla qualità della vita e il dolore di un campione omogeneo di femmine con LBP cronico non specifico (NSCLBP) rispetto al solito gruppo di assistenza medica.

Metodi

Campionamento

Dei campioni femminili iniziali di 30-45 (n = 155) che hanno diagnosticato come NSLBP cronico da medici in centri di fisioterapia di Ardebil-Iran almeno 6 mesi prima. Solo 88 ha soddisfatto i criteri di inclusione e ha dato il consenso a partecipare al programma di ricerca. I pazienti sono stati assegnati in modo casuale in piccoli gruppi per ricevere MBSR più cure mediche standard (gruppo sperimentale) e cure mediche standard (gruppo di controllo). Alcuni pazienti sono caduti durante e dopo il trattamento. Il campione finale dello studio comprendeva le femmine 48.

Criterio di inclusione

  • Età 30-45 anni
  • Essere sottoposti a trattamenti medici come fisioterapia e medicina
  • Storia dei problemi medici di NSCLBP e dolore persistente per almeno 6 mesi
  • Lingua - persiano
  • Genere femminile
  • Qualifica - educata almeno fino alle superiori
  • Consenso e disponibilità a terapie alternative e complementari per la gestione del dolore.

Criteri di esclusione

  • Storia della chirurgia della colonna vertebrale
  • Combinazione con altre malattie croniche
  • Psicoterapia negli ultimi anni 2 esclusa
  • Indisponibilità nei prossimi mesi 3.

La proposta di studio approvata dal comitato scientifico della "Panjab University", dipartimento di psicologia e tutti i pazienti hanno firmato il consenso a partecipare al presente studio. Lo studio è stato approvato in India (nell'università che ha svolto il dottorato di ricerca), ma è stato condotto in Iran perché il ricercatore è originario dell'Iran e c'era un problema di differenza linguistica e culturale. Approvato dal comitato di etica istituzionale del centro di fisioterapia di Ardebil è stato ottenuto in Iran anche per svolgere la ricerca.

Design

Lo studio ha utilizzato la progettazione sperimentale di serie quasi temporali pre-post per valutare l'efficacia di MBSR in fotogrammi 3 (prima-dopo-4 settimane dopo il programma). Un programma MBSR ha gestito una sessione a settimana per spiegare le tecniche, la pratica e il feedback e condividere la propria esperienza per le settimane 8 accanto a 30-45 min 'pratica quotidiana a casa [Tabella 1]. L'intervento è stato condotto in tre gruppi inclusi partecipanti 7-9 in ciascun gruppo. Il processo di definizione del programma era basato sulle linee quid fornite da Kabat-Zinn, Morone (2008a, 2008b e 2007) [6,12,13,14] e alcuni adattamenti fatti per i pazienti coinvolti nello studio. Al gruppo di controllo non è stato offerto alcun tipo di intervento nel progetto di ricerca. Di conseguenza, hanno subito la normale routine in ambito sanitario, tra cui fisioterapia e medicina.

Tabella 1: Contenuto delle sessioni MBSR.

Intervento

Le sedute sono state condotte in una clinica di fisiatria privata vicino a centri di fisioterapia. Le sessioni hanno richiesto 8 settimane e ogni sessione è durata per 90 min. La meditazione ha trasformato la consapevolezza dei pazienti attraverso le tecniche del respiro e della consapevolezza. L'intervento è stato condotto in piccoli gruppi inclusi partecipanti 7-9 in ciascun gruppo. Tabella 1 per i dettagli del contenuto della sessione, preparati secondo i libri e gli studi precedenti. [6,12,13,14]

Valutazioni

Il questionario completato dai pazienti prima dell'intervento, dopo l'intervento e 4 settimane dopo gli interventi. Il recettore dei centri di fisioterapia ha condotto la valutazione. I recettori si sono allenati prima di condurre la valutazione ed erano ciechi per l'ipotesi dello studio. Per la valutazione dei partecipanti vengono utilizzati:

McGill Pain Questionnaire

Il componente principale di questa scala è costituito dagli aggettivi descrittivi 15, 11 sensoriale inclusi: Throbbing, Shooting, Stabbing, Sharp, Cramping, Mordere, Hot-burning, Aching, Heavy, Tender, Splitting e quattro affettivi inclusi: Tiring-exhausting, Sickening , Timoroso, Punitivo-crudele, che sono valutati dai pazienti secondo la loro gravità su una scala di quattro punti (0 = nessuno, 1 = lieve, 2 = moderato, 3 = grave), ottenendo tre punteggi. I punteggi sensoriali e affettivi sono calcolati aggiungendo valori di item sensoriali e affettivi separatamente, e il punteggio totale è la somma dei due punteggi sopra menzionati. In questo studio, abbiamo usato solo indice di valutazione del dolore con punteggi totali. Adelmanesh et al., [15] hanno tradotto e convalidato la versione Iran di questo questionario.

Qualità della vita (SF-12)

La qualità della vita valutata dalla SF-12 Health Survey convalidata. [16] È stata sviluppata come alternativa più breve, più rapida alla completa per l'indagine sanitaria SF-36v2 e misura gli stessi otto costrutti di salute. I costrutti sono: funzionamento fisico; ruolo fisico; dolore fisico; salute generale; vitalità; funzionamento sociale; ruolo emotivo; e salute mentale. Gli articoli hanno cinque scelte di risposta (per esempio: sempre, la maggior parte del tempo, un po 'di tempo, un po' di tempo, nessuna delle volte), a parte due domande per le quali ci sono tre scelte di risposta (per il dominio di funzionamento fisico). Quattro oggetti sono segnati al contrario. I punteggi grezzi sommati negli otto domini vengono trasformati per convertire il punteggio più basso possibile a zero e il punteggio più alto possibile in 100. Punteggi più alti rappresentano una salute e un benessere migliori. La forma standard SF-12 utilizza un arco temporale delle passate settimane 4. [16]

La versione iraniana di SF-12 in Montazeri et al. (2011) studio ha mostrato una coerenza interna soddisfacente per entrambe le misure di sintesi, che sono il Physical Component Summary (PCS) e il Mental Component Summary (MCS); Cronbach's α per PCS-12 e MCS-12 erano rispettivamente 0.73 e 0.72. Il confronto tra i gruppi noti ha dimostrato che l'SF-12 discriminava bene tra uomini e donne e coloro che differivano per età e stato educativo (P <0.001) 2.5. [17]

Analisi statistica

Lo SPSS 20 (Armonk, NY: IBM Corp) è stato utilizzato per l'analisi dei dati. Per l'analisi descrittiva si intende la deviazione standard (SD) utilizzata. Per eseguire ANCOVA, i punteggi pre-test sono stati utilizzati come covariate.

risultati

L'età media era 40.3, SD = 8.2. 45% delle donne lavorava e il resto era una moglie domestica. 38% aveva due figli, 55% un bambino e il resto aveva figli. Tutti erano sposati e provenivano da famiglie a reddito medio. 9.8% dei pazienti ha riportato una qualità della vita fisica molto bassa, mentre il resto era basso (54.8%) e moderato (36.4%). Questo è stato 12.4%, 40% e 47.6% livelli molto bassi, bassi e medi della qualità della vita mentale nei pazienti che hanno partecipato al nostro studio (n = 48). La media e la DS dei pazienti in MBSR e nel gruppo di controllo hanno mostrato una diminuzione del dolore e dell'aumento della qualità della vita fisica e mentale [Tabella 2].

Tabella 2: Media e DS dei pazienti con dolore, qualità della vita mentale e fisica in linea di base, dopo l'intervento e 4 settimane dopo l'intervento.

Risultati comparativi

Dolore. I risultati hanno indicato che dopo la regolazione per i punteggi pretest, c'era un effetto significativo del gruppo di fattori soggetto (F [1, 45] = 110.4, P <0.001) e (F [1, 45] = 115.8, P <0.001) . I punteggi post-test corretti suggeriscono che l'intervento ha avuto un effetto sull'aumento dei punteggi del dolore dei pazienti NSCLBP che hanno ricevuto il MBSR rispetto a quelli che erano nel gruppo di controllo e non hanno ricevuto alcuna terapia mente-corpo [Tabella 3].

Tabella 3: Il risultato del confronto tra dolore e qualità della vita di MBSR e gruppo di controllo dopo intervento (tempo 1) e 4 settimane dopo l'intervento (tempo 2).

Qualità della vita. I risultati mostrano che dopo aver regolato i punteggi pre-test, c'era un effetto significativo tra il gruppo di fattori soggetto (F [1, 45] = 16.45, P <0.001) e (F [1, 45] = 21.51, P <0.001) . I punteggi post-test corretti suggeriscono che l'intervento ha avuto un effetto sull'aumento della qualità fisica dei punteggi di vita dei pazienti NSCLBP che hanno ricevuto il MBSR rispetto a quelli che erano nel gruppo di controllo e non hanno ricevuto alcuna terapia mente-corpo [Tabella 3 ].

I risultati hanno anche dimostrato che dopo aver regolato i punteggi pre-test, c'era un effetto significativo del gruppo di fattori soggetto (F [1, 45] = 13.80, P <0.001) e (F [1, 45] = 25.07, P <0.001 ). I punteggi post-test corretti suggeriscono che l'intervento ha avuto un effetto sull'aumento della qualità mentale dei punteggi di vita dei pazienti NSCLBP che hanno ricevuto il MBSR rispetto a quelli che erano nel gruppo di controllo e non hanno ricevuto alcuna terapia psicologica [Tabella 3].

Insight di Dr. Alex Jimenez

La consapevolezza è il processo psicologico che implica l'attivazione di un percorso di rilassamento del cervello ignorando intenzionalmente le "chiacchiere" mentali, portando l'attenzione sulle esperienze che si verificano nel momento presente e concentrandosi sulla respirazione. La consapevolezza può essere comunemente raggiunta attraverso la pratica della meditazione e metodi e tecniche di gestione dello stress. Secondo studi di ricerca, la consapevolezza è un'opzione di trattamento efficace che può aiutare a ridurre la lombalgia cronica. I ricercatori hanno precedentemente confrontato la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza, o MBSR, con la terapia cognitivo comportamentale per determinare se questi interventi di consapevolezza potessero migliorare la lombalgia cronica. Il seguente articolo è stato anche condotto per determinare se la meditazione di consapevolezza è un'opzione di trattamento efficace per la lombalgia cronica. I risultati di entrambi gli studi di ricerca sono stati promettenti, dimostrando che la consapevolezza può essere più efficace per la lombalgia cronica rispetto alle opzioni di trattamento tradizionali, nonché l'uso di farmaci e / o farmaci.

Discussione

I risultati hanno mostrato che il gruppo sperimentale sottoposto alla MBSR ha mostrato un miglioramento significativo della gravità complessiva del dolore, dei punteggi di qualità fisica e mentale della vita dovuti all'addestramento ricevuto rispetto al gruppo di controllo che ha ricevuto solo le normali cure mediche. Il programma ha ridotto la percezione del dolore e migliorato la qualità della vita fisica e mentale e ha avuto un impatto evidente sul gruppo sperimentale rispetto alle solite cure mediche. Baranoff et al., 2013, [18] Nyklícek e Kuijpers, 2008, [19] e Morone (2) et al., 2008 [20] hanno riportato gli stessi risultati.

Kabat-Zinn et al. creduto che il processo di riduzione del dolore avvenisse "disaccoppiando" la sensazione fisica, dall'esperienza emotiva e cognitiva del dolore, il paziente è in grado di ridurre il dolore. [21] Nello studio attuale, i partecipanti disaccoppiano le diverse componenti dell'esperienza di dolore. L'esercizio di respirazione distrae la loro mente dal dolore alla respirazione e il vivere consapevole li rende consapevoli delle strategie di coping maladattative.

Nella prima sessione, le informazioni fornite sui fondamenti della presenza mentale, descrivendo la consapevolezza che supporta gli atteggiamenti includendo il non giudizio verso il pensiero, le emozioni o le sensazioni che sorgono, la pazienza, la dedizione, la compassione, l'accettazione e la curiosità hanno dato loro una saggezza e credono di soffrire da pensieri dolorosi più del dolore stesso.

Inoltre, durante la pratica della scansione del corpo hanno imparato a vedere le loro reali condizioni corporee, come era veramente, senza provare a cambiare la realtà. Accettare le loro condizioni di malattia cronica li ha aiutati a vedere le altre possibili abilità nei loro ruoli sociali ed emotive. In effetti, la pratica della scansione del corpo li ha aiutati a cambiare la relazione con il loro corpo e il loro dolore. Attraverso l'esperienza diretta nella scansione del corpo, si realizza l'interconnessione tra lo stato della mente e il corpo, e quindi aumenta l'autocontrollo dei pazienti sulla loro vita. Le tecniche di vita consapevole hanno anche migliorato la loro qualità della vita insegnando loro a prestare maggiore attenzione alle loro necessità quotidiane, che hanno portato all'esperienza di sottili emozioni positive, come la pace e la gioia, l'autostima e la fiducia. Inoltre, hanno apprezzato le cose positive. Una volta che hanno imparato a vedere il dolore persistente oggettivamente e ad osservare le altre sensazioni nel loro corpo, hanno applicato gli stessi principi attraverso tecniche di vita consapevole nella loro vita quotidiana. Di conseguenza, hanno imparato come gestire la loro salute e hanno iniziato a svolgere le loro funzioni in modo consapevole.

Numerosi studi di ricerca come Plews-Ogan et al., [22] Grossman et al., [23] e Sephton et al. (2007) [24] hanno dimostrato l'efficacia del programma di meditazione mentale sulla qualità della vita dei pazienti con condizioni di dolore cronico.

Conclusione

Tutti insieme il risultato di questo studio e studi precedenti hanno evidenziato l'efficacia del trattamento complementare e alternativo per i pazienti con LBP cronica. Per quanto riguarda il ruolo considerevole della qualità della vita nella vita professionale e personale, progettando le psicoterapie efficaci soprattutto per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti con LBP cronica fortemente suggerita dagli autori.

Questo studio ha coinvolto diverse limitazioni, come le cure ordinarie non uniformate ricevute dai pazienti. Le sessioni o metodi di fisioterapia forniti e la medicina prescritta da diversi medici in modo leggermente diverso. Sebbene alcuni pazienti comunemente somministrino sessioni di fisioterapia non completate. La dimensione del campione era piccola ed era limitata a tre centri. Questo è suggerito per i futuri ricercatori di condurre uno studio con l'esame di variabili fisiologiche come la risonanza magnetica, l'NMR e i segnali neurologici per testare l'efficacia di MBSR per ridurre il dolore sofferente.

In conclusione, sono necessarie ulteriori ricerche su scala più ampia basate sull'evidenza con follow-up a lungo termine per aumentare il peso e il valore terapeutico della MBSR come parte della medicina alternativa complementare come metodo di prevenzione e riabilitazione tra i pazienti CLBP.

Riconoscimento

Siamo grati da pazienti che sono stati aziendali con noi. Dr. Afzalifard e lo staff dei centri di fisioterapia di Ardebil.

Le note

  • Fonte di supporto: Nil.
  • Conflitto d'interesse: Nessuno dichiarato.

In conclusione, la consapevolezza è il trattamento più diffuso con le migliori evidenze a sostegno del miglioramento e della gestione della lombalgia cronica. Gli interventi di consapevolezza, come la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e la terapia cognitivo comportamentale, hanno dimostrato di essere efficaci per la lombalgia cronica. Inoltre, è stata dimostrata anche la meditazione di consapevolezza per contribuire efficacemente a migliorare e gestire la lombalgia cronica causata dallo stress. Tuttavia, ulteriori studi di ricerca sono ancora necessari per determinare una misura di esito solido per gli interventi di consapevolezza e il dolore cronico. Informazioni riferite dal Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie (NCBI). Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

A cura di Dr. Alex Jimenez

1. Waddell G. Londra, Inghilterra: Churchill Livingstone; 1998. The Back Pain Revolution.
2. Rete di ricerca sul mal di schiena spagnola Kovacs FM, Abraira V, Zamora J, Fernández C. La transizione dalla lombalgia acuta a quella subacuta e cronica: uno studio basato sui determinanti della qualità della vita e sulla previsione della disabilità cronica. Spine (Phila Pa 1976) 2005; 30: 1786-92. [PubMed]
3. Melzack R, Wall PD. Meccanismi del dolore: una nuova teoria. Scienza. 1965; 150: 971-9. [PubMed]
4. Beverly ET. USA: The Guilford Press; 2010. Terapia cognitiva per il dolore cronico: una guida passo-passo.
5. Kabat-Zinn J, Lipworth L, Burney R, Sellers W. Quattro anni Follow-up di un programma basato sulla meditazione per l'autoregolazione del dolore cronico: esiti del trattamento e compliance. Clin J Pain. 1986; 2: 159-73.
6. Wetherell JL, Afari N, Rutledge T, Sorrell JT, Stoddard JA, Petkus AJ, et al. Uno studio randomizzato e controllato di terapia di accettazione e impegno e terapia cognitivo-comportamentale per il dolore cronico. Dolore. 2011; 152: 2098-107. [PubMed]
7. Baer RA. Addestramento alla consapevolezza come intervento clinico: una revisione concettuale ed empirica. Clin Psychol Sci Pract. 2003; 10: 125-43.
8. Kabat-Zinn J. Un programma ambulatoriale di medicina comportamentale per pazienti con dolore cronico basato sulla pratica della meditazione consapevole: considerazioni teoriche e risultati preliminari. Gen Hosp Psychiatry. 1982; 4: 33-47. [PubMed]
9. Glombiewski JA, Hartwich-Tersek J, Rief W. Due interventi psicologici sono efficaci nei pazienti con disabilità cronica grave e mal di schiena: uno studio controllato randomizzato. Int J Behav Med. 2010; 17: 97-107. [PubMed]
10. Veehof MM, Oskam MJ, Schreurs KM, Bohlmeijer ET. Interventi basati sull'accettazione per il trattamento del dolore cronico: una revisione sistematica e una meta-analisi. Dolore. 2011; 152: 533-42. [PubMed]
11. Chiesa A, Serretti A. Interventi basati sulla consapevolezza per il dolore cronico: una revisione sistematica delle prove. J Complemento alternativo Med. 2011; 17: 83-93. [PubMed]
12. Morone NE, Greco CM, Weiner DK. Meditazione consapevole per il trattamento della lombalgia cronica negli adulti più anziani: uno studio pilota controllato randomizzato. Dolore. 2008; 134: 310-9. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
13. Kabat-Zinn J. New York: Dell Publishing; 1990. Vivere la catastrofe totale: usare la saggezza del tuo corpo e lo sforzo mentale, il dolore e la malattia.
14. Morone NE, Greco CM. Interventi mente-corpo per il dolore cronico negli anziani: una revisione strutturata. Dolore Med 2007; 8: 359-75. [PubMed]
15. Adelmanesh F, Arvantaj A, Rashki H, Ketabchi S, Montazeri A, Raissi G. Risultati della traduzione e adattamento del questionario sul dolore coreano McGill iraniano (I-SF-MPQ): prove preliminari della sua affidabilità, validità costruttiva e sensibilità in una popolazione di dolore iraniana. Sports Med Arthrosc Rehabil Ther Technol. 2011; 3: 27. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
16. Ware JE, Jr, Kosinski M, Turner-Bowker DM, Gandek B. Lincoln, RI: Quality Metric Incorporated; 2002. Come ottenere il punteggio della versione 2 del sondaggio sulla salute SF-12® (con una versione di documentazione aggiuntiva 1)
17. Montazeri A, Vahdaninia M, Mousavi SJ, Omidvari S. La versione iraniana dell'indagine sulla salute in forma breve 12-item (SF-12): uno studio di convalida basato sulla popolazione da Teheran, in Iran. Risultati di qualità della salute. 2011; 9: 12. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
18. Baranoff J, Hanrahan SJ, Kapur D, Connor JP. Accettazione come variabile di processo in relazione alla catastrofe nel trattamento del dolore multidisciplinare. Eur J Pain. 2013; 17: 101-10. [PubMed]
19. Nyklícek I, Kuijpers KF. Effetti dell'intervento di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza sul benessere psicologico e sulla qualità della vita: la consapevolezza consapevole è davvero il meccanismo? Ann Behav Med. 2008; 35: 331-40. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
20. Morone NE, Lynch CS, Greco CM, Tindle HA, Weiner DK. "Mi sentivo come una persona nuova". Gli effetti della meditazione di consapevolezza sugli anziani con dolore cronico: analisi narrativa qualitativa delle voci del diario. J Pain. 2008; 9: 8 41-8. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
21. Kabat-Zinn J, Lipworth L, Burney R. L'uso clinico della meditazione di consapevolezza per l'autoregolazione del dolore cronico. J Behav Med. 1985; 8: 163-90. [PubMed]
22. Plews-Ogan M, Owens JE, Goodman M, Wolfe P, Schorling J. Uno studio pilota che valuta la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e il massaggio per la gestione del dolore cronico. J Gen Intern Med. 2005; 20: 1136-8. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
23. Grossman P, Niemann L, Schmidt S, Walach H. Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e benefici per la salute. Una meta-analisi. J Psychosom Res. 2004; 57: 35-43. [PubMed]
24. Sephton SE, Salmon P, Weissbecker I, Ulmer C, Floyd A, Hoover K, et al. La meditazione di consapevolezza allevia i sintomi depressivi nelle donne con fibromialgia: risultati di uno studio clinico randomizzato. Artrite Rheum. 2007; 57: 77-85. [PubMed]

Argomenti aggiuntivi: Dolore alla schiena

Secondo le statistiche, circa il 80% delle persone avverte i sintomi del mal di schiena almeno una volta nel corso della vita. Il mal di schiena è un disturbo comune che può derivare da una varietà di lesioni e / o condizioni. Spesso, la degenerazione naturale della colonna vertebrale con l'età può causare mal di schiena. Ernia discale si verificano quando il centro morbido, simile ad un gel di un disco intervertebrale, spinge attraverso una lacrima nel suo anello esterno della cartilagine, comprimendo e irritando le radici nervose. Le ernie del disco si verificano più comunemente lungo la parte inferiore della schiena, o colonna vertebrale lombare, ma possono anche verificarsi lungo la colonna cervicale o collo. L'incidenza dei nervi che si trovano nella regione lombare a causa di lesioni e / o di una condizione aggravata può portare a sintomi di sciatica.

ARGOMENTO PIÙ IMPORTANTE: Gestione dello stress sul posto di lavoro

ARGOMENTI PIÙ IMPORTANTI: EXTRA EXTRA: Scegliere la Chiropratica? | Familia Dominguez | Pazienti | Chiropratico di El Paso, TX

Post Recenti

Dieta e autoimmunità: il protocollo Wahls

Dr. Terry Wahls è il creatore e autore del protocollo Wahls. Dopo un personale ... Leggi di più

Maggio 15, 2020

Cancro: integratori olistici e cambiamenti nello stile di vita dopo il trattamento

Dopo la diagnosi e il completamento del trattamento del cancro, molte persone sono fortemente motivate a rimanere ... Leggi di più

Maggio 15, 2020

Depressione: una visione olistica

La depressione è abbastanza comune, infatti l'11% degli americani è attualmente in trattamento con un antidepressivo. Antidepressivi ... Leggi di più

Maggio 14, 2020

Aiuta a proteggerti dal cancro naturalmente

Il cancro è quando un gruppo di cellule inizia a crescere fuori mano. Apoptosi cellulare ... Leggi di più

Maggio 14, 2020

Sensibilità alimentari

Il modo in cui i nostri corpi reagiscono al cibo che mangiamo è ciò che determina l'antigene ... Leggi di più

Maggio 14, 2020

Come i test possono aiutarti

Il sistema immunitario funziona meglio quando è in grado di ripararsi e difendersi correttamente ... Leggi di più

Maggio 13, 2020