Diete e fattori autoimmuni | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Sempre più ricercatori stanno collegando i punti tra autoimmunità, dieta e genetica. Recentemente, sono stati pubblicati più studi che rivelano che i trigger dietetici svolgono un ruolo significativo nei trigger autoimmuni, più che nella genetica. È importante comprendere la profonda connessione tra i microbi nella bocca e nell'intestino insieme a fattori autoimmuni. Sintomi spiacevoli come infiammazione, mal di testa e affaticamento possono essere evitati ascoltando il proprio corpo ed evitando una dieta ad alta infiammazione.

La diversità microbica è fondamentale quando si tratta di malattie autoimmuni. Numerosi studi dimostrano che la maggiore diversità microbica si ha, la composizione più forte e meno infiammazione che hanno in tutto il corpo. Come sappiamo, il microbioma inizia alla nascita e il cibo che ingeriamo ha un profondo effetto sull'evoluzione del nostro microbo. È stato studiato che i bambini che hanno sperimentato uno di questi eventi nella loro prima infanzia hanno un rischio più elevato di infiammazione:

  • Nato tramite taglio cesareo
  • Tempo trascorso in terapia intensiva
  • Sono stati esposti ad antibiotici o droghe in tenera età
  • Formula Fed
  • Nato pre-maturo

Tuttavia, va notato che il nostro microbioma ha la capacità di iniziare a cambiare 24 ore dopo l'assunzione di cibo. Questa è un'ottima notizia per chi soffre di infiammazione. Con la risposta ad azione rapida dell'evoluzione del microbioma, possiamo iniziare a ridurre i fattori di rischio in appena un giorno.

Il nostro microbioma dista solo uno strato dal nostro sistema immunitario. Alcune ricerche ritengono che le malattie autoimmuni siano correlate al 100% a un innesco intestinale. Il cibo che mangiamo è ciò che scatena queste reazioni autoimmuni.

Triade di malattia autoimmune:

La triade della malattia autoimmune comprende tre fattori principali: genetica, fattori ambientali e disbiosi intestinale. Sebbene la genetica non sia ritenuta una grande parte dei fattori scatenanti autoimmuni, ci sono studi che mostrano una connessione.

I fatti evnviromeali che possono scatenare la malattia autoimmune comprendono stress, fumo, infezioni, sovraccarico tossico ed esposizione alla muffa. Questi hanno dimostrato di essere alcune cause comuni di aumento della permeabilità intestinale.

Disbiosi intestinale: è quando abbiamo un livello più alto di infiammazione e permeabilità intestinale. Il nostro corpo contiene cellule Treg e Th17. È estremamente importante che queste due cellule rimangano uguali. Quando vediamo un aumento della quantità di cellule Treg, diventiamo più sensibili alle infezioni. Quando c'è un'alta quantità di cellule Th17, abbiamo una maggiore possibilità di malattie autoimmuni.

Alimenti che influenzano il nostro microbioma:

Impatto positivo-

Caffè: il caffè biologico a bassa tossina contiene un'incredibile quantità di antiossidanti. Una tazza di caffè biologico al mattino ha dimostrato di aumentare le specie di bifidobatteri nell'intestino. È importante che questo caffè sia un marchio biologico e a bassa tossina. Se non è organico, essenzialmente stiamo alimentando il nostro intestino con una tazza di pesticidi caldi.

Il cioccolato senza cacao organico all'85% o più scuro della soia ha prove scientifiche per aumentare le nostre specie di bifidobatteri e per fornire antiossidanti sani.

Impatto negativo-

Dolcificanti artificiali- In origine, non c'erano prove che i dolcificanti artificiali fossero dannosi per l'uomo, ma stiamo scoprendo che l'effetto che hanno sulla comunità microbica è profondo.

Gli Stati Uniti hanno più ingredienti chimici negli alimenti rispetto a qualsiasi altro paese. Uno dei motivi per cui questo è un grosso problema è perché gli ormoni e gli additivi chimici alterano la proteina e il modo in cui viene presentata al corpo. I pesticidi possono effettivamente legarsi alle proteine ​​presenti negli alimenti, alterando quindi il modo in cui il nostro corpo lo scompone e creano un attacco del sistema immunitario. Inoltre, il grano non è un alimento che contiene OGM, ma il glifosato viene in genere spruzzato sulla coltura appena prima di essere portato in campo. Questo si combina con le proteine ​​del grano e aumenta la sensibilità del grano in molti individui.

Sano da asporto:

  • Presta attenzione alla provenienza del tuo cibo
  • Le colture locali locali sono le migliori
  • Evita oli raffinati
  • Limitare l'assunzione di alcol
  • Limitare l'assunzione di caffeina (e attenersi a un marchio organico non tossico)
  • Evita le allergie alimentari
  • Mangia organico, senza zucchero e non OGM
  • Aumenta la quantità di alimenti interi non trasformati
  • Evita i latticini e il glutine
  • Aumenta le verdure a foglia scura

Se siamo in grado di ridurre e rimuovere i trigger, possiamo invertire la progressione della malattia.

Avendo una malattia autoimmune (diabete di tipo 1), posso dirti che l'infiammazione dipende fortemente dall'infiammazione. Nei giorni in cui la mia dieta non è così concentrata e pulita, posso sentire l'infiammazione nel mio corpo accumularsi. Mal di testa, gonfiore, stanchezza, l'elenco potrebbe continuare! Quando seguo questi suggerimenti salutari da asporto, la differenza che il mio corpo sente è notte e giorno. Soprattutto essendo una madre, prendo attenzione a tutto ciò che i miei figli mangiano e voglio ridurre il più possibile il rischio di malattie autoimmuni. Se hai domande sui test di sensibilità alimentare o sui fattori di infiammazione, non esitare a contattarci! Un corpo senza infiammazione è sano e felice! -Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.

Referenze

Università, medicina funzionale e Jill Carnahans, direttori. Autoimmunità e intestino: un esame dettagliato di vari fattori scatenanti della disfunzione del sistema immunitario e dello sviluppo dell'autoimmunità . Università di medicina funzionale - Il leader nella formazione online in medicina diagnostica funzionale, 2010, www.functionalmedicineuniversity.com/members/1010.cfm.