Tecniche di gestione dello stress per il dolore cronico a El Paso, TX
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Tecniche di gestione dello stress per il dolore cronico a El Paso, TX

Nel mondo moderno, è facile trovare le circostanze su cui insistere. Che si tratti di lavoro, problemi finanziari, emergenze sanitarie, problemi relazionali, stimolazione dei media e / o altri fattori, lo stress può iniziare a pesare sulla nostra salute e benessere generale se non gestita correttamente. Inoltre, spesso tendiamo a creare stress attraverso una cattiva alimentazione e una mancanza di sonno.

In effetti, più di tre quarti della popolazione negli Stati Uniti sperimenta regolarmente lo stress, dove un terzo di questi individui caratterizza i loro livelli di stress come "estremi". Sebbene lo stress a breve termine possa essere utile, lo stress a lungo termine può portare a una serie di problemi di salute. Lo stress è stato considerato la causa di così tante malattie, secondo gli esperti del settore sanitario che rappresentano la metà delle spese relative alla sanità del paese, secondo il rapporto US News & World.

Come lo stress influenza il corpo

Lo stress segnala al sistema nervoso simpatico di innescare la risposta "combatti o fuggi", un meccanismo di difesa che prepara il corpo a percepire il pericolo facendo salire la frequenza cardiaca, il volume del sangue e la pressione sanguigna. Questo distoglie il sangue dall'apparato digerente e dagli arti. Le ghiandole surrenali secernono anche una speciale miscela di ormoni e sostanze chimiche, tra cui adrenalina, adrenalina e norepinefrina, che potrebbero influenzare il benessere di una persona se vengono costantemente secrete nel corpo.

Inoltre, lo stress cronico può causare tensione muscolare. L'eccessiva tensione muscolare lungo il collo e la schiena può causare il disallineamento della spina dorsale, noto come sublussazione, che alla fine interferisce con la corretta funzione del sistema nervoso e provoca sintomi di mal di schiena ed sciatica. Fortunatamente, una varietà di tecniche di gestione dello stress, tra cui la cura chiropratica e la meditazione consapevole, può aiutare a ridurre il dolore cronico, comunemente associato a stress cronico.

Cura chiropratica per lo stress

La cura chiropratica è un'opzione di trattamento alternativa ben nota utilizzata per trattare una varietà di lesioni e condizioni associate al sistema muscolo-scheletrico e nervoso. Correggere i disallineamenti spinali è il primo passo per ridurre lo stress. Se c'è una sublussazione nella colonna vertebrale, il sistema nervoso spesso non è in grado di inviare correttamente segnali attraverso il resto del corpo. Utilizzando manipolazioni vertebrali e manipolazioni manuali, un dottore in chiropratica può riallineare con cura la colonna vertebrale, allentando la tensione muscolare, lenitivo nervi spinali irritati e migliorando il flusso di sangue, cambiamenti che potrebbero avviseranno il cervello per spegnere la risposta “lotta o fuga” in modo che il corpo può tornare a uno stato più rilassato.

Inoltre, un chiropratico può anche raccomandare modifiche dello stile di vita, insieme a regolazioni spinali e manipolazioni manuali, per aiutare a ridurre lo stress. Integrazione nutrizionale, esercizi riabilitativi, massaggio dei tessuti profondi, tecniche di rilassamento e cambiamenti di postura raccomandati da un chiropratico sono diverse tecniche di gestione dello stress che possono aiutare a migliorare i sintomi del dolore cronico associato allo stress. Il seguente articolo è una revisione sistematica e una meta-analisi che dimostrano l'uso di farmaci di consapevolezza per il dolore cronico, compreso il mal di schiena e la sciatica.

Meditazione consapevole per il dolore cronico: revisione sistematica e meta-analisi

Astratto

  • Sfondo: I pazienti con dolore cronico cercano sempre più trattamenti attraverso la meditazione della consapevolezza.
  • Scopo: Questo studio si propone di sintetizzare le prove sull'efficacia e la sicurezza degli interventi di meditazione consapevole per il trattamento del dolore cronico negli adulti.
  • Metodo: Abbiamo condotto una revisione sistematica su studi randomizzati controllati (RCT) con meta-analisi utilizzando il metodo Hartung-Knapp-Sidik-Jonkman per modelli a effetti casuali. La qualità delle prove è stata valutata utilizzando l'approccio GRADE. I risultati includevano dolore, depressione, qualità della vita e uso di analgesici.
  • risultati: Trentotto RCT hanno soddisfatto i criteri di inclusione; sette riportati sulla sicurezza. Abbiamo trovato prove di bassa qualità che la meditazione della consapevolezza è associata a una lieve diminuzione del dolore rispetto a tutti i tipi di controlli negli RCT 30. Effetti statisticamente significativi sono stati trovati anche per i sintomi della depressione e la qualità della vita.
  • Conclusioni: Mentre la meditazione di consapevolezza migliora i sintomi di dolore e depressione e la qualità della vita, sono necessari ulteriori RCT ben progettati, rigorosi e su larga scala per fornire in modo decisivo stime dell'efficacia della meditazione di consapevolezza per il dolore cronico.
  • Materiale supplementare elettronico: La versione online di questo articolo (doi: 10.1007 / s12160-016-9844-2) contiene materiale supplementare, disponibile per gli utenti autorizzati.
  • parole chiave: Dolore cronico, Consapevolezza, Meditazione, Revisione sistematica

Introduzione

Il dolore cronico, spesso definito come un dolore che dura più a lungo dei mesi 3 o oltre il normale tempo di guarigione dei tessuti [1], può portare a conseguenze mediche, sociali ed economiche significative, problemi relazionali, perdita di produttività e costi sanitari più elevati. L'Istituto di Medicina riconosce il dolore come un problema significativo di salute pubblica che costa alla nazione almeno $ 560-635 miliardi all'anno, compresi i costi dell'assistenza sanitaria e la perdita di produttività [2]. Inoltre, il dolore cronico è frequentemente accompagnato da disturbi psichiatrici come la dipendenza da farmaci antidolorifici e la depressione che rendono complicato il trattamento [3]. L'alta prevalenza e la natura refrattaria del dolore cronico, in combinazione con le conseguenze negative della dipendenza da farmaci per il dolore, ha portato a un maggiore interesse nei piani di trattamento che includono la terapia aggiuntiva o le alternative ai farmaci [4]. Una di queste modalità che i pazienti del dolore stanno usando è la meditazione di consapevolezza. Basato su antiche pratiche di meditazione orientale, la consapevolezza facilita una posizione attenta dell'osservazione distaccata. È caratterizzato dal prestare attenzione al momento presente con apertura, curiosità e accettazione [5, 6]. Si pensa che la meditazione della consapevolezza agisca rifocalizzando la mente sul presente e aumentando la consapevolezza del proprio ambiente esterno e delle proprie sensazioni interiori, consentendo all'individuo di fare un passo indietro e di ricontestualizzare le esperienze. La ricerca attuale che utilizza la neuroimaging per chiarire i meccanismi neurologici alla base degli effetti della presenza mentale si è concentrata su strutture cerebrali come la corteccia cingolata posteriore, che sembrano essere coinvolte nell'elaborazione autoreferenziale [7, 8]. Gli usi clinici della consapevolezza includono applicazioni nell'abuso di sostanze [9], cessazione del tabagismo [10], riduzione dello stress [11] e trattamento del dolore cronico [12-14].

Studi precoci di mindfulness nei pazienti con dolore hanno mostrato risultati promettenti su sintomi di dolore, disturbi dell'umore, ansia e depressione, oltre che sull'utilizzo del farmaco correlato al dolore [5]. Negli ultimi anni sono state pubblicate numerose recensioni sistematiche sugli effetti della meditazione di consapevolezza. Di quelli che riportano esiti di dolore, diversi si sono concentrati su tipi specifici di dolore come lombalgia [13], fibromialgia [15], o disturbo di somatizzazione [16]. Altri non erano limitati agli RCT [14, 17]. Ci sono state diverse revisioni complete focalizzate su prove controllate di interventi di mindfulness per il dolore cronico inclusa una review [4] che mostrava miglioramenti nei sintomi depressivi e coping, un'altra review [18] sulla consapevolezza per il mal di schiena cronico, fibromialgia e dolore muscoloscheletrico che mostravano piccoli effetti positivi per il dolore e la revisione più recente [19] su varie condizioni di dolore che hanno riscontrato miglioramenti nel dolore, accettazione del dolore, qualità della vita e stato funzionale. Gli autori di queste revisioni hanno sollevato dubbi sul fatto che vi siano prove limitate di efficacia degli interventi basati sulla consapevolezza per i pazienti con dolore cronico a causa di problemi metodologici. Hanno concluso che erano necessarie ulteriori ricerche di alta qualità prima che potesse essere formulata una raccomandazione per l'uso della meditazione di consapevolezza per i sintomi del dolore cronico.

Lo scopo di questo studio era di condurre una revisione sistematica e una meta-analisi degli effetti e della sicurezza della meditazione consapevole, come una terapia aggiuntiva o in monoterapia per trattare le persone con dolore cronico dovuto a emicrania, cefalea, mal di schiena, artrosi o dolore nevralgico rispetto con trattamento come al solito, liste di attesa, nessun trattamento o altri trattamenti attivi. Il dolore era il risultato primario e gli esiti secondari comprendevano depressione, qualità della vita e uso di analgesici. Il protocollo di revisione sistematica è registrato in un registro internazionale per revisioni sistematiche (PROSPERO 2015: CRD42015025052).

Metodi

Strategia di ricerca

Abbiamo cercato i database elettronici PubMed, Cumulative Index to Nursing and Allied Health Literature (CINAHL), PsycINFO e Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL) per studi controllati randomizzati in lingua inglese dall'inizio alla fine di giugno 2016. Abbiamo combinato condizioni di dolore e termini di progettazione con i seguenti termini di ricerca di consapevolezza: "Mindfulness" [Mesh]) o "Meditation" [Mesh] o mindfulness * o mindfulness-based o MBSR o MBCT o M-BCT o meditazione o meditat * o Vipassana o satipaṭṭhāna o anapanasati o Zen o Pranayama o Sudarshan o Kriya o zazen o shambhala o buddhis *. "Oltre a questa ricerca e al mining di riferimento di tutti gli studi inclusi identificati attraverso di essa, facciamo riferimento a revisioni sistematiche preliminari minate e recuperati tutti gli studi ivi inclusi .

Criteri di ammissibilità

Sono stati inclusi RCT di gruppi paralleli, individuali o di gruppo di adulti che riferiscono di dolore cronico. Sono stati inclusi studi in cui l'autore ha definito dolore cronico e studi in pazienti che hanno riferito dolore per un minimo di 3 mesi. Gli studi erano necessari per coinvolgere la meditazione di consapevolezza, sia come aggiunta che come monoterapia; Sono stati esclusi gli studi che testavano altri interventi di meditazione come yoga, tai chi, qigong e tecniche di meditazione trascendentale senza riferimento alla consapevolezza. Sono stati inoltre esclusi gli interventi di consapevolezza che non richiedevano la meditazione formale, come la terapia di accettazione e impegno (ACT). Sono stati inclusi solo gli studi che riportavano misurazioni del dolore o cambiamenti nell'uso analgesico. Dissertazioni e abstract della conferenza sono stati esclusi.

Procedure

Due revisori indipendenti hanno esaminato i titoli e gli abstract delle citazioni recuperate, seguendo una sessione pilota per garantire un'interpretazione simile dei criteri di inclusione ed esclusione. Le citazioni giudicate potenzialmente ammissibili da uno o entrambi i revisori sono state ottenute come testo completo. Le pubblicazioni a testo completo sono state quindi sottoposte a screening a intervalli regolari rispetto ai criteri di inclusione specificati. Il flusso di citazioni in tutto questo processo è stato documentato in un database elettronico e sono state registrate le ragioni per l'esclusione delle pubblicazioni a testo intero. Anche l'astrazione dei dati è stata condotta in doppio. Il rischio di bias è stato valutato utilizzando lo strumento Cochrane Risk of Bias [20]. Sono stati valutati altri pregiudizi relativi ai criteri della US Force Preventive Services Task Force (USPSTF) per la validità interna degli studi inclusi [21, 22]. Questi criteri sono stati utilizzati per valutare la qualità delle prove come buono, giusto o scarso per ogni studio incluso.

Tecniche Meta-Analitiche

Quando erano disponibili dati sufficienti e l'eterogeneità statistica era al di sotto delle soglie concordate [20], abbiamo effettuato una meta-analisi per raggruppare i risultati di efficacia tra gli studi inclusi per i risultati di interesse e presentare un grafico forestale per la principale meta-analisi. Abbiamo usato il metodo Hartung-Knapp-Sidik-Jonkman per la meta-analisi degli effetti casuali usando mezzi non corretti e misure di dispersione [23-25]. Per gli studi che riportano esiti di dolore multipli, abbiamo usato misure del dolore specifiche, come il McGill Pain Questionnaire (MPQ) per la principale meta-analisi piuttosto che la sottoscala del dolore dell'SF-36, e misure del dolore medio o generale piuttosto che misure situazionali come come dolore al momento della valutazione. A causa del numero limitato di eventi avversi riportati, non è stata condotta un'analisi quantitativa. Abbiamo condotto analisi per sottogruppi e meta-regressioni per stabilire se vi fossero differenze nelle dimensioni dell'effetto tra diversi tipi di intervento, popolazioni o se usati come monoterapia rispetto a una terapia aggiuntiva. La qualità del corpo delle prove è stata valutata utilizzando l'approccio GRADE [22, 26] mediante il quale è stata determinata una determinazione alta, moderata, bassa o molto bassa per ciascun risultato principale [27].

risultati

Descrizione degli studi inclusi

Abbiamo identificato le citazioni 744 tramite ricerche di database elettronici e 11 record aggiuntivi identificati attraverso altre fonti (vedi Figura 1). Sono stati ottenuti testi completi per le citazioni 125 identificate come potenzialmente ammissibili da due revisori indipendenti; Gli RCT 38 hanno soddisfatto i criteri di inclusione. Dettagli delle caratteristiche dello studio sono visualizzati nella Tabella 1 e gli effetti per i singoli studi sono visualizzati nella Tabella 2.

Figura Diagramma di flusso della letteratura 1
Figura 1: Diagramma di flusso della letteratura.

Tabella 1 Caratteristiche degli studi inclusi
Tabella 1: Caratteristiche degli studi inclusi.

Tabella 2 Effetti per studi individuali
Tabella 2: Effetti per studi individuali.

In totale, gli studi hanno assegnato partecipanti 3536; le dimensioni del campione variavano da 19 a 342. Quindici studi hanno riportato un calcolo dell'alimentazione a priori con dimensioni del campione mirate raggiunte, dieci studi non hanno riportato informazioni su un calcolo di potenza e tre studi non erano chiari nella segnalazione di un calcolo di potenza. Dieci studi hanno rilevato che il potere era insufficiente; gli autori hanno preso in considerazione questi studi pilota. La maggior parte degli studi è stata condotta in Nord America o in Europa. L'età media dei partecipanti variava da 30 (SD, 9.08) a 78 anni (SD, 7.1. Otto studi includevano solo partecipanti di sesso femminile.

Le condizioni mediche riportate includevano la fibromialgia in otto studi e il mal di schiena in otto studi. (Le categorie non si escludono a vicenda, alcuni studi includevano pazienti con condizioni diverse). L'osteoartrosi è stata riportata in due studi e l'artrite reumatoide in tre. Mal di testa emicrania è stata riportata in tre studi e un altro tipo di mal di testa in cinque studi. Tre studi hanno riportato la sindrome dell'intestino irritabile (IBS). Otto studi hanno riportato altre cause di dolore e tre studi non hanno specificato una condizione medica o una fonte di dolore cronico.

La durata totale degli interventi variava da 3 a 12 settimane; la maggior parte degli interventi (studi 29) ha avuto una durata di 8 di una settimana. Ventuno studi sono stati condotti sulla riduzione dello stress basata sulla consapevolezza (MBSR) e su sei sulla terapia cognitiva basata sulla consapevolezza (MBCT). Undici ulteriori studi hanno riportato risultati su altri tipi di allenamento di consapevolezza. Tredici RCT hanno fornito l'intervento di consapevolezza come monoterapia, e diciotto hanno utilizzato un intervento di consapevolezza come terapia aggiuntiva, specificando che tutti i partecipanti hanno ricevuto questo oltre ad altri trattamenti come i farmaci. Sette degli studi non erano chiari sul fatto che l'intervento di consapevolezza fosse monoterapia o terapia aggiuntiva. Diciannove RCT usavano il trattamento come al solito come comparatori, tredici comparatori passivi usati e dieci gruppi di educazione / supporto usati come comparatori. Oltre a questi comuni comparatori, uno studio ha utilizzato ciascuno come terapia comparativa lo stress management, il massaggio, un intervento multidisciplinare sul dolore, rilassamento / stretching e informazioni nutrizionali / diari alimentari; due studi hanno utilizzato la terapia cognitivo-comportamentale. Diversi studi avevano due bracci di confronto.

Studio di qualità e rischio di distorsione

La qualità dello studio per ogni studio incluso viene visualizzata nella Tabella 1. Undici studi hanno ottenuto una valutazione di qualità "buona" [28-38]. Quattordici studi sono stati giudicati di buona qualità, principalmente a causa della mancanza di chiarezza in alcuni aspetti dei metodi [39-52]. Tredici studi sono stati giudicati poveri; dieci principalmente a causa di problemi relativi alla completezza dei dati di esito della segnalazione, come un'analisi inadeguata o mancante dell'intenzione di trattare (ITT) e / o meno del follow-up 80% [53-62] e tre a causa di metodi poco chiari [63-65]. I dettagli delle valutazioni di qualità e il rischio di distorsione per ogni studio incluso sono visualizzati nel materiale supplementare elettronico 1.

Provvedimenti

Gli studi hanno riportato misure del dolore del paziente come la scala analogica visiva, la sottoscala del dolore SF-36 e il questionario del dolore McGill. Le misure di outcome secondari includevano sintomi depressivi (ad esempio, Beck Depression Inventory, Patient Health Questionnaire), qualità della vita fisica e mentale correlata alla salute (ad es. Componenti mentali e fisici di SF-36) e compromissione / disabilità funzionale (es. Roland-Morris Questionario sulla disabilità, scala di disabilità Sheehan).

Risposta al trattamento del dolore cronico

Trenta RCT hanno riportato dati di esito continui su scale che valutano il dolore cronico [29, 31-33, 36, 39-49, 51-60, 62-64, 66].

Otto studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione dello screening ma non hanno contribuito alla meta-analisi perché non hanno riportato dati aggregabili [28, 30, 34, 35, 38, 50, 61, 65]. Le loro caratteristiche di studio sono visualizzate nella Tabella 1 e gli effetti a livello di studio insieme ai motivi per cui non erano in analisi raggruppate sono visualizzati nella Tabella 2.

Bilance e comparatori del dolore variavano da studio a studio. Il tempo medio di follow-up era di 12 settimane, con una gamma di 4 a 60 settimane. La figura 2 mostra i risultati della meta-analisi usando i dati al follow-up più lungo per ogni studio. L'analisi aggregata indica un effetto statisticamente significativo della meditazione di consapevolezza rispetto al trattamento come al solito, controlli passivi e gruppi di educazione / supporto (SMD, 0.32; 95% CI, 0.09, 0.54; 30 RCT). E 'stata rilevata una sostanziale eterogeneità (I 2 = 77.6%). Non c'erano prove di bias di pubblicazione (Begg's p = 0.26; Egger's test p = 0.09). Per valutare se la stima del trattamento sia solida escludendo studi di scarsa qualità e per esplorare la possibile fonte di sostanziale eterogeneità, abbiamo condotto un'analisi di sensibilità che includeva solo studi di qualità giusta o di buona qualità. Il miglioramento è rimasto significativo, la dimensione dell'effetto era più piccola (SMD, 0.19; 95% CI, 0.03, 0.34; 19 RCT), e c'era meno eterogeneità (I 2 = 50.5%). Le meta-regressioni hanno mostrato che i cambiamenti negli esiti del dolore negli studi good- (p = 0.42) e fair-quality (p = 0.13) non erano significativamente diversi dai cambiamenti negli studi di scarsa qualità.

Figura 2 Effetti di meditazione consapevole sul dolore cronico
Figura 2: Effetti di meditazione di consapevolezza sul dolore cronico.

Nelle analisi di sottogruppi, l'effetto non era statisticamente significativo a 12 settimane o meno (SMD, 0.25; 95% CI, -0.13, 0.63; 15 RCT; I 2 = 82.6%) ma era significativo per periodi di follow-up oltre 12 settimane ( SMD, 0.31; 95% CI, 0.04, 0.59; 14 RCT, I 2 = 69.0%). Il test di Begg non era statisticamente significativo (p = 0.16) ma il test di Egger ha mostrato evidenza di bias di pubblicazione (p = 0.04). La qualità dell'evidenza che la meditazione della consapevolezza è associata a una diminuzione del dolore cronico rispetto al controllo è bassa nel complesso e per il follow-up sia a breve che a lungo termine a causa di incoerenza, eterogeneità e possibili bias di pubblicazione. Una tabella dettagliata mostra la qualità delle prove per i risultati relativi a ciascun risultato principale nel materiale supplementare elettronico 2.

Al fine di presentare risultati clinicamente significativi, abbiamo calcolato la variazione percentuale dei sintomi del dolore dalla linea di base al follow-up per la meditazione di consapevolezza e i gruppi di confronto per ogni studio e le scoperte visualizzate in Tabella 2. Abbiamo quindi calcolato la variazione percentuale media ponderata complessiva per i gruppi di meditazione di consapevolezza rispetto ai gruppi di confronto per gli effetti della meditazione per il dolore al follow-up più lungo. La variazione percentuale media nel dolore per i gruppi di meditazione era -0.19% (SD, 0.91; min, -0.48; max, 0.10) mentre la variazione percentuale media del dolore per i gruppi di controllo era -0.08% (SD, 0.74; min, -0.35 ; max, 0.11). Il valore p per la differenza tra i gruppi era significativo (p = 0.0031).

Depressione

I risultati della depressione sono stati riportati in 12 RCT [29, 31, 33, 34, 45, 46, 48, 49, 51-53, 56]. Complessivamente, la meditazione ha abbassato significativamente i punteggi di depressione rispetto al trattamento come di consueto, supporto, istruzione, gestione dello stress e gruppi di controllo della lista di attesa (SMD, 0.15; 95% CI, 0.03, 0.26; 12 RCT; I 2 = 0%). Non è stata rilevata eterogeneità. La qualità dell'evidenza è stata giudicata elevata a causa della mancanza di eterogeneità, dei risultati coerenti dello studio e della precisione dell'effetto (piccoli intervalli di confidenza).

Qualità della vita

Sedici studi hanno riportato una qualità della vita correlata alla salute mentale; l'effetto della meditazione mindfulness è stato significativo nell'analisi aggregata rispetto al trattamento come di consueto, gruppi di supporto, istruzione, gestione dello stress e controlli della lista di attesa (SMD, 0.49; 95% CI, 0.22, 0.76; I 2, 74.9%). [32-34, 45-49, 52, 54, 56, 59, 60, 62-64]. Sedici studi hanno misurato la qualità della vita relativa alla salute fisica [32-34, 36, 45-49, 52, 54, 56, 60, 62-64]. Le analisi raggruppate hanno mostrato un effetto significativo della meditazione di consapevolezza rispetto al trattamento come di consueto, gruppi di supporto, istruzione, gestione dello stress e controlli della lista di attesa (SMD, 0.34; 95% CI, 0.03, 0.65; I 2, 79.2%). Entrambe le analisi sulla qualità della vita hanno rilevato una sostanziale eterogeneità e la qualità delle prove è stata giudicata moderata per la salute mentale (intervalli di confidenza ridotti, risultati più coerenti) e bassa per la qualità della vita correlata alla salute fisica.

Insufficienza funzionale (misure di disabilità)

Quattro studi hanno riportato punteggi di disabilità aggregabili dal Roland-Morris Disability Questionnaire e dalla Sheehan Disability Scale [33, 36, 47, 55]. La differenza tra la consapevolezza e i gruppi di confronto nel follow-up non era statisticamente significativa (SMD, 0.30; 95% CI, -0.02, 0.62; I 2 = 1.7%), sebbene i risultati si avvicinassero all'importanza. Non è stata rilevata eterogeneità. La qualità dell'evidenza è stata giudicata bassa a causa dell'imprecisione e della piccola dimensione totale del campione.

Uso analgesico

Solo quattro studi hanno riportato l'uso di analgesici come risultato. In uno studio su MBSR per il trattamento del dolore cronico dovuto alla sindrome da chirurgia dorsale fallita [55], al follow-up di 12-settimana, i registri dei farmaci analgesici del gruppo di intervento hanno documentato una diminuzione dell'uso analgesico rispetto a quelli del gruppo di controllo ( -1.5 (SD = 1.8) vs 0.4 (SD = 1.1), p = <0.001). Uno studio sulla meditazione consapevole e sulla terapia cognitivo-comportamentale rispetto alla terapia tradizionale per la lombalgia [35] ha riportato che la dose media equivalente alla morfina (mg / die) di oppioidi non era significativamente diversa tra i due gruppi in entrambe le settimane 8 e 26. Allo stesso modo, una prova di MBSR per il mal di schiena [38] non ha rilevato differenze significative tra i gruppi nell'uso auto-riferito di farmaci antidolorifici. Infine, una prova di miglioramento del recupero orientato alla consapevolezza (MORE) per il dolore cronico di varie eziologie [44] ha riscontrato che i partecipanti all'intervento avevano maggiori probabilità di non soddisfare più i criteri per il disturbo da uso di oppioidi subito dopo il trattamento (p = 0.05); tuttavia, questi effetti non sono stati sostenuti al follow-up di 3-mese.

Eventi avversi

Solo gli 7 dell'38 hanno incluso RCT riportati su eventi avversi. Quattro hanno dichiarato che non si sono verificati eventi avversi [36, 47, 50, 57]; uno ha descritto che due partecipanti hanno sperimentato temporaneamente forti sentimenti di rabbia verso la loro condizione di dolore e due dei partecipanti hanno sperimentato una maggiore ansia [46]; due studi hanno registrato effetti collaterali lievi da yoga e rilassamento muscolare progressivo [35, 38].

Studiare i Moderatori caratteristici

Sono state eseguite meta-regressioni per determinare se le variazioni dei risultati del dolore differissero sistematicamente da diverse sottocategorie. Non c'era alcuna differenza di effetti sul dolore tra MBSR (studi 16) e MBCT (studi 4; p = 0.68) o altri tipi di interventi di consapevolezza (studi 10; p = 0.68). Quando si confronta MBSR (studi 16) con tutti gli altri interventi (studi 14), non c'era anche alcuna differenza di effetto (p = 0.45). Come affermato in maggior dettaglio sopra, le condizioni mediche riportate comprendevano fibromialgia, mal di schiena, artrite, mal di testa e sindrome dell'intestino irritabile (IBS). Meta-regressioni non suggeriscono differenze tra cefalea (sei studi) e altre condizioni (p = 0.93), mal di schiena (otto studi) e altre condizioni (p = 0.15) e fibromialgia (otto studi) e altre condizioni (p = 0.29 ). La composizione di genere (% maschile) non ha avuto alcuna associazione con l'effetto sul dolore (p = 0.26). La durata totale del programma di intervento variava da 3 a 12 settimane (media era 8 settimane). La meta-regressione non suggeriva differenze tra interventi ad alta frequenza e interventi di media (p = 0.16) o bassa frequenza (p = 0.44). Non è stata trovata alcuna differenza sistematica nel dolore tra terapia aggiuntiva e monoterapia (p = 0.62) o tra terapia aggiuntiva e interventi in cui questo non era chiaro (p = 0.10). Infine, non c'era alcuna differenza sistematica in termini di efficacia se il comparatore fosse il trattamento come al solito, lista d'attesa o altro intervento (p = 0.21).

Dr Jimenez White Coat

Insight di Dr. Alex Jimenez

Lo stress cronico è un problema enorme negli Stati Uniti e ha avuto un impatto negativo sulla salute e il benessere generale della popolazione americana. Lo stress può interessare diverse aree del corpo. Lo stress può aumentare la frequenza cardiaca e causare respirazione rapida, iperventilazione e tensione muscolare. Inoltre, lo stress innesca la risposta "lotta o fuga", che fa sì che il sistema nervoso simpatico rilasci una miscela di ormoni e sostanze chimiche nel corpo. Fortunatamente, la cura chiropratica può aiutare con la gestione dello stress. Il trattamento chiropratico attiva il sistema parasimpatico che calma la risposta "lotta o fuga". Inoltre, la cura chiropratica può aiutare a ridurre la tensione muscolare, migliorando i sintomi del dolore cronico.

Discussione

In breve, la meditazione di consapevolezza è stata associata ad un piccolo effetto di miglioramento dei sintomi del dolore rispetto al trattamento come al solito, controlli passivi e gruppi di educazione / supporto in una meta-analisi degli studi randomizzati controllati da 30. Tuttavia, vi era evidenza di sostanziale eterogeneità tra gli studi e possibili bias di pubblicazione con conseguente scarsa qualità delle prove. L'efficacia della meditazione di consapevolezza sul dolore non differiva sistematicamente per tipo di intervento, condizione medica, o per lunghezza o frequenza di intervento. La meditazione consapevole è stata associata a un miglioramento statisticamente significativo della depressione, della qualità della vita correlata alla salute fisica e della qualità della vita correlata alla salute mentale. La qualità dell'evidenza era alta per la depressione, moderata per la qualità della vita correlata alla salute mentale e bassa per la qualità della vita legata alla salute fisica. Solo quattro studi hanno riferito sul cambiamento nell'uso analgesico; i risultati sono stati misti. Gli eventi avversi negli RCT inclusi erano rari e non gravi, ma la stragrande maggioranza degli studi non ha raccolto dati sugli eventi avversi.

Questa recensione ha diversi punti di forza metodologici: un progetto di ricerca a priori, una selezione di studi duplicati e l'astrazione dei dati delle informazioni di studio, una ricerca completa di banche dati elettroniche, il rischio di valutazioni di pregiudizio e una valutazione completa delle evidenze utilizzate per formulare conclusioni di revisione. Una limitazione è che non abbiamo contattato autori di studi individuali; i risultati riportati nella revisione si basano sui dati pubblicati. Abbiamo escluso gli abstract di conferenze che non contengono dati sufficienti per valutare la qualità dello studio. Inoltre, abbiamo incluso solo studi pubblicati in inglese.

Gli studi inclusi avevano molti limiti. Tredici dei trentotto studi sono stati giudicati di scarsa qualità, principalmente a causa della mancanza di ITT, scarso follow-up o scarsa segnalazione dei metodi di randomizzazione e occultamento dell'assegnazione. Gli autori di dieci studi hanno riportato un potere statistico inadeguato per rilevare le differenze nei risultati del dolore tra la meditazione di consapevolezza e il comparatore; gli autori hanno preso in considerazione questi studi pilota. Dieci altri studi non hanno riportato un calcolo di potenza. Le dimensioni del campione erano piccole; Gli studi 15 randomizzati in meno rispetto ai partecipanti 50.

Sono necessari RCT più ben progettati, rigorosi e di ampia portata al fine di sviluppare una base di prove che possa fornire stime più precise della sua efficacia. Gli studi dovrebbero arruolare campioni abbastanza grandi da rilevare le differenze statistiche nei risultati e dovrebbero seguire i partecipanti per 6 ai mesi 12 al fine di valutare gli effetti a lungo termine della meditazione. L'aderenza alla pratica di mindfulness e l'uso simultaneo di altre terapie dovrebbero essere monitorati frequentemente. Anche le caratteristiche di intervento, compresa la dose ottimale, non sono state ancora definitivamente stabilite. Al fine di rilevare gli effetti specifici dell'intervento, gli studi devono avere controlli adeguati per l'attenzione. Possono essere condotte prove più piccole per rispondere a queste domande. Altri risultati che esulavano dallo scopo di questa recensione potrebbero essere importanti da esplorare. Poiché l'impatto della presenza mentale può essere correlato alla valutazione del dolore, potrebbe essere utile per le prove future concentrare gli esiti primari sui sintomi associati a dolore come qualità della vita, interferenza legata al dolore, tolleranza al dolore, analgesico e problemi correlati come la voglia di oppioidi. Le pubblicazioni future sugli RCT sulla meditazione consapevole dovrebbero attenersi agli standard degli Standard consolidati di Reporting Trials (CONSORT).

Solo tre RCT hanno attribuito eventi avversi minori alla meditazione di consapevolezza. Tuttavia, solo 7 dell'38 incluso RCT indicava se gli eventi avversi venivano monitorati e raccolti. Pertanto, la qualità dell'evidenza degli eventi avversi riportati negli RCT è inadeguata per una valutazione completa. Dati i rapporti pubblicati di eventi avversi durante la meditazione, inclusa la psicosi [67], le prove future dovrebbero raccogliere attivamente dati sugli eventi avversi. Inoltre, una revisione sistematica degli studi osservazionali e dei casi clinici dovrebbe gettare luce su eventi avversi durante la meditazione di consapevolezza.

Ulteriori ricerche che esaminino l'effetto della meditazione di consapevolezza sul dolore cronico dovrebbero anche concentrarsi su una migliore comprensione della presenza o meno di una frequenza minima o di una pratica di meditazione per essere efficace. Mentre studi recenti hanno prodotto effetti positivi simili di mindfulness per il dolore, questi effetti tendono ad essere piccoli e medi e si basano su un corpo di prove che è, nella migliore delle ipotesi, di qualità moderata. Un modo potenziale per promuovere la ricerca sul dolore cronico sarebbe quello di migliorare l'intervento e controllare le descrizioni del gruppo, identificare i diversi effetti di varie componenti di interventi complessi e lavorare verso un criterio standard per la valutazione del guadagno terapeutico [68]. Le prove testa a testa che mettono a confronto gli interventi di mindfulness di una categoria simile ma con variazioni nelle componenti o nella dose possono essere utili per mettere in evidenza gli elementi più efficaci di questi interventi [69].

Analogamente alle precedenti revisioni in questo settore, concludiamo che mentre gli interventi di meditazione sulla consapevolezza hanno mostrato miglioramenti significativi per il dolore cronico, la depressione e la qualità della vita, le debolezze nel corpo delle evidenze impediscono forti conclusioni. Le prove disponibili non hanno prodotto effetti coerenti per gli esiti del dolore, e pochi studi erano disponibili per forme di meditazione consapevole a differenza di MBSR. La qualità dell'evidenza per l'efficacia degli interventi di consapevolezza nella riduzione del dolore cronico è bassa. C'era evidenza di maggiore qualità dell'efficacia della meditazione di consapevolezza sulla depressione e sui risultati della qualità della salute correlati alla salute mentale. Questa revisione è coerente con le revisioni precedenti, concludendo che sono necessari studi RCT più ben progettati, rigorosi e di ampia portata al fine di sviluppare una base di prove che possa fornire stime più precise dell'efficacia della meditazione di consapevolezza per il dolore cronico. Nel frattempo, il dolore cronico continua a rappresentare un enorme onere per la società e gli individui. Un nuovo approccio terapeutico per la gestione del dolore cronico come la meditazione consapevole dovrebbe essere accolto con favore dai pazienti che soffrono di dolore.

Materiale supplementare elettronico

Ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5368208/

Conformità agli standard etici

Finanziamento e dichiarazione di non responsabilità

La revisione sistematica è stata sponsorizzata dal Dipartimento di Difesa Centri di eccellenza per la salute psicologica e Traumatic Brain Injury (numero di contratto 14-539.2). I risultati e le conclusioni in questo manoscritto sono quelli degli autori e non rappresentano necessariamente le opinioni dei Centri di eccellenza del Dipartimento della difesa per la salute psicologica e la lesione cerebrale traumatica.

Autori Dichiarazione di conflitto di interessi e adesione agli standard etici Autori

Gli autori Hilton, Hempel, Ewing, Apaydin, Xenakis, Newberry, Colaiaco, Maher, Shanman, Sorbero e Maglione dichiarano di non avere alcun conflitto di interessi. Tutte le procedure, incluso il processo di consenso informato, sono state condotte in conformità con gli standard etici del comitato responsabile per la sperimentazione umana (istituzionale e nazionale) e con la Dichiarazione di Helsinki di 1975, riveduta in 2000.

In conclusione, lo stress può in definitiva influenzare la nostra salute e benessere generale se non gestito correttamente. Fortunatamente, diverse tecniche di gestione dello stress, tra cui la cura chiropratica e la meditazione consapevole, possono aiutare a ridurre lo stress e a migliorare il dolore cronico associato allo stress. Il trattamento chiropratico è un'importante tecnica di gestione dello stress perché può calmare la risposta "lotta o fuga" associata allo stress cronico. L'articolo sopra ha anche dimostrato come la meditazione di consapevolezza possa essere una tecnica fondamentale di gestione dello stress per migliorare la salute e il benessere generale. Informazioni riferite dal Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie (NCBI). Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e alle lesioni e condizioni spinali. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattaci a 915-850-0900 .

A cura di Dr. Alex Jimenez

1. Chou R, Turner JA, Devine EB, et al. L'efficacia e i rischi della terapia oppioide a lungo termine per il dolore cronico: una revisione sistematica per un laboratorio nazionale di percorsi di prevenzione. Annali di medicina interna. 2015; 162: 276-286. doi: 10.7326 / M14-2559. [PubMed] [Cross Ref]
2. Istituto di medicina: alleviare il dolore in America: un progetto per trasformare prevenzione, cura, istruzione e ricerca (relazione breve). www.iom.edu/relievingpain. 2011.
3. Dipartimento della Difesa degli affari dei veterani: linee guida di pratica clinica VA / DoD per la gestione della terapia oppioide per il dolore cronico. Può 2010.
4. Chiesa A, Serretti A. Interventi basati sulla consapevolezza per il dolore cronico: una revisione sistematica delle prove. Journal of Alternative and Complementary Medicine. 2011; 17: 83-93. doi: 10.1089 / acm.2009.0546. [PubMed] [Cross Ref]
5. Kabat-Zinn J, Lipworth L, Burney R. L'uso clinico della meditazione di consapevolezza per l'autoregolazione del dolore cronico. Journal of Behavioral Medicine. 1985; 8: 163-190. doi: 10.1007 / BF00845519. [PubMed] [Cross Ref]
6. MARC: Centro di ricerca consapevolezza consapevolezza UCLA. Accesso a maggio 29, 2015. http://marc.ucla.edu/default.cfm
7. Brewer JA, Garrison KA. La corteccia cingolata posteriore come bersaglio plausibile della meditazione: i risultati del neuroimaging. Ann NY Acad Sci. 2014; 1307: 19-27. doi: 10.1111 / nyas.12246. [PubMed] [Cross Ref]
8. Boccia M, Piccardi L, Guariglia P: La mente meditativa: una metanalisi completa degli studi di risonanza magnetica. Biomed Res Int 2015, ID articolo 419808: 1-11. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
9. Chiesa A, Serretti A. Gli interventi di mindfulness sono efficaci per i disturbi da uso di sostanze? Una revisione sistematica delle prove. Uso e abuso della sostanza. 2014; 49: 492-512. doi: 10.3109 / 10826084.2013.770027. [PubMed] [Cross Ref]
10. de Souza IC, de Barros VV, Gomide HP, et al. Interventi basati sulla consapevolezza per il trattamento del fumo: una revisione sistematica della letteratura. Journal of Alternative and Complementary Medicine. 2015; 21: 129-140. doi: 10.1089 / acm.2013.0471. [PubMed] [Cross Ref]
11. Goyal M, Singh S, Sibinga EM, et al. Programmi di meditazione per lo stress psicologico e il benessere: una revisione sistematica e una meta-analisi. JAMA Intern Med. 2014; 174: 357-368. doi: 10.1001 / jamainternmed.2013.13018. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
12. Kozasa EH, Tanaka LH, Monson C, et al. Gli effetti degli interventi basati sulla meditazione sul trattamento della fibromialgia. Curr Pain Head Rep. 2012; 16: 383-387. doi: 10.1007 / s11916-012-0285-8. [PubMed] [Cross Ref]
13. Cramer H, Haller H, Lauche R, Dobos G. Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza per la lombalgia. Una revisione sistematica. BMC medicina complementare e alternativa. 2012; 12: 162. doi: 10.1186 / 1472-6882-12-162. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
14. Reiner K, Tibi L, Lipsitz JD. Gli interventi basati sulla consapevolezza riducono l'intensità del dolore? Una revisione critica della letteratura. Medicina del dolore. 2013; 14: 230-242. doi: 10.1111 / pme.12006. [PubMed] [Cross Ref]
15. Lauche R, Cramer H, Dobos G, Langhorst J, Schmidt S. Una revisione sistematica e una meta-analisi della riduzione dello stress basata sulla consapevolezza per la sindrome fibromialgica. Journal of Psychosomatic Research. 2013; 75: 500-510. doi: 10.1016 / j.jpsychores.2013.10.010. [PubMed] [Cross Ref]
16. Lakhan SE, Schofield KL. Terapie basate sulla consapevolezza nel trattamento dei disturbi della somatizzazione: una revisione sistematica e una meta-analisi. PloS One. 2013; 8: e71834. doi: 10.1371 / journal.pone.0071834. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
17. Merkes M. Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza per le persone con malattie croniche. Aust J Prim Health. 2010; 16: 200-210. doi: 10.1071 / PY09063. [PubMed] [Cross Ref]
18. Lee C, Crawford C, Hickey A. Terapie mente-corpo per l'autogestione dei sintomi del dolore cronico. Medicina del dolore. 2014; 15 (Suppl 1): S21-39. doi: 10.1111 / pme.12383. [PubMed] [Cross Ref]
19. Bawa FL, Mercer SW, Atherton RJ, et al. La consapevolezza migliora i risultati nei pazienti con dolore cronico? Revisione sistematica e meta-analisi. British Journal of General Practice. 2015; 65: e387-400. doi: 10.3399 / bjgp15X685297. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
20. Higgins J, Green S: manuale di Cochrane per revisioni sistematiche degli interventi, versione 5.1.0; 2011.
21. Task Force dei servizi di prevenzione statunitensi: Manuale di procedura della Task Force dei servizi preventivi statunitensi. Rockville, MD: Agency for Healthcare Research and Quality; 2008.
22. The Lewin Group ed ECRI Institute: Gestione della dislipidemia: rapporto di sintesi dell'evidenza. Linea guida di pratica clinica. 2014.
23. Hartung J. Un metodo alternativo per la meta-analisi. Diario biometrico. 1999; 41: 901-916. doi: 10.1002 / (SICI) 1521-4036 (199912) 41: 8<901::aid-bimj901>3.0.CO; 2-W. [Cross Ref]
24. Hartung J, Knapp G. Un metodo raffinato per la meta-analisi di studi clinici controllati con esito binario. Statistica in Medicina. 2001; 20: 3875-3889. doi: 10.1002 / sim.1009. [PubMed] [Cross Ref]
25. Sidik K, Jonkman JN. Stima della varianza per la meta-analisi degli effetti casuali. Statistiche computazionali e analisi dei dati. 2006; 50: 3681-3701. doi: 10.1016 / j.csda.2005.07.019. [Cross Ref]
26. Balshem H, Helfand M, Schunemann HJ, et al. Linee guida GRADE: 3. Valutare la qualità delle prove. Journal of Clinical Epidemiology. 2011; 64: 401-406. doi: 10.1016 / j.jclinepi.2010.07.015. [PubMed] [Cross Ref]
27. Egger M, Davey Smith G, Schneider M, Minder C. Bias nella meta-analisi rilevata da un semplice test grafico. BMJ. 1997; 315: 629-634. doi: 10.1136 / bmj.315.7109.629. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
28. Wong SY, Chan FW, Wong RL, et al. Confrontando l'efficacia della riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e programmi di intervento multidisciplinare per il dolore cronico: uno studio comparativo randomizzato. Clinical Journal of Pain. 2011; 27: 724-734. doi: 10.1097 / AJP.0b013e3182183c6e. [PubMed] [Cross Ref]
29. Zautra AJ, Davis MC, Reich JW, et al. Confronto di interventi di meditazione cognitivo comportamentale e consapevolezza sull'adattamento all'artrite reumatoide per i pazienti con e senza anamnesi di depressione ricorrente. Rivista di consulenza e psicologia clinica. 2008; 76: 408-421. doi: 10.1037 / 0022-006X.76.3.408. [PubMed] [Cross Ref]
30. Fogarty FA, ​​Booth RJ, Gamble GD, Dalbeth N, Consedine NS. L'effetto della riduzione dello stress basato sulla consapevolezza sull'attività della malattia nelle persone con artrite reumatoide: uno studio controllato randomizzato. Annali delle malattie reumatiche. 2015; 74: 472-474. doi: 10.1136 / annrheumdis-2014-205946. [PubMed] [Cross Ref]
31. Parra-Delgado M, Latorre-Postigo JM. Efficacia della terapia cognitiva basata sulla consapevolezza nel trattamento della fibromialgia: uno studio randomizzato. Terapia e ricerca cognitiva. 2013; 37: 1015-1026. doi: 10.1007 / s10608-013-9538-z. [Cross Ref]
32. Fjorback LO, Arendt M, Ornbol E, et al. Terapia consapevole per il disturbo di somatizzazione e sindromi somatiche funzionali: studio randomizzato con follow-up a un anno. Journal of Psychosomatic Research. 2013; 74: 31-40. doi: 10.1016 / j.jpsychores.2012.09.006. [PubMed] [Cross Ref]
33. Ljotsson B, Falk L, Vesterlund AW, et al. Esposizione a Internet e terapia basata sulla consapevolezza per la sindrome dell'intestino irritabile - uno studio controllato randomizzato. Ricerca sul comportamento e terapia. 2010; 48: 531-539. doi: 10.1016 / j.brat.2010.03.003. [PubMed] [Cross Ref]
34. Ljotsson B, Hedman E, Andersson E, et al. Trattamento basato sull'esposizione consegnato via Internet e gestione dello stress per la sindrome dell'intestino irritabile: uno studio randomizzato. American Journal of Gastroenterology. 2011; 106: 1481-1491. doi: 10.1038 / ajg.2011.139. [PubMed] [Cross Ref]
35. Zgierska AE, Burzinski CA, Cox J, et al. 2016 La meditazione consapevole e l'intervento cognitivo comportamentale terapeutico riducono la gravità e la sensibilità del dolore nella lombalgia cronica trattata con oppioidi: risultati pilota di uno studio controllato randomizzato. Pain Medicine [articolo gratuito di PMC] [PubMed]
36. Morone NE, Greco CM, Moore CG, et al. Un programma mente-corpo per gli anziani con lombalgia cronica: uno studio clinico randomizzato. JAMA Intern Med. 2016; 176: 329-337. doi: 10.1001 / jamainternmed.2015.8033. [PubMed] [Cross Ref]
37. Johns SA, Brown LF, Beck-Coon K, et al. 2016 Studio pilota randomizzato controllato di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza rispetto al supporto psicoeducativo per sopravvissuti al cancro persistente e affetto da cancro del colon e del colon. Supportive Care in Cancer [articolo gratuito di PMC] [PubMed]
38. Cherkin DC, Sherman KJ, Balderson BH, et al. Effetto della riduzione dello stress basata sulla consapevolezza vs terapia cognitivo-comportamentale o terapia tradizionale sul dolore alla schiena e limitazioni funzionali negli adulti con lombalgia cronica: uno studio clinico randomizzato. JAMA. 2016; 315: 1240-1249. doi: 10.1001 / jama.2016.2323. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
39. Contanti E, Salmone P, Weissbecker I, et al. La meditazione di consapevolezza allevia i sintomi della fibromialgia nelle donne: risultati di uno studio clinico randomizzato. Annali di medicina comportamentale. 2015; 49: 319-330. doi: 10.1007 / s12160-014-9665-0. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
40. Cathcart S, Galatis N, Immink M, Proeve M, Petkov J. Breve terapia basata sulla consapevolezza per cefalea cronica di tipo tensivo: uno studio pilota controllato randomizzato. Psicoterapia comportamentale e cognitiva. 2014; 42: 1-15. doi: 10.1017 / S1352465813000234. [PubMed] [Cross Ref]
41. Day MA, Thorn BE, Ward LC, et al. Terapia cognitiva basata sulla consapevolezza per il trattamento del mal di testa: uno studio pilota. Clinical Journal of Pain. 2014; 30: 152-161. [PubMed]
42. Davis MC, Zautra AJ. Un intervento di mindfulness online finalizzato alla regolazione socio-emotiva della fibromialgia: risultati di uno studio controllato randomizzato. Annali di medicina comportamentale. 2013; 46: 273-284. doi: 10.1007 / s12160-013-9513-7. [PubMed] [Cross Ref]
43. Dowd H, Hogan MJ, McGuire BE, et al. Confronto di un intervento di terapia cognitiva on-line basato sulla consapevolezza con la psicoeducazione online per la gestione del dolore: uno studio randomizzato controllato. Clinical Journal of Pain. 2015; 31: 517-527. doi: 10.1097 / AJP.0000000000000201. [PubMed] [Cross Ref]
44. Garland EL, Manusov EG, Froeliger B, et al. Miglioramento del recupero orientato alla consapevolezza per il dolore cronico e l'abuso di oppioidi da prescrizione: risultati di uno studio controllato randomizzato in fase iniziale. Rivista di consulenza e psicologia clinica. 2014; 82: 448-459. doi: 10.1037 / a0035798. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
45. Gaylord SA, Palsson OS, Garland EL, et al. L'allenamento di consapevolezza riduce la gravità della sindrome dell'intestino irritabile nelle donne: risultati di uno studio controllato randomizzato. American Journal of Gastroenterology. 2011; 106: 1678-1688. doi: 10.1038 / ajg.2011.184. [PubMed] [Cross Ref]
46. la Cour P, Petersen M. Effetti della meditazione di consapevolezza sul dolore cronico: uno studio controllato randomizzato. Medicina del dolore. 2015; 16: 641-652. doi: 10.1111 / pme.12605. [PubMed] [Cross Ref]
47. Morone NE, Greco CM, Weiner DK. Meditazione consapevole per il trattamento della lombalgia cronica negli adulti più anziani: uno studio pilota controllato randomizzato. Dolore. 2008; 134: 310-319. doi: 10.1016 / j.pain.2007.04.038. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
48. Schmidt S, Grossman P, Schwarzer B, et al. Trattamento della fibromialgia con riduzione dello stress basata sulla consapevolezza: risultati di uno studio controllato randomizzato con 3. Dolore. 2011; 152: 361-369. doi: 10.1016 / j.pain.2010.10.043. [PubMed] [Cross Ref]
49. Wells RE, Burch R, Paulsen RH, et al. Meditazione per emicranie: uno studio pilota randomizzato controllato. Mal di testa. 2014; 54: 1484-1495. doi: 10.1111 / head.12420. [PubMed] [Cross Ref]
50. Jay K, Brandt M, Hansen K, et al. Effetto degli interventi sul posto di lavoro biopsicosociale su misura per il dolore e lo stress muscoloscheletrico cronico tra i tecnici di laboratorio: studio randomizzato controllato. Medico del dolore 2015; 18: 459-471. [PubMed]
51. Kearney DJ, Simpson TL, Malte CA, et al. La riduzione dello stress basata sulla consapevolezza in aggiunta alle solite cure è associata a miglioramenti nel dolore, nella fatica e nei fallimenti cognitivi tra i veterani con malattia da guerra del golfo. American Journal of Medicine. 2016; 129: 204-214. doi: 10.1016 / j.amjmed.2015.09.015. [PubMed] [Cross Ref]
52. Lengacher CA, Reich RR, Paterson CL, et al. (2016) Esame dell'ampio miglioramento dei sintomi derivante dalla riduzione dello stress basata sulla consapevolezza nei sopravvissuti al cancro al seno: uno studio controllato randomizzato. Journal of Clinical Oncology [articolo gratuito di PMC] [PubMed]
53. Astin JA, Berman BM, Bausell B, et al. L'efficacia della meditazione mindfulness più la terapia del movimento qigong nel trattamento della fibromialgia: uno studio controllato randomizzato. Journal of Rheumatology. 2003; 30: 2257-2262. [PubMed]
54. Brown CA, Jones AK. Correlazioni psicobiologiche di miglioramento della salute mentale nei pazienti con dolore muscolo-scheletrico dopo un programma di gestione del dolore basato sulla consapevolezza. Clinical Journal of Pain. 2013; 29: 233-244. doi: 10.1097 / AJP.0b013e31824c5d9f. [PubMed] [Cross Ref]
55. Esmer G, Blum J, Rulf J, Pier J. Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza per la sindrome da chirurgia dorsale fallita: uno studio controllato randomizzato. Journal of American Osteopathic Association. 2010; 110: 646-652. [PubMed]
56. Meize-Grochowski R, Shuster G, Boursaw B, et al. Meditazione consapevole negli anziani con nevralgia posterpetica: studio pilota controllato randomizzato. Geriatric Nursing (New York, NY) 2015; 36: 154-160. doi: 10.1016 / j.gerinurse.2015.02.012. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
57. Morone NE, Rollman BL, Moore CG, Li Q, Weiner DK. Un programma mente-corpo per gli anziani con lombalgia cronica: risultati di uno studio pilota. Medicina del dolore. 2009; 10: 1395-1407. doi: 10.1111 / j.1526-4637.2009.00746.x. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
58. Omidi A, Zargar F. Effetto di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza sulla gravità del dolore e consapevolezza consapevole nei pazienti con cefalea tensiva: uno studio clinico controllato randomizzato. Infermieristica e ostetrica. Studi. 2014; 3: e21136. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
59. Plews-Ogan M, Owens JE, Goodman M, Wolfe P, Schorling J. Uno studio pilota che valuta la riduzione dello stress basato sulla consapevolezza e il massaggio per la gestione del dolore cronico. Journal of General Internal Medicine. 2005; 20: 1136-1138. doi: 10.1111 / j.1525-1497.2005.0247.x. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
60. Banth S, Ardebil MD. Efficacia della meditazione di consapevolezza sul dolore e sulla qualità della vita dei pazienti con lombalgia cronica. Int J Yoga. 2015; 8: 128-133. doi: 10.4103 / 0973-6131.158476. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
61. Bakhshani NM, Amirani A, Amirifard H, Shahrakipoor M. L'efficacia della riduzione dello stress basata sulla consapevolezza sull'intensità del dolore percepita e sulla qualità della vita nei pazienti con cefalea cronica. Glob J Health Sci. 2016; 8: 47326. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
62. Kanter G, Komesu YM, Qaedan F, et al .: Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza come nuovo trattamento per la sindrome da cistite interstiziale / dolore vescicale: uno studio randomizzato controllato. Int Uroginecol J. 2016. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
63. Rahmani S, Talepasand S. L'effetto del programma di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza di gruppo e lo yoga consapevole sulla gravità della fatica e sulla qualità della vita globale e specifica nelle donne con cancro al seno. Giornale medico della Repubblica islamica dell'Iran. 2015; 29: 175. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
64. Teixeira E. L'effetto della meditazione di consapevolezza sulla neuropatia diabetica periferica dolorosa negli adulti di età superiore a 50. Pratica infermieristica olistica. 2010; 24: 277-283. doi: 10.1097 / HNP.0b013e3181f1add2. [PubMed] [Cross Ref]
65. Wong SY. Effetto del programma di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza sul dolore e sulla qualità della vita nei pazienti con dolore cronico: uno studio clinico controllato randomizzato. Hong Kong Medical Journal. Xianggang Yi Xue Za Zhi. 2009; 15 (Suppl 6): 13-14. [PubMed]
66. Fjorback LO, Arendt M, Ornbol E, Fink P, Walach H. Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e terapia cognitiva basata sulla consapevolezza: una revisione sistematica di studi randomizzati controllati. Acta Psychiatrica Scandinavica. 2011; 124: 102-119. doi: 10.1111 / j.1600-0447.2011.01704.x. [PubMed] [Cross Ref]
67. Kuijpers HJ, van der Heijden FM, Tuinier S, Verhoeven WM. Psicosi indotta da meditazione. Psicopatologia. 2007; 40: 461-464. doi: 10.1159 / 000108125. [PubMed] [Cross Ref]
68. Morley S, Williams A. Nuovi sviluppi nella gestione psicologica del dolore cronico. Rivista canadese di psichiatria. Revue Canadienne de Psychiatri. 2015; 60: 168-175. doi: 10.1177 / 070674371506000403. [Articolo gratuito PMC] [PubMed] [Cross Ref]
69. Kerns RD, Burns JW, Shulman M, et al. Possiamo migliorare la terapia cognitivo-comportamentale per l'impegno e l'adesione al trattamento cronico contro il mal di schiena? Uno studio controllato di terapia su misura rispetto alla terapia standard. Psicologia della salute. 2014; 33: 938-947. doi: 10.1037 / a0034406. [PubMed] [Cross Ref]

Green-Call-Now-Button-24H-150x150-2-3.png

Argomenti aggiuntivi: Dolore alla schiena

Secondo le statistiche, circa il 80% delle persone avverte i sintomi del mal di schiena almeno una volta nel corso della vita. Il mal di schiena è un disturbo comune che può derivare da una varietà di lesioni e / o condizioni. Spesso, la degenerazione naturale della colonna vertebrale con l'età può causare mal di schiena. Ernia discale si verificano quando il centro morbido, simile ad un gel di un disco intervertebrale, spinge attraverso una lacrima nel suo anello esterno della cartilagine, comprimendo e irritando le radici nervose. Le ernie del disco si verificano più comunemente lungo la parte inferiore della schiena, o colonna vertebrale lombare, ma possono anche verificarsi lungo la colonna cervicale o collo. L'incidenza dei nervi che si trovano nella regione lombare a causa di lesioni e / o di una condizione aggravata può portare a sintomi di sciatica.

foto di blog di cartone animato grande notizie

ARGOMENTO PIÙ IMPORTANTE: Gestione dello stress sul posto di lavoro

ARGOMENTI PIÙ IMPORTANTI: EXTRA EXTRA: Scegliere la Chiropratica? | Familia Dominguez | Pazienti | Chiropratico di El Paso, TX