Cura conservativa per la fasciite plantare negli atleti

Condividi

Dai corridori a molti altri tipi di atleti, sperimentando un incidente che provoca danni o lesioni o lo sviluppo di una condizione precedente non è raro tra gli atleti. Successivamente, la maggior parte degli atleti esercita misure preventive o si allungano ed esercitano di conseguenza prima di eseguire lo sport o l'attività fisica specifica per evitare lesioni che potrebbero eliminarli dalla formazione o dalla concorrenza. Il dolore del tallone è uno dei più frequenti sintomi degli atleti segnalati dalle loro sedute, soprattutto perché i piedi sono praticamente essenziali nella maggior parte degli sport e delle attività fisiche.

Il dolore al tallone plantare è spesso diagnosticato da professionisti del settore sanitario, tra cui chiropratici e medici sportivi, spesso registrati a causa di meccaniche, neurologiche, traumatiche o altre condizioni sistemiche. Senza dubbio, la fasciite plantare è la patologia più comune tra gli ambienti sportivi. Tuttavia, altre cause di dolore al tallone possono essere precedentemente considerate quando si valuta un atleta con dolore al tallone.

Fino a 2 milioni di americani descrivono ogni anno i sintomi del dolore del tallone, che rappresentano una stima fino a $ 400 milioni di fatture mediche. Indipendentemente, non si sa molto circa la fisiopatologia e l'eziologia del dolore plantare del tallone. Sottolineando le cause della fasciite plantare e discutendo di altre comuni questioni meccaniche dietro il dolore del tallone, comprese le lacerazioni / la rottura del fascismo plantare, il dolore del tallone di origine neurale, le fratture di calcanea e l'atrofia del tappetino, gli individui possono imparare a comprendere la diagnosi i criteri e le possibili opzioni di trattamento del dolore plantare del tallone.

Che cosa è la fasciite plantare?

La fascia plantare è un'aponeurosi fibrosa che si estende dalla tuberosità calcaneale nel tallone, alle falange prossime nella punta. La fasciite plantare si verifica più spesso a causa di un sovraccarico meccanico dovuto a difetti bio-meccanici, obesità e abitudini di lavoro.

La fascia plantare serve a sostenere l'arco longitudinale mediale, agendo come ammortizzatore, sia attraverso la tensione passiva della fascia plantare, conosciuta come il meccanismo del verricello, sia attraverso la tensione attiva dei muscoli piede intrinseci plantari, compreso il flexic hallicus brevis, il hallicus degli adduttori e gli interossei plantari, così come il posteriore tibiale. È stato suggerito che la debolezza muscolare del piede intrinseca può portare ad un aumento dei carichi sulla fascia plantare. Poiché la prova della forza di questi muscoli può essere molto difficile, i ricercatori hanno utilizzato stime di volume dei muscoli piede intrinseci e dei muscoli posteriori tibiale per identificare se vi sia una distinzione di volume tra questi muscoli in persone con dolore al tallone plantare. Non c'era alcuna particolare differenza nel volume del posteriore tibiale e c'era solo una variazione percentuale di 5 nel volume del forefoot dei muscoli piede intrinseci rispetto al piede asintomatico.

Diagnostica e valutazione della fasciite plantare

Gli individui diagnosticati con fasciite plantare presentano frequentemente sintomi di dolore nei primi passi che prendono la mattina quando usciranno dal letto o dopo un periodo di riposo per un periodo prolungato, definito medico come discinesia post-statica. Generalmente, si nota anche la tenerezza sull'origine della fascia plantare sulla tuberosità calcaneale mediale. Per testare l'integrità della fascia plantare e del meccanismo del verricello, può essere utilizzato il test Jack, che prevede l'estensione passiva del primo giunto MTP o del giunto metatarsophalangeal. È stato dimostrato che la ridotta portata di dorsiflessione del moto, l'aumento dell'indice di massa corporea e la scarsa biomeccanica sono probabili fattori di rischio per la fasciite plantare.

È necessario avviare una valutazione biomeccanica completa per aiutare a determinare questi fattori di rischio. Ciò includerebbe, ma non dovrebbe essere limitato a: gamma di movimento midtarsale, subtalare e alla caviglia, flessibilità del vitello, valutazione dell'attrito e ispezione di calzature.

Spesso i professionisti del settore sanitario diagnosticheranno la presenza o l'assenza di speroni calcaneali attraverso l'uso di ultrasuoni, anche se le radiografie a carico del peso possono anche essere efficaci per determinare l'altezza del pasticcio calcaneale calcaneale. Nel caso della fasciite plantare, le valutazioni utilizzano ultrasuoni all'inserimento prossimale della fascia plantare per identificare se esiste un ispessimento fasciale superiore a 4 a 5 mm, può essere diagnosticata occasionalmente echogenicità e / o effusioni perifasziali.

Diversi professionisti sanitari che si specializzano nella diagnosi e nel trattamento di lesioni sportive e le condizioni, possono effettivamente determinare la causa dietro il dolore plantare del tallone di un individuo. La cura chiropratica si concentra sul ripristino e il mantenimento della salute generale del corpo, concentrandosi principalmente sulla colonna vertebrale e sulle strutture circostanti. Per quanto riguarda la fasciite plantare e l'insorgenza del dolore plantare del tallone, un chiropratico può aiutare a diagnosticare l'origine dei sintomi dell'individuo per sviluppare correttamente una misura efficace di trattamento da seguire. Il trattamento chiropratico è generalmente costituito dalla mobilizzazione e dalle tecniche di rilascio miofasciale e massaggi per alleviare il dolore e il disagio dai tessuti muscolari insieme ad altre strutture circostanti associate al dolore plantare del tallone e alla fasciite plantare.

Una sporgenza infracalcanica può essere occasionalmente presente in quanto questi sono stati trovati anche in individui asintomatici e la rimozione dello sperone non aggiungerà al successo della chirurgia per curare il dolore plantare del tallone, se considerato. Lo spessore dell'entesi plantare è stato anche associato ad una riduzione del rapporto di dissipazione energetica del tampone grasso calcaneale che può aumentare ulteriormente il carico di fascia plantare.

Trattamento per il dolore del tallone

Il comitato del dolore del tallone del College americano dei chirurghi del piede e della caviglia ha concluso che ci sono stati tre modi di trattamento per la fasciite plantare. Essi hanno dichiarato che devono essere stabilite le opzioni di trattamento Tier 1, tra cui: imbottitura e reggiatura del piede, tratti e esercizi del vitello e del piede, crioterapia a casa, evitando di camminare su scarpe piatte o a piedi nudi, tazze, antiinfiammatori orali, iniezioni di corticosteroidi e perdita di peso.

Se non è stata riconosciuta alcuna reazione dopo sei settimane di trattamento, è necessario avviare le opzioni di trattamento basate su Tier 2 mentre continuano i trattamenti Tier 1. Le opzioni di trattamento Tier 2 includono: trampolini notturni, ulteriori iniezioni, immobilizzazione e ortopedia a prescrizione. La combinazione dell'uso delle ortopedie del piede e delle dita dorsiflexion è stata dimostrata più efficace dell'utilizzo delle ortotici da solo. Seguendo questi suggerimenti, 85 a 90 per cento degli individui rispondono al trattamento entro le settimane 8 e 12 e sperimentano un completo recupero di un anno. L'opzione di trattamento Tier 3 descritto si riferisce ad un intervento chirurgico che dovrebbe essere considerato esclusivamente per gli individui che hanno fallito i percorsi di opzioni Tier 1 e Tier 2.

Per quanto riguarda la fasciite plantare, il corticosteroide è l'iniezione tradizionale di scelta, ma evidenze e studi hanno rivelato che esistono solo un'opzione temporanea di breve durata. Altri fattori di rischio sono stati associati anche alle iniezioni di corticosteroidi, compresi i risultati poveri, a lungo termine come l'atrofia del grasso, l'osteomielite del calcaneo e le rotture iatrogeniche. Plasma ricco di piastrine o PRP, la concentrazione di piastrine derivate dalla porzione plasmatica di sangue autologo, compresi i fattori di crescita, è stata anche testata come possibile opzione di trattamento per la fasciite plantare. I ricercatori hanno confrontato le iniezioni di corticosteroidi e il plasma ricco di piastrine, concludendo risultati identici entro tre settimane e sei mesi, circa un calo di 50 in punteggi VAS, sostenendo che considerando i componenti di rischio connessi con iniezioni di corticosteroidi e plasma ricco di piastrine potrebbero essere un'opzione di trattamento preferita. Altri ricercatori hanno confrontato la tossina botulinica tipo A o il botox con iniezioni di corticosteroidi o CSI e hanno concluso che il gruppo botox è stato segnalato risultati leggermente migliori a un mese e presenta risultati considerevolmente migliori rispetto al gruppo CSI a sei e dodici mesi.

Esercitarsi per evitare di sviluppare la fasciite plantare

Lacrime e rotture della fascia plantare

Generalmente, ceppi di fascia plantare acuta si verificano comunemente durante le attività sportive e fisiche. Spesso, se questi si verificano in isolamento, la lesione può rispondere relativamente rapidamente al trattamento. Questi sono regolarmente associati a fasciite plantare, in particolare se un'iniezione di corticosteroidi è stata precedentemente testata sull'individuo. Gli atleti con un segno acuto della lacrima sentono il dolore del tallone e la tenerezza sulla regione della fascia plantare. Se si verifica una rottura parziale o completa, può essere presente un lump palpabile. Gli individui con notevoli lacrime spesso riportano il dolore al peso. Inizialmente coinvolgono un caricamento del cuscinetto non a peso, il trattamento è generalmente sintomatico e il suo insieme con il peso progressivo portante insieme con il taping e / o l'ortopedia a supporto dei sintomi.

Sangue del dolore del tallone causato dalle complicanze del nervo

Circa 15 a 20 per cento di individui che sperimentano il dolore del tallone plantare possono attribuire i loro sintomi a impingement o compressione dei rami del nervo tibiale. La causa più comune di dolore plantare del tallone causata dalle complicanze nervose comporta l'entrapment del primo ramo del nervo plantare laterale. Questo nervo può diventare pizzicato in tre siti potenziali: in primo luogo, può entrare dove il nervo passa al bordo acuto dell'allucide abductor; in secondo luogo, può essere intrappolato appena distale al bordo mediale del calcaneo; e, infine, può essere intrappolato a causa della compressione dall'allucia abductor e dai muscoli plantae quadratus.

La seconda causa più comune di dolore al tallone a seguito di complicanze neurali coinvolge l'impingement o la compressione del nervo calcaneale mediale che attraversa il cuscinetto adiposo del tallone e i tessuti superficiali che si sovrappongono al calcagno inferiore. La maggior parte dei rami di questo nervo può essere trovata attraverso i muscoli superficiali intrinseci del piede, rendendoli meno probabili per essere intrappolati all'interno di questi muscoli, tuttavia, possono essere irritati a seguito dell'atrofia del padiglione. La compressione o il conflitto del nervo plantare mediale, che innerva alcuni dei muscoli intrinseci del piede, è stato precedentemente diagnosticato ma è considerato raro isolatamente.

Diagnosi e valutazione del dolore del tallone di lesioni del nervo

Gli individui con dolore plantare al tallone originatosi a causa di problemi neurali comunemente descrivono il loro dolore come dolore acuto, lancinante, elettrico o simile a uno shock che si irradia prossimalmente o distalmente lungo la lunghezza del nervo. Come nel caso della fascite plantare, il dolore può generalmente peggiorare durante i periodi di riposo, ma può anche verificarsi a riposo e in posizioni non gravose. Sebbene la parestesia o l'anestesia non siano comuni, è comunemente descritta attorno alle superfici mediali o plantari del tallone. All'esame obiettivo, si deve sospettare la compressione nervosa o il conflitto se il sito di massima sensibilità si trova sul nervo.

Le valutazioni neurodestiniche possono aiutare a diagnosticare correttamente se le complicazioni del nervo possono essere associate al dolore plantare del tallone di un individuo. Le valutazioni modificate della gamba diritta con aggiunta dorsiflessione, eversione e estensione della punta possono aumentare la tensione lungo il nervo tibiale, quando viene aggiunta la flessione dell'anca, non è stato osservato alcun ulteriore carico sulla fascia plantare. Aggiungendo la flessione dell'anca può contribuire a differenziare la fascia plantare e il nervo tibiale.

Trattamento delle complicanze del piede del nervo

La ricerca attuale suggerisce che il trattamento per il dolore plantare del tallone causato da complicanze neurologiche dovrebbe essere di natura simile a quello per la fasciite plantare. Tuttavia, la mancanza di opzioni alternative di trattamento alternative per curare le varie presentazioni del dolore al tallone è ritenuta una delle ragioni per cui il dolore del tallone plantare non può rispondere positivamente al trattamento. I ricercatori hanno proposto che il lavoro di interfaccia e gli esercizi di scivolamento o scivolamento di nervi raccomandati da professionisti del settore sanitario, quali chiropratici o specialisti sportivi, possono essere utili per trattare e prevenire ulteriormente l'impingement o la compressione di questi tessuti. Ulteriori studi devono essere effettuati per determinare il trattamento più efficace per queste sindromi di entrapment del nervo del piede.

Atrofia e / o contusione del grasso

Il tampone grasso calcaneale è costituito da tessuto fibroso elastico e da cellule di grasso strettamente disposte che funzionano come ammortizzatori sul colpo sul tallone. Questa condizione è comunemente associata alla fasciite plantare, anche se può verificarsi interamente da solo. Gli individui con atrofia del grasso pad descrivono la sensazione che i loro sintomi di dolore peggiorino con camminare, soprattutto in scarpe dure o su superfici dure. Il dolore si verifica generalmente intorno al grasso senza alcun sintomo di tenerezza sulla tuberosità calcaneale mediale. Comunemente come conseguenza del modello di colpo del tallone, spesso il dolore si sviluppa sull'aspetto laterale del tallone, contribuendo a distinguerlo a parte dalla fasciite plantare. La MRI è la modalità di scelta utilizzata per diagnosticare una patologia del padre grasso, dimostrata dai segnali ridotti sulle immagini ponderate T1 e sui segnali aumentati sulle immagini T2. Il trattamento comporta la riduzione del carico di compressione rispetto al tampone di grasso, che può includere il taping, tazze del tallone in gel di silicone e ortotici.

Fratture di stress del Calcano

Le fratture di stress di Calcano sono relativamente frequenti, comunemente presenti lungo il margine superiore posteriore del os calcis o adiacenti alla tuberosità calcaneale mediale. Queste fratture dovrebbero essere premeditate in corridori, ponticelli, ballerini o membri di servizio militare. Gli individui o gli atleti con una frattura allo stress calcaneale descrivono generalmente sintomi di dolore al tallone, che a differenza di altre istanze plantari fasciite, i sintomi di solito peggiorano con l'attività. Su palpazione, la tenerezza può essere sentita sull'aspetto mediale e / o laterale del calcaneo e il dolore verrà riprodotto dalla prova di compressione. Una semplice raggi X o MRI può essere utilizzata per confermare la diagnosi.

Infine, il trattamento delle fratture di stress calcaneale comporta un periodo di riposo non peso, finché il dolore si risolve. Passaggio e un ritorno progressivo all'attività possono essere consentiti dopo l'uso di pastiglie a tacco morbido accanto a esercizi di addestramento per migliorare la biomeccanica individuale.

Inoltre, nel valutare individui o atleti con dolore al tallone plantare, diverse patologie dovrebbero essere considerate e valutate o valutate adeguatamente per determinare la presenza di un danno e / o condizione specifici, al fine di dirigere i trattamenti verso la prevenzione del dolore e di altri sintomi, assicurandosi affrontare potenziali fattori predisponenti.

Mantenere la salute e il benessere generale di un atleta è essenziale per evitare che perdano la formazione o la competizione. Poiché i piedi sono alcune delle parti più utilizzate del corpo durante lo sport e le attività fisiche, anche le abitudini quotidiane, una lesione o una condizione aggravata devono essere evitate per le prestazioni ottimali dell'atleta. Tuttavia, quando si verifica una lesione o una condizione che colpisce il tallone, come la fascite plantare, la cura chiropratica può essere una forma alternativa sicura ed efficace di trattamento per alleviare i sintomi di dolore e disagio che l'atleta può avere.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Sourced tramite Scoop.it da: www.elpasobackclinic.com

Dott. Alex Jimenez

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘