Categorie: Anti AgingBenessere

Composto nei salmoni Cambia il "gene della longevità" nei topi

Share

L'astaxantina, un pigmento rosso trovato principalmente nella vita marina, può accendere una variante del gene FOXO3, che protegge dall'invecchiamento, dicono gli scienziati dell'Università delle Hawaii.

"Tutti noi abbiamo il gene FOXO3, che protegge l'invecchiamento negli esseri umani", ha affermato Bradley Willcox, MD "Ma circa uno su tre persone trasporta una versione del gene FOXO3 associata alla longevità.

"Attivando il FOXO3 gene comune in tutti gli esseri umani, possiamo farlo agire come la versione" longevità ". Attraverso questa ricerca, abbiamo dimostrato che l'astaxantina 'attiva' il gene FOXO3 ', ha dichiarato Willcox.

Nello studio, i topi sono stati alimentati sia al cibo normale che al cibo contenente una dose bassa o alta di un composto astaxantino chiamato CDX sviluppato da Cardax, una società di scienze biologiche a Honolulu.

Gli animali che hanno ricevuto la maggiore quantità di astaxantina hanno mostrato un aumento significativo dell'attivazione del gene FOXO3 nel loro tessuto cardiaco.

"Abbiamo trovato un aumento quasi percentuale di 90 nell'attivazione del FOXO3 'Longevity Gene' nei topi alimentati con la dose più elevata del composto astaxantino", ha dichiarato Richard Allsopp, Ph.D.

I ricercatori sperano che ulteriori ricerche confermano il ruolo dell'astaxantina nell'aiutare gli effetti dell'invecchiamento negli esseri umani.

L'astaxantina è un pigmento rosso trovato principalmente nella vita marina e è responsabile per dare salmone, aragosta e altri animali la loro colorazione rossastra. Gli studi hanno scoperto che l'astaxantina ha una potente capacità di neutralizzare i radicali liberi nel corpo che causano l'invecchiamento danneggiando le cellule. Studi di laboratorio hanno scoperto che l'astaxantina ha 6,000 volte la capacità di vitamina C e 550 volte il potere della vitamina E per combattere il danno ossidativo.

L'astaxantina è più abbondante nel salmone selvaggio di sockeye selvaggio con 3.2 milligrammi in un servizio 3-oncia. La trota d'arco coltivata viene in secondo luogo a 2.1 milligrammi in un servizio 3-oncia. Altre fonti naturali includono alghe, aragoste, gamberi e krill.

Post Recenti

Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa

L'iperostosi scheletrica idiopatica diffusa, nota anche come DISH, è una fonte fraintesa e spesso mal diagnosticata ... Leggi

30 Marzo 2021

Cause di incidenti motociclistici, lesioni e trattamento chiropratico

Gli incidenti in moto sono molto diversi dagli incidenti automobilistici. Nello specifico è quanto i ciclisti ... Leggi

29 Marzo 2021

Marcatori ad angolo di fase e infiammatori

Valutazione antropometrica La misurazione antropometrica gioca un ruolo fondamentale nella valutazione dello stato di salute del paziente. Misure antropometriche ... Leggi

29 Marzo 2021

Perché la tendinite non dovrebbe essere lasciata non trattata Una prospettiva chiropratica

La tendinite può verificarsi in qualsiasi area del corpo in cui un tendine viene utilizzato in modo eccessivo. ... Leggi

26 Marzo 2021

Massaggio sportivo chiropratico per lesioni, distorsioni e stiramenti

Un massaggio sportivo chiropratico ridurrà il rischio di lesioni, migliorerà la flessibilità e la circolazione ... Leggi

25 Marzo 2021

L'importanza di BIA e TMAO

Il mondo della medicina sta avanzando e crescendo continuamente. La ricerca viene pubblicata ogni giorno ... Leggi

25 Marzo 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘