Categorie: SALUTE DEL CUORE

Cause comuni comuni dietro l'ipertensione | Clinica del benessere

Share

Le malattie cardiovascolari, chiamate anche malattie cardiache, coinvolgono numerosi problemi, inclusi vasi malati, problemi strutturali e coaguli di sangue. La pressione alta, o ipertensione, si verifica quando la pressione sanguigna aumenta a livelli malsani. La misurazione della pressione sanguigna tiene conto della velocità con cui il sangue scorre nelle vene e della quantità di resistenza che il sangue incontra durante il pompaggio.

 

Quali sono le principali cause di malattie cardiovascolari e ipertensione?

 

Lo stress ossidativo, l'infiammazione e la disfunzione autoimmune avviano e propagano l'ipertensione e le malattie cardiovascolari. In una serie di studi di ricerca correlati a malattie cardiovascolari e ipertensione, il Dr. Mark C. Houston, MD, ha discusso il ruolo che lo stress ossidativo, l'infiammazione e la disfunzione autoimmune giocano in relazione al trattamento dell'ipertensione e delle malattie cardiovascolari.

Lo stress ossidativo

 

Lo stress ossidativo, con uno squilibrio tra i meccanismi di difesa e RNS e ROS, contribuisce all'eziologia dell'ipertensione nell'uomo e negli animali. Specie di ossigeno radicale e RNS sono generate da numerose fonti mobili, come la nicotinammide adenina dinucleotide fosfato idrasi (NADPH) ossidasi, i mitocondri, la xantina ossidasi, l'ossido di azoto (NO) sintetizzato non legato all'endotelio (U-eNOS), la cicloossigenasi e il lipo -oxygenase. L'anione superossido è la specie ROS predominante prodotta con questi tessuti, che inibisce l'NO e porta anche alla produzione a valle di ulteriori ROS (come mostrato nella Figura 3).

 

 

I pazienti hanno alterato una reazione allo stress ossidativo a diversi stimoli, un elevato stress ossidativo plasmatico e meccanismi di difesa antiossidanti esogeni ed endogeni. I soggetti ipertesi hanno anche una minore capacità plasmatica di riduzione del ferro dei livelli plasmatici di vitamina C e aumentati plasma 8-isoprostani, che sono in correlazione sia con la pressione diastolica sia con quella sistolica. Diversi polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) in geni che codificano per enzimi antiossidanti sono direttamente collegati all'ipertensione. Questi includono NADPH ossidasi, xantina ossidasi, superossido dismutasi 3 (SOD 3), catalasi, glutatione perossidasi 1 (GPx 1) e tioredossina. La carenza di antiossidanti e la produzione eccessiva di radicali liberi sono stati implicati nell'ipertensione umana in diversi studi epidemiologici, osservazionali e interventistici (Tabella 2).

 

 

Le specie di ossigeno radicale danneggiano direttamente le cellule endoteliali, degradano NO, influenzano il metabolismo degli eicosanoidi, ossidano le LDL, i lipidi, le proteine, le proteine, il DNA e le molecole naturali, aumentano le catecolamine, danneggiano il macchinario genetico, influenzano l'espressione genica e i fattori di trascrizione. Le interrelazioni tra i sistemi, lo stress ossidativo e le malattie cardiovascolari sono mostrate nelle Figure 6 e 7. L'aumento dello stress ossidativo, l'infiammazione e la disfunzione vascolare autoimmune nell'ipertensione umana si traducono in una combinazione di una risposta a ROS e RNS di una maggiore generazione di ROS e RNS e di una minore riserva di antiossidanti. L'aumento dello stress ossidativo dal midollo ventrolaterale rostrale (RVLM) aumenta gli input eccitatori glutamatergici e attenua gli input inibitori GABA-ergici nel RVLM che contribuisce ad aumentare l'attività del sistema nervoso simpatico (SNS) dal nucleo paraventricolare. L'attivazione di questo AT1R nel RVLM aumenta la NADPH ossidasi e aumenta lo stress ossidativo e l'anione superossido, aumenta il deflusso SNS causando uno squilibrio dell'azione SNS / PNS con innalzamento della PA, aumento del battito cardiaco e alterazioni della variabilità della frequenza cardiaca e del tempo di recupero della frequenza cardiaca, che può essere ostruito dai bloccanti AT1R.

 

 

 

Infiammazione

 

Il legame tra ipertensione e infiammazione è stato suggerito in entrambi gli studi longitudinali e trasversali. Generato in proteina C-reattiva ad alta sensibilità (HS-CRP) e altre citochine infiammatorie come l'interleuchina-1B, (IL-1B), IL-6, necrosi tumorale alfa (TNF-α) e leucocitosi cronica si verificano in ipertensione e ipertensione TOD correlato, come l'aumento della IMT carotidea. HS-CRP predice eventi CV. HS-CRP elevato è un fattore di rischio e un marker di rischio per l'ipertensione e la CVD. Aumenti di HS-CRP di oltre 3 μg / mL possono aumentare la PA in solo un paio di giorni che è direttamente proporzionale all'aumento di HS-CRP. ENOS e ossido di azoto sono inibiti da HS-CRP. HS-CRP, down-regola l'AT2R, che controbilancia AT1R. L'angiotensina II (A-II) sovraregge molte di queste citochine, in particolare IL-6, CAM e chemochine attivando il fattore nucleare Kappa B (NF-κB) con conseguente vasocostrizione. Questi eventi, così come gli aumenti dell'endotelina-1 e dello stress ossidativo, elevano la PA.

 

Disfunzione autoimmune

 

Le risposte immunitarie innate e adattative sono associate a ipertensione e CVD indotta da ipertensione attraverso almeno tre meccanismi: stimolazione del sistema nervoso centrale generazione di citochine e compromissione renale. Ciò include l'ipertensione sale-sensibile con la disregolazione dei linfociti CD4 + e CD8 + aumentata l'infiammazione a causa dello squilibrio delle cellule T e della leucocitosi cronica con aumento dei neutrofili e dei linfociti che sono diminuiti. La leucocitosi, in particolare i neutrofili e il conteggio dei linfociti diminuiscono di BP nei neri. I macrofagi e invadono il muro, innescano i TLR, i vari sottotipi governano la BP e causano il danno vascolare autoimmune. L'angiotensina II attiva le cellule immunitarie (cellule T, macrofagi e cellule dendritiche) e promuove l'infiltrazione cellulare negli organi bersaglio. I linfociti T CD4 + esprimono i recettori gamma AT1R e PPAR e rilasciano TNF-α, interferone e interleuchine all'interno della parete vascolare quando attivati ​​(Figura 5). Può avere un ruolo nella genesi dell'ipertensione provocata dall'Angiotensina II. I pazienti hanno un più alto mRNA di TLR 4 nei monociti rispetto al normale. La riduzione intensiva della pressione arteriosa con BP sistolica (SBP) inferiore a 130 mmHg rispetto a SBP a solo 140 mmHg riduce il TLR 4 più a lungo. A-II attiva l'espressione TLR con conseguente infiammazione e attivazione del sistema immunitario innato. Quando TLR 4 viene attivato, vi è attivazione dei macrofagi a valle, aumento della metalloproteinasi 9, migrazione, rimodellamento vascolare, accumulo di collagene in LVH intestinale e fibrosi cardiaca. Il sistema nervoso autonomo è essenziale per aumentare o diminuire l'infiammazione e la disfunzione immunitaria. I percorsi colinergici efferenti attraverso il nervo innervano la milza, le subunità del recettore della nicotina acetilcolina e le citochine che producono le cellule immunitarie alla BP e influenzano la vasocostrizione. L'infiammazione o l'ischemia del CNS nelle vicinanze possono mediare l'ipertensione e l'infiammazione vascolare.

 

L'aldosterone è correlato con l'aumento dell'immunità adattativa e delle risposte autoimmuni con attivazione di cellule T CD4 + e polarizzazione di Th 17 con IL 17 migliorato, TGF-β e TNF-α che modulano su geni infiammatori 30. L'aldosterone sierico è anche un fattore di rischio indipendente per CVD e CHD attraverso effetti non emodinamici e aumento della pressione arteriosa. Il blocco dei recettori nel cervello, nel cuore, nei vasi sanguigni e nelle cellule immunitarie riduce il rischio cardiovascolare anche con la persistenza dell'ipertensione.

 

In conclusione, le malattie cardiovascolari e l'ipertensione sono state associate a numerosi problemi, tuttavia, lo stress ossidativo, l'infiammazione e la disfunzione autoimmune sono state considerate le cause più prevalenti dietro le malattie cardiovascolari e l'ipertensione. Stress ossidativo, definito come un disturbo nell'equilibrio tra la produzione di specie reattive dell'ossigeno (radicali liberi) e difese antiossidanti, infiammazione e disfunzione autoimmune, si verifica quando il sistema immunitario del corpo attacca e distrugge per errore il tessuto corporeo sano. Le malattie cardiovascolari e l'ipertensione sono un'indicazione di problemi cardiovascolari che dovrebbero essere affrontati da un professionista sanitario.

 

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900

 

Dott. Alex Jimenez

 

Ulteriori argomenti: Benessere

 

La salute generale e il benessere sono essenziali per mantenere il giusto equilibrio mentale e fisico nel corpo. Dando una nutrizione equilibrata, esercitando e partecipando alle attività fisiche, a dormire regolarmente una sana quantità di tempo, seguendo i migliori suggerimenti per la salute e il benessere può in ultima analisi contribuire a mantenere il benessere complessivo. Mangiare un sacco di frutta e verdura può andare un lungo cammino per aiutare le persone a diventare sane.

 

 

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Chiropratica

 

 

Post Recenti

Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa

L'iperostosi scheletrica idiopatica diffusa, nota anche come DISH, è una fonte fraintesa e spesso mal diagnosticata ... Leggi

30 Marzo 2021

Cause di incidenti motociclistici, lesioni e trattamento chiropratico

Gli incidenti in moto sono molto diversi dagli incidenti automobilistici. Nello specifico è quanto i ciclisti ... Leggi

29 Marzo 2021

Marcatori ad angolo di fase e infiammatori

Valutazione antropometrica La misurazione antropometrica gioca un ruolo fondamentale nella valutazione dello stato di salute del paziente. Misure antropometriche ... Leggi

29 Marzo 2021

Perché la tendinite non dovrebbe essere lasciata non trattata Una prospettiva chiropratica

La tendinite può verificarsi in qualsiasi area del corpo in cui un tendine viene utilizzato in modo eccessivo. ... Leggi

26 Marzo 2021

Massaggio sportivo chiropratico per lesioni, distorsioni e stiramenti

Un massaggio sportivo chiropratico ridurrà il rischio di lesioni, migliorerà la flessibilità e la circolazione ... Leggi

25 Marzo 2021

L'importanza di BIA e TMAO

Il mondo della medicina sta avanzando e crescendo continuamente. La ricerca viene pubblicata ogni giorno ... Leggi

25 Marzo 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘