Chiropratica

Coinvolgimento microbico nella neurodegenerazione | Parte 1

Condividi

Introduzione

Il del sistema nervoso centrale ospita il cervello e il midollo spinale poiché aiutano a inviare trilioni di segnali neurologici in tutto il corpo. Questi segnali neuronali assicurano che il corpo lo sia muovendosi correttamente, la budello sta digerendo i cibi che una persona sta consumando, e che il sistema endocrino sta rilasciando gli ormoni a tutti i sistemi di organi. I segnali neuronali hanno una connessione bidirezionale dal cervello al corpo, tuttavia, quando ci sono agenti patogeni indesiderati che iniziano a entrare nel corpo e si attaccano ai segnali neuronali, possono viaggiare verso il cervello e causare disturbi neurodegenerativi al cervello. In questa serie in 2 parti, daremo un'occhiata a come diverse infezioni microbiche sono coinvolte nella neurodegenerazione del cervello. Nel Parte 2, daremo un'occhiata a come la terapia della luce può essere benefica per le persone che soffrono di malattie neurodegenerative. Inviando i pazienti a fornitori qualificati e qualificati specializzati in servizi neurologici. A tal fine, e quando appropriato, consigliamo ai nostri pazienti di rivolgersi ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame. Riteniamo che l'istruzione sia la chiave per porre domande preziose ai nostri fornitori. Il Dr. Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Negazione di responsabilità

 

La mia assicurazione può coprirlo? sì, in caso di dubbi ecco il link a tutte le compagnie assicurative che copriamo. In caso di domande, chiamare il Dr. Jimenez al 915-850-0900.

Coinvolgimento microbico nella neurodegenerazione

 

Dal momento che ci sono molte persone che sono state esposto a numerose quantità di agenti patogeni che rispondono agli stress ambientali entrando in un nuovo stato fisiologico come spore o biofilm in cui le cellule rimangono vitali ma non sono più coltivabili. Questi microrganismi possono causare al cervello lo sviluppo della neurodegenerazione. Studi hanno dimostrato che poiché la neurodegenerazione si riferisce alla perdita di cellule neuronali, i microrganismi derivati ​​​​da infezioni coinvolte nell'infiammazione cronica possono essere indotti nella disfunzione del sistema nervoso centrale e nella neurodegenerazione. La valutazione se i microrganismi causano una particolare malattia deve dimostrare che:

  • Il microrganismo deve essere trovato in individui malati ma non sani
  • Il microrganismo deve essere coltivato dall'individuo deceduto
  • Il microrganismo deve ricapitolare la malattia
  • Il microrganismo deve essere nuovamente isolato dall'individuo malato e abbinato al microrganismo originario.

Tuttavia, il problema è che i patogeni microbici possono rimanere dormienti e resistere alla coltura positiva è dovuto alla neurodegenerazione poiché è una riattivazione dei microbi da questo stato "vitale ma non coltivabile" a causare l'infezione.

 

Immunità alterata

Studi di ricerca hanno trovato che il sistema immunitario gioca effettivamente un ruolo chiave nel sistema nervoso centrale da allora il sistema immunitario è la prima linea di difesa contro i patogeni che possono causare il danneggiamento dell'alternanza del sistema nervoso centrale da parte delle citochine elevate, inclusa l'IL-6, nella malattia allo stadio iniziale. Altri studi hanno dimostrato che quando le malattie neurologiche legate all'età piacciono Alzheimer or Parkinson può essere caratterizzato dalla vulnerabilità selettiva delle regioni cerebrali e delle risposte immunitarie. Nelle fasi successive delle malattie neurologiche legate all'età, i risultati caratteristici includono:

  • Disregolazione dei linfociti T
  • Funzione Treg ridotta
  • La linfopenia
  • Ridotto metabolismo del ferro nel SNC

Terapia HCTP

Cellule staminali* o HCTP (prodotti di tessuto cellulare umano) sono una forma di medicina rigenerativa che viene utilizzato nelle cliniche e nelle organizzazioni di distribuzione sia internazionali che nazionali affiliate per aiutare a riportare il processo di guarigione naturale del corpo alla sua funzione originale. Gli HCTP hanno fattori benefici poiché aiutano a riparare e rigenerare le cellule danneggiate, gli organi malati e i tessuti riportandoli alla loro funzione originale. Come c'è ulteriori ricerche in arrivo sugli usi benefici dell'HCTP, molte persone che affrontano il dolore cronico possono essere utilizzate con l'HCTP come parte del loro trattamento terapeutico, possono iniziare a sentirsi senza dolore ed essere nel loro percorso di benessere.


Infezioni virali nelle malattie neurodegenerative

Poiché le malattie neurodegenerative e neurocomportamentali possono essere causate da infezioni, studi hanno dimostrato in cui possono verificarsi infezioni virali sistemiche malattie neurodegenerative causando un aumento della perdita di neuroni e assoni nel sistema nervoso centrale con l'età. Quando ciò accade, le tossine si legano alle subunità dei gangliosidi GM1 che possono spiegare gli anticorpi GM1 elevati nella SLA. Il virus si attacca e si fonde all'ospite scomponendo i fosfolipidi per produrre corpi di inclusione (come si vede nella SLA, nell'AD, ecc.). Queste tossine sono il risultato di difetti nell'ADP-ribosiltransferasi (proteine ​​​​mRNA) e quando c'è un'iperattivazione interrompe l'actina dinamica del citoscheletro e produzione di ossido nitrico che causano l'influenza della Rho Kinase (ROCK) sugli enzimi critici. Altri studi di ricerca mostrano che quando ci sono alterazioni indotte da virus e degenerazioni neuronali possono essere sia direttamente che indirettamente poiché hanno la capacità di attaccare il sistema immunitario e diverse regioni del tessuto nervoso interferendo con le stesse vie coinvolte nelle malattie neurologiche. Queste alternanze indotte dal virus hanno involucri di membrana contenenti lipidi derivati ​​​​da membrane cellulari modificate prese in prestito dall'ospite tramite serina proteasi e la patologia primaria per il rapimento del DNA e dell'RNA dell'ospite coinvolge specifiche polimerasi virali che influenzano l'mRNA dell'ospite, inclusa la Rho Kinase.

 

Agenti patogeni fungini che influiscono sulla salute del cervello

Studi di ricerca hanno trovato che quando il sistema nervoso centrale è invaso da infezioni fungine, può causare un aumento della morbilità negli ospiti immunocompromessi e può portare a conseguenze fatali a seconda dello stato immunitario e della virulenza del ceppo fungino. Poiché i patogeni fungini sono dispersi nell'aria con diffusione ematogena, le tossine fungine comprese le fumonisine alterano il metabolismo degli sfingolipidi che influenza il metabolismo dei fosfolipidi, quindi una maggiore produzione di neurotrasmettitori eccitatori (es: glutammato nella SLA).

 

 

Altri studi di ricerca hanno trovato che affinché si verifichino infezioni fungine devono essere "arrestate" nel microcircolo cerebrale ed essere trasmigrate attraverso il barriera del sangue-cervello. Quando ciò accade, condividono l'omologia basata sulla tossina attraverso il trasferimento mediato da plasmidi infezioni del sistema nervoso centrale le malattie devono abbattere la barriera emato-encefalica tramite MMP-9 in un modo simile a intestinale perdente. I processi patogeni iniziano con la penetrazione nelle cellule ospiti ricche di lipidi e quindi le infezioni fungine rapiranno il metabolismo dell'RNA ospite portando all'aggregazione proteica.

 

Conclusione

Tutto sommato, il sistema nervoso centrale ospita il cervello e il midollo spinale e il loro compito è inviare trilioni di segnali neuronali in tutto il corpo. Questi segnali neuronali assicurano che tutto, dall'intestino al corpo stesso, funzioni correttamente. Quando agenti patogeni esposti come infezioni fungine, batteriche e virali entrano nel corpo, possono attaccarsi ai segnali neuronali e viaggiare fino al cervello causando lo sviluppo di malattie neurodegenerative. Incorporando antibiotici, alimenti nutritivi e cambiando uno stile di vita, una persona può impedire a questi agenti patogeni di entrare nei loro corpi e continuare il proprio percorso di benessere.

 

Referenze

Dehhaghi, Mona, et al. "L'impronta dei microrganismi nelle malattie neurodegenerative". Frontiere nelle neuroscienze cellulari, Frontiers Media SA, 4 dicembre 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6288487/.

Goralska, Katarzyna, et al. "Neuroinfezioni causate da funghi". Infezione, Springer Berlin Heidelberg, agosto 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6096918/.

Karim, Sajjad, et al. "Il ruolo dei virus nelle malattie neurodegenerative e neurocomportamentali". SNC e disturbi neurologici Obiettivi farmacologici, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2014, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25230220.

Mayne, Katie, et al. "Invecchiamento e malattie neurodegenerative: il sistema immunitario adattativo è un amico o un nemico?" Frontiere nell'invecchiamento delle neuroscienze, Frontiers Media SA, 23 settembre 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7538701/.

Shi, Meiqing e Christopher H. Mody. "Infezione fungina nel cervello: cosa abbiamo imparato dall'imaging intravitale". Frontiere in immunologia, Frontiers Media SA, 2 agosto 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4969284/.

Zhou, Li, et al. "Virus e neurodegenerazione". Diario della virologia, BioMed Central, 31 maggio 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3679988/.

Negazione di responsabilità

Disclaimer post

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Coinvolgimento microbico nella neurodegenerazione | Parte 1" non intende sostituire un rapporto individuale con un professionista sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è una consulenza medica. Ti incoraggiamo a prendere decisioni sanitarie basate sulla tua ricerca e collaborazione con un professionista sanitario qualificato.

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato alla chiropratica, muscolo-scheletrica, agopuntura, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbi viscerosomatici all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di varie discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito di pratica professionale e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, soggetti e approfondimenti trattano questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito di pratica clinica.*

Il nostro ufficio ha ragionevolmente tentato di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti a supporto dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dott. Alex Jimenez, DC, o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, Marina Militare*, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza come Dottore in Chiropratica (DC) in Texas & Nuovo Messico*
Licenza Texas DC n. TX5807, Licenza DC del New Mexico n. NM-DC2182

Licenza come infermiere registrato (RN *) in Florida
Licenza Florida N. licenza RN RN9617241 (controllo n. 3558029)
Stato compatto: Licenza multistato: Autorizzato ad esercitare in Stati 40*

Attualmente immatricolato: ICHS: MSN* FNP (Programma per infermiere di famiglia)

Dott. Alex Jimenez DC, MSACP, RN* CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Post Recenti

Postura oscillante: identificare e trattare il problema

Il trattamento chiropratico può alleviare il dolore e correggere la postura oscillante, una deformità posturale che può causare... Scopri di più

14 Giugno 2024

Esaurimento da calore contro ictus: spiegati gli effetti sul sistema muscolo-scheletrico

Le persone con dolori muscolari conoscono la differenza tra colpo di calore ed esaurimento da calore e... Scopri di più

14 Giugno 2024

Una guida alla frutta a basso contenuto di zucchero

La frutta può aiutare con la voglia di dolce per le persone che cercano di limitare lo zucchero? Frutta bassa... Scopri di più

13 Giugno 2024

I vantaggi del ciclismo per l'artrosi: una guida completa

Le persone con osteoartrite possono incorporare il ciclismo per ridurre il dolore articolare e riconquistare la loro articolazione... Scopri di più

13 Giugno 2024

Raggiungi i tuoi obiettivi di fitness più velocemente con l'allenamento Sprint

Per le persone che non hanno tempo per un allenamento completo, potrebbero incorporare esercizi di sprint... Scopri di più

12 Giugno 2024

Esplorare l'approccio clinico e l'importanza dell'assistenza infermieristica

In che modo gli operatori sanitari forniscono un approccio clinico nel ruolo infermieristico per ridurre... Scopri di più

12 Giugno 2024