Sindrome da stanchezza cronica La chiropratica aiuta a El Paso, in Texas.

Condividi

Sindrome da stanchezza cronica (CFS) è una condizione che non è semplice come altre malattie. I sintomi possono spesso imitare altre condizioni, incluse alcune che sono piuttosto serie, quindi devono essere tutte escluse prima che possa essere determinata una diagnosi di CFS.

Questo di solito non è un processo rapido, quindi il paziente ha a che fare con sintomi fastidiosi e spesso debilitanti e senza risposte reali - a volte per mesi o addirittura anni. Nel momento in cui un paziente riceve una diagnosi di CFS di solito sono esausti sia fisicamente che emotivamente.

Panoramica della sindrome da stanchezza cronica

Secondo i Centers for Disease Control (CDC), più di un milione di persone negli Stati Uniti hanno la CFS. È più diffuso negli Stati Uniti rispetto al lupus, alla sclerosi multipla e a molti tipi di cancro.

Si trova più spesso nelle donne che negli uomini - le donne hanno quattro volte più probabilità di averle. Mentre chiunque di qualsiasi età può ottenere CFS, sembra essere più comune nelle persone nei loro 40 e 50. I ricercatori non hanno trovato prove che suggeriscano che la CFS sia contagiosa, ma credono che ci possa essere un legame genetico o familiare.

Sintomi di CFS includere:

  • Stanchezza estrema
  • Perdita di memoria
  • Dolore muscolare inspiegabile
  • Mancanza di concentrazione o "sfocatura"
  • Dolore alle articolazioni che non è accompagnato da arrossamento o gonfiore e si muove in varie articolazioni del corpo
  • Linfonodi ingrossati sotto le ascelle e il collo
  • Esaurimento estremo che persiste più di 24 ore dopo lo sforzo fisico o mentale
  • Mal di testa
  • Sonno non ristoratore
  • Gola infiammata

Le complicazioni che possono derivare dalla CFS comprendono depressione, aumento dell'assenza dal lavoro, limitazioni dello stile di vita, incapacità di svolgere le normali attività quotidiane come la cura dei bambini, le pulizie domestiche o le funzioni del coniuge. Può causare un significativo isolamento sociale e solitudine.

Chiropratica per la sindrome da stanchezza cronica

Molte persone lo hanno trovato chiropratica per CFS aiuta a ridurre il dolore che accompagna la condizione e aumenta le lesioni in alcuni pazienti. Il chiropratico usa la manipolazione spinale per trattare il paziente con CFS, aiutando con molti dei sintomi associati alla condizione senza trattamenti invasivi o farmaci.

Molti pazienti affetti da CFS riportano più energia, meno dolore o assenza di dolore, maggiore flessibilità, maggiore mobilità e riduzione dell'infiammazione delle articolazioni dopo pochi aggiustamenti chiropratici. Spesso si raccomanda che il paziente frequenti diverse sedute a settimana per aggiustamenti spinali e consulenza su integratori e dieta. Tutti questi trattamenti lavorano insieme per alleviare i sintomi, rafforzare il sistema immunitario e aiutare il paziente a sentirsi più in controllo del proprio corpo e delle proprie condizioni.

Trattamento dell'intero paziente

Uno dei vantaggi del trattamento chiropratico per la CFS è che tratta l'intero paziente, non solo i sintomi. UN dottore in chiropratica può raccomandare vari servizi di chiropratica come le regolazioni spinali, ma si siederanno anche con il paziente e discuteranno la dieta del paziente, la routine giornaliera e tutti i farmaci o integratori che stanno assumendo.

Il chiropratico formulerà quindi raccomandazioni dietetiche incluse integratori che aiutano la CFS per esempio:

  • Gli acidi grassi Omega 3
    • Acido Eososapentaenoico (EPA)
    • Acido docosaesaenoico (DHA)
  • Magnesio
  • L'acido malico
  • Acido linoleico

Possono anche raccomandare un programma di disintossicazione del fegato, a seconda del paziente, nonché una dieta più strutturata e un programma di esercizi.

Speranza per i pazienti con CFS

Cura chiropratica può dare molta speranza a pazienti con CFS. L'intera cura del paziente che ricevono aiuta non solo la sofferenza fisica, ma anche la sofferenza emotiva.

I cambiamenti nella dieta, gli integratori raccomandati e i trattamenti chiropratici aiutano i sintomi fisici del paziente, ma anche quelli emotivi, in particolare la depressione e la frustrazione. È importante che i pazienti con CFS sappiano che c'è qualcuno che li ascolta, comprende le loro difficoltà e vuole aiutarli ad ogni livello, non solo il controllo dei sintomi. La cura chiropratica affronta tutto ciò per una cura ottimale del paziente.

Notizie dalla clinica - Dr. Jimenez dà un'occhiata alla gestione dello stress

Post Recenti

Non tutti gli alimenti sono utili per la salute delle ossa e la prevenzione dell'osteoporosi

Ci sono alcuni alimenti che, sebbene sani, per le persone che cercano di prevenire l'osteoporosi, potrebbero ... Leggi di più

7 Agosto 2020

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘