Chelidonium Majus L. Terapia disintossicante

Share

Ancora una volta, tradizionale medicina cinese e la fitoterapia stanno tornando per trattare potenzialmente la causa sottostante delle condizioni croniche. Di conseguenza, Chelidonium majus L., comunemente nota come chelidonina, della famiglia delle Papaveraceae, e la sua funzione è stata studiata a fondo. Chelidonium majus le applicazioni mediche sono molteplici e comprendono il trattamento delle ulcere, cancro, infezioni orali, disturbi del fegato, asma e disturbi del fegato.

Chelidonium majus

È un'erba medicinale ben nota, distribuita principalmente in Asia e Nord Africa. Era ampiamente usato nella fitoterapia cinese per la sua vasta gamma di applicazioni cliniche. Oggigiorno la medicina alternativa e l'omeopatia utilizzano specifici composti bioattivi da cui deriva Chelidonium majus per trattare il cancro gastrico, disturbi della pelle, infezione orale e dolore generale. Inoltre, la medicina omeopatica utilizza diluizioni ultra elevate di C. majus contro i disturbi del fegato.

Oltre a questo, diverse parti del file chelidonium pianta sono utilizzati come parte di diverse terapie. Ad esempio, l'estratto di foglie, il fiore e la radice fungono da stimolatore dell'enzima digestivo pancreatico. Pertanto, è comunemente usato per trattare la dispepsia, la sindrome dell'intestino irritabile e i disturbi biliari. D'altra parte, la medicina erboristica cinese ha diverse condizioni respiratorie come la bronchite cronica, l'asma e la tosse. Inoltre, l'uso di Chelidonium majus come trattamento per la stasi del sangue, ascite, edema, calcoli biliari, ittero e dolore alla cistifellea è stato segnalato nella fitoterapia cinese.

In effetti, l'applicazione di questa erba medicinale sembra essere infinita e si ritiene che questa sia associata a una vasta gamma di componenti fitochimici. Finora sono stati estratti 70 diversi composti bioattivi C. majus. Inoltre, 24 macro e microelementi essenziali fanno parte dei costituenti della chelidonina.

C. majus costituenti fitochimici
α-omochelidoninanorchelidoninaossichelidonina
10-idrossichelidonina10- idrossiemocelidoninachelerythrine
di-idro chelerythrinenorchelerythrine8- idrossidiidrocheleritrina
8- acetonildiidrocheleritrina6- metossi-diidro chelerythrinenitidina
dihydropyridineossinitidinasanguinarina
diidrosanguinarinanorsanguinarineoxysanguinarine
N-dimetil-9,10-diidrossisanguinarina8-idrossidiidrosanguinarina6-acetonil-5,6-diidrosanguinarina
6-metossidiidrosanguinarinametile 2 ′ - (7,8-diidrosanguinarina-8-il) acetatochelelutina
diidrochelutinachelerubinadiidrochelerubina
chelaminachelidimerinachelamidina
angolinemacarpineIsoquinoline: noroxyhydrastinine e turkiyenine
Protopine: protopina e α-allocriptopinaProtoberberine: canadese, stilopina, corisamina, berberina, diidroberberina, coptisina, diidrocoptisina e 8-ossicoptisinaAporfine: magnoflorine, corydine e norcorydine
chinolisidinaacidi aromatici e alifaticiacido chelidonico
acido caffeicoacido ferulicoacido pumarico
acido citricoacido malicoacido succinico
acido gentisicoacido p-idrossibenzoicoacido nicotinico
I fitosteroli: αspinasterolo ed ergosterolo,flavonoidi: rutina, quercetina e kaempferoldideidrochelidonina

C. majus applicazione clinica

Il dolore è un sintomo comune riscontrato da molti medici nella loro pratica. Inoltre, il trattamento del dolore varia a seconda del tipo e della regione del dolore. Alla fine viene disinnescato dalla farmacoterapia. Tuttavia, C. majus e i suoi risultati antinfiammatori sono stati accettati come antidolorifici. L'intervento con erbe botaniche, come la chelidonina, è fondamentale per eliminare le interazioni farmacologiche e gli effetti collaterali significativi.

Un recente studio mirava a indagare gli effetti analgesici, l'attività antinfiammatoria e il miglioramento dell'apparato locomotore nei ratti feriti con l'integrazione di C. majus. Questo esperimento è stato eseguito su ratti Wistar, separati in tre gruppi: il primo trattato con 200 mg / kg di C. majus, il secondo con 5 mg / kg di morfina e il terzo trattato con diclofenac 50 mg / kg. Successivamente, quei tre gruppi sono stati sottoposti a tre diversi stimoli dolorifici / infiammatori: attività locomotoria, test della piastra calda a 48 ± 2 ° C e infiammazione della pelle (edema della zampa indotto dalla carragenina).

Inoltre, i risultati hanno concluso che C. majus non ha influenzato l'attività locomotoria nei ratti. Tuttavia, quei ratti trattati con la morfina hanno mostrato un effetto inibitorio contro l'attività locomotoria. Ciò ha mostrato una maggiore associazione con le disparità locomotorie nei pazienti che consumano morfina e come l'integrazione a base di erbe può ridurre questo effetto secondario indesiderato.

Infiammazione e C. majus

La risposta infiammatoria è stata controllata da C. majus con una differenza significativa rispetto al diclofenac. Infatti, questi risultati sono stati dichiarati dopo il test dell'edema della zampa indotto dalla carragenina e la determinazione delle concentrazioni di IL-6 e IL- ridotte.

Indipendentemente da queste conclusioni, ulteriori informazioni rivelano che c. majus svolge un ruolo inibitorio sulla via Nf-kB. Di conseguenza, questa interazione si riflette in una ridotta produzione di TNF-a e ossido nitrico.

Inoltre, gli studi dimostrano che l'azione antarthritic di C. majus è dose-dipendente. In uno studio, l'integrazione di c. majus alle dosi 4, 40, 400 mg / kg / die] ha soppresso la progressione dell'artrite indotta dal collagene nei topi, causando la riduzione della secrezione di TNF-α, IL-6, IFN-γ, cellule B, γδ cellule T (nella milza), una percentuale aumentata di cellule T regolatorie CD4 + CD25 + in vivo così come una diminuzione delle immunoglobuline IgG e IgM (fattori dell'artrite reumatoide) nel siero.

Gli effetti epatoprotettivi di c. majus è ampiamente riportato, ma la maggior parte di questi studi sono stati studiati su modelli di ratti. L'ipotesi principale alla base del suo utilizzo come agente epatoprotettivo è legata alla sua azione coleretica e deobstruente. Di conseguenza, l'integrazione di questa erba ha dimostrato di proteggere dalla tossicità del tetracloruro di carbonio, ha ridotto il numero di cellule necrotiche, le concentrazioni di bilirubina e l'attività delle transaminasi.

Concetti tradizionali:

Dobbiamo tenere conto che gli studi e le applicazioni di C. majus sono iniziati molte migliaia di anni fa. Da allora, molte cose in medicina sono cambiate. La medicina tradizionale cinese ha ipotizzato che l'azione antitumorale di C. majus derivasse dall'eliminazione della stasi del sangue, dall'inibizione del calore patogeno e dal catarro statico. Secondo la medicina cinese, questi tre fattori erano ritenuti le cause principali di tutti i tumori.

Tuttavia, l'ora è cambiata e forse abbiamo nomi diversi per le stesse condizioni. In aggiunta a ciò, nuovi studi hanno associato l'eliminazione della stasi sanguigna (effetto antitrombotico, antinfiammatorio) e l'eliminazione del calore patogeno (effetto antinfiammatorio), prevenendo un accumulo di liquidi corporei.

C. majus, perdita di peso e tossicità

Il sovrappeso e l'obesità sono due delle principali comorbidità associate a uno stato pro-infiammatorio. La medicina a base di erbe per la perdita di peso è stata precedentemente segnalata e il più delle volte è associata a tossicità epatica. Questo è il caso di C. majus. È importante sapere che esistono casi segnalati di epatotossicità dovuti a C. majus e alla combinazione di altre specie vegetali. Ciò dimostra che l'integrazione dovrebbe avvenire attraverso la consulenza di professionisti e con una valutazione preventiva dell'analisi della composizione corporea.

Foglio dei risultati della composizione corporea

È sorprendente poter esaminare tutte le nuove informazioni sulle applicazioni cliniche di molte erbe tradizionali e trovare una relazione tra la medicina tradizionale e le nuove alternative per il trattamento delle malattie croniche. Le ampie informazioni sui benefici epatoprotettivi, antitumorali, antiossidanti e antinfiammatori fornite da C. majus mostrano che gli agenti botanici sono essenziali per il trattamento delle condizioni del “nuovo mondo”.

Il modo più comune per introdurre C. majus nella tua dieta è con il tè. Mi piace perché è semplice ma potente, senza il potenziale per essere tossico. La migliore raccomandazione che potrei fornire è di visitare il tuo medico prima di consumare terapie a base di erbe. - Ana Paola Rodríguez Arciniega. SM

Referenze

Maji, Amal K. e Pratim Banerji. "Chelidonium majus L. (Greater celandine): una rassegna sulle sue prospettive fitochimiche e terapeutiche." Giornale internazionale di medicina di erbe 3.1 (2015): 10-27.

Mikołajczak, Przemysław Łukasz et al. "Valutazione delle attività antinfiammatorie e analgesiche di estratti da erba di Chelidonium majus L." Rivista centroeuropea di immunologia vol. 40,4 (2015): 400-10. doi: 10.5114 / ceji.2015.54607

Maji, Amal K. e Pratim Banerji. "Chelidonium majus L. (Greater celandine): una rassegna sulle sue prospettive fitochimiche e terapeutiche." Giornale internazionale di medicina di erbe 3.1 (2015): 10-27.

Tarantino, Giovanni et al. "Danno epatico indotto da farmaci a causa di" prodotti naturali "utilizzati per la perdita di peso: un caso clinico." Giornale mondiale di gastroenterologia vol. 15,19 (2009): 2414-7. doi: 10.3748 / wjg.15.2414

Appuntamenti o consultazioni online: https://bit.ly/Book-Online-Appointment

Modulo di assunzione online per lesioni fisiche / incidenti: https://bit.ly/Fill-Out-Your-Online-History

Valutazione di medicina funzionale online: https://bit.ly/functionmed

Disclaimer

Le informazioni qui contenute non intendono sostituire una relazione individuale con un professionista sanitario qualificato, un medico autorizzato e non costituiscono un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni di assistenza sanitaria in base alla tua ricerca e alla collaborazione con un professionista sanitario qualificato. Il nostro ambito di informazioni è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, problemi di salute sensibili, articoli di medicina funzionale, argomenti e discussioni. Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di un'ampia gamma di discipline. Ogni specialista è disciplinato dal proprio ambito di pratica professionale e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura di lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito di pratica clinica. * Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato il studi di ricerca pertinenti o studi a sostegno dei nostri post. Forniamo copie di studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta. Comprendiamo che trattiamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva di come può aiutare in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci a 915-850-0900 Leggi di più…

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CCST, IFMCP *, CIFM *, CTG *

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com
telefono: 915-850-0900
Licenza in Texas e New Mexico

Post Recenti

Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa

L'iperostosi scheletrica idiopatica diffusa, nota anche come DISH, è una fonte fraintesa e spesso mal diagnosticata ... Leggi

30 Marzo 2021

Cause di incidenti motociclistici, lesioni e trattamento chiropratico

Gli incidenti in moto sono molto diversi dagli incidenti automobilistici. Nello specifico è quanto i ciclisti ... Leggi

29 Marzo 2021

Marcatori ad angolo di fase e infiammatori

Valutazione antropometrica La misurazione antropometrica gioca un ruolo fondamentale nella valutazione dello stato di salute del paziente. Misure antropometriche ... Leggi

29 Marzo 2021

Perché la tendinite non dovrebbe essere lasciata non trattata Una prospettiva chiropratica

La tendinite può verificarsi in qualsiasi area del corpo in cui un tendine viene utilizzato in modo eccessivo. ... Leggi

26 Marzo 2021

Massaggio sportivo chiropratico per lesioni, distorsioni e stiramenti

Un massaggio sportivo chiropratico ridurrà il rischio di lesioni, migliorerà la flessibilità e la circolazione ... Leggi

25 Marzo 2021

L'importanza di BIA e TMAO

Il mondo della medicina sta avanzando e crescendo continuamente. La ricerca viene pubblicata ogni giorno ... Leggi

25 Marzo 2021

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘