Prenotazione online 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX

Smettila di soffrire!

  • Quick n' Easy Appuntamento online
  • Prenota un appuntamento 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX
  • Chiamaci 915-850-0900.
Lunedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Martedì9: 00 AM - 7: 00 PM
Mercoledì9: 00 AM - 7: 00 PM
Giovedi9: 00 AM - 7: 00 PM
Venerdì9: 00 AM - 7: 00 PM Aperto adesso
Sabato8: 30 AM - 1: 00 PM
DomenicaChiuso

Doctor Cell (Emergenze) 915-540-8444

PRENOTA ONLINE 24/7

Valutazione Functional Medicine®

🔴 Avviso: Come parte del nostro Trattamento per lesioni acute pratica, ora offriamo Integratore di medicina funzionale Valutazioni e trattamenti dentro il nostro ambito clinico per i disturbi degenerativi cronici.  Per prima cosa valutare la storia personale, l'alimentazione corrente, i comportamenti di attività, le esposizioni tossiche, i fattori psicologici ed emotivi, in tandem genetica.  Poi può offrire Trattamenti di Medicina Funzionale insieme ai nostri protocolli moderni.  Per saperne di più

Spiegazione della medicina funzionale

Cannabinoidi e medicina delle piante

Share

Cannabinoidi: Le piante e la medicina sono venute in giro come non mai. Con più ricerche in corso e maggiori informazioni in campo medico, ora ci sono più opzioni per disturbi, condizioni, malattie e disturbi. Chiropratico, il dott. Alex Jimenez analizza i dati e fornisce informazioni su questi medicinali e trattamenti in via di sviluppo. Come possono aiutare i pazienti, cosa possono fare e cosa non possono fare?

La maggior parte dei cannabinoidi associati alla pianta di marijuana. Questo è il composto di cannabinoidi più riconosciuto - tetraidrocannabinolo (THC), che è ciò che provoca sentimenti di euforia.

Tuttavia, gli scienziati hanno identificato i cannabinoidi in molte piante, tra cui pepe nero, broccoli, carote, chiodi di garofano, echinacea e ginseng. Nessuno di questi ti farà sballare. Ma con una comprensione di come i cannabinoidi in queste varie piante influenzano il corpo umano può creare un percorso verso importanti scoperte sulla salute.

Le piante sono medicine

Molti farmaci moderni sono stati sviluppati attraverso la ricerca sulle piante. La ricerca Composti in queste piante ha portato alla scoperta di farmaci salvavita e favorito la conoscenza di come funziona il corpo umano. Un esempio è il pianta di digitale, che ci ha dato digossina e digitossina. Due farmaci per il cuore molto importanti: 1

Gli umani sono stati particolarmente intraprendenti nel trovare piante per il piacere o per diminuire dolore.

La caffeina fornisce energia, mentre la nicotina dal tabacco stimola e rilassa. Questo spiega perché il tabacco è ancora popolare anche se conosciamo i rischi per la salute del fumo. 2

Farmaci antidolorifici e loro origine

Aspirina

Nei tempi antichi, i medici hanno bevuto il tè a base di salice, al fine di ridurre la febbre e il dolore. Ci sono voluti centinaia di anni perché gli scienziati trovassero e isolassero il composto attivo, che è acido salicilico. Ciò ha portato alla scoperta dell'aspirina e da lì si è evoluta nella riduzione dell'infiammazione

Anestetici

Le foglie delle piante di coca erano usate dagli inca in Sud America. Era usato per curare mal di testa, ferite e fratture. Tuttavia, la pianta della coca provocò anche la cocaina. Ma è un anestetico efficace. Per capire come la cocaina blocca il dolore ha creato anestetici comuni come la lidocaina, che viene usata nelle procedure dentali.5

Oppiacei

Gli scienziati che studiano l'oppio dalla pianta del papavero, hanno scoperto i recettori degli oppiacei nel corpo umano e come gestiscono il dolore. Ciò ha portato a morfina, codeina, e altri farmaci a base di oppiacei. 3

Salute umana e cannabis

La cannabis è stata usata per secoli. Il testo cinese dell'anno 1 ha registrato l'uso della canapa nel trattamento dei disturbi 100, che risalgono a 2737 BC6 Dopo questo, le cime della pianta di cannabis venivano coltivate per i loro attributi psicoattivi. Mentre ciò accadeva, un diverso ceppo della pianta veniva coltivato per uso industriale della canapa, per la produzione di vestiti, carta, biocarburanti, alimenti e altri prodotti.

Basato sulla controversia che circonda la marijuana, non è stato facile per i ricercatori studiare gli effetti dei componenti non-THC nella cannabis. THC è stato identificato negli 1940, ma è stato solo dopo 50 che la ricerca ha rivelato che gli esseri umani (e quasi tutti gli animali) hanno un sistema di recettori cannabinoidi.

Gli umani producono cannabinoidi (endocannabinoidi) e agiscono su questi recettori. 7

Questo sistema è chiamato il Sistema endocannabinoide (ECS). L'ECS è coinvolto in più processi, che includono:

  • Sensazione del dolore
  • Appetito
  • Memoria
  • Stato d'animo

Hai mai toccato il dito del piede, digerito un pezzo di frutta o hai dimenticato una password? Poi è stato coinvolto l'ECS.

La scoperta dell'ECS insieme ai composti naturali identificati nella cannabis ha aiutato la scienza e la medicina. I ricercatori hanno chiamato questi composti fitocannabinoidi, dal prefisso "phyto" per pianta. Oltre i fitocannabinoidi 80 sono stati scoperti in marijuana e canapa. Il THC è solo uno dei tanti composti studiati per i loro benefici per la salute. 8

Cannabis e THC vanno avanti

Ora che molte piante sono note per contenere questi composti, i fitocannabinoidi non sono più solo associati alla cannabis.9 È probabile che abbiate qualche fonte di fitocannabinoidi nella vostra dieta in questo momento.

Ricorda che potrebbe essere solo una piccola quantità, e non tutti i fitocannabinoidi interagiscono fortemente con l'ECS.

Fino a che punto è stata sviluppata questa ricerca?

Ricerche attuali mostrano che alcuni fitocannabinoidi presenti nella canapa, nel chiodo di garofano e nel pepe nero possono supportare l'ECS per favorire il rilassamento, diminuire il disagio nervoso e migliorare la salute dell'apparato digerente. E poiché questi composti non contengono THC non vi sono effetti che alterano la mente. Pertanto, l'opzione di utilizzare fitocannabinoidi per benefici per la salute, senza sentire gli effetti psicoattivi è sicuramente qualcosa a cui guardare. 10

Referenze

  1. Gurib-Fakim ​​A. Piante medicinali: tradizioni di ieri e droghe di domani. Mol Aspects Med 2006; 27 (1): 1-93.
  2. Singh Y, Blumenthal M. Kava: una panoramica. Distribuzione, mitologia, botanica, cultura, chimica e farmacologia dell'erba più venerata del Pacifico meridionale. Herbalgram 1997; 39 (suppl): 34-56.
  3. Brownstein M. Una breve storia di oppiacei, peptidi oppioidi e recettori oppioidi. Proc Natl Acad Sci USA 1993; 90 (12): 5391-5393.
  4. Vainio H, Gareth M. Aspirin per il secondo secolo: nuovi usi per una vecchia droga. Pharmacol Toxicol 1997; 81 (4): 151-152.
  5. Ruetsch Y, Thomas B, Alain B. Dalla cocaina alla ropivacaina: la storia dei farmaci anestetici locali. Top Top Chem Chem 2001; 1 (3): 175-182.
  6. http://www.thenorthwestleaf.com/pages/articles/post/traditional-chinese-medicine-how-marijuana-has-been-used-for-centuries [Accessed April 16, 2018].
  7. Pertwee R. Farmacologia dei cannabinoidi: i primi anni 66. Br J Pharmacol 2006; 147 (Supp 1): 163-171.
  8. Borgelt L, Franson K, Nussbaum A, Wang G. Gli effetti farmacologici e clinici della cannabis medica. Farmacoterapia 2013; 33 (2): 195-209.
  9. Gertsch J, Roger G, Vincenzo D. Phytocannabinoids oltre la pianta di Cannabis - esistono? Br J Pharmacol 2010; 160 (3): 523-529.
  10. Russo E. Taming addomesticato: potenziali sinergie di cannabis e phytocannabinoidi? Terpenoidi effetti entourage. Br J Pharmacol 2011; 163 (7): 1344-1364.

Post Recenti

Test per la sensibilità al grano

Le malattie legate al glutine sono un fenomeno globale. I numeri sono eccezionali; 10% del globale ... Leggi di più

27 Novembre 2020

Tecnologia di screening negli squilibri intestinali

Il nostro tratto gastrointestinale ospita più di 1000 specie di batteri che lavorano in simbiosi con noi ... Leggi di più

25 Novembre 2020

Neuro-diagnostica

Abbiamo parlato della neuroinfiammazione e delle sue cause e di come gli effetti della neuroinfiammazione influiscono sul nostro ... Leggi di più

25 Novembre 2020

La scienza della neuroinfiammazione

Cos'è la neuroinfiammazione? La neuroinfiammazione è una risposta infiammatoria che coinvolge le cellule cerebrali come i neuroni ... Leggi di più

24 Novembre 2020

Gestione nutrizionale: reazioni avverse al cibo

Come paziente, andrai (e devi) vedere un medico se mai ti presenti ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Rottura del tessuto cicatriziale con chiropratica, mobilità e flessibilità ripristinate

Il tessuto cicatriziale se non trattato / non gestito potrebbe portare a problemi di mobilità e dolore cronico. Individui che ... Leggi di più

20 Novembre 2020

Specialista in lesioni, traumi e riabilitazione spinale

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘