Sindrome da stress tibiale mediale negli atleti | El Paso, TX Doctor Of Chiropractic
Il dottor Alex Jimenez, il chiropratico di El Paso
Spero che tu abbia apprezzato i nostri post sui blog su vari argomenti relativi alla salute, al nutrizione e alla lesione. Non esitate a chiamarci oa noi se avete domande quando nasce la necessità di cercare assistenza. Chiamami l'ufficio o me stesso. Office 915-850-0900 - Cella 915-540-8444 Cordiali saluti. Dr. J

Sindrome Tibale Mediale di Stress negli atleti

La sindrome da stress tibiale mediale, comunemente indicata come shin splints, non è considerata una condizione medica gravi, ma può sfidare la performance di un atleta. Circa 5 per cento di tutti lesioni sportive sono diagnosticati come sindrome da stress tibiale mediale, o MTSS per breve.

immagine del calcio dei giocatori di calcio gambe e piedi ottenendo la sfera
Condividi Ebook gratuito

Shin splints, o MTSS, si presentano più frequentemente in gruppi specifici della popolazione atletica, tenendo conto della percentuale 13-20 delle lesioni in corridori e fino al 35 per cento dei membri del servizio militare. La sindrome da stress tibiale mediale è caratterizzata come dolore lungo il bordo posteriore-mediale della metà inferiore della tibia, attiva durante l'esercizio fisico e generalmente inattivo durante il riposo. Gli atleti descrivono il disagio del sentimento lungo la metà anteriore inferiore della gamba o dello shin. La palpazione lungo la tibia mediale può di solito ricreare il dolore.

Cause della sindrome da stress tibiale mediale

Ci sono due principali cause speculate per la sindrome da stress tibiale mediale. La prima è che i muscoli delle zampe contengono un ceppo ripetuto sulla parte mediale della tibia, producendo infiammazione dello strato esterno osseo periostale, comunemente noto come periostite. Mentre il dolore di una shin splint è sentito lungo la gamba anteriore, i muscoli che si trovano attorno a questa regione sono i muscoli del polpaccio posteriore. Il posteriore tibiale, longitudinale del fluttore digitorum e il soleo emergono dalla sezione posteriore-mediale della metà prossimale della tibia. Di conseguenza, la forza di trazione da questi muscoli sulla tibia non è probabilmente la causa del dolore generalmente sperimentato sulla parte distale della gamba.

Anatomia della gamba inferiore e MTSS - El Paso Chiropratico

Un'altra teoria di questa tensione è che la fascia crurale profonda, o il DCF, il tessuto connettivo duro che circonda i muscoli profondi posteriori della gamba, può tirare eccessivamente sulla tibia, causando traumi all'osso. I ricercatori dell'Università di Honolulu hanno valutato una sola gamba dai cadaveri maschi 5 maschi e 11. Attraverso lo studio, hanno confermato che in questi esemplari, i muscoli della sezione posteriore dei muscoli sono stati introdotti al di sopra della porzione della gamba che di solito è dolorosa nella sindrome da stress tibiale mediale e la fascia crurale profonda si è effettivamente attaccata sull'intera lunghezza del tibia mediale.

I medici del Centro medico svedese di Seattle, Washington credevano che, data l'anatomia, la tensione dai muscoli del polpaccio posteriore potrebbe produrre un attacco simile alla tibia all'inserimento del DCF, causando lesioni.

In uno studio di laboratorio condotto utilizzando tre esemplari freschi di cadaveri, i ricercatori hanno concluso che il ceppo al sito di inserzione del DCF lungo la tibia mediale avanzava linearmente mentre aumentava la tensione nei muscoli della gamba posteriore. Lo studio ha confermato che era possibile un infortunio causato dalla tensione alla tibia mediale. Tuttavia, studi di periosteo osseo sulle persone con MTSS devono ancora trovare indicatori infiammatori per confermare la teoria del periostite.

La seconda teoria che si crede di causare sindrome da stress tibiale mediale è che il carico ripetitivo o eccessivo può causare una reazione ossea-stress nella tibia. Quando la tibia non è in grado di sopportare correttamente il carico applicato contro di esso, si piegherà durante il cuscinetto di peso. Il sovraccarico provoca micro danni all'interno dell'osso, non solo lungo lo strato esterno. Se il carico ripetitivo supera la capacità dell'osso di ripararsi, può verificarsi l'osteopenia localizzata. A causa di questo, alcuni ricercatori ritengono che una frattura dello stress tibiale sia il risultato di un continuum di reazioni di stress ossee che includono MTSS.

L'utilizzo di immagini a risonanza magnetica o MRI sulla gamba interessata può spesso mostrare l'edema del midollo osseo, il sollevamento periosteo e aree di maggiore resorpietà ossea negli atleti con sindrome da stress tibiale mediale. Questo supporta la teoria della reazione stress-ossea. Una MRI di un atleta con una diagnosi di MTSS può anche aiutare a escludere altre cause del dolore alle gambe inferiori, come una frattura dello stress tibiale, una sindrome del vano posteriore profondo e la sindrome di entrapment dell'arteria poplite.

Fattori di rischio per MTSS

Mentre la causa, una serie di cause o modalità di causazione di MTSS è ancora solo un'ipotesi, i fattori di rischio per gli atleti che lo sviluppano sono ben noti. Come determinato dal test a goccia navicolare, o NDT, una grande caduta navicola corrisponde notevolmente a una diagnosi di sindrome da stress tibiale mediale. Il NDT misura la differenza di posizione in altezza dell'osso navicolare, da una posizione neutrale subalterna in supporto cuscinetto non sostenuto, al cuscinetto a pieno peso. Il NDT spiega il grado di collasso dell'arco durante il cuscinetto di peso. Risultati di oltre 10 mm sono considerati eccessivi e possono rappresentare un notevole fattore di rischio per lo sviluppo di MTSS.

Test di caduta navicolare - Chiropratico El Paso

Studi di ricerca hanno proposto che gli atleti con MTSS sono più frequentemente femminili, hanno un BMI più elevato, meno esperienza in esecuzione e una precedente storia di MTSS. La cinematica in esecuzione per le femmine può essere diversa da quella dei maschi e spesso è stata dimostrata per lasciare le persone vulnerabili a soffrire le lacrime anteriori del legamento crociato e la sindrome del dolore patellofemorale. Questo stesso modello biomeccanico può anche inclinare le femmine a sviluppare la sindrome da stress tibiale mediale. Considerazioni ormonali e bassa densità ossea sono ritenute fattori che contribuiscono, aumentando il rischio di MTSS anche nell'atleta femminile.

Palpazione di Talar Head Mediale - El Paso Chiropratico

Un BMI più elevato in un atleta dimostra di avere più massa muscolare piuttosto che essere in sovrappeso. Il risultato finale, tuttavia, è lo stesso in quanto le gambe portano un carico notevolmente pesante. E 'stato ipotizzato che in questi casi la crescita ossea accelerata dal piegamento tibiale non può avanzare abbastanza rapidamente e si può verificare lesioni all'osso. Pertanto, quelli con un BMI più elevato possono avere bisogno di continuare gradualmente i loro programmi di formazione per consentire al corpo di adattarsi di conseguenza.

Gli atleti con meno esperienza in esecuzione sono più propensi a fare errori di formazione, che possono essere una causa comune per la sindrome da stress tibiale mediale. Questi includono ma non si limitano a: aumentare la distanza troppo in fretta, cambiare il terreno, l'allenamento, la scarsa attrezzatura o le calzature, ecc. L'inesperienza può anche portare l'atleta a ritornare all'attività prima del tempo consigliato, considerando la prevalenza più alta di MTSS in coloro che aveva già sperimentato MTSS. Un recupero completo da MTSS può richiedere da sei mesi a dieci mesi e se la lesione originale non correttamente si guarisce o l'atleta torna troppo presto alla formazione, le probabilità sono che i loro dolori e sintomi possono tornare prontamente.

Analisi biomeccanica

Il NDT viene utilizzato come indicazione misurabile della pronazione del piede. La pronazione è descritta come un movimento trilaterale composto da eversione all'indietro, abduzione dell'avampiede e dorsiflessione della caviglia. La pronazione è un normale movimento del corpo ed è assolutamente essenziale per camminare e correre. Quando il piede colpisce il terreno alla fase di contatto iniziale di corsa, il piede inizia a ribaltare e le giunture del piede acquisiscono una posizione imballa. Questa flessibilità aiuta i piedi a assorbire le forze di reazione a terra.

Fasi di corsa - El Paso Chiropratico

Durante la fase di risposta di caricamento, il piede ulteriormente pronata, raggiungendo la pronazione di picco di circa 40 per cento durante la fase di posizione. A metà posizione, il piede si muove fuori dalla pronazione e ritorna in posizione neutra. Durante la posizione terminale, il piedino supina, spostando le giunture in una posizione di fissaggio, creando un braccio rigido rigido da cui generare le forze per toe off.

Partendo dalla fase di risposta di caricamento e durante tutto il resto della fase di corsa a gamba singola, l'anca è stabilizzata e sostenuta in quanto estesa, rapita ed esternamente ruotata dalla contrazione concentrica dei muscoli dell'anca della gamba di posizione, inclusi gli glutei , piriformis, obturator internus, gemellus superiore e gemellus inferiore. La debolezza o la fatica in uno di questi muscoli può sviluppare una rotazione interna del femore, l'adduzione del ginocchio, la rotazione interna della tibia e la sovraslazione. La sovrapronazione, pertanto, può essere un risultato di debolezza muscolare o di fatica. Se questo è il caso, l'atleta può avere un NDT completamente normale e tuttavia, quando i muscoli dell'anca non funzionano come necessario, questi possono sovrasoneggiare.

Catena Kinetica Fase di Stazione - Chiropratico El Paso

In un corridore che ha una notevole sovrapresenza, il piede può continuare a trovarsi in metà posizione, causando una risposta ritardata di supinazione, causando che ci sia meno generazione di energia a toe off. L'atleta può fare lo sforzo di applicare due correzioni biomeccaniche qui che potrebbero contribuire allo sviluppo di MTSS. Innanzitutto, il tibiale posteriore si tende a evitare la sovrapronazione. Questo può aggiungere tensione al DCF e tirare la tibia mediale. In secondo luogo, il complesso del gastro-soleo si contrae con forza in modo da migliorare la generazione del potere. Tuttavia, si ipotizza che la forza aumentata all'interno di questi gruppi muscolari possa aggiungere ulteriori tensioni alla tibia mediale attraverso il DCF e forse irritare il periostato.

Valutazione degli infortuni negli atleti

Una volta capito che la sovrapronazione è uno dei principali fattori di rischio per la sindrome da stress tibiale mediale, l'atleta dovrebbe iniziare la sua valutazione lentamente e gradualmente avanzare attraverso la procedura. Innanzitutto, il NDT deve essere eseguito, assicurandosi se la differenza è superiore a 10mm. Quindi, è essenziale analizzare l'andatura corretta dell'atleta su un tapis roulant, preferibilmente quando i muscoli sono affaticati, ad esempio alla fine di una corsa di allenamento. Anche con un NDT normale, ci possono essere prove di overpronazione in esecuzione.

Overponation durante la corsa - El Paso Chiropratico

Successivamente, il ginocchio dell'atleta dovrebbe essere valutato di conseguenza. Lo specialista che esegue la valutazione dovrebbe notare se l'articolazione viene gettata, se l'anca è livellata o se l'anca è più di 5 gradi dal livello. Queste possono essere chiare indicazioni che probabilmente la debolezza è all'anca. Il test muscolare tradizionale non può rivelare la debolezza; pertanto, può essere richiesto il test muscolare funzionale.

Inoltre, dovrebbe essere osservato se l'atleta può eseguire uno squat a gambe con braccia e sopra le braccia. Lo specialista deve anche notare se l'anca gocce, gli addotti al ginocchio ei piedi pronati. Inoltre, la forza degli abductor dell'anca dovrebbe essere testata in posizione laterale, con l'anca in posizione neutra, estesa e flessibile, assicurandosi che il ginocchio sia dritto. Tutte e tre le posizioni con l'anca girata in posizione neutra e in intervalli di estremità di rotazione esterna e interna devono essere verificati. Le estensioni dell'anca in predisposizione con il ginocchio sono dritte e piegate, in tutte e tre le posizioni di rotazione dell'anca: anche esterne, neutre e interne possono essere analizzate e osservate per determinare la presenza di sindrome da stress tibiale mediale o MTSS. La posizione in cui un professionista sanitario trova debolezza dopo la valutazione è dove l'atleta dovrebbe iniziare a rafforzare le attività.

Testare la resistenza all'abduzione dell'anca - Chiropratico di El Paso

Trattare la catena cinetica

In presenza di debolezza dell'anca, l'atleta dovrebbe iniziare il processo di rafforzamento eseguendo esercizi isometrici in posizione di debolezza. Ad esempio, se esiste una debolezza durante il rapimento dell'anca con l'estensione, l'atleta dovrebbe iniziare isolati isometrici in questa posizione. Finché i muscoli non si attivano in modo isometrico in questa posizione per 3 a 5 set di 10 a 20 secondi se l'individuo procede ad aggiungerli. Una volta che l'atleta raggiunge questo livello, iniziare contrazioni concentriche, in quella stessa posizione, contro la gravità. Alcuni casi sono il ponte unilaterale e il sequestro laterale. Seguire le contrazioni eccentriche, e poi le esercitazioni sportive specifiche.

Nel caso in cui si verifichino altre compensazioni biomeccaniche, questi devono anche essere trattati di conseguenza. Se il posteriore tibiale anche sta mostrando debolezza, l'atleta dovrebbe iniziare a rafforzare esercizi in quella zona. Se i muscoli del vitello sono stretti, è necessario avviare un programma di allungamento. Utilizzando tutte le possibili modalità potrebbero essere utili per il processo di riabilitazione. Ultimo ma non meno importante, se i legamenti del piede sono superati, l'atleta dovrebbe considerare la stabilizzazione delle calzature. L'utilizzo di una scarpa supportata per un periodo di tempo temporaneo durante la riabilitazione può essere utile per informare l'atleta per abbracciare nuovi modelli di movimento.

MTSS e Sciatica

La sindrome da stress tibiale mediale, altrimenti conosciuta come shin splints, è infine una condizione dolorosa che può limitare notevolmente la capacità di atleta di camminare o correre. Come accennato in precedenza, diverse valutazioni possono essere eseguite da un professionista sanitario per determinare la presenza di MTSS in un atleta, tuttavia, altre condizioni a parte le stecche dello shin possono causare l'individuo dolore alla gamba e alla debolezza dell'anca. Ecco perché è importante anche visitare specialisti aggiuntivi per assicurare che l'atleta abbia ricevuto la diagnosi corretta per le lesioni o le condizioni.

Sciatica è meglio definita come una serie di sintomi che derivano dalla schiena più bassa e è causata da un'irritazione del nervo sciatico. Il nervo sciatico è il singolo nervo più grande nel corpo umano, che comunica con diverse aree della gamba superiore e inferiore. Poiché il dolore della gamba può verificarsi senza la presenza di dolori alla schiena, la sindrome da stress tibiale mediale dell'atleta potrebbe essere veramente sciatica originata dalla schiena. Più comunemente, MTSS può essere caratterizzato da dolore che è generalmente peggiore quando si cammina o si esegue mentre la sciatica è generalmente peggiore quando si siede con una postura impropria.

Indipendentemente dai sintomi, è fondamentale per un atleta cercare una corretta diagnosi per determinare la causa del dolore e del disagio. La cura chiropratica è una forma popolare di trattamento alternativo che si concentra sulle lesioni muscoloscheletriche e le condizioni, così come i disturbi del sistema nervoso. Un chiropratico può aiutare a diagnosticare un MTSS di un atleta e per eliminare la presenza di sciatica come causa dei sintomi. Inoltre, la cura chiropratica può aiutare a ripristinare e migliorare le prestazioni di un atleta. Utilizzando accurati aggiustamenti spinali e manipolazioni manuali, un chiropratico può contribuire a rafforzare le strutture del corpo e aumentare la mobilità e la flessibilità dell'individuo. Dopo aver subito un infortunio, un atleta dovrebbe ricevere la cura e il trattamento che necessitano e richiedere di tornare alla propria attività sportiva quanto prima possibile.

Chiropratica e prestazioni atletiche

.video-container {posizione: relativa; imbottitura inferiore: 63%; imbottitura: 35px; altezza: 0; overflow: nascosto;}. video contenitore iframe {posizione: assoluto; top: 0; a sinistra: 0; larghezza: 100%; altezza: 100%; confine: nessuno; max-width: 100% importante;}!

In conclusione, il modo migliore per prevenire il dolore da MTSS è diminuire i fattori di rischio dell'atleta. Un atleta dovrebbe avere un'analisi di base del corretto funzionamento e un adeguato montaggio delle scarpe, nonché includere il rafforzamento dell'anca in posizioni funzionali come parte del programma di rafforzamento. Inoltre, bisogna assicurare che gli atleti siano completamente riabilitati prima di tornare a giocare perché le probabilità di recidiva della sindrome da stress tibiale mediale possono essere elevate.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 . Offerente consigliato - Wellness.com

Dott. Alex Jimenez