Ergogenic Aids: Ottenere il bordo atletico

Condividi

Il termine "ergogenica"Deriva dalle radici greche -" Ergon "e" geni ", cioè" lavoro "e" nato ", rispettivamente. Tutti i mezzi per aumentare la produzione o l'utilizzazione dell'energia possono essere descritti come un aiuto ergogeno. 1 Gli aiuti ergogeni sono stati classicamente classificati in cinque categorie: meccanico, psicologico, fisiologico, farmacologico e nutrizionale.2 L'uso attuale del termine "ergogenic aid" ruota intorno alle categorie fisiologiche, farmacologiche e nutrizionali.

Mentre gli aiuti ergogeni sono stati legati al doping atletico, i termini non sono sinonimi. Il doping è un termine usato dal Comitato Olimpico Internazionale (IOC) per descrivere l'amministrazione o l'uso di una sostanza da parte di un atleta competente con l'intenzione di aumentare in modo artificioso e ingiusto la sua performance in concorrenza.NUMX Non tutti gli aiuti ergogeni sono vietati dal CIO. Un elenco parziale delle sostanze vietate dal comitato olimpico degli Stati Uniti è riportato nella tabella 3 Tabella 1.2,3 fornisce un elenco di sostanze ergogene atletiche comunemente utilizzate.

Aids Ergogenic:

Anabolizzanti-Steroidi androgeni

Gli steroidi androgeni anabolizzanti (AAS) sono derivati ​​del testosterone che esercitano sul corpo induzioni anaboliche (costruzione di tessuti) e androgeni (mascolinizzanti) .3 Dalla scoperta della struttura chimica del testosterone in 1935, si tenta di separare gli effetti anabolici e androgenici di AAS non hanno avuto successo.3 Atleti hanno utilizzato AAS dal momento che i 1940s tentano di migliorare le loro prestazioni. 2 Preoccupato per il diffuso abuso di AAS tra gli atleti, l'IOC ha vietato l'utilizzo di AAS nei primi mesi di 1960s.2. La legge di controllo degli steroidi anabolizzanti è stata legalizzata in 1990, possedere o distribuire AAS per scopi non medici negli Stati Uniti.3,4 Sono disponibili forme orali, parenterali, transdermiche e intra-nasali di AAS. La stragrande maggioranza degli AAS utilizzati dagli atleti si ritiene ottenuta sul "mercato nero", in quanto solo il 10% e 15% di AAS utilizzati dagli atleti per il miglioramento delle prestazioni sono ottenuti con prescrizione. 3

Gli AAS sono ritenuti che esercitano il loro effetto principale aumentando i processi anabolizzanti e inibendo i processi catabolici attraverso risposte specifiche mediate dai recettori all'interno delle cellule bersaglio. Gli effetti5 di AAS includono: l'accumulo anabolico della massa muscolare, lo sviluppo androgeno delle caratteristiche secondarie sessuali maschili, una inversione anti-catabolica dell'azione del cortisolo e un effetto psicologico diretto pensato per consentire un allenamento più intenso e sostenuto.2,5-8 I primi studi di AAS e degli atleti hanno prodotto risultati misti.5,6 Le recensioni più recenti sostengono le nozioni che l'AAS può fornire aumenti significativi nella massa muscolare e nella forza negli atleti.2,5,6 Al fine di massimizzare gli effetti di AAS sugli atleti di forza e potenza, è necessaria una dieta adeguata e un regime di esercizi. 5 Sembra che ci sia un piccolo vantaggio guadagnato durante l'utilizzo di AAS nell'individuo non addestrato. Benefici 5,9 ottenuti da AAS sono più stabiliti in sport a forza dipendente. Dati che supportano una maggiore capacità aerobica e migliorano resistenza con l'uso di AAS è limitato e inconcludente. L'effetto AAS4 sugli sport di resistenza è attualmente una zona di grande interesse dato il grande numero di atleti di resistenza che ancora utilizzano AAS.4,10

Si è evoluta una terminologia complessa che descrive le pratiche di dosaggio degli atleti. Gli atleti usano comunemente AAS su 6 per 12 settimana "cicli". 4 "Pyramiding" descrive una graduale escalation della dose di AAS eseguita su un ciclo.2,11 "Stacking" comporta l'uso di più di un AAS, di solito con cicli sfalsati di i singoli farmaci.2-4 Un "array" descrive la pratica dell'uso di altri farmaci per contrastare gli effetti collaterali o migliorare gli effetti di AAS.3 Le pratiche di ciclismo, piramidi e impilamento sono utilizzate dagli atleti nel tentativo di minimizzare il negativo effetti di AAS massimizzando al tempo stesso i miglioramenti desiderati.2,4 Al momento attuale non esiste un solido supporto scientifico per queste pratiche.2,4,5

Gli effetti indesiderati attribuiti agli abusi di AAS sono stati storicamente overstated.4,12 La maggioranza degli effetti indesiderati di AAS sono considerati minori e reversibili a seguito della cessazione dell'uso.4 Mentre l'incidenza di effetti collaterali gravi derivanti dall'uso di AAS è stata bassa, sono state riportate conseguenze devastanti .13 I morti documentati da infarto miocardico, ictus e epatocarcinoma sono stati attribuiti all'uso di AAS.2,3 Gli effetti a lungo termine dell'uso di AAS sono generalmente sconosciuti.3,11

Deidroepiandrosterone (DHEA)

Il deidroepiandrosterone (DHEA) è un precursore del testosterone prodotto prevalentemente nelle ghiandole surrenali.4,14 Le fonti naturali di DHEA comprendono gli agrumi selvatici. La FDA ha vietato la vendita di DHEA in 1996 a causa di prove insufficienti di sicurezza e di valore; tuttavia, DHEA rimane un articolo legale e popolare venduto come supplemento nutrizionale.14,15

Il meccanismo d'azione del DHEA è poco conosciuto, ma molto probabilmente ruota intorno alla conversione del DHEA nel testosterone nei tessuti periferici. 4,14 Studi preliminari suggeriscono che il DHEA può avere una vasta gamma di usi clinici incluse le capacità anti-Alzheimer e anti-Parkinson, comunque randomizzate mancano studi clinici in doppio cieco. 5

DHEA è un pre-cursore al testosterone e teoricamente può migliorare le prestazioni atletiche in un modo simile a AAS. Le indagini sull'utilizzo del DHEA e sulle prestazioni atletiche sono scarse.14 Studi esistenti non supportano un aumento significativo della massa corporea magra, della forza o dei livelli di testosterone con l'uso di DHEA negli atleti.14,16-18

Gli effetti collaterali a lungo termine dell'uso del DHEA sono attualmente non conosciuti, ma sono probabilmente simili a quelli associati all'uso di AAS.6,14

Androstenedione

Androstenedione è un pre-cursore di testosterone prodotto nelle ghiandole surrenali e nelle gonadi. Diversi atleti professionisti hanno utilizzato questa sostanza, portandolo all'attenzione nazionale.2 Androstenedione si trova naturalmente nel polline di pini scozzesi.19

Simile al DHEA, il meccanismo d'azione e gli effetti secondari attribuiti all'allocene androstenedione sono poco compresi e sono considerati correlati alla conversione di androstenedione al testosterone nei tessuti periferici.5

Nonostante le affermazioni dei produttori al contrario, non esistono poche prove scientifiche sugli effetti sostenuti degli effetti ergogeni di androstenedione.2,5,16,20 Recentemente preoccupazioni sono cresciute rispetto alle alterazioni sfavorevoli dei profili di lipidi nel sangue e di coronaropatia visto negli uomini che utilizzano androstenedione come aiuto ergogeno.2,20,21

Integratori alimentari

L'aumento della visibilità degli aiuti ergogeni nell'ultimo decadimento si è verificato principalmente a causa del passaggio della legge sugli integratori alimentari degli Stati Uniti (DSHEA) di 1994.22. Certe vitamine, minerali, aminoacidi, erbe e altri preparati botanici possono essere classificato come "integratore alimentare" nell'ambito delle linee guida DSHEA. Gli integratori alimentari, come risultato della DSHEA, non sono più sotto il controllo regolamentare diretto della FDA. Infatti, le sostanze vendute come integratori alimentari non richiedono la valutazione della FDA per la sicurezza o l'efficacia e non devono rispettare gli standard di controllo della qualità previsti da farmaci approvati. 5 Il contenuto e la purezza degli integratori alimentari non sono regolamentati e possono variare in modo molto diffuso.5,23 Dal momento che l'androstenedione e il DHEA si sono verificati naturalmente nelle fonti vegetali, questi precursori di testosterone possono essere etichettati come "integratori alimentari" e venduti legalmente over-the-counter.

Ephedra

Integratori alimentari contenenti ephedra cinese, noto anche come Mahaung, sono commercializzati come potenziatori di prestazioni e aiuti alla perdita di peso.24 Le specie di erba Ephedra sono state utilizzate per oltre 5,000 anni per disturbi respiratori.25 Attualmente, gli alcaloidi efedrina si trovano in centinaia di prescrizioni e prodotti da banco, come gli antistaminici , decongestionanti e soppressori dell'appetito.24-26 L'efedra e i relativi alcaloidi dell'efedrina sono agenti simpaticomimetici che imitano gli effetti dell'epinefrina.

Studi multipli di alcaloidi efedrini isolati non hanno mostrato alcun miglioramento significativo del potere o della resistenza a dosaggi considerati sicuri. 24,27-31 Al contrario, la combinazione di caffeina con efedrina è stata associata a miglioramenti nelle prestazioni e può promuovere gli effetti metabolici che favoriscono la perdita di grasso corporeo.26,32

Il contenuto effettivo di alcaloidi epossidici negli integratori alimentari contenenti efedra 20 è stato studiato utilizzando cromatografia liquida ad elevata prestazione. 33 Dieci dei venti complementi presentavano marcate discrepanze tra l'etichetta di etichetta per il contenuto di ephedra e l'effettivo contenuto di alcaloidi. Tra 1995 e 1997, i casi 926 di possibili tossicità Mahuang sono stati riportati alla Food and Drug Administration.34 Una relazione temporale tra l'uso Mahuang e complicazioni gravi tra cui ictus, infarto miocardico e morte improvvisa è stata stabilita in 37 dei casi 926. In 36 di questi casi 37, l'uso di Mahuang è stato riportato nell'ambito delle linee guida del dosaggio dei produttori.

L'ephedra e gli alcaloidi efedrini correlati sono attualmente vietati dall'USOC e non possono essere raccomandati per uso generale data la loro associazione con effetti secondari potenzialmente pericolosi per la vita.2,34

Creatina

L'uso della creatina negli atleti è cresciuto a seguito di uno studio 1992 che ha dimostrato che la supplementazione della creatina ha prodotto un aumento del 20% della concentrazione della creatina muscolare scheletrica.2,35 Nella forma fosforilata, la creatina serve come substrato di energia che contribuisce ad adenosina trifosfato (ATP) -sintesi durante l'esercizio ad alta intensità.36 La creatina rimane popolare con gli atleti di potenza e di resistenza in quanto si pensa di produrre aumenti di forza, massa muscolare e di ritardare la fatica.2,14,36

La creatina è sintetizzata da amminoacidi principalmente nel fegato, nel pancreas e nel rene e viene escreta dai reni. La creatina si trova nei muscoli scheletrici, nei muscoli cardiaci, nel cervello, nella retina e nei tessuti testicolari. 2,37 L'interesse per la creatina come aiuto ergogenico ruota intorno alla sua capacità di partecipare come substrato di energia per la contrazione muscolare.14 La creatina, che lega facilmente il fosforo, può agiscono come substrati per donare il fosforo per la formazione di ATP. Inoltre, la creatina-fosfato (PCr) può aiutare a bucare l'acido lattico perché gli ioni idrogeno vengono utilizzati quando l'ATP viene rigenerato. 14,36,38 Questo ruolo della creatina nell'esercizio è governato dalla seguente reazione:

PCr + ADP (adenosina difosfato) ↔ Creatina + ATP (metzl) La creatina chinasi

Normalmente i negozi PCr si esauriscono entro 10 secondi di esercizio corto e ad alta intensità.14,39 Aumentare il livello di PCr nei muscoli scheletrici, in teoria, dovrebbe portare alla capacità di sostenere più a lungo l'uscita di potenza e portare ad una maggiore ri-sintesi di PCr dopo l'esercizio. 14 Gli effetti benefici della creatina in risposta alla formazione di resistenza sono probabilmente mediati dalla seguente sequenza: aumento della concentrazione della creatina muscolare, maggiore intensità di allenamento, che portano ad un adattamento fisiologico migliorato alla formazione con massa muscolare e forza maggiore.36

Gli studi che valutano l'efficacia della creatina come aiuto ergogeno sono misti. 2,36,40 Relazioni multiple concludono che la supplementazione a breve termine della creatina migliora significativamente la capacità di mantenere la forza muscolare e la potenza durante l'esercizio ad alta intensità.2,36,41,42 Dati sui risultati della supplementazione della creatina con atleti altamente addestrati è inconcludente. Mentre alcuni articoli riportano miglioramenti con l'utilizzo di creatina in individui altamente addestrati per quanto riguarda l'esercizio ad alta intensità, molti non mostrano miglioramenti.2,36,43

La maggior parte degli investigatori concorda sul fatto che la supplementazione della creatina non sembra migliorare le attività aerobiche-orientate.2,36,44

Il muscolo umano è pensato per avere una concentrazione massima di creatina che può contenere. 14,45 Sembra che non vi siano benefici aggiuntivi di aumentare la supplementazione della creatina sopra questa capacità di stoccaggio del muscolo poiché l'eccesso viene semplicemente escreto dai reni.2,46 Gli esseri umani hanno livelli differenti di base della creatina muscolare. 14 Di conseguenza, gli atleti con bassi livelli di creatina basali possono essere più sensibili alla supplementazione della creatina rispetto a quelli con un livello di creatina basale di riferimento relativamente più elevato.14,36 I termini "responder" e "nonresponder" sono stati usato per descrivere due gruppi di atleti: quelli con livelli di creatina basali relativamente bassi che potrebbero dimostrare un notevole miglioramento delle prestazioni con l'integrazione della creatina e quelli con elevati livelli di creatina basale che non mostrano miglioramenti marcati con l'integrazione della creatina.14,36,47 Queste differenze nelle concentrazioni di creatina sono pensato di svolgere un ruolo significativo nei vari risultati sulla performance trovata nel literatu riesaminando l'integrazione della creatina.14

Effetti indesiderati riportati dall'utilizzo della creatina sono stati scarsi. 2,14 Il principale effetto segnalato associato all'uso della creatina è l'aumento di peso, che si pensa sia principalmente a seguito della ritenzione idrica. 2,14,48 Alcuni segnalati effetti collaterali a lungo termine includono disidratazione, crampi muscolari, nausea e convulsioni.2,49 Dato la relativa mancanza di studi, rimane ancora cautela sugli effetti a lungo termine dell'utilizzo della creatina. 14 Come l'uso di creatina tra gli atleti più giovani continua ad aumentare, la preoccupazione sta crescendo per la mancanza di studi che esaminano il possibile lato effetti specifici a questo gruppo di età.14,38

Ormone della crescita

L'ormone della crescita umana (hGH) è un polipeptide prodotto nella ghiandola pituitaria anteriore. Dopo la sua liberazione dall'ipofisi, l'hGH può esercitare il suo effetto in tutte le cellule del corpo attraverso i recettori specifici del tessuto. L'ormone della crescita umana dimostra di promuovere l'anabolismo della proteina, la tolleranza dei carboidrati, la lipolisi, la natriuresi e il turnover dell'osso e del connettivo.4,50

I potenziali benefici dell'abuso di hGH negli atleti ruotano attorno al suo effetto anabolico sul corpo.4 Si pensa che l'ormone della crescita umano aumenti la massa muscolare e risparmia il glicogeno muscolare stimolando la lipolisi durante l'esercizio. 2,3 La popolarità dell'hGH tra gli atleti è favorita dal fatto che L'HGH rimane estremamente difficile da rilevare dagli attuali processi di screening dei farmaci.3,51 L'ormone della crescita umano può essere particolarmente attraente per gli atleti di sesso femminile poiché gli effetti collaterali della virilizzazione associati all'uso di AAS non si verificano con hGH.4

Non ci sono studi che dimostrino significativi aumenti nelle prestazioni atletiche con l'uso di hGH.3,52,53 Né gli studi umani né gli animali mostrano alcun vantaggio significativo di forza con l'uso di hGH supplementare in individui non decienti. 4 L'abuso di hGH si pensa sia aumentando nonostante la mancanza di prove scientifiche che collegano l'hGH a una migliore performance degli atleti.3,52 Un sondaggio dei maschi delle scuole superiori ha rivelato che ben 5% ha riportato l'uso passato o presente di hGH.54 La purezza di hGH abusata dagli atleti potrebbe essere povera come Drug L'Enforcement Agency stima che fino a 30% a 50% dei prodotti hGH venduti sono falsi.4,55

Gli effetti avversi dell'uso del hGH esogeno vengono estrapolati dalle reazioni osservate nei pazienti con sovradosaggio endogeno di hGH.2 Gli adulti con alti livelli di hGH sono a rischio per la sindrome clinica di acromegalia. Le complicanze mediche associate all'acromegalia includono: il diabete, l'ipertensione, la malattia coronarica, la cardiomiopatia, le irregolarità menestrarie e l'osteoporosi. 2,4 I livelli elevati di hGH negli individui con fisi aperta possono portare al gigantismo.

Erythropoietin (EPO)

L'EPO ricombinante (r-EPO) è stato approvato dalla FDA per la fabbricazione in 1989 dopo che il gene EPO è stato clonato in 1985.14 Dato che la sua approvazione, l'EPO è stato abusato per il guadagno personale atletico in alternativa al doping del sangue.3,14 EPO ricombinante ha in gran parte ha sostituito la pratica del doping del sangue, in quanto r-EPO produce un aumento dose-dipendente dell'ematocrito. In teoria, r-EPO dovrebbe fornire tutti i vantaggi del doping del sangue senza i rischi connessi con la trasfusione di sangue.2

Ci sono pochi studi che valutano l'uso di r-EPO negli atleti sani; tuttavia, numerosi studi hanno mostrato un notevole aumento della capacità lavorativa a causa dell'uso di r-EPO nei pazienti con malattia renale. NUMX Berglund e Ekblom hanno riportato un aumento del consumo massimo di ossigeno e un aumento del tempo di esaurimento negli atleti maschi dopo una prova di 14 di r -EPO.6

I rischi connessi con l'abuso di r-EPO implicano un potenziale di livelli ematocritici pericolosamente elevati. 14 Una sindrome da iperviscosità risultante può portare ad una diminuzione dell'uscita cardiaca, all'ipertensione e all'insufficienza cardiaca potenziale.3 Inoltre, la trombosi potrebbe manifestarsi come infarto miocardico, l'embolia polmonare o gli infortuni cerebrovascolari.2,3 Anche se l'uso di r-EPO è stato bandito dal CIO da 1990, il suo utilizzo è estremamente difficile da rilevare con le misure correttive di screening dei farmaci.2,14

Antiossidanti

Le capacità antiossidanti di alcune vitamine sono ritenute da molti per contrastare la produzione di radiali liberi che si verificano durante l'esercizio. 14 La maggior parte della ricerca fino ad oggi coinvolge la vitamina E, la vitamina C e il beta carotene.2 La letteratura esistente non supporta la nozione che gli antiossidanti hanno funzionalità ergogene significative.2,14,57 Attualmente non ci sono raccomandazioni per l'uso degli antiossidanti negli atleti che superano l'indennità giornaliera raccomandata (RDA) adulta.

Beta-idrossi-beta-metilbutirrato

Beta-idrossi-beta-metilbutirato (HMB) è un metabolita della leucina amminica a catena ramificata. HMB è teorizzato per inibire la rottura muscolare durante un esercizio fisico, ma il suo meccanismo d'azione esatto è ancora sconosciuto. 14,58 Gli studi dimostrano che l'integrazione con HMB può ridurre significativamente la LDL, i livelli di creatina fosfoginasi (CPK) serum e ritardare l'accumulo di lattato di sangue dopo la resistenza addestramento rispetto al placebo.59,60 Inoltre, l'uso di HMB a breve termine ha dimostrato di aumentare significativamente i guadagni di forza con la resistenza-esercitata l'addestramento sul placebo in uno studio double-blinded.61

HMB è un aiuto ergogeno relativamente nuovo e i risultati pubblicati sono considerati preliminari. 14,58 Anche se ci sono prove di un potenziale vantaggio di aiuto ergogeno con l'utilizzo di HMB nella formazione di resistenza e resistenza, non si può raccomandare l'uso fino a quando non vengono eseguiti ulteriori studi e gli effetti collaterali potenziali suscitato.

Caffeina

La caffeina è una metilxantina che si manifesta naturalmente in molte specie di piante. Si pensa che la caffeina funziona attraverso una varietà di meccanismi. L'effetto del sistema nervoso centrale della caffeina è probabilmente il risultato dell'antagonismo dei recettori adrenergici. Il suo uso da parte degli atleti deriva dalla teoria che la caffeina può ritardare l'affaticamento migliorando la contrattura muscolare scheletrica e il livello di glicogeno muscolare di ricambio migliorando il metabolismo dei grassi. un miglioramento della durata con l'utilizzo della caffeina.3 È evidente che l'uso della caffeina può migliorare le prestazioni con l'esercizio più intenso di breve durata. 6 I dosaggi della caffeina più associati ad un range di effetti ergogeni in letteratura da 6,62,63 a 2 mg per chilogrammo di peso corporeo.3

Gli effetti collaterali associati all'uso della caffeina includono ansia, diuresi, insonnia, irritabilità e disagio gastrointestinale. 2,6 Dose più elevate di ingestione di caffeina possono portare a conseguenze più gravi come l'aritmia cardiaca, le allucinazioni e persino la morte.2,3

Il livello legale di urina della caffeina per gli atleti è 12 μg / ml (standard IOC) e 15 μg / ml (standard dell'Associazione nazionale di atletica leggera) .6 Un atleta dovrebbe bere da sei a otto tazze di caffè in una sola seduta ed essere testato all'interno di 2 a 3 ore per raggiungere i livelli di urina oltre il limite legale del CIO.3 La quantità di caffeina necessaria per produrre benefici ergogenici è potenzialmente molto inferiore a quella richiesta per superare il limite legale atletico.3

Aids Ergogenic: Sommario

Reclami che sostengono sostanze esotiche che producono poteri di guarigione o ergogenici sono in circolazione da secoli. L'ambiente competitivo, peer-pressured che avvolge oggi atleti e adolescenti rende questi gruppi particolarmente suscettibili agli sconvolgimenti che circondano l'attuale mercato degli aiuti ergogeni. Attualmente, sembra che le voci e le informazioni aneddotiche travolgono i dati scientifici disponibili. Mentre ci sono prove che alcuni aiuti ergogeni promulgati in effetti migliorano le prestazioni, ci sono molte domande senza risposte sulla sicurezza dei prodotti, l'efficacia e le conseguenze a lungo termine. Una conoscenza di lavoro specifica ergogenica gli ausili sono essenziali per il medico curante al fine di consigliare meglio i pazienti e gli atleti per quanto riguarda i possibili benefici e rischi di qualsiasi sostanza che possono utilizzare.

Di Adam Bernstein, MD, Jordan Safirstein, MD, e Jeffrey E. Rosen, MD

1. Williams MH: sostanze ergogene ed ergolytiche. Med Sci
Sports Exerc 24 (Supporto 9): S344-S348, 1992.
2. Silver MD: Utilizzo di ausili ergogeni da atleti. J Am Acad
Orthop Surg 9 (1): 61-70, 2001.
3. KnoppWD, WangTW, Bach JrBR: Sport ergogeni in droghe.
Clin Sports Med 16 (3): 375-392, 1997.
4. Sturmi JE, Diorio DJ: Agenti anabolizzanti. Clin Sports Med
17(2):261-282, 1998.
5. Blue JG, Lombardo JA: Steroidi e composti simili allo steroide.
Clin Sports Med 18 (3): 667-689, 1999.
6. Ahrendt DM: Aiuti ergogeni: consulenza dell'atleta. Fam
Physician 63(5):913-922, 2001.
7. Adolescenti e steroidi anabolizzanti: un soggetto di revisione.American
Accademia di Pediatria. Comitato per la medicina dello sport e
Fitness. Pediatria 99 (6): 904-908, 1997.
8. Haupt HA: Steroidi anabolizzanti e ormone della crescita. Am J
Sport Med 21 (3): 468-474, 1993.
9. Kuipers H, et al: Influenza degli steroidi anabolizzanti sulla composizione corporea,
la pressione sanguigna, il profilo lipidico e le funzioni del fegato in
costruttori di corpo. Int J Sport Med 12 (4): 413-418, 1991.
10. Lombardo JA: effetti medici e prestazioni
di steroidi anabolizzanti. Psychiatr Ann 22: 19-23, 1992.
11. YesalisCE, Bahrke MS: Steroidi anabolizzanti-androgeni: corrente
problemi. Sport Med 19 (5): 326-340, 1995.
12. Friedl KE: Effetti degli steroidi anabolizzanti sulla salute fisica.
In: Yesalis CE (ed): Gli steroidi anabolizzanti in sport ed esercitazione
(2nd ed). Champaign, IL: Human Kinetics Publishers, Inc.,
2000, pp. 35-48.
13. Bahrke MS, Yesalis CE, Brower KJ: anabolizzanti androgeni
abuso di steroidi e farmaci che aumentano le prestazioni tra gli adolescenti.
Bambino Adolesc Psychiatr Clin N Am 7 (4): 821-838,
1998.
14. Stricker PR: Altri agenti ergogeni. Clin Sports Med
17(2):283-297, 1998.
15. Dehidroepiandrosterone (DHEA). Med Lett Drugs Ther
38(985):91-92, 1996.
16. Wallace MB, et al: Effetti del deidroepiandrosterone vs
integrazione degli androstenedione negli uomini. Med Sci Sport
Exerc 31(12):1788-1792, 1999.
17. Nestler JE, et al: Dehydroepiandrosterone riduce il siero
livelli di lipoproteine ​​a bassa densità e grasso corporeo ma non altera
sensibilità all'insulina negli uomini normali. J Clin Endocrinol Metab
66(1):57-61, 1988.
18. Welle S, Jozefowicz R, Statt M: Mancanza di deidroepiandrosterone
per influenzare l'energia e il metabolismo delle proteine ​​negli esseri umani.
J Clin Endocrinolo Metab 71 (5): 1259-1264, 1990.
19. Saden-Krehula M, Tajic M, Kolbah D: Testosterone, epitestosterone
e androstenedione nel polline di pino scotch
P. silvestris L. Experientia 27 (1): 108-109, 1971.
20. King DS, et al: Effetto della orale androstenedione sul testosterone nel siero
e adattamento alla formazione di resistenza nei giovani:
un trial randomizzato controllato.JAm MedAssoc 281 (21): 2020-
2028, 1999.
21. Broeder CE, et al: Il progetto Andro: fisiologico e
influenze ormonali dell'aggiunta di androstenedione in
uomini 35 a 65 anni che partecipano ad una resistenza ad alta intensità
programma di formazione.Arch Intern Med 160 (20): 3093-3104,
2000.
22. Benning JR: Nutrizione per esercizio fisico e prestazioni sportive. In:
Mahan LK (ed): Il cibo, la nutrizione e la terapia dietetica di Krause.
Philadephia: WB Saunders Co., 2000, pp. 534-557.
23. SkolnickAA: Verdict scientifico su DHEA.JAm Med
Assoc 276(17):1365-1367, 1996.
24. Bucci LR: erbe selezionate e prestazioni dell'esercizio umano.
Am J Clin Nutr 72 (Supporto 2): 624S-636S, 2000.
25. Anonimo: Gli Ephedri. Lawrence Rev Nat Prod, 1989.
26. DiPasquale M: ​​Stimolanti e adaptogeni: Parte I. Sport di droga
1: 2-6, 1992.
27. Sidney KH, Lefcoe NM: Gli effetti di efedrina sulla
responsabilità fisiologica e psicologica submaximale e
esercizio massimo nell'uomo. Med Sci Sport 9 (2): 95-99, 1977.
28. Bright TP, Sandage Jr BW, Fletcher HP: Selezione cardiaca e
responsabilità metabolica pseudoefedrina con esercizio.J Clin
Pharmacol 21(11-12):488-492, 1981.
29. DeMeersman R, Getty D, Schaefer DC: Sympathomimetics
ed esercizio di allenamento: tutto nella mente? Pharmacol Biochem
Behav 28(3):361-365, 1987.
30. SwainRA, et al: fare pseudoefedrina o fenilpropanolamina
migliorare l'assorbimento massimo dell'ossigeno e il tempo di esaurimento?
Clin J Sport Med 7 (3): 168-173, 1997.
31. Gillies H, et al: Pseudoefedrina è senza effetti ergogeni
durante l'esercizio prolungato. J Appl Physiol 81 (6): 2611-2617,
1996.
32. Bell DG, Jacobs I, Zamecnik J: Effetti della caffeina, efedrina
e la loro combinazione in tempo per esaurire durante
esercizio ad alta intensità. Eur J Appl Physiol Occupi il Physiol
77(5):427-433, 1998.
33. Gurley BJ, Gardner SF, Hubbard MA: Contenuto contro etichetta
rivendicazioni in integratori alimentari contenenti ephedra. Am J
Salute Syst Pharm 57 (10): 963-969, 2000.
34. Samenuk D, et al: eventi cardiovascolari avversi temporaneamente
associato a ma huang, una fonte di erbe di efedrina.
Mayo Clin Proc 77 (1): 12-16, 2002.
35. Juhn MS: Orla supplementazione della creatina: separazione di fatto da
hype. Phys Sportsmed 27: 47-56, 1999.
36. Kraemer WJ, Volek JS: Integratore della creatina: il suo ruolo in
prestazioni umane. Clin Sports Med 18 (3): 651-666, 1999.
37. Williams MH: l'uso di sport aidsin ergogeni nutrizionali:
è un problema etico? Int J Sport Nutr 4 (2): 120-131, 1994.
38. MetzlJD, et al: L'uso della creatina tra i giovani atleti. Pediatria
108(2):421-425, 2001.
39. Spriet LL: Aiuti ergogeni: recenti progressi e ritiri. In:
Lamb DR, Murray R (eds): prospettive in scienze dell'esercitazione
e la medicina dello sport. Indianapolis, IN: Benchmark Press,
1998, pp. 185-238.
40. Johnson WA, Landry GL: integratori alimentari: fatto vs.
finzione. Adolesc Med 9 (3): 501-513, 1998.
41. Williams MH, Filiale JD: Integratore di creatina e
prestazioni di esercizio: un aggiornamento. J Am Coll Nutr 17 (3): 216-
234, 1998.
42. Mujika I, Padilla S: Integrazione della creatina come ergogenica
l'aiuto per le prestazioni forsports in atleti altamente addestrati: un critico
revisione. Int J Sport Med 18 (7): 491-496, 1997.
43. Kreider RB, et al: Effetti della supplementazione della creatina sul corpo
la composizione, la forza e le prestazioni di sprint. Med Sci Sport
Exerc 30(1):73-82, 1998.
44. Balsom PD, et al: L'integrazione della creatina di per sé non lo fa
migliorare le prestazioni di esercizio di resistenza. Acta Physiol Scand
149(4):521-523, 1993.
45. Harris RC, Soderlund K, Hultman E: Elevazione della creatina in
riposando ed esercitato muscoli di soggetti normali dalla creatina
supplementazione. Clin Sci (Lond) 83 (3): 367-374, 1992.
46. Clark JF: Creatina: una revisione delle sue applicazioni nutrizionali in
sport. Nutrizione 14 (3): 322-324, 1998.
47. Casey A, et al: L'ingestione della creatina influisce favorevolmente sulle prestazioni
e il metabolismo muscolare durante il massimo esercizio in
gli esseri umani. Am J Physiol 271 (1): E31-E37, 1996.
48. Volek JS: Integrazione della creatina: il suo effetto sull'uomo
prestazioni muscolari e composizione corporea
Res 10: 200-210, 1996.
49. Feldman EB: Creatina: integratore alimentare e ergogenico
aiuti. Nutr Rev 57 (2): 45-50, 1999.
50. Yarasheski KE: effetti dell'ormone della crescita sul metabolismo, corpo
composizione, massa muscolare e forza. Exerc Sport Sci Rev
22: 285-312. 1994.
51. Risser WL: Medicina dello sport. Pediatr Rev 14 (11): 424-431,
1993.
52. Bidlingmaier M, Wu Z, Strasburger CJ: Doping con crescita
ormone. J Pediatr Endocrinol Metab 14 (8): 1077-1083,
2001.
53. Jenkins PJ: Ormone e esercizio fisico: fisiologia, uso e
abuso. Crescita Horm IGF Res 11 (suppl A): S71-S77, 2001.
54. Rickert VI, et al: Ormone della crescita umana: una nuova sostanza
di abuso negli adolescenti? Clin Pediatr (Phila) 31 (12): 723-
726, 1992.
55. Rapporto del Consiglio: Abuso di stupefacenti negli atleti, steroidi anabolizzanti e
ormone della crescita umana. J Am Med Assoc 259: 1703-1705,
1988.
56. Berglund B, Ekblom B: Effetto di eritropoietina umana ricombinante
trattamento sulla pressione sanguigna e alcuni ematologici
parametri in uomini sani. J Intern Med 229 (2): 125-130,
1991.
57. Williams MH: integratori nutrizionali per la forza addestrata
atleti. Scambio Sci Scienza 6: 1-6, 1993.
58. Williams MH: fatti e falsi errori di ergogenic
integratori di aminoacidi. Clin Sports Med 18 (3): 633-649,
1999.
59. Vukovich MD, Dreifort GD: Effetto beta-idrossi betametilbutirato
sulla comparsa dell'accumulo di lattato di sangue
e il picco di VO2 nei ciclisti addestrati alla resistenza. J Forza Cond
Res 15(4):491-497, 2001.
60. Knitter AE, et al: Effetti di beta-idrossi-beta-metilbutirato
su danni muscolari dopo una corsa prolungata. J Appl Physiol
89(4):1340-1344, 2000.
61. Jowko E, et al: Creatina e beta-idrossi-beta-metilbutirato
(HMB) aumentano addionalmente massa magra e muscolare
durante un programma di addestramento di peso. Nutrizione 17 (7-
8): 558-566, 2001.
62. Graham TE, Spriet LL: prestazioni e risposte metaboliche
ad un'elevata dose di caffeina durante l'esercizio prolungato. J Appl
Physiol 71(6):2292-2298, 1991.
63. KalmarJM, Cafarelli E: Effetti della caffeina su neuromuscolare
funzione. J Appl Physiol 87 (2): 801-808, 1999.

Percezione americana di chiropratica

Post Recenti

Esercizio di nuoto senza impatto per mal di schiena, lesioni e riabilitazione

Gli studi rivelano che il nuoto e gli esercizi acquatici possono aiutare ad alleviare il mal di schiena. Fatto correttamente ... Leggi di più

6 Agosto 2020

Opzioni di trattamento per fratture da compressione spinale

Le procedure chirurgiche mininvasive possono essere utilizzate per trattare le fratture da compressione spinale. Queste procedure sono ... Leggi di più

5 Agosto 2020

Qual è il ruolo del glutatione nella disintossicazione?

Antiossidanti come resveratrolo, licopene, vitamina C e vitamina E possono essere trovati in molti alimenti ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Piano di prevenzione dell'osteoporosi

La prevenzione dell'osteoporosi può essere realizzata anche con una diagnosi di osteoporosi. Ci sono passaggi insieme a ... Leggi di più

4 Agosto 2020

Colonna vertebrale toracica - Basi centrali posteriori

La colonna vertebrale toracica conosciuta come la parte centrale della schiena inizia sotto la colonna cervicale o del collo ... Leggi di più

3 Agosto 2020
Nuova registrazione paziente
Chiamaci oggi 🔘